Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
- 15/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________
- 19/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________
- 25/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________
- 26/11/17
(Politica - Economia - Costume)
__________________________________________
- 30/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________________
- 1/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 2/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 3/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30 - Orario ordinario

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________
- 15/12/17
(Devozioni e Preghiere)
_______________________________
- 16/12/17
(Devozioni e Preghiere)
___________________________________
- 19/12/17
(Progetto Europa)
___________________________________
- 27/12/17
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 6/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 11/1/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 6/1/18
(una voce)
___________________________________
- 15/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 1/2/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 2/2/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 10/2/18
(Politica - Economia - Costume)
  • USA E RUSSIA: IL RIARMO NUCLEARE
    L'Europa agli europei
  • ___________________________________
    - 15/2/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/1/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 10/3/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 5/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________
    - 15/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/7/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 17/3/2013
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________

    - 17/5/2013
    (voce)
    ___________________________________

    - 21/12/2014
    (Cultura)

    ___________________________________

    - 23/6/2015
    (Vita)
    _________________________________________

    9 Dicembre 2018            Informazioni            N° 49
    _________________________________________
          Foglio di comunicazione interna
    www.cattolicigenovesi.org
    _________________________________________
    Le prediche brevi sono le più gradevoli perché se sono buone si ascoltano con più desiderio, se invece sono cattive pesano meno.

    S. Tommaso d'Aquino

    _________________________________________
    SANTI E BEATI

    Sant' AMBROGIO dottore della Chiesa – Festa 7 dicembre
    Treviri, Germania, c. 340 - Milano, 4 aprile 397
    Ambrogio, di famiglia romana cristiana, governatore delle provincie del nord Italia, fu acclamato vescovo di Milano il 7 dicembre 374. Rappresenta la figura ideale del vescovo, pastore, liturgo, e mistagogo. Aveva scelto la carriera di magistrato – seguendo le orme del papà, prefetto romano della Gallia – e a trent’anni si trovava già ad essere Console di Milano, città che era allora capitale dell’Impero. Così, quel 7 dicembre dell’anno 374, in cui cattolici e ariani si contendevano il diritto di nominare il nuovo Vescovo, toccava a lui garantire in città l’ordine pubblico, e impedire che scoppiassero tumulti. L’imprevedibile accadde quando egli parlò alla folla con tanto buon senso e autorevolezza che si levò un grido: «Ambrogio Vescovo!». E pensare che era soltanto un catecumeno in attesa del Battesimo! Imparò a predicare, divenendo uno dei più celebri oratori del suo tempo, capace di incantare perfino un intellettuale raffinato come Agostino di Tagaste, che si convertì grazie a lui. Da Ambrogio la Chiesa di Milano ricevette un’impronta che si conserva ancor oggi, anche nel campo liturgico e musicale. Le sue opere liturgiche, i commentari sulle Scritture, i trattati ascetico- morali restano memorabili documenti del magistero e dell’arte del governo. Autore di celebri testi liturgici, è considerato il padre della liturgia ambrosiana.
    __________________________________________________________________________

