Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
- 15/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________
- 19/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________
- 25/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________
- 26/11/17
(Politica - Economia - Costume)
__________________________________________
- 30/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________________
- 1/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 2/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 3/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30 - Orario ordinario

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________
- 15/12/17
(Devozioni e Preghiere)
_______________________________
- 16/12/17
(Devozioni e Preghiere)
___________________________________
- 19/12/17
(Progetto Europa)
___________________________________
- 27/12/17
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 6/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 11/1/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 6/1/18
(una voce)
___________________________________
- 15/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 1/2/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 2/2/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 10/2/18
(Politica - Economia - Costume)
  • USA E RUSSIA: IL RIARMO NUCLEARE
    L'Europa agli europei
  • ___________________________________
    - 15/2/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/1/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 10/3/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 5/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________
    - 15/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/7/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 17/3/2013
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________

    - 17/5/2013
    (voce)
    ___________________________________

    - 21/12/2014
    (Cultura)

    ___________________________________

    - 23/6/2015
    (Vita)
    _________________________________________

    6 Gennaio 2019            Informazioni            N° 1
    _________________________________________
          Foglio di comunicazione interna
    www.cattolicigenovesi.org
    _________________________________________
    Non è scandaloso che alcuni banchieri siano finiti in prigione; è scandaloso che tutti gli altri siano in libertà.

    Honoré de Balzac

    _________________________________________
    SANTI E BEATI

    San Silvestro I Papa – Festa 31 dicembre
    (Papa dal 31/01/314 al 31/12/335)
    Silvestro è il primo Papa di una Chiesa non più minacciata dalle terribili persecuzioni dei primi secoli. Nell’anno 313, infatti, gli imperatori Costantino e Licinio hanno dato piena libertà di culto ai cristiani, essendo papa l’africano Milziade, che è morto l’anno dopo. Gli succede il prete romano Silvestro. A lui Costantino dona come residenza il palazzo del Laterano, affiancato più tardi dalla basilica di San Giovanni, e costruisce la prima basilica di San Pietro. Il lungo pontificato di Silvestro (21 anni) è però lacerato dalle controversie disciplinari e teologiche, e l’autorità della Chiesa di Roma su tutte le altre Chiese, diffuse ormai intorno all’intero Mediterraneo, non è ancora affermata. Nel Concilio di Arles (314) e di Nicea (325) papa Silvestro non ha alcun modo di intervenire: gli vengono solo comunicate, con solennità e rispetto, le decisioni prese. Fu il primo a ricevere il titolo di «Confessore della fede».
    ____________________________________________
    EDITORIALE
    CI SARA’ UN PARTITO CATTOLICO?

    I cattolici progressisti preoccupati da due fattori crescenti ed implacabili: la crisi del Pd e di Forza Italia come partiti di riferimento e l’avanzata del populismo, del sovranismo e del grillismo di governo, ritenuti più infernali di Lucifero al di là dei discorsi di facciata. A metà dicembre, il presidente della Cei monsignor Gualtiero Bassetti sosteneva: “E’ auspicabile un impegno concreto e responsabile dei cattolici in politica, ma è un impegno che spetta senza dubbio ai laici”. Di recente è stato pubblicato su “Civiltà Cattolica” il manifesto dei cattolici cosiddetti responsabili. Le parole chiave lanciate come simboli culturali sono: paura, ordine, migrazione, popolo, democrazia, partecipazione, lavoro. Parole che servirebbero per tornare popolari. Dal manifesto di Civiltà Cattolica del direttore Antonio Spadaro si rilevano tre capisaldi politici che vengono desunti dal pontificato di Francesco: accoglienza, lotta ai populismi, europeismo. (fino a qui notizie prese da vari mezzi di informazione)
    CONSIDERAZIONI
    Molti cattolici, ed io per primo, ho sempre desiderato la presenza di un partito cattolico che, col suo programma, sia esempio di un buon governo ed agisca sulla scena politica per evitare la scristianizzazione della società. Quindi, un partito cattolico di nome e di fatto. Se facciamo un breve esame storico dalla fine della II Guerra Mondiale abbiamo in un primo tempo una Democrazia cristiana che da partito cattolico ci ha difeso dal comunismo con una visione veramente cattolica la cui figura che meglio la rappresentava era Luigi Gedda. Dopo questo breve periodo presero le redini del partito i cattolici liberali. Il cattolicesimo liberale, è una corrente religiosa e politica, che mira a conciliare il pensiero cristiano con i principi liberali di libertà civili e sociali. Quindi un adattamento del cattolicesimo al mondo moderno. A questa corrente di pensiero vi era don Luigi Sturzo, fondatore del Partito Popolare Italiano, e Alcide De Gasperi, leader della Democrazia Cristiana e presidente del Consiglio dei ministri dal 1945 al 1953) e da quelle più "sociali" per quanto concerne le istanze laiche e progressiste in campo etico-sociale, i seguaci di Giuseppe Dossetti. I cattolici liberali fecero ben poco per difendere l’Italia dalla scristianizzazione della società. Leggi anticristiane come la legalizzazione del divorzio e dell’aborto hanno tutte la firma di democristiani. L’ultima evoluzione della Democrazia cristiana si ebbe con Aldo Moro che considerando vincente il comunismo cercava di frenarne gli sviluppi con il compromesso storico. Con la caduta del comunismo, la Democrazia Cristiana non serviva più e per impulsi esterni, fu liquidata per via giudiziaria. Un giudizio su questo partito dei cattolici finito male possiamo dire che dal punto di vista economico sociale, vivendo in un Paese a sovranità limitata, ha fatto solo quello che gli hanno concesso di fare compatibilmente con gli interessi dello Stato estero dominante. E dal punto di vista dei principi cattolici non ha fatto il necessario per impedire la scristianizzazione. Facciamo un balzo al presente dove la situazione è questa: facciamo parte di una Unione europea egemonizzata da Germania e Francia che ci impone misure restrittive in campo economico che hanno portato ad un peggioramento della situazione del Paese. Aumento dei poveri, distruzione del ceto medio e perdita di settori produttivi. Questo modello se non cambia porta alla distruzione dell’Italia ed insieme la fine dell’euro. Questo succede perché, per legami di loggia, l’Europa è succube della finanza straniera e da questi legami non può uscire. La conseguenza di questa situazione disastrosa ha fatto sorgere una opposizione contraria a questo europeismo servile. I populisti o sovranisti come li vogliamo chiamare, anche se spesso di idee non sempre coerenti nel loro interno, non necessariamente sono contro l’Europa ma sono decisamente contro a questa Europa visto i risultati.
    CONCLUDENDO
    Abbiamo detto che molti cattolici sperano di trovare un partito veramente cattolico nella scheda elettorale; ma, la proposta di Civiltà Cattolica è semplicemente quella di un partito di sinistra come il Pd totalmente asservito all’Ue che a sua volta succube dell’alta finanza internazionale. Sul fronte dell’immigrazione sostiene l’invasione esattamente come è nei desideri della massoneria e delle istituzioni internazionali (vedi Onu), che vogliono colonizzare l’Europa. La stessa lotta al sovranismo è una conferma che l’Ue va bene così com’è. Infine la cosa che manca è la volontà di portare nella società il pensiero cattolico e combattere la scristianizzazione. Un partito del genere non serve.

