Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
- 15/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________
- 19/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________
- 25/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________
- 26/11/17
(Politica - Economia - Costume)
__________________________________________
- 30/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________________
- 1/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 2/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 3/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,00 - Orario estivo

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________
- 15/12/17
(Devozioni e Preghiere)
_______________________________
- 16/12/17
(Devozioni e Preghiere)
___________________________________
- 19/12/17
(Progetto Europa)
___________________________________
- 27/12/17
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 6/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 11/1/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 6/1/18
(una voce)
___________________________________
- 15/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 1/2/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 2/2/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 10/2/18
(Politica - Economia - Costume)
  • USA E RUSSIA: IL RIARMO NUCLEARE
    L'Europa agli europei
  • ___________________________________
    - 15/2/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/1/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 10/3/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 5/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________
    - 15/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 7/1/2013
    (voce)

    ___________________________________

    - 17/3/2013
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________

    - 17/5/2013
    (voce)
    ___________________________________

    - 21/12/2014
    (Cultura)

    ___________________________________

    - 23/6/2015
    (Vita)
    _________________________________________

    _________________________________________
    10 Giugno 2018            Informazioni            N° 23
    _________________________________________
          Foglio di comunicazione interna
    www.cattolicigenovesi.org
    _________________________________________
    Stiamo attenti che l'umiltà non sia il pretesto per l'indolenza

    Federico Ozanam

    _________________________________________
    SANTI E BEATI

    San MARCELLINO CHAMPAGNAT – Festa 6 giugno
    Nato a Marlhes (Loire) il 20 maggio 1789, è un anticipatore dei metodi educativi moderni. Studente non brillante, a 16 anni viene accettato nel seminario minore di Verrières, anche se Marcellino non è attratto dallo studio. Sostenuto dal parroco sceglie però lo studio e nel 1816, viene ordinato prete. Nel 1817 Champagnat, ispirandosi al sodalizio detto "Società di Maria", un gruppo che si dedica all'educazione dei giovani, fonda i «Fratelli maristi», che non sono preti. Nel 1823 l'arcivescovo di Lione li autorizza a pronunciare i voti e così li trasforma in religiosi con l'iniziale riconoscimento diocesano. Nel 1825 nasce la casa madre, sempre vicino a St. Chamond, costruita con le proprie mani da Marcellino e i suoi compagni. Champagnat muore nel 1840. Nel 1903 la casa madre dovrà essere trasferita in Piemonte.
    __________________________________________________________________________

    EDITORIALE
    IL GOVERNO POPULISTA IN ITALIA

    Perché la gente ha votato per i partiti populisti? A questa domanda abbiamo risposto già altre volte e possiamo ripeterlo: perché non è soddisfatta del modo di governare dei partiti tradizionali che sono appiattiti sull’Europa, anche questa, è di molto scesa nella considerazione generale degli italiani. Inoltre, la prospettiva di uscire dalla crisi attenendoci alle regole europee è poco probabile. Anzi, è quasi sicuro che vi sarà altra crisi economica prossimamente e per l’Italia sarebbe fatale. La vittoria dei populisti corrisponde all’idea che bisogna cambiare, fare qualcosa di diverso per uscire dalla crisi. In questo senso, l’idea è positiva. La domanda è quanto durerà il primo governo populista europeo? Cadrà per incompatibilità tra i due partiti? Oppure la caduta della coalizione Lega-M5s avverrà a seguito di manovre speculative che metterebbero in ginocchio l’Italia? Come abbiamo visto, nel numero precedente, l’Italia non ha amici. L’Ue non è uno Stato e non si preoccupa del benessere dei suoi componenti (singoli Stati e loro cittadini); ma, è un insieme di Stati dove ognuno pensa a sé. Chi ha più potere in Europa – Germania e Francia – cercano soltanto di tenere in riga gli altri Stati. Dove le regole riguardano la stabilità dei bilanci anche a costo di distruggere l’economia degli altri Stati. Ritornando ai nostri problemi, il governo Lega-M5s propone delle cose intelligenti come il blocco dell’immigrazione ma anche cose poco realizzabili per l’alto costo che finirebbero per aumentare ulteriormente il debito pubblico. Le due proposte sono la flat tax ed il reddito di cittadinanza. Invece, occorre indicare all’Ue proposte più accettabili. Impegnarsi a ridurre le spese improduttive e gli sprechi, favorire gli investimenti, correggere alcuni trattati europei per rendere remunerative certe produzioni; di conseguenza avere la possibilità di aumentare l’occupazione. Cercare di ottenere una tregua fiscale. Diversamente, le cose non potranno che peggiorare. Dubito molto che il nostro nuovo governo sia in grado di fare all’Ue un discorso chiaro, con dati alla mano su quale possa essere la soluzione accettabile per l’Italia che prima deve crescere se vuole poter ridurre il debito pubblico. Altra soluzione non esiste. È solo questione di tempo e l’Italia uscirà dall’eurozona.