    EDITORIALE
    DIFESA DELLA SCIENZA E DEL LINGUAGGIO

    In passato le élite utilizzavano la religione per tenere a bada il popolo e giustificare il loro potere. Chi deteneva il potere pretendeva di essere migliore e per questo giustificava la sua missione; nello stesso tempo, i cittadini o i sudditi dovevano adeguarsi ed essere ubbidienti a questo modello. Attualmente, col prevalere dell’ideologia mondialista gli strumenti per realizzare il Nuovo Ordine Mondiale che, come abbiamo ricordato più volte, essere il Regno dell’Anticristo, sono la corruzione e la crisi economica e sociale. Strumenti usati per far accettare nuove regole di vita che favoriscono la realizzazione del progetto mondialista. Se la gente sta male è più propensa a cambiare, se invece sta bene, è soddisfatta vuole rimanere in questa condizione. Vedasi il nascere del populismo. La gente è insoddisfatta della situazione presente perché sta peggio e se la prende con chi ha governato fino adesso. Indipendentemente da cosa pensa, vuole stare meglio e vota contro chi governa. Per far passare certe leggi che corrompono la società è necessario manipolare la scienza e cambiare il linguaggio. Facciamo qualche esempio: per introdurre la legge sull’aborto si è reso necessario dire che la soppressione di un individuo non è un omicidio. L’aborto è stato classificato come interruzione di gravidanza. Si è detto che era un diritto di libertà e addirittura una necessità per la salute della donna. Quindi si è negato un fatto reale e manipolato il linguaggio. La legalizzazione del divorzio, gabellato come soluzione di vita di quattro o cinquecento mila famiglie in difficoltà, è diventata la strada per unioni gay, concubinaggi fino all’evoluzione verso l’abolizione della famiglia. Ovviamente, questa normativa è stata approvata sulla scia di tante annotazioni linguistiche positive. Le devianze lgbt sono state tutte sdoganate manipolando la scienza che in precedenza erano classificate come perversioni sessuali. Per ragioni ideologiche si sono modificati i termini scientifici considerando queste situazioni come libere scelte, varianti della normalità, di conseguenza attribuendo a queste manifestazioni, il significato di diritti civili, chiunque osa criticare minimamente questi fatti, viene bollato come omofobo e col rischio di incorrere in sanzioni che già esistono in alcuni Paesi. La falsa teoria del gender secondo la quale ogni individuo a suo piacimento può cambiare sesso è inaccettabile sul piano scientifico e di conseguenza, il suo passaggio in termini verbali subisce una manipolazione. Il sesso si può cambiare solo se si cambia la genetica. Tutti gli altri interventi sono inefficaci. Esuliamo un po’ dal campo medico e sociale per andare in un campo specificatamente politico. Come ben sappiamo, la politica fatta da persone interessate è spesso condita da bugie e maldicenze. Prendiamo la lotta attuale tra europeisti e sovranisti. L’accusa che viene fatta ai sovranisti con lo scopo di metterli fuori discussione è quella di definirli xenofobi se non razzisti capaci di seminare paura e odio per ottenere consenso. La propaganda politica abbiamo detto è molto basata su bugie ma in questo caso la manipolazione del linguaggio è funzionale solo alla paura degli europeisti di perdere voti, che è conseguenza invece, del semplice malgoverno. Potremo continuare all’infinito parlando delle cose più disparate dal clima, dall’inquinamento, delle pensioni, della flessibilità sul lavoro, ecc… e scopriremo che dietro la giustificazione vi sono motivazioni ben diverse da quelle sbandierate.
    Conclusione: il laicismo che ci viene imposto si basa per affermarsi sulla manipolazione quasi sempre della scienza e sempre del cambio dei termini linguistici. Cambiare le parole per modificare i concetti. Il suicidio viene Chiamato fine vita come e non fosse la stessa cosa o addirittura dolce morte. Stiamo diventando vittime del pensiero unico che definirei obbligatorio perché le élite vorrebbero imporci un modo di pensare che non è quello di sempre. Quindi vorrebbero sopprimere ogni libertà di pensiero per ridurci coercitivamente ad aderire al loro modello. Ogni uomo che si considera libero deve opporsi alla manipolazione della scienza non cedendo alle ideologie e di conseguenza, anche al linguaggio. Se non condivido lo stile di vita dei gay posso dire quello che penso senza essere accusato di essere omofobo. Se non voglio che milioni di stranieri nei prossimi anni invadano l’Italia non per questo sono razzista, xenofobo o odiatore del genere umano. Bisogna combattere questo laicismo liberticida ristabilendo la verità scientifica e la verità del linguaggio se non vogliamo finire sotto la dittatura del pensiero unico.

    Rino Tartaglino

    _______________________________

    ILLUSTRAZIONE: Simbolo dell'ideologia mondialista fautrice del pensiero unico.
    _______________________________

    LA NUOVA ALLEANZA E L’ANTICA ALLEANZA

    Con il termine "alleanza" nel Cristianesimo si può intendere la Antica Alleanza, un patto che, secondo l'antica scrittura, Yahweh stipulò con Adamo e rinnovò con Noè, Abramo e Mosè, e la Nuova Alleanza, quella che Dio ha stipulato con tutti coloro che credono in Gesù Cristo. La Nuova Alleanza o Nuovo Testamento è la sostituzione dell'Antica Alleanza su cui era fondata la religione ebraica, è la base della religione cristiana. La Nuova Alleanza prende vita sul Calvario con il sacrificio di Gesù e la sua resurrezione. Chiunque crede nell'opera di Gesù e osserva i comandamenti ottiene il perdono dei peccati e la salvezza, e può camminare in santità come un figlio di Dio.
    Gesù stesso, nell’ultima cena, con grande solennità dichiarerà: “Questo calice è la nuova Alleanza nel mio sangue, che viene sparso per voi” (Lc 22,20), sigillando così la riconciliazione tra Dio e il suo popolo per sempre.
    S.Pietro ci ricorda : ” Voi non a prezzo di cose corruttibili… foste liberati dalla vostra vuota condotta ereditata dai vostri padri, ma con il sangue prezioso di Cristo, come un agnello senza difetti e senza macchia” (1 Pt 1,18-19).
    S.Paolo, nei suoi scritti, pone in rilievo l’infinita superiorità della Nuova Alleanza sull’antica: la Nuova è scritta nello spirito e nella profondità del cuore, l’antica invece era scritta sopra la pietra ( 2 Cor 3,6-7). Un’Alleanza tutta interiore, che ci dona la libertà dei figli di Dio e riguarda tutta l’umanità, senza limiti di spazio e di tempo. Cristo invece, venuto come sommo sacerdote di beni futuri, attraverso una Tenda più grande e più perfetta, non costruita da mano di uomo, cioè non appartenente a questa creazione, non con sangue di capri e di vitelli, ma con il proprio sangue entrò una volta per sempre nel santuario, procurandoci così una redenzione eterna. Infatti, se il sangue dei capri e dei vitelli e la cenere di una giovenca, era il cerimoniale israelitico dell’espiazione (v Eb 7 ,Lv 16 ) è sostituito dall’offerta unica (Eb 7,27+ ) del sangue di Cristo (v 14; Rm 3,24+ ) che riapre agli uomini l’accesso a Dio (Eb 10,1 ). – di beni futuri: una variante ha: «beni realizzati».
    CONCLUSIONE: Non esistono due verità una per gli ebrei ed una per tutti gli altri l’Antica Alleanza è stata sostituita dalla Nuova Alleanza. Ignorare l’esistenza di Cristo unico salvatore non è possibile; pertanto, la missione della Chiesa è la conversione di tutti gli uomini compresi gli ebrei. Il fine ultimo non può essere semplicemente il dialogo dove ognuno può credere quel che gli pare ma l’adesione al cristianesimo. Dice S. Paolo anche gli ebrei dopo gli altri popoli per ultimi si convertiranno. E Gesù è ancora più chiaro, indica la necessità di credere: “Andate e predicate, chi crederà sarà battezzato e sarà salvo, chi non crederà sarà condannato”.
    ________________________________