    Rino Tartaglino

    _______________________________

    ILLUSTRAZIONE: Quando circolavano questi manifesti all'epoca delle votazioni del 1948, la Democrazia Cristiana era un partito cattolico dopo iniziò l'affermazione del cattolicesimo liberale che consisteva nell'adattare il cattolicesimo al mondo liberale.
    _______________________________

    MORTALIUM ANIMOS

    ENCICLICA SULL’ECUMENISMO
    S.S. Pio XI - 6 Gennaio 1928
    Si legge:
    ‘Ma dove sotto l’apparenza di bene si cela più facilmente l’inganno è quando si tratta di promuovere l’unità tra tutti quanti i cristiani. Non forse è giusto – si sente dire – anzi non è doveroso che quanti invocano il nome di Cristo si astengano dalle recriminazioni mutue e si uniscano una volta tanto con un poco di carità vicendevole? E chi può asseverare di amare Cristo, se non fa il possibile per andare incontro ai desideri di Lui, che pregava il Padre affinché i discepoli fossero ‘una cosa sola’? (…) Lo stesso Gesù non volle forse che i Suoi discepoli conservassero come una caratteristica e come un distintivo, l’amore tra di loro? (…)

    Se tutti i cristiani – si aggiunge – divenissero un giorno ‘una cosa sola’, sarebbero così più forti a respingere la peste dell’empietà, che, serpeggiando e diffondendosi ogni giorno più, si apparecchia a indebolire l’Evangelo. Discorsi come i precedenti o simili si fanno con grandi arie dai cosiddetti pancristiani; gente questa più numerosa assai di quel che non si creda, se è vero che formano gruppi speciali e società di larga diffusione, sotto la guida di persone le quali, o la pensino in un modo o nell’altro, quello che è certo, per lo più non sono cattoliche. L’impresa è condotta così attivamente, che sta guadagnandosi per cento vie l’opinione pubblica; e tenta e lusinga anche parecchi cattolici, coll’idea che l’unione da ottenere non disdirà alla Santa Madre Chiesa e ai suoi desideri se si pensa che non ha avuto mai cosa tanto a cuore quanto di richiamare e ricondurre nel suo grembo gli sviati (…) i cattolici sappiano cosa pensare e come regolarsi, davanti alle iniziative di riunire in una maniera qualunque e in un solo corpo quanti si chiamano cristiani (…) Ciò posto, è evidente che la Sede Apostolica non può in nessuna maniera prendere parte ai loro congressi, e in nessuna maniera devono i cattolici aderire o tenere mano a simili tentativi; altrimenti vengono a dar autorità a una pretesa religione cristiana, che è lontana le mille miglia dalla sola Chiesa di Cristo (…)
    E allora come si può pensare a una Confederazione cristiana, i cui membri, anche in materia di fede, possono ritenere ciascuno quel che gli pare e piace, quand’anche gli altri hanno idee e sentimenti opposti? E in che maniera, se è lecito, posson fare parte di una medesima confederazione di fedeli persone che la pensano diversamente? persone, per esempio, che affermano essere la tradizione fonte genuina della divina rivelazione, con persone che ciò negano? persone che credono istituita da Dio la gerarchia con Vescovi, preti e ministri, e persone che la dicono introdotta via via in diverse circostanze di tempo e di fatti? persone che adorano Cristo presente realmente nella SS. Eucarestia in virtù di quella mirabile conversione del pane e del vino che ha il nome di transustanziazione, e che vi riconoscono la natura di sacrificio e di Sacramento, e persone che non la ritengono che una memoria, un ricordo della Cena del Signore? persone che ritengono buono ed utile invocare devotamente i Santi che regnano con Cristo e prima di tutti Maria Madre di Dio, e venerarne le immagini, e persone che sostengono non potersi prestare questo culto, perché lesivo dell’onore di Gesù Cristo? (…)
    Con una disuguaglianza tale di opinioni, non sappiamo come si possa tener buona via verso l’unità della Chiesa, se questa unità non può nascere che da unico magistero, unica legge del credere ed unica fede dei cristiani (…)