    Rino Tartaglino

    _______________________________

    ILLUSTRAZIONE: Ue tra politici impotenti e burocrati invadenti
    _______________________________

    SIATE EGOISTI, FATE DEL BENE!
    Non rallegratevi perché gli spiriti maligni si sottomettono a voi, ma piuttosto rallegratevi perché i vostri nomi sono scritti in cielo.

    (Luca 10/20)

    Tanto è il bene che mi aspetto che ogni pena mi è diletto.

    (San Francesco d’Assisi)

    In un’epoca in cui gran parte delle famiglie sono in estrema difficoltà, la morale sessuale è la più bassa della storia umana, in cui il male e la perversione vengono riconosciuti e sovente protetti dalla legge, c’è poco da rallegrarci che gli spiriti maligni possano esserci sottomessi. Essi non lo sono perché noi non lo siamo con libera e cosciente volontà a Gesù , perché sovente noi facciamo affidamento sulle nostre forze anziché sul divino soccorso, non solo tenue speranza ma evidente intervento. Doniamo al Signore la nostra ubbidienza e la nostra gratitudine e provvederà lui al successo, sapendo che esso potrà avvenire anche dopo anni di apparente insuccesso. Tuttavia qualche segno certissimamente ci raggiungerà: una nostra grande pace interiore, il miglioramento di noi stessi, ed anche l’evidenza che qualcuno è afferrato da una parola decisiva, non tanto la nostra ma quella di Dio per mezzo nostro. Oggi che su tutti i piani: economico, sociale, ecologico, spirituale, il disastro incombe, noi dobbiamo essere convinti che la fine terrestre non è la nostra fine e che la nostra meta non è la morte ma ciò che troveremo dopo. Questo canta San Francesco e questo dobbiamo cantare anche noi pur nelle difficoltà che sovente ci sembrano assai pesanti.

    Renzo Mattei

    _______________________________
    4/6 - TURCHIA: L'opera di islamizzazione della Turchia da parte del presidente Erdogan continua. Adesso colpisce l'arte, alcuni musei sono stati demoliti e gallerie d'arte chiuse al pubblico. Il famoso museo Ataturk Kultur Merkezi al centro di Istanbul è stato raso al suolo.
    La ricerca e l'affermazione dell'identità islamica da parte della Turchia rappresenta una contrapposizione alla cultura occidentale.

    4/6 - ITALIANI E L'UE: L'indice di fiducia degli italiani nei confronti dell'Europa in sette anni si è dimezzato, ma soltanto uno su quattro, se ci fosse un referendum, ne uscirebbe.
    l'Ue ci impone solo delle regole che ci penalizzano e per questo siamo delusi; però gli italiani hanno ancor meno fiducia nella capacità dei loro governanti ed hanno paura di finire peggio lasciando questa organizzazione europea.
    _______________________________

    4/6 - NODI DA SCIOGLIERE: Il Documento di economia e finanza (Def) è il primo banco di prova del nuovo governo.
    1) la clausola di salvaguardia del bilancio, prevede un aumento automatico dell'Iva dal 22 al 25% e per bloccarla servono 13 miliardi una tantum;
    2) riduzione del deficit dello 0,6%, servirebbero circa 10 miliardi;
    3) spese eccezionali per migranti, zone terremotate e altre, per 8 miliardi;
    4) realizzo delle grandi opere altri 5 miliardi.
    Il governo deve trovare 35 miliardi per essere in linea con gli impegni europei.