    3/12 - FORSE L'INTESA: Lo scorso 21 novembre, la Commissione Ue ha rigettato il Documento di programmazione finanziaria (Def) presentato dal governo italiano per il 2019 in considerazione delle violazioni delle regole europee. La bocciatura prelude all'avvio di una procedura di infrazione per l'eccessivo innalzamento del deficit, fino al 2,4% previsto dalla manovra. Da venerdì, dopo giorni di duro scontro, con un abbraccio tra il premier Conte ed il presidente della Commissione Juncker è iniziato il disgelo tra le parti e come previsto, con la riduzione del deficit di qualche decimale si potrebbe arrivare ad una accordo.
    La vertenza è tutta politica, lo spostamento di 5 o 6 miliardi non cambia niente dal punto di vista economico. In conclusione, un accordo ci dovrebbe essere perché la rottura non gioverebbe a nessuna delle parti.
    _______________________________
    3/12 - 74 NEGOZI AL GIORNO: Strage nel piccolo commercio; solo nel 2018 chiusi 74 negozi al giorno. Flessione nelle vendite -900 milioni rispetto al 2017. Per la Confesercenti molti quartieri diventano deserti e le strade di notte sono più buie ed insicure.
    Le cause sono da imputare alla crisi dei consumi, all'aumento delle tasse ed alla concorrenza da parte della grande distribuzione.

    3/12 - CONTRO I POPULISTI: Il Parlamento dell'Ue stanzia 33 milioni di euro per insegnare ai cittadini europei come si vota. Ovviamente, per spingere gli elettori a votare contro ai sostenitori dei nazionalisti e dei protezionisti. In pratica a favore di quelli che governano fino a questo momento. La documentazione di come si spendono i soldi non è pubblica, sebbene sia pubblico il denaro stanziato.
    Europeisti pro domo sua.
    ________________________________
    4/12 - I PADRONI DELLO SPREAD: La Commissione dell'Ue, incalza. Il commissario Valdis Dombrovskis: "Aspettiamo correzioni sostanziali alla manovra. Nonostante che lo spread sia fermo, l'agenzia di rating Fitch ha emesso un altro verdetto negativo: "Rischi significativi sul raggiungimento degli obiettivi fiscali per l'anno prossimo". La banca di investimenti, Goldman Sachs considera la crescita per l'Italia dello 0,4% ed un suo funzionario ha detto: "ci penseranno i mercati a a farvi ragionare".
    A Bruxelles comandano gli europeisti e se possono, cercano di far fallire i programmi dei governi populisti. Quindi, le scelte sono volte ad impedire che un governo populista risolva i suoi problemi con successo contro le loro direttive. Per quanto riguarda i mercati che dovrebbero farci ragionare, sappiamo benissimo che a manovrare il mercati ci sono banche e finanziatori come Goldman Sachs che se spostano investimenti per qualche decina di miliardi dai nostri titoli fanno salire lo spread. In conclusione sono loro che maneggiano lo spread secondo i loro interessi.