    Cosicché, Venerabili Fratelli, sarà ora chiaro perché la Sede Apostolica mai abbia permesso ai suoi fedeli d’intervenire ai congressi degli acattolici: la riunione dei cristiani non si può favorire in altro modo che favorendo il ritorno dei dissidenti all’unica vera Chiesa di Cristo, dalla quale, precisamente, un giorno ebbero l’infelice idea di staccarsi: a quella unica vera Chiesa di Cristo, diciamo, che è visibile a tutti, e che tale, per volontà del suo Fondatore, resterà, quale Egli stesso la fondò per la salvezza di tutti (…)
    Tornino dunque i figli dissidenti alla Sede Apostolica (…) ma tornino (…) per darsi al suo magistero e governo (…)’
    Ecco come la pensava il papato sull’ecumenismo novanta anni fa.
    OSSERVAZIONI
    In sostanza, Pio XI riteneva difficile, anzi impossibile, un unione con coloro che negavano gran parte dei dogmi essenziali della chiesa cattolica, e quindi riteneva che ogni tentativo di mettersi assieme sarebbe stato vano e perciò i Cattolici dovevano astenersi dal partecipare ad iniziative che non potevano dare alcun risultato. Adesso però le cose sono notevolmente cambiate, nel senso che ora è la chiesa cattolica stessa ad incoraggiare iniziative ecumeniche per la riunificazione di tutti i Cristiani (questa svolta si è verificata con il concilio Vaticano II che fu convocato da Giovanni XXIII, 1958-1963, e poi proseguito da Paolo VI, 1963-1978). Quindi essa non reputa più inutili i tentativi in vista della unificazione delle chiese come allora faceva il suo capo Pio XI. Unificazione poi che in sostanza consiste nel portare i cosiddetti dissidenti nel suo grembo, sotto la guida del suo magistero, in altri termini, in un ritorno all’’ovile’ di coloro che si sono allontanati da esso (anche se oggi lo si sente parlare raramente del grande ritorno perché adesso parla non più di assorbimento delle chiese separate ma di una loro unità con Roma nella diversità e nel rispetto delle particolarità storiche, liturgiche e dottrinali di ciascuna chiesa). Questa è la dimostrazione del fallimento dell’ecumenismo che non porta i protestanti a ritornare nell’ambito della Chiesa cattolica ma semplicemente a fare dei compromessi col rischio di tradire la dottrina. Il dialogo ecumenico per essere avviato deve mettere sullo stesso piano la verità cattolica e l’eresia protestante e questo non porta a nulla. Si possono convertire gli uomini ma non si possono convertire le religioni. Per questo gli ammonimenti dell’Enciclica di Pio XI sono sempre validi. Un aspetto aggiuntivo e non marginale, quando il Papa o gli alti prelati incontrano i dottori al vertice delle varie confessioni protestanti, devono sapere, che sono tutti giunti a quel livello perché legati a sette massoniche; dove il cattolicesimo è il principale se non l’unico nemico.
    ________________________________

    31/12 - ANIMALI E DIVORZIO: I fautori della legge sul divorzio sostenevano che il divorzio dava la possibilità di risolvere dei problemi che diversamente non si sarebbero potuti risolvere in altro modo. Nella realtà queste soluzioni hanno finito per creare altri problemi spesse volte altrettanto gravi. basti pensare che spesse volte uno stipendio che basta appena per mantenere marito e moglie, quando divorziano, la separazione determina un impoverimento di entrambi gli ex coniugi dovendo dividere uno stipendio per due famiglie. In California, una nuova legge che andrà in vigore da domani, alcuni articoli che regolano il divorzio prevedono che anche gli animali domestici che facciano parte delle acquisizioni avvenute durante il matrimonio devono essere divisi in parti uguali. Proprio come si trattasse di una lavatrice o un frigorifero. Nel caso che l'animale sia unico, in questo caso deve essere venduto e si ripartisce poi il ricavato tra gli ex coniugi. E' vietato l'acquisto da parte di uno dei due ex coniugi.
    Ogni anno che passa la normativa sul divorzio si integra con altre disposizioni che, invece di semplificare, aumentano le problematiche tra le parti.
    _______________________________
    31/12 - TASSA PER VENEZIA: Istituita una tassa per entrare a Venezia tra i 2,5 e i 10 euro. Con qualunque mezzo si arrivi in laguna. I soldi incassati per avere accesso alla città veneta saranno utilizzati per pagare i restauri, che a Venezia costano il 30% in più rispetto al resto d'Italia.
    Pagare per visitare una città è sempre spiacevole; ma, nel caso di Venezia ne vale la pena.