    I rappresentanti della maggioranza dopo aver parlato tanto di distribuire soldi e di riduzione delle imposte, tornati alla realtà si trovano a chiedere altri soldi ai cittadini italiani. Faranno qualcosa per evitare almeno in parte questo salasso? Vedremo.
    ____________________________

    5/6 - IL PAPA HA DETTO NO: "Con l'esplicito consenso del Papa", il prefetto della Dottrina della Fede, mons. Ladaria Ferrer, ha fatto pervenire ai vescovi di Germania una lettera in tedesco datata 25 maggio, dopo averne discusso il giorno prima con Francesco sul contenuto. Il caso riguarda il documento che la Conferenza episcopale tedesca aveva approvato a maggioranza lo scorso febbraio a proposito dell'accesso all'eucarestia, in certi casi, per i coniugi protestanti di fedeli cattolici. La lettera blocca con esplicito consenso del Papa la possibilità di dare l'eucarestia ai coniugi protestanti di fedeli cattolici. Ieri, il Papa ricevendo una delegazione luterana, ha criticato la "foga di correre in avanti" confermando così il blocco dell'intercomunione auspicata a maggioranza dai vescovi tedeschi.
    Questa volta il prefetto della Dottrina della Fede ed il Papa stesso hanno voluto rispondere ai "dubia" sollevati da alcuni cardinali tedeschi fermando "l'intercomunione".
    ________________________________
    5/6 - TAGLI DELLA BCE: Secondo il Financial Times, la Bce avrebbe acquistato meno titoli di Stato italiani durante la crisi contribuendo a far aumentare lo spread. La Bce dichiara che la scelta non è stata di tipo politico.
    Lo spread aumenta quando vi è più offerta di titoli che richiesta d'acquisto. Quindi, è possibile manipolare il mercato facendo operazioni al ribasso ed anche riducendo gli acquisti dei titoli come ha operato la Bce.

    5/6 - MIGRANTI: Inizia la sfida alla Ue sul tema migranti. L'obiettivo è superare il Trattato di Dublino che trasformerebbe l'Italia in un campo di concentramento di migranti.
    Sull'argomento migranti l'Italia può fare quello che vuole. L'Ue non può imporci nessuna invasione come noi non possiamo imporre ad altri di essere invasi.
    ____________________________

    6/6 - ABORTO: PERCHE’ NON SI PARLA DELL’ASPETTO CLINICO: Gli abortisti parlano di tante cose, fanno molti esempi. Ma non raccontano mai cosa succede ad un feto quanto viene abortito clinicamente. Dietro la parola “isterosuzione” o “metodo Karman” si cela la vera pratica: “Viene introdotta una cannula allo scopo di estrarre il nascituro mediante l’aspirazione, prodotta da un apparecchio simile all’aspirapolvere domestico, ma molto più potente. La morte del nascituro viene provocata smembrandogli le braccia e le gambe. I resti fetali diventano una marmellata sanguinolenta”. Una scena agghiacciante, per questo viene taciuta. Se venisse ripetuta con la stessa insistenza di “libertà” o “autodeterminazione”, sarebbero in molti a protestare contro l’aborto. Si tratta di una vera e propria verità nascosta. E si cerca di neutralizzarla con termini generici, spesso tecnici, che alle orecchie dei più non significano niente. Sul web è presente una sorta di tema-tabù sull’aborto. Si parla un po’ di tutto, esistono punti di vista differenti, analisi logiche dettagliatissime. Con sorpresa, la maggior parte dei testi, anche quelli più specialistici, evitano l’argomento. Perché? È interessante notare, ad esempio, come nel Glossario fornito dall’Istat del 2011 per gli anni 2008-2009, non esista una voce che descriva la procedura clinica adottata.
    Che l'aborto fosse una pratica illecita lo sapevano già i greci del IV secolo A.C. (Giuramento di Ippocrate). Ai medici era vietato procurare l'aborto. Per convincere la gente ad approvare l'aborto bisogna parlare di astrazioni, di diritti ma non fare mai conoscere cosa succede dal punto di vista clinico con questo intervento.
    ____________________________
    6/6 - LA SENTENZA: Una sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea valida per tutti i Paesi compresa l'Italia ha stabilito che "Gli Stati membri non possono ostacolare la libertà di soggiorno di un cittadino dell'Ue rifiutando di concedere al suo coniuge dello stesso sesso, cittadino di un Paese non Ue, un diritto di soggiorno sul loro territorio. In pratica i giudici europei impongono a tutti gli Stati di riconoscere il matrimonio omosessuale.
    L'etica della società europea è quella che vuole trasformare tutte le perversioni in diritti legalmente tutelati. Questa è l'altro volto dell'Europa che non è sopportabile.