    4/12 - ASSEGNI DI REVERSIBILITA': Istituzioni estere sono sempre prolifiche nel propinarci consigli. In questo caso tocca all'Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) fornire le ultime direttive. L'Ocse suggerisce di tagliare le pensioni di reversibilità ai vedovi, in compenso, premono per estenderla ai gay.
    Per Ocse, la famiglia tradizionale non va tutelata mentre le unioni gay sì. Tutte le organizzazioni internazionali dall'Onu in giù, sono tutte legate a filo doppio con le organizzazioni mondialiste
    ____________________________

    4/12 - IL PRESEPE NO!: Tutti gli anni, con l'avvicinarsi del Santo Natale, qualcuno tira fuori la storia che non si deve fare il presepe per evitare di offendere qualcuno oppure, semplicemente poiché viviamo in uno Stato laico, non si devono imporre modelli religiosi. Questa volta a dire che non farà il presepe è un prete. Don Favarin, sacerdote padovano, noto per le battaglie a favore dell'immigrazione. Invita a contestare il decreto Sicurezza rinunciando ad allestire il presepe simbolo stesso della Natività.
    Un'altra motivazione ancora più sciocca per non fare il presepe. Il Santo Natale è festa importante della cristianità e la tradizione vuole che si faccia il presepe. Questa manifestazione di devozione non può diventare mezzo di contestazione o di ricatto. Il sacerdote ha dimostrato di essere un esibizionista e persona dappoco.
    ____________________________
    5/12 - MAFIA NIGERIANA: Matteo Salvini venuto a conoscenza da parte del capo della polizia che vi sono stati vari arresti di mafiosi nigeriani si congratula con un tweet per la brillante operazione. Il Procuratore del Tribunale di Torino che ha condotto l'operazione interviene con una nota: "Ci si augura che per il futuro il ministro dell'Interno eviti di fare comunicazioni simili perché rischia di rovinare le indagini". risponde Salvini: "Se il capo della polizia mi scrive, un minuto dopo mi sento libero di ringraziare". Poi conclude: "Se il Procuratore è stanco vada in pensione".
    Tra il Procuratore Armando Spadaro e Matteo Salvini non corre buon sangue. In ogni caso, se qualche mafioso è scappato non è certo per aver letto il tweet di Salvini.

    5/12 - RISO ASIATICO: Questa volta l'Ue ci dà ragione è mette i dazi sul riso asiatico, bloccando le importazioni selvagge da Birmania e Cambogia.
    Il commercio va regolamentato introducendo dei correttivi altrimenti interi nostri settori produttivi vanno in crisi.
    ____________________________

    5/12 - EINSTEIN, SCIENZA E RELIGIONE: Da una sua lettera inviata nel 1954 alla famiglia Gutkind, Albert Einstein parla della religione, dell'ebraismo e della scienza. Veniamo a conoscenza del contenuto perché la lettera è stata battuta all'Asta per quasi 3 milioni. La lettera è ricordata come "Lettera su Dio" e contiene alcune considerazioni interessanti: "La Bibbia è una raccolta di leggende venerabili ma comunque piuttosto primitive". "Per me la religione ebraica nella sua versione originale è, come tutte le altre religioni, un'incarnazione di superstizioni primitive. E la comunità ebraica, di cui faccio parte con piacere ed alla cui mentalità sono profondamente ancorato non ha alcun tipo di dignità differente dalle altre comunità. Sulla base della mia esperienza posso dire che gli ebrei non sono meglio degli altri gruppi umani". In altra occasione Einstein aveva detto: "Sono un religioso , non un credente". Nella stessa lettera cita il filosofo Spinoza che concepiva la figura di Dio come un essere senza forma, impersonale: artefice dell'ordine e della bellezza visibili nell'universo.
    Dalle sue parole Einstein appare come persona onesta ed oggettiva nella valutazione di sè e degli altri uomini. Dai suoi studi risulta persona geniale. Ha una religiosità che non è illuminata da una fede definita.
    ______________________________
    6/12 - BAIL IN, BIS: Nel maggio del 2014, fu approvato la procedura di risoluzione delle banche che praticamente impediva il salvataggio delle banche utilizzando fondi pubblici. Due anni dopo, quando accadde in Italia che alcune banche stavano per fallire si scoprì che le banche non si potevano salvare ed i clienti subirono forti perdite. Il regolamento del "bail in" è stato voluto dalla Germania dopo che coi soldi pubblici aveva salvato le sue banche con oltre 200 miliardi. Adesso si sta studiando di fare un altro "bail in", un accordo interbancario dove sono previste meno garanzie per i clienti delle banche. In caso di risoluzione delle banche, sarebbero limitati i prelievi sia dal bancomat che da sportelli, anche per correntisti con depositi inferiori a 100.000 euro. Anche questa norma è voluta dalla Germania.
    Come sempre i nostri amministratori da perfetti idioti prima firmano e poi quando i verifica l'evento si lamentano.