    31/12 - IL MERITO: In un articolo del Corriere della Sera si parla delle élite che si trasmettono gli incarichi di padre in figlio col risultato che i secondi spesso senza merito acquisiscono un potere che non sanno gestire e di conseguenza la società va in crisi.
    Chi non ha capacità può mettere in crisi l'azienda che dirige; ma, chi è al vertice delle élite sa esattamente come deve funzionare il sistema economico- finanziario, ha una strategia e la mette a frutto. Molti fatti economici sono voluti e non subiti da chi sta al vertice. Quindi il merito non c'entra. Al vertice dell'élite vi sono sempre persone che sanno cosa vogliono.
    ________________________________
    1/1/19 - TELEMARKETING: Ogni giorno dell'anno siamo infastiditi dalle solite telefonate che ci offrono contratti per servizi di luce,gas e telefono. spesse volte dallo stesso gestore dal quale siamo legati da un contratto. A parte il fatto che spesse volte all'indicazione del prezzo magari allettante vi sono altri obblighi che vengono indicati successivamente. Poi con l'ingannevole promessa di prezzi promozionali si scopre poi che non conviene cambiare gestore. Molti di noi utenti abbiamo cambiato il gestore di servizi e ci siamo trovati male. Questo è uno dei tanti motivi per i quali molti cittadini non vogliono più essere infastiditi da queste telefonate. Neanche le sanzioni sono riuscite a bloccare queste forme fastidiose di pubblicità. La stessa Unione nazionale consumatori in una sua nota ha informato gli utenti: "Sono le norme stesse a concedere deroghe, una vera e propria beffa". Continueremo a ricevere telefonate fastidiose.
    Siccome tra i centri di potere vi sono queste aziende di servizi; quindi, le telefonate continueranno, l'unica cosa da fare è non stipulare contratti per telefono.

    1/1 - ODISSEA IN MARE: Due Ong tedesche con le navi Sea Watch 3 e See Eye vagano per il Mediterraneo con 49 migranti a bordo in attesa che qualche Paese conceda il permesso di sbarco. Per adesso nessun Paese ha concesso di ricevere i migranti.
    Il problema non è accogliere i 49 migranti e la storia finisce lì. Il problema è che ci vogliono imporre l'accoglienza di cento o mille volte altri 49 migranti. e questo è inammissibile. Le Ong non hanno lo scopo di salvare i migranti ma di portare in Europa milioni di migranti al fine di cambiare la popolazione come previsto dal piano Kalergi.
    ____________________________

    1/1 - ATTI VANDALICI: Nella notte di fine anno alcuni vandali hanno deturpato la capanna del Presepe che l’Amministrazione Comunale di Chiusdino (Siena) allestisce da alcuni anni, distruggendo la statuina in porcellana del Bambino Gesù e mutilando quella di San Giuseppe. La Confraternita di San Galgano esprime il proprio sdegno e la forte preoccupazione per questo atto blasfemo che segue quello, di un paio di anni fa, quando alcuni ragazzi presero a sassate l’altorilievo in bronzo di Maria Santissima delle Grazie posto sul portone dell’omonimo santuario. Questi atti vandalici, seppure fossero dettati solo da ignoranza e inciviltà, rappresentano gravi segnali di intolleranza e di odio verso il Cattolicesimo, colpendo profondamente la fede dei cristiani e le tradizioni e i valori di tutta la comunità chiusdinese.
    C'è qualcuno che desidera iniziare l'anno nuovo con una cattiva azione compiendo un atto vandalico che dileggia il senso del sacro e ferisce i credenti, oltre ad essere, un gesto di cattiva educazione.
    ____________________________