    6/6 - EROI DELLA SINISTRA: Dopo le batoste prese dalla sinistra (Pd e Leu) cerca di riprendersi valorizzando i proclami di George Soros, noto speculatore che con le sue organizzazioni sostiene l'immigrazione di massa in Europa, Mario Balotelli portavoce per lo ius soli, Tiziano Ferro, noto omosessuale favorevole ai matrimoni gay.
    Prima c'era Gramsci, Togliatti e Berlinguer nel Pantheon della sinistra, col passar del tempo la sinistra sceglie come eroi personaggi più abbordabili intellettualmente come Soros, Balotelli e Tiziano Ferro.
    ____________________________
    7/6 - QUANTITATIVE EASING: Nei prossimi mesi si deciderà l'ultima scadenza del Quantitative easing (Qe) cioè quella operazione che permette l'acquisto di titoli del debito pubblico a tassi di interesse molto bassi. Quando, questa operazione verrà chiusa i tassi di interesse aumenteranno provocando un maggiore costo per la gestione del debito pubblico.
    Si parla tanto di ridurre le imposte ma nella realtà, il pericolo che debbano aumentare è sempre più concreto.

    7/6 - CRONACA: A Pisa un clandestino ferisce un carabiniere. Tre ladre seriali che hanno di recente svaligiato la casa del sindaco di Milano, Beppe Sala, sono già state scarcerate nonostante la prova di numerosi furti.
    I cittadini sono esasperati non solo perché subiscono un danno che non viene ripagato ma, ancora di più, perché i malfattori vengono trattati con molta benevolenza.
    _____________________________________

    7/6 - CELEBRATION : «Il comune di Bari, in collaborazione con Ikea, indice un concorso per quelle coppie omosessuali che si uniranno civilmente entro il 31 agosto. In palio un buono da 500 euro da spendere nei negozi Ikea, un viaggio da 1.200 euro in Scandinavia e un banchetto per 100 persone nel punto ristoro dei negozi Ikea (…). L’estrazione delle tre coppie vincitrici avverrà il 28 maggio». L’iniziativa si chiama Diversity Celebration (lingua che non è pugliese e nemmeno svedese). Si chiede GenderWatch (13.5.18): «Perché il comune di Bari ed Ikea non indicono un identico concorso per le coppie etero che intendono sposarsi? Sono più numerose». E, molte, magari più bisognose.
    L'Ikea è un'azienda che produce mobili utilizzando surrogati del legno, per farsi pubblicità premia soggetti che ricorrono a surrogati del matrimonio.
    _____________________________________

    8/6 - BRIGATE ARCOBALENO: La sinistra aveva in passato come obiettivo il riscatto dei poveri, la difesa dei lavoratori e la lotta di classe adesso che questi argomenti sono abbandonati e in molti casi sono diventati obiettivi di partiti di destra. Così, la sinistra Pd è diventata amica delle banche e raccoglie voti nei quartieri alti mentre è perdente nelle periferie. Il collegamento coi poteri forti è una pratica più o meno nascosta ma è non è un argomento ideologico tanto meno di sinistra. Per giustificare la sua presenza politica la sinistra si è orientata su argomenti identitari come la difesa dei diritti delle minoranze: gay, lesbiche, transessuali, immigrati, musulmani. Ultimamente in occasione del gay pride di Roma si sono inventate le Brigate Arcobaleno. Sui manifesti hanno messo due novantenni con tanto di fazzoletto al collo a prova dell'esistenza di queste fantomatiche brigate delle quali non si era mai sentito parlare.
    Durante la guerra la sinistra social-comunista era tutt'altro che favorevole ai gay e non facevano certo la resistenza contro fascisti e tedeschi colpevoli di omofobia. Inoltre, i musulmani erano alleati dei tedeschi e decisamente contro l'omosessualità. E' regola universale, quando un partito sta per sparire, si avventura nei meandri dell'incoerenza.
    _______________________________
    È L’ OPERA DI LESTOFANTI
    SE I MIGRANTI SONO TANTI