    6/12 - LO SPREAD: A forza di sentirlo dire che lo spread quando aumenta porta male perché viene usato per bocciare i governi, condizionare voti e Finanziarie e far aumentare i tassi d'interesse su titoli pubblici. Però da una indagine riportata dal quotidiano Libero risulta che il 96% degli italiani non sappiano cosa sia anche se dalle generiche informazioni la maggioranza teme l'aumento dello spread.
    Lo spread, nel linguaggio finanziario indica la differenza di rendimento tra due titoli, nel nostro caso tra i titoli di Stato italiani e quelli tedeschi. I grandi finanziatori esteri possono modificare il mercato dei titoli e far salire lo spread quando vogliono a nostro danno.
    _____________________________

    6/12 - NON TERAPEUTICA: Una brusca frenata sull'uso della cannabis a scopo terapeutico arriva direttamente dall'Osservatorio europeo che si occupa di droghe. I limiti e le lacune importanti negli studi scientifici per l'impiego della cannabis in terapia sono scritti nero su bianco nel rapporto "Medical use of cannabis and cannabinoids" appena pubblicato dal Centro Europeo di monitoraggio sulle droghe. Il rapporto svela gli effetti deboli e insufficienti come cura palliativa per pazienti oncologici o sieropositivi. Al riguardo esistono già medicinali che sono più efficaci. Nonostante questo partiti politici per ragioni ideologiche e non mediche sostengono l'uso della cannabis come fattore terapeutico.
    Esistono soggetti ed istituzioni interessate a diffondere la droga per questioni di interesse economico o semplicemente ideologico e per questo si sono inventati che l'assunzione di cannabis in varie forme può essere terapeuntica. Nulla vieta che da qualunque cosa possano essere estratti dei principi attivi terapeutici che trasformati in medicinali possono essere somministrati a pazienti dopo averne testata l'efficacia. Chi vuole la legalizzazione della droga vuole invece che sia proprio la cannabis ad essere considerata terapeutica così facendo passare il principio che la cannabis fa bene, si apre la porta alla legalizzazione delle altre droghe. Fortunatamente, si è scoperto che ci sono altri medicinali molto più efficaci; quindi la cannabis è inutile.
    _____________________________________

    7/12 - EUROPA POCO CRISTIANA: Da una ricerca effettuata dall'istituto americano Pew Research, uno dei più importanti pensatoi statunitensi, risulta che l'Europa è il continente dove la religione è meno importante. Nell'elaborare i dati ha tenuto in considerazione alcuni parametri generali relativi a 34 Paesi, tra cui quelli del blocco caucasico presi come misura per capire il grado di religiosità dei vari Paesi. L'Italia si piazza al 13° posto, la Spagna al 17° e Francia e Germania al 26°. L'Estonia è in coda con solo il 7% dei fedeli. I Paesi europei con più alta religiosità sono al Romania con il 55% degli adulti altamente religiosi seguono poi l'Armenia e la Georgia. Nei Paesi del Nord Europa solo un cittadino su dieci ritiene che la religione sia centrale nella propria vita. Paesi come la Russia e la Polonia che sono usciti dal comunismo, la religiosità è più elevata anche perché costituisce un elemento strettamente legato a quello identitario. L'Italia con il suo 13° posto presenta un 27% di adulti devoti.
    In Italia le pratiche religiose sono seguite dal 27% anche se la maggioranza degli italiani si dichiara cristiano cattolico. L'opera di secolarizzazione laicista ha ridotto la religiosità rispetto agli anni '50 di quasi 30 punti quando i devoti erano i due terzi degli italiani. I cattolici e specialmente la gerarchia non hanno saputo combattere il laicismo gabellato falsamente come progresso. (immagine: Santi Patroni)
    _____________________________________
    7/12 - NATALE SENZA MESSA: Don Farinella parroco della chiesa di San Torpete di Genova, chiude per protesta contro il decreto sicurezza la chiesa da sabato 24 dicembre a sabato 5 gennaio; quindi, niente Messa a Natale.
    Se fosse un laico diremmo che è un lunatico-progressista; come sacerdote dovrebbe essere allontanato dal suo incarico. Il fatto che non succeda niente è uno dei tanti elementi che evidenziano la crisi della Chiesa.

    7/12 - ECOTASSA: La proposta di tassare alcune macchine giudicate inquinanti e dare un bonus per chi acquista nuove macchine più ecologiche ha suscitato perplessità nella Lega e Salvini ha detto che con lui la tassa non passerà.
    La storia dell'inquinamento dà l'occasione ai governi di aumentare le tasse ed ai produttori di automezzi di produrre nuove auto. In tutti questi anni si continua a parlare di inquinamento ma con minimi spostamenti. del resto le auto incidono sull'inquinamento solo per l'8%. La maggiore incidenza deriva dalle industrie e dal riscaldamento delle abitazioni.
    _____________________________________
    8/12 - AMNESTY INTERNATIONAL: Questa Ong attraverso l'intervento di un suo portavoce attacca violentemente il comportamento del governo gialloverde a proposito della violazione dei diritti umani. Nel mirino, anche senza nominarlo vi è il ministro Salvini. La raffica di accuse è pesante: il ministro sarebbe colpevole dello "scempio dei respingimenti" di immigrati in Libia, che avrebbero subito nuove violenze ed abusi. Così l'Italia sarebbe complice della violazione dei diritti umani. Allo scopo di intimidire le forze dell'ordine Amnesty propone di introdurre codici di identificazione per ciascun poliziotto o carabiniere in servizio per prevenire "interventi di repressione eccessivi".
    Amnesty International è una organizzazione internazionale del tutto in linea con i centri di potere mondialisti che vogliono l'immigrazione a tutti i costi. I diritti umani se apparentemente servono a tutelare alcuni diritti, nella realtà sono principalmente utilizzati per poter comandare a casa d'altri. Con la scusa di violare i diritti umani quelli che hanno più potere in campo internazionale possono comminare sanzioni o addirittura fare guerre.