    2/1 - IL MESSAGGIO: Come al solito alla fine dell'anno c'è il messaggio del presidente della Repubblica agli italiani. Rilevato un boom di ascolti. Anche se, dobbiamo dire, tutti i canali trasmettevano solo Mattarella. L'alternativa era chiudere la televisione. Nel suo discorso ha elencato tante misure di buon senso ma, tutte orientate a sinistra. Il presidente ha diffuso una predica all'insegna del buonismo stigmatizzando chi chiede più sicurezza e meno immigrazione. Si è espresso sulle elezioni europee ed ha tirato il freno sulle richieste di autonomia del Nord. Ha confermato il suo europeismo senza nessuna critica alla conduzione europea.
    Di solito chi governa a fine anno se non vuole limitarsi agli auguri dovrebbe fare un resoconto di quanto hanno fatto le istituzioni indicando i pregi ed anche i limiti dell'operato, invece di far prediche e dare consigli ai cittadini. Per quanto riguarda i contenuti nel suo discorso, il presidente è stato coerente con la sua linea europeista, buonista e di sinistra.
    ____________________________
    2/1 - CORSI GENDER: Il Trentino sospende i corsi gender. A breve avrebbero dovuto essere confermate le lezioni sull'"educazione alla relazione di genere", già tenute in 24 istituti della provincia di Trento, non si faranno più. A stabilirlo, con apposita circolare, è stata Stefania Segnana, assessore alla Salute e politiche sociali che, di concerto con l'assessore alla Cultura, Mirko Bisesti, ha deciso il blocco dei corsi da anni proposti nelle scuole. Corsi di parte e bocciati dagli stessi alunni. Insorge la sinistra con l'accusa di: "Giunta etica".
    Assurda pretesa di dare seguito a corsi basati sulla falsa ideologia del cambio del sesso.

    2/1 - SALA STAMPA: A pochi giorni dalla nomina di Andrea Tornielli a direttore dei media, saltano i portavoce della Sala Stampa vaticana, Greg Burke e Paloma Garcia Ovejero. Greg Burke ha scritto sul suo profilo Twitter: "Paloma ed io ci siamo dimessi con effetto dal primo gennaio. In questo momento di transizione nelle comunicazione vaticane, pensiamo che sia meglio che il Santo Padre sia completamente libero di riunire una nuova squadra". Il Papa ha accettato le dimissioni ed ha nominato ad interim della Sala Stampa vaticana il dott. Alessandro Gisotti. Qualcuno pensa che sia una soluzione ponte nell'attesa di consegnare tutto nelle mani di Tornielli.
    Tutti questi cambiamenti hanno l'intenzione di mettere il Papa in condizione di avere attorno a sè una squadra di fedelissimi in grado di fornire informazioni più adeguate alla linea del nuovo corso vaticano.
    ______________________________


    3/1 - DISOBBEDIENZA INCIVILE: Parte da Palermo di Leoluca Orlando la rivolta contro il decreto sicurezza. Una legge dello Stato alla quale, specialmente sul tema dei migranti, il sindaco non si vuole adeguare. Il ministro degli Interni replica: "Ne risponderà". A fianco di Orlando si schierano anche Nardella e De Magistris.
    Non sanno governare e allora provano ad impedire ad altri di governare. E' questo il programma dei sindaci rossi.

    3/1 - LA MINACCIA CINESE: Non vi sono solo dazi a mettere in contrasto la Cina con gli Usa ma, anche la questione di Formosa. In un discorso del presidente Xi Jinping ha prospettato che l'unificazione di Formosa alla Cina si dovrà realizzare anche con la forza ottenendo un fragoroso applauso da una platea di funzionari di Stato e militari.
    Con molta probabilità la Cina potrà ottenere l'unificazione con Formosa, ma minacciare l'uso della forza è controproducente. si troverebbe tutti i vicini contro compreso il Giappone perché tutti hanno delle vertenze territoriali e gli Usa che vedono nella Cina un pericoloso concorrente sul piano economico e domani un nemico dal punto di vita militare.
    _____________________________

    3/1 - COSA E' MEGLIO?: Il Papa nel suo primo discorso del 2019, parlando a braccio ha detto: "Quante volte noi vediamo lo scandalo di quelle persone che vanno i chiesa e stanno lì tutta la giornata o vanno tutti i giorni e poi vivono odiando gli altri o parlando male della gente. Questo è uno scandalo! Meglio non andare in chiesa: vivi come se fossi ateo". I giornali hanno sintetizzato il tutto nella frase: "Meglio gli atei degli ipocriti che vanno in chiesa".
    Il Papa quasi ogni giorno fa delle dichiarazioni che spiazzano i poveri fedeli ai quali vengono imputate colpe più o meno gravi mentre gli altri passano indenni da ogni colpa e come in questo caso, sono addirittura migliori. Se il Papa voleva con un paradosso meravigliare gli ascoltatori; diciamo che ha sbagliato il paragone. Poi, dove il Papa ha trovato tutti questi ipocriti che frequentano la chiesa? E gli atei che sono migliori come li ha conosciuti? Gli atei storicamente conosciuti come Stalin, Hitler, Mao ,ecc... sono decisamente peggiori di chi fa qualche pettegolezzo sconveniente.
    _____________________________________