    La migrazione, evento epocale
    che a noi non può far male.
    È inutile voler contrastare
    ciò che non si può fermare.
    Questo dicono i benpensanti
    che però non sono tanti.
    A migliaia vengon sui barconi,
    sono già bibliche invasioni.
    In passato venivano da ladroni
    ora son poveri, un po’straccioni.
    I primi erano barbari germani,
    ora sono asiatici ed africani.
    Se continua questa invasione,
    noi subiremo la sostituzione.
    Chi abiterà l'Italia di domani?
    Solo asiatici e tanti africani.
    Chi sono dunque gli imbroglioni
    che ci impongono 'ste invasioni?
    La satanica setta mondialista,
    è la prima che guida la lista.
    Fanatici Islamici d’Arabia,
    per realizzar qui l’Eurabia.
    Scafisti sempre intraprendenti
    pronti ad incassar le tangenti.
    Ma anche per la convenienza,
    chi di mestiere fa l’accoglienza.
    Poi vi è tanta brava gente,
    che non ha capito niente.
    A cambiare i nostri destini
    già ci pensa il buon Salvini.
    Chiude i porti alle navi,
    con il carico di schiavi.
    Ma la cosa poi non dura,
    perché questa è una congiura.
    Se la gente non capirà,
    questa Italia affonderà.
    _____________________________________
    8/6 - PROMESSE: Di Maio davanti alla platea della Confcommercio promette che verranno cancellati spesometro e redditometro inoltre, non ci sarà più un Fisco inquisitore; anzi, ci sarà l'inversione dell'onere della prova. Tocca al Fisco dimostrare che il contribuente è un evasore. Il pubblico entusiasta applaude. Infine, Di Maio dichiara che non ci sarà l'aumento dell'Iva.
    Vedremo se queste promesse diventeranno realtà anche se abbiamo qualche dubbio.

    8/6 - FAUSSES NOUVELLES: Il segretario del Partito "En marche" Richard Ferrand ha sottoscritto una proposta di legge che vorrebbe bloccare notizie "false" sui politici che potrebbero ottenere la censura in tempi brevissimi. Questa legge voluta fortemente da Macron come si può capire ha lo scopo di intimidire i giornalisti.
    In politica sono molto più temibili le notizie vere, per questo gli interessati dicono che sono false.
    _____________________________________

    9/6 - G7 IN CANADA: Il New York Times titola a proposito dell'incontro a Charlevoix "I populisti rubano la scena al G7". Nei giorni precedenti era cominciato il cannoneggiamento tra Donald Trump ed Emmanuel Macron, quest'ultimo coadiuvato dal primo ministro canadese Justin Trudeau a proposito dei dazi che gli Usa impongono agli alleati ricordando che sono state create barriere sui prodotti caseari americani ritenute ingiuste. Donald Trump ha indicato che la Russia dovrebbe di nuovo a far parte di questa istituzione che tornerebbe ad essere come prima il G8. Spiazzando col suo intervento gli altri capi di governo. Al G7 ha preso parte il nostro primo ministro Giuseppe Conte che ha sostenuto la tesi di rivedere le sanzioni alla Russia. Con la motivazione che deve incontrare Kim Jong-un a Singapore il 12 giugno, il presidente Trump ha lasciato il G7 prima della chiusura.
    Il presidente Trump prende iniziative e fa dichiarazioni che servono a dividere gli alleati spesse volte sono indicazioni che contraddicono scelte precedenti.
    _____________________________________
    9/6 - MOSCHEE E IMAM: L'Austria chiude sette moschee irregolari e spedisce in Turchia una sessantina di imam. Proteste da parte di Erdogan ma il governo austriaco dichiara di aver semplicemente applicato la legge.
    L'Austria fa controlli e se ci sono irregolarità chiude le moschee; in Italia, noi che siamo più furbi, le costruiamo per paura che ce ne siano poche.

    9/6 - LE NOSTRE TASSE: Dove vanno a finire i quattrini che diamo allo Stato? In una operazione trasparenza voluta dal direttore dell'Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini in una lettera ha spiegato come vengono spesi dallo Stato i nostri denari. Su 100 euro che versiamo allo Stato, 21 servono per pensioni ed assistenza, 19 per la sanità, 11 per finanziare gli interessi sul debito e altri 11 per l'istruzione.
    Come dice Paolo Zabeo del Cgia di Mestre: "Non credo che al contribuente importerà molto come spendono i suoi soldi ma è interessato più ad avere buoni servizi e specialmente meno costosi.
    _______________________________________