    8/12 - SOVRANISMO PSICHICO: Il Censis, istituto di analisi di ricerca sociale, nel suo rapporto annuale sulla società italiana in questa occasione, è riuscito a misurare (incredibilmente) gli effetti del nuovo governo nonostante il breve periodo. I cittadini sono delusi ed impoveriti, perché prima stavano meglio. La conclusione del comportamento degli italiani che non danno più il loro consenso ai partiti tradizionali è dovuto al fatto che sono in preda al sovranismo psichico; categoria psichiatrica finora sconosciuta.
    Il Censis può analizzare le cause della crisi socio-economica spiegare il comportamento in termini quantitativi aiutandosi con i sondaggi ma non può definire psichiatrico un comportamento che determina la scelta di un partito diverso da quello che ha contribuito a peggiorare la situazione degli italiani. Con le sue definizioni il Censis rischia di essere accusato di fare propaganda.
    _______________________________
    PER IL MINISTRO TONINELLI
    I TEMPI NON SONO BELLI

    Alla corsa degli asinelli
    arriva primo Toninelli.
    Il premio è assicurato
    e ministro è nominato.
    Ministro alla costruzione
    è per lui di demolizione.
    Grandi opere da varare,
    son per lui da non fare.
    C’è il gasdotto pugliese
    che l’America già pretese,
    per i russi far dispetto,
    il diniego così è perfetto.
    Toninelli sta a guardare
    questo gasdotto arrivare.
    Viene poi l’alta velocità
    questa non è una novità.
    Il ministro la vuol fermare
    con le spese da calcolare,
    valutare quali benefici
    per le scelte più felici.
    Costa di più a rinunciare
    che la Tav da completare.
    Ora il ministro Toninelli
    è in attesa di tempi belli.
    Ma per sua sfortuna
    non ne azzecca una.
    Terzo valico e la gronda
    del traffico fan da sponda,
    presto saranno tosto varate
    ed in breve son completate.
    Quale sarà la conclusione
    che arriva da sta lezione?
    Toninelli presto lo dice:
    la decrescita non è felice.
    _____________________________________

    8/12 - PRESIDE CONTRO IL VESCOVO: Qui sarebbe da dire: "Vade retro vescovo"; è quanto è accaduto a Rovigo in una scuola superiore dove il preside ha vietato l'ingresso nell'Istituto al vescovo. Il preside dell'Istituto comprensivo, Fabio Cusin, ha vietato al vescovo di Chioggia, Adriano Tessarollo (foto), l'ingresso nell'Istituto con la motivazione "difendere la laicità dell'Istituzione didattica". Questa presa di posizione del preside ha fatto scatenare diverse polemiche. A questo punto il preside si è detto disposto ad aprire le porte a monsignor Tessarollo, ma solo a certe condizioni per esempio un incontro interreligioso oppure un dibattito con persone prive di un credo religioso.
    Questa è la conseguenza dello sradicamento del popolo italiano, l'attacco alla sua identità che passa attraverso la demonizzazione del cristianesimo. Qualunque motivazione falsa viene usata per impedire il festeggiamento di ricorrenze religiose cattoliche. Far finta di niente non si può, anche perché le cose tendono sempre a peggiorare quindi, bisogna mostrare le unghie. Tutti vogliono fare vacanza a Natale? Il Natale è la festa della nascita di Gesù e allora si festeggia Gesù come si è sempre fatto.
    _____________________________________
    9/12 - L'ONU E IL CIBO: L'Assemblea generale dell'Onu giovedi prossimo potrebbe votare una risoluzione che definisce pericolosi gran parte dei nostri prodotti agroalimentari. La motivazione per dichiararne la pericolosità è il contenuto di grassi o zuccheri o sale dei prodotti alimentari. Queste proposte portate all'Onu derivano dalle classificazione dei prodotti come pericolosi fatta dall'Oms (Organizzazione mondiale della Sanità). Cosa succederebbe se passasse la risoluzione? Ogni Paese potrebbe ostacolare la vendita dei nostri prodotti, si arriverebbe a mettere sulle confezioni come già si fa per le sigarette figure aberranti con l'indicazione "fa male", "nocivo per la salute". Dietro a tutta questa operazione vi sono le grandi multinazionali che producono cibo sintetico o alimenti realizzati industrialmente.
    Nessun cibo fa male e tutti i cibi fanno male. Dipende dalle quantità di cibo e di bevande ingerite. L'obiettivo finale dei signori del mondialismo è quello di ridurre i popoli in mandrie di ignoranti, poveri e mangiatori di prodotti di scarto realizzati a basso costo.