    4/1 - LA MESSA IN LATINO: Ritorniamo sull’argomento. La notizia della imminente promulgazione del documento con cui viene sciolta la Pontificia Commissione Ecclesia Dei è trapelata sulla stampa. La maggior preoccupazione dei Cattolici conservatori è che questa decisione di Bergoglio costituisca solo il primo passo ufficiale verso l’abolizione del Summorum Pontificum, o quantomeno verso un suo drastico ridimensionamento. Secondo La Verità, la decisione di Bergoglio ha come scopo ultimo la cancellazione del Motu Proprio di Benedetto XVI, che per ora – lui vivo – può esser solo depotenziato nei suoi effetti. Una prima ipotesi e quella secondo la quale il Papa lascerebbe ai soli lefebvriani la Messa Tridentina cancellando il diritto di celebrare questa Messa ai sacerdoti rimasti fedeli al Papa. Ipotesi che implica il rientro dei lefebvriani nella Chiesa che verrebbero liquidati successivamente. Poiché il Papa ha intenzione di cancellare la Messa in Latino vi sarebbe un’altra ipotesi: modificare e stravolgere la Messa in Latino di modo che chi si oppone diventerebbe automaticamente scismatico.
    Il cardinale Ottaviani negli anni ’60 si augurava di morire cattolico. Con questo Papa ci auguriamo di poter vivere ancora da cattolici.
    _____________________________________
    4/1 - ARABIA NON FELIX: Per una barcata di soldi la supercoppa italiana tra Juventus e Milan sarà giocata in Arabia nella città di Gedda. Subito scoppia il caso. Le donne se vogliono vedere la partita allo stadio devono andare in un settore a parte diverso dagli uomini. Inoltre, è d'obbligo per le donne avere un accompagnatore. Grave scandalo per queste limitazioni per le donne in generale e per le nostre donne che vogliono calcare gli spalti dello stadio di Gedda. Sia da destra che da sinistra si grida alla vergogna per come sono trattate le donne. Addirittura la Boldrini per condannare l'Arabia Saudita chiede che la Rai non trasmetta la partita così anche gli italiani non la potranno vedere.
    I problemi di convivenza dei cristiani con l'islam sono ben altri e più difficili da tollerare. Pretendere che cambi usi e costumi in poco tempo è impossibile. Le donne se non vogliono sottostare a tante limitazioni guardino l'incontro in televisione magari da un lussuoso albergo, vestite all'occidentale e senza problemi di credenze ed usi islamici. In fondo la partita si gioca per i soldi e questi ci sono; i conti tornano. Il tutto senza far male a nessuno. La pretesa di noi italiani di laicizzare l'islam facendo togliere il burqa alle donne in cambio di una partita di calcio è ridicolo. Se i loro costumi non li vogliamo accettare stiamo a casa nostra.

    4/1 - SONDA CINESE: Dal centro spaziale cinese di Xichang nella provincia di Sichuan è stata lanciata la sonda Chang'e-4 in data 7 dicembre 2018 e ieri ha raggiunto la Luna dalla parte non visibile dalla Terra. Sono in progetto varie ricerche scientifiche. La sonda fa parte di un programma di esplorazione lunare lanciato dall'Agenzia spaziale cinese.
    Il successo cinese è uno stimolo per la ripresa delle iniziative spaziali delle grandi potenze.
    ____________________________________

    5/1 - VIOLARE LA TOMBA: La civiltà cristiana della Spagna è nelle mani solitarie di un monaco benedettino, Santiago Cantera, priore dell’abbazia di Santa Cruz, dove è sepolto Francisco Franco. Il monaco difende in solitudine la cristiana sepoltura del generalissimo dalla decisione lugubre del governo socialista di Sanchez di esumare il cadavere di Franco e cacciarlo dalla sua tomba. Padre Cantera nega l’autorizzazione allo Stato spagnolo ad entrare nella cappella. Attualmente la situazione è ferma e si è in attesa di eventuali sviluppi. Francisco Franco quando era al potere, al fine di arrivare ad una pacificazione sociale permise che i caduti nella guerra civile sia franchisti che antifranchisti venissero tutti sepolti nella Valle dei caduti. Per il governo socialista spagnolo, la guerra civile non è ancora terminata anche i cadaveri restano nemici.
    Questo episodio della cacciata di un cadavere dalla sua tomba mi ricorda quanto successe a Papa Formoso (891-896) che dopo morto, pochi mesi dopo, il suo cadavere fu dissotterrato, rivestito dei suoi paramenti, processato pubblicamente, mutilato della dita di una mano ed i suoi resti gettati nel Tevere. Forse se Franco fosse vissuto in altra epoca i socialisti gli avrebbero fatto un trattamento simile.
    _____________________________________
    5/1 - ATTACCO HACKER: In Germania dati e segreti di politici, consiglieri comunali, giornalisti, attori e musicisti sono stati pubblicati da un account su Twitter - adesso chiuso - chiamato GoD che per tutto il mese ha pubblicato centinaia di dati presi da caselle elettroniche dei soggetti su indicati.
    Un vero disastro non riuscire a proteggere dati e segreti dei cittadini. In particolare è una minaccia preelettorale alla Merkel.