    ANNOTAZIONE
    GIUDAISMO E CRISTIANESIMO
    Abbiamo sentito più volte da politici di vari schieramenti parlare della civiltà europea come di origine giudaico-cristiana. Definizione contradditoria dai contenuti opposti. Nel Nuovo Testamento il termine Judaei è riferita specificatamente agli Ebrei che hanno rifiutato Cristo come Messia e come Verbo Incarnato; anzi l’hanno combattuto e condannato a morte ed hanno perseguitato i suoi Apostoli. Il Giudaismo post- biblico è rabbinico/talmudico è sempre stato contro La SS. Trinità, il Verbo Incarnato e la sua Chiesa. Quindi è del tutto logico che ci sia una contrapposizione tra il Cristianesimo ed il Giudaismo post-biblico. Alcuni prelati dogmaticamente giudaizzanti ritengono che L’Antica Alleanza non è mai stata revocata mentre noi sappiamo e per primo lo dice San Paolo che la Nuova ed Eterna alleanza ha sostituito e revocato l’Antica Alleanza. L’opposizione tra Cristianesimo e Giudaismo non è di tipo biologico, di razza o di sangue ma di tipo religioso. Quindi all’origine della civiltà europea non vi è alcun elemento preso dal Giudaismo rabbinico/talmudico. (da libera esposizione di quanto riportato da Si Sì No No - n°7 - 15 aprile 2018)
    _____________________________________
    10/6 - VESCOVI CONTRO: La linea della gerarchia è quella indicata da Mons. Nunzio Galantino, favorevole all'immigrazione di massa. Il cardinale Gualtiero Bassetti ad una veglia di preghiera per l'Italia organizzata dalla comunità di Sant'Egidio l'ha trasformata in una veglia pro migranti. Il porporato citando Mattarella ha detto che non bisogna alimentare la rabbia sociale, l'odio ed il razzismo. Il giornale Avvenire, stravolgendo i fatti, ha accusato il governo di essere complice degli scafisti perché è stato arrestato un funzionario della Guardia Costiera libica proprio in combutta con gli scafisti. Intanto, la Curia di Milano pensa a come si possano realizzare altre moschee non viste di buon occhio dal governo per timori di creare altri centri di radicalizzazione.
    Se continua con questo ritmo l'accoglienza tra cento anni gli italiani saranno il 10% il resto della popolazione sarà per il 70% africano ed il 20% asiatico. Per la gioia dei vescovi progressisti più della metà della popolazione sarà di religione islamica e una parte delle chiese in nome dell'accoglienza potrebbero diventare moschee. Speriamo che il Padreterno ci metta una pezza e ci risparmi questi castighi.

    10/6 - NOMINE: Sono in scadenza numerose nomine di enti ed aziende pubbliche che il governo deve provvedere. L'istituzione di maggiore importanza è la Cassa Depositi e prestiti. Questa istituzione è controllata per 82,77% dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e per il 15,83% dalle Fondazioni bancarie. Il problema è che la buona disponibilità di fondi, in base ad impegni internazionali non possono essere utilizzati per salvare aziende a rischio. Quindi, chi assume questa direzione rischia di bruciarsi se tenta qualche iniziativa di salvataggio aziendale.
    Abbiamo accettato tanti trattati capestro che servono solo a mandarci in rovina. Per questo, riteniamo che debbano essere cambiati.
    _____________________________________

    10/6 - GUERRA NEL DONBASS?: Scontri tra esercito ucraino e ribelli del Donbass non sono mai stati interrotti. Di recente la marina militare ucraina di Kiev ha annunciato la chiusura di spazi di mare nel Mar d’Azov, ad est ed ovest di Mariupol, in vista di operazioni militari con ”lancio di missili anti-aerei e d’artiglieria”. Il fronte del Donetsk è tornato rovente da qualche settimana: violenti bombardamenti di Kiev sulla zona di Gorlovska nella seconda metà di maggio, adesso questo annuncio. Da una parte, queste operazioni possono essere dirette a mettere alla prova la marina russa, che dopo l’apertura del lungo ponte di Kerch che unisce la Crimea alla madrepatria, ha dovuto essere rinforzata dopo i propositi di sabotarlo enunciati da più di un caporione ucraino (si ricorderà a metà maggio, è stato un giornalista americano, Tom Rogan sul Washington Examiner, a suggerire alla giunta di Kiev di far saltare il ponte lungo 19 chilometri). Ma l’altra possibilità è che, nel quadro dell’offensiva attesa e prevista contro il Donbass, le zone di esclusione marittima permetterebbero di preparare una forza navale da sbarco, che sbarcherebbe alle spalle della linea dei separatisti, nel settore di Novoazovsk. Da dicembre istruttori NATO sono sul fronte del Donbass per addestrare le forze di Kiev. Un armato ucraino preso prigioniero, Yakov Veremeichik della 14 brigata meccanizzata, ha raccontato: “Nel dicembre 2017 ci hanno portato nel terreno di addestramento di Yavorisky, regione di Lviv, dove siamo stati addestrarti da gente NATO, americani, canadesi, polacchi. Ci hanno specificamente preparato per prendere d’assalto abitati e case, assalti offensivi”. Secondo il volontario francese Erwan Castel, che milita con i filo-russi del Donbass vi sarebbe l’intenzione degli oligarchi di Kiev di tentare un colpo di forza in grande stile in questa zona.
    E' probabile che la Russia, in caso di attacco in forze da parte dell'esercito e della marina di Kiev reagisca in maniera energica per bloccare l'iniziativa. Se gli attacchi proseguiranno da parte di Kiev sarà la guerra che la Russia non può perdere.
    _____________________________________