    9/12 - APPLAUSI: Salvini a Roma davanti a 70.000 persone ha arringato la folla addirittura chiedendo il mandato per l'intera popolazione italiana per andare a trattare direttamente a Bruxelles. In tutta la manifestazione ogni tanto la folla interrompeva Salvini con scroscianti applausi. Alla prima della Scala dove era in programma Attila, opera di Verdi, il presidente Mattarella ha avuto 5 minuti di applausi, il tutto cronometrato dai grandi giornali filo europeisti e critici del governo gialloverde.
    Salvini ha Roma ha radunato il popolo mentre, alla Scala il popolo non c'era; partecipava solo l'élite.
    _______________________________________

    ANNOTAZIONE
    CONSIDERAZIONI SUL NOVUS ORDO (Parte seconda)

    La Messa antica è di istituzione apostolica, non può esser detto invece per la Messa riformata che è stata inventata a tavolino da una Commissione di teologi e liturgisti, tra cui un gruppo di pastori luterani e calvinisti. Allora sorge la domanda perché è stata cambiata la Messa? Il problema non era certo il latino perché sarebbe bastato fare la traduzione lasciando intatto il cerimoniale. Nella realtà si è voluto avvicinare il nuovo rito a quello protestante per soddisfare una esigenza di politica ecumenica. Il rito della Santa Messa deve rispecchiare la vera dottrina e non essere un compromesso tra credenti ed eretici. Nella Messa tridentina si celebra in forma incruenta il Sacrificio di Cristo sulla croce, mentre quella conciliare è «la sacra sinassi o assemblea del popolo di Dio, presieduta dal sacerdote». Il celebrante diventa presidente dell’assemblea, e il suo ruolo di alter Christus è offuscato dal sacerdozio comune dei fedeli, a danno del sacerdozio ministeriale, per compiacere ai Protestanti. Così risulta che l’osservanza delle rubriche è di per sé bastevole per comprendere quanto quelle del rito tridentino siano orientate a significare esteriormente quella fede, le rubriche del nuovo si adoperano viceversa ad attenuare, se non a cancellare del tutto. Nella Messa di Paolo VI, sono sparite le preghiere ai piedi dell’altare, il Confiteor era recitato dal sacerdote e dai fedeli insieme, con una bella sforbiciata a San Michele Arcangelo, al Beato Giovanni Battista, ai Santi Apostoli Pietro e Paolo. Confesso a Dio onnipotente e a voi, fratelli. Proprio come fecero, guarda un po’, i primi Luterani e i riformatori di Cranmer. Dai riti d’introduzione è tolto l’antichissimo uso della triplice invocazione del Kyrie, ridotti a due per mera comodità di risposta coi fedeli. E l’Offertorio scomparve del tutto, per far posto ad una preghiera giudaica di sapore panteistico. O Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa, ma dì soltanto una parola ed io sarò salvato. Questa dovrebbe esser la traduzione di: Domine, non sum dignus ut intres sub tectum meum; sed tantum dic verbo, et sanabitur anima mea. Eppure non di traduzione si tratta, giacché si sarebbe dovuta rendere: O Signore, non sono degno che tu entri sotto il mio tetto, ma dì soltanto una parola e l’anima mia sarà guarita. Ed anche nella formula consacratoria, quel pro vobis et pro multis è diventato per voi e per tutti, e non per molti. Molte altre sono le varianti che non possiamo qui ricordare. Quindi, affermare che tra il Vetus ed il Novus Ordo vi sia una differenza meramente cerimoniale è contraddetto dall’evidenza.
    _____________________________________

    9/12 - NEL DUOMO DI VIENNA: L’anno scorso nella cattedrale di Santo Stefano si era esibito la drag queen - Che è un uomo vestito da donna – Thomas Neuwirth, alias Conchita Wurst per celebrare la Giornata mondiale contro l’Aids. Quest’anno è stata messa in scena l’opera di Hugo von Hoffmansthal “Jederman” con una rilettura in salsa rock. Il protagonista è stato l’attore austriaco Philipp Hochmair, già interprete di numerosi ruoli omosessuali in film pro Lgbt. L’attore ha cantato a torso nudo dalla balaustra dell’altare contornato da ballerine e ballerini, alcuni dei quali travestiti da demoni. Il cardinale della capitale austriaca Christoph Schoenborn era ovviamente in prima fila ad applaudire l’evento. Lo scopo di questa esibizione era di raccogliere fondi per combattere l’Aids in Sudafrica. All’evento hanno fatto seguito molte polemiche per la scelta della cattedrale per l’esibizione di soggetti omosessuali. Il cardinale Schoenborn è noto per aver sdoganato i gay e promosso mostre con quadri con esibizione di baci saffici.
    Il sacerdote Johannes Maria Schwarz ha espresso un giudizio che facciamo nostro: “La chiesa è un luogo sacro, di questi luoghi sacri nella chiesa è l’altare. Mi vergogno della mia Chiesa (…) non temiamo più l’Onnipotente! Niente è più santo per noi! Noi calpestiamo le anime che ci sono affidate!”.
    _____________________________________
    ULTIMA ORA: Continuano in Francia le manifestazioni dei gilet gialli che cominciano a preoccupare seriamente Macron; tanto che se questi oppositori si presentassero alle elezioni europee avrebbero, secondo sondaggi il 12% dei consensi. Intanto, dalle ultime notizie si sta analizzando se vi siano state delle interferenze estere in aiuto alle manifestazioni di piazza. I soliti hacker russi?
    _____________________________________