    5/1 - ORLANDO FURIOSO: In questi giorni abbiamo visto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando mettersi alla testa di alcuni sindaci del Pd per guidare la rivolta contro il decreto sicurezza. I suoi avversari sono andati a vedere i meriti di questo campione dell'accoglienza e la situazione è desolante. Finanze comunali dissestate, servizi mal gestiti e cumuli di rifiuti nelle strade.
    Il classico esempio di chi vuole risolvere i problemi degli stranieri ma non è capace di risolvere quelli degli italiani.
    _______________________________
    I SINDACI DEL PIDDI’
    SONO UN PO’ COSI’

    Se non sanno governare
    sono pronti a litigare.
    Ogni idea fissa
    diventa una rissa.
    Qual è il vero dramma?
    son senza un programma.
    Così fanno opposizione,
    al governo in questione.
    E poi vogliono criticare
    quello che non sanno fare.
    A guidare questa rivolta,
    è Orlando che dà la svolta.
    Per il decreto sicurezza
    giudicato una schifezza,
    all’Orlando assai Furioso
    in un modo un po’ curioso,
    per fare tosto comunella
    con De Magistris e Nardella.
    Vanno tutti a braccetto,
    contro Salvini per dispetto.
    Il decreto è fatto male,
    forse incostituzionale,
    fa aumentare in modi vari
    il numero degli irregolari
    e si ha l’inconveniente
    del disagio della gente.
    Il Salvini un po’ seccato
    gli risponde arrabbiato:
    Se io penso agli italiani
    voi pensate agli africani,
    invece di amministrare
    le città da governare.
    Qual è dunque la lezione
    che arriva a conclusione?
    Per la gente ben avvisata
    questa è solo una piazzata.

    _____________________________________
    6/1 - NASCITA DELL'EURO: A venti anni dalla nascita dell'euro, continuiamo a raccogliere notizie sui fatti che resero possibile la nascita della moneta unica. Il Corriere della Sera, da sempre sostenitore dell'euro che come dice Federico Fubini ci avrebbe messo al riparo di una deriva argentina, in un articolo di Aldo Cazzulo ci fa conoscere altre cose. La moneta unica fu la condizione che Francois Mitterrand impose ad Helmuth Kohl in cambio del via libera alla riunificazione tedesca. Quindi, niente sogno europeo, niente fratellanza per evitare guerre. Il presidente Mitterrand, costretto da anni a rincorrere il marco pensava così di imbrigliare la Germania e mettere la Francia al riparo dalle tempeste finanziarie. A venti anni dalla sua nascita, la moneta unica rispondente in tutto al marco, ha portato solo vantaggi alla Germania mentre Francia, Italia, Spagna, Grecia e altre sono state penalizzate.
    Se le cose fossero andate bene ci sarebbe la coda dei Paesi dell'Est ad entrare nell'euro; invece, nessuno chiede di far parte del club della moneta unica.

    6/1 - DI MAIO E I MIGRANTI: Mentre Salvini continua a ribadire che i porti saranno chiusi alle navi delle Ong con migranti a bordo, Di Maio dice che potrebbero venire in Italia donne e bambini. Di Maio dice questo per tacitare la sinistra del suo Movimento. Critiche a Salvini da tutti i fronti ma lui tiene duro.
    Se vogliamo bloccare l'invasione bisogna chiudere i porti altrimenti, le navi delle Ong si ripresenteranno davanti alle nostre coste altre mille volte con migranti fino ad instaurare il principio che siamo obbligati ad accogliere tutti.
    _______________________________________

    ANNOTAZIONE
    LA TENTAZIONE

    Beato l’uomo che resiste alle tentazioni: dopo aver superato le prove, egli riceverà in dono quella vita eterna che Dio ha promesso a coloro che lo amano. Ma se uno è assalito dalle tentazioni, non deve dire “E’ stato Dio che mi tenta“, perché Dio non può essere tentato dal male ed Egli non tenta nessuno. In realtà ognuno è tentato dal proprio desiderio cattivo, che prima lo attiva e poi lo prende in trappola. Questo desiderio fa nascere il peccato ed il peccato, quando ha preso campo porta la morte.

    (Giacomo 1/12 a 15)

    Fu chiesto a Santa Bernadette: “Chi è il peccatore?” Quella ragazzina investita dalla grazia rispose: “Il peccatore è colui che ama il male”. Gesù e la Chiesa ci insegnano che è il Diavolo che ci fa amare il male convincendoci che esso è nostro diritto, è libertà, è cosa buona. Oggi quasi nessuno parla più del maligno ed esso può agire indisturbato. In modo più indiretto il mondo e la carne ci conducono al peccato. Il mondo ci trascina con le sue mode, le sue vanità, le sue falsità, e noi per nostra disgrazia vogliamo essere applauditi protagonisti. La carne: l’uomo animale elimina la nostra qualità di esseri spirituali che godono della virtù e che godono pure di tutte le opportunità che offre il creato, purché siano lecite e buone. È passato il Natale: Gesù è nato a Betlemme, morto crocifisso e risorto a Gerusalemme, ha in sé la pienezza della divinità! Se Egli fosse un grande maestro tra gli altri non potrebbe salvarci, né potrebbe darci insegnamenti di valore assoluto. Godiamo le certezze della fede, il mondo è incerto e disperato: tutto è variabile, unica certezza è la morte, è la porta d’ingresso ad una felice vita eterna.
    _____________________________________