    IL LIBRO DELLA SETTIMANA
    ULTIMO BANCO
    Perché insegnanti e
    studenti possono
    salvare l'Italia


    di Giovanni Floris
    Ed. Solferino - € 15,00

    Il noto giornalista Giovanni Floris, come già in altre occasioni, si è cimentato nella scrittura di un libro il cui oggetto sono gli studenti e la scuola. Nell’ambiente politico, spesse volte la scuola e il Ministero della Pubblica Istruzione sono stati poco valutati tanto da assegnare l’incarico al vertice a politici non sempre competenti in materia ed anche di poco peso politico. L’autore del libro invece considera studenti, insegnanti come quelli che porteranno l’Italia nei primi posti in Europa. La scuola, che amiamo e vituperiamo a giorni alterni, sempre considerandola una sorta di mondo a parte, da celebrare in astratto o - troppo spesso - da riformare su basi ideologiche. Ma oggi sta succedendo qualcosa di più. La logica dell'emergenza e il «culto del fenomeno», che stanno affossando il nostro Paese, rischiano di portare allo sfascio anche l'unica istituzione in grado di risollevarlo, ed è tempo di correre ai ripari. Come? Innanzitutto rimettendo al centro gli insegnanti: il ruolo che rivestono, la professionalità che esprimono. Poi, responsabilizzando studenti e genitori. Solo così sarà possibile dare risposta al disagio che sentiamo crescere nell'universo dell'istruzione, e che rischia di tracimare dall'alveo degli ordinari disagi, producendo straordinarie tragedie. Le testimonianze di dirigenti determinati, docenti resistenti, studenti speranzosi e genitori agguerriti disegnano invece un percorso che può invertire la rotta, dalle aule scolastiche a quelle parlamentari, e ridare respiro alla politica. Nata da un anno di incontri in molte scuole d'Italia, questa inchiesta-racconto coniuga la vividezza della narrazione con una ricchezza di voci, storie, informazioni e ricordi. Giovanni Floris percorre - da giornalista, da genitore, da ex studente e da cittadino - il filo che lega crisi ed eccellenze dell'istruzione, fino ad affrontare il nodo della sfida più importante: ricostruire la scuola per ricostruire l'Italia. Giovanni Floris parla di scuola, parla di educazione e di cultura, lo fa partendo dalla sua esperienza, lo fa con garbo eppure affonda il coltello nella piaga. Episodi di violenza di studenti verso altri studenti ed insegnanti, minacce e percosse ricevute da insegnanti da parte di genitori che non accettano i giudizi della scuola, evidenziano lo stato di crisi dell’istituzione. Da queta situazione l’esigenza di riportare ordine, disciplina ed autorità nella scuola nel modo più sereno possibile. La scuola deve in primo luogo forgiare uomini e donne con una preparazione ed istruzione adatta per affrontare la vita da buoni cittadini e cittadine. Infine per quanto possibile fornire elementi di preparazione per affrontare una attività lavorativa. Da cittadini migliori avremo una società migliore. Questo è il messaggio che ci comunica il libro di Giovanni Floris.
    _____________________________________
    ULTIMA ORA: Elezioni Amministrative, si è votato in 761 Comuni, analizzando il flusso dei voti nei Comuni più grandi, il centrodestra raccoglie il 37% dei consensi, il centrosinistra si ferma al 24% e i 5 stelle raccolgono appena l'11%.
    _____________________________________
    LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA
    EQUIVOCO POPULISTA



















    Vignetta di Rolli - Il Secolo XIX 9/6/18

    _____________________________________