    IL LIBRO DELLA SETTIMANA
    DENTRO L'OPUS DEI
    Come funziona la Milizia di Dio
    (il libro verità degli ex numerari italiani)

    di Emanuela Provera
    Chiarelettere Editore - € 10
    Questo libro nasce da un forum on-line privato e non accessibile. Qui per più di un anno si sono “incontrati” gli ex numerari italiani. Uomini e donne con grande sensibilità religiosa, in passato rapiti dalla “missione”: fare l’Opus Dei nel mondo. Storie italiane, da Milano a Palermo, da Roma a Bari. Raccontano di un nuovo integralismo che attraversa la nostra società: asili nido, centri sportivi, scuole, residenze universitarie... Tutto “bellissimo” e organizzato grazie alla potenza finanziaria dell’Opera. Piogge di fondi, anche dallo Stato. Così funziona la milizia di Dio voluta da Josemaría Escrivá De Balaguer. Santo? Come vivono i numerari. La caccia alle vocazioni. I documenti “non ufficiali” occultati alla Chiesa. Il violento distacco dalla famiglia. La manipolazione delle coscienze. L’espropriazione dei beni. Il lavoro non retribuito. Tante sono le testimonianze riportate nel libro che ci fanno capire il clima nel quale vivono gli adepti. “Stento a credere che in ambiente ecclesiastico non siano giunte le denunce di madri e padri trafitti dal dolore per aver perso i figli, inghiottiti dall’Opus Dei. Perché si continua a tacere?" Franca Rotonnelli De Gironimo, ex soprannumeraria "Avevo 14 anni quando scrissi la lettera di ammissione. Volevo dirlo a mia madre, invece mi indussero a tacere." Eva Siciliano, ex numeraria. Emanuela Provera, milanese, 42 anni, sposata, con una bambina. Lavora come consulente. All’età di 17 anni conosce l’Opus Dei a Manchester durante una vacanza studio. Nel 1986 a 19 anni e mezzo chiede l’ammissione come numeraria mentre viveva come studentessa fuori sede presso la Residenza Universitaria Viscontea, un’elegante sede dell’Opus Dei, femminile, nel cuore di Milano, a due passi da Piazza Duomo. La residenza si apriva in quell’anno scolastico e lei fu la prima studentessa a iscriversi. Pochi anni fa fu costituita l’Associazione delle ex-residenti, Emanuela non è citata, né compare nelle foto delle iscritte. Nel 1988 va a vivere stabilmente in un Centro della Prelatura per sole numerarie, a Milano (Residenza Universitaria Torriana). Dopo due anni entra a far parte del Consiglio Locale del Tandem Club, centro della Prelatura a Milano, frequentato prevalentemente da giovani studentesse. Mentre svolge incarichi di governo all’interno della Prelatura, contemporaneamente conclude gli studi universitari. Inizia a collaborare con uno studio legale ma deve interrompere il lavoro perché nel 1992 si trasferisce a Verona per entrare nella direzione della Residenza Universitaria Clivia (Fondazione RUI), dove si occupa prevalentemente di animare un Centro culturale rivolto a ragazze giovani da avvicinare all’Opus Dei. Durante la permanenza a Verona, nel 1993, le viene concessa la «fedeltà», l’incorporazione definitiva nell’Opera. Nel 1998 chiede di essere esonerata dall’incarico di governo, nel 2000 riceve la dispensa dal Prelato che la libera dal vincolo contratto con l’istituzione. Durante tutto il periodo di permanenza nell’Opus Dei collabora con la Fondazione Rui in attività di coaching e organizzazione di eventi oltre che di formazione delle persone appartenenti all’istituzione. Dalla sua esperienza e da tante altre è uscito questo libro che dovrebbe interessare in primo luogo le autorità vaticane che dovrebbero intervenire per controllare l’opera su citata come tante altre dove la gestione degli adepti non sia in linea coi principi della fede cattolica.
    _____________________________________
    LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA
    SALVINI CONTRO MATTARELLA
    Nuovi personaggi dell'opera di Verdi

















    Vignetta di Krancic - Il Giornale 8/12/2018


    _____________________________________