    6/1 - PROFESSIONISTI DELL'ACCOGLIENZA: Maurizio Belpietro sul suo quotidiano "La Verità" fa un lungo elenco di quelli che chiama "i professionisti dell'accoglienza. Mentre noi non abbiamo bisogno dei migranti, loro invece ne hanno un assoluto bisogno. Orlando e De Magistris usano gli stranieri per coprire i propri fallimenti. Altri (da Rossi alla Boldrini, da Lucano a Kyenge) hanno costruito una carriera sui migranti. Poi ancora, Roberto Saviano, professionista dell'antimafia diventato anche dell'accoglienza. Sumaya Abdel Kader, totalmente infagottata nell'abito musulmano e di conseguenza impegnata a favore dei suoi compaesani. Vengono poi don Massimo Biancalani che porta i senegalesi in piscina. Nicola Fratoianni che ogni tanto trascorre un po di tempo sulle navi delle Ong per controllare la situazione. Infine, l'immarcescibile Emma Bonino, che considera l'Africa come un giardino d'infanzia per ripopolare l'Europa. Non ha incarichi ma è ascoltata dalla sinistra ogni volta che apre bocca con una venerazione come fosse Maria Goretti.
    Tifare per gli stranieri consente visibilità e fama. La difesa delle minoranze paga, e infatti, come diceva Sciascia: "L'Italia è piena di persone dedite all'eroismo che non costa nulla". Spesse volte, però aumentano i problemi.
    _____________________________________

    ULTIMA ORA: Il patriarca di Costantinopoli Bartolomeo, ha approvato lo scisma della chiesa ucraina da quella russa. Bartolomeo ha consegnato la pergamena che attesta l'indipendenza (autocefalia) della chiesa ucraina.
    _____________________________________

    IL LIBRO DELLA SETTIMANA
    DALL'INFERNO DI UNA SETTA
    Storia vera raccontata da una ex
    Testimone di Geova


    di Ada Giancola
    Edizioni Segno
    Questo libriccino scritto tutto di getto da una persona che ha passato anni come componente della congregazione dei Testimoni di Geova (TdG) come dice la copertina vale più di tanti trattati. L'autrice Ada Giancola ha voluto scrivere questa testimonianza per mettere in guardia altri dal cadere negli inganni di questa setta. L'autrice non si dilunga nell'esporre in maniera dettagliata la dottrina dei Testimoni di Geova ma cita soltanto quegli elementi essenziali per far capire quali soprusi, cattiverie e divieti sono inflitti a chi pratica questa religione. Il libro è un breve racconto della sua esperienza da quando per la prima volta accolse le due visitatrici che volevano spiegargli la Bibbia a quando ha lasciato la congregazione ed è tornata al cattolicesimo recuperando quel senso di sollievo e di serenità che solo la vera fede può dare. Ada Giancola per sua stessa definizione ammette di essere persona semplice magari un po' ingenua e non troppo istruita; quindi, facile preda di questi contatti con le catechiste dei TdG. Subito le chiedono di togliere le immagini della Madonna dalla parete perché a loro dire non bisogna venerare immagini, per loro la Madonna è una donna qualunque. Seguono poi tutta una serie di divieti che riguardano il Natale che non deve essere festeggiato perché festa pagana. Non avere contatti con i cattolici che potrebbero sviare dalla retta via. Se parenti e mariti non sono appartenenti ai TdG bisogna allontanarli. Il loro Dio è un Dio geloso e non un Dio d'amore ed impone divieti che in molti casi hanno dell'assurdo. In realtà tutto deriva dalle direttive stabilite da una Commissione che ha manipolato la Bibbia per il proprio tornaconto. Gli aderenti hanno diversi impegni nel corso della settimana sia presso il tempio che nella ricerca di nuovi aderenti. Devono comperare a loro spese le stampe che poi distribuiscono dove possono a pagamento. Somme notevoli sono raccolte e servono per acquisire terreni e costruire locali di culto oltre ad altre destinazioni non conosciute dagli aderenti. Chi non si adegua alle direttive viene rimproverato e per certe violazioni anche espulso. Tra i membri anziani e l'autrice del libro sono avvenuti vari scontri spesso dettati non solo per il suo atteggiamento critico ma anche per il comportamento prevaricatore di questi anziani. L'autrice descrive poi le vicissitudini passate quando lei e la figlia lasciano la congregazione. Chi cerca di abbandonare viene isolato, minacciato dei peggiori castighi ed i suoi antichi compagni di fede religiosa vengono terrorizzati, impauriti in modo che non si avvicinino a chi è uscito dalla setta. I capi temono che conservando i rapporti coi dissidenti possano aumentare le defezioni. L'autrice conclude con un atto di fede nei confronti della Madonna che essendo madre di Gesù può fare tanto per noi" a dispetto di quello che predicano i TdG nei confronti di Maria per la quale hanno una autentica avversione.
    _____________________________________
    LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA
    PROMESSE MANTENUTE...FORSE!



















    Vignetta di Claudio Cadei - Italia Oggi 30/12/18


    _____________________________________