Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
- 15/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________
- 19/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________
- 25/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________
- 26/11/17
(Politica - Economia - Costume)
__________________________________________
- 30/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________________
- 1/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 2/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 3/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 10 - Orario estivo (Luglio, agosto)

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________
- 15/12/17
(Devozioni e Preghiere)
_______________________________
- 16/12/17
(Devozioni e Preghiere)
___________________________________
- 19/12/17
(Progetto Europa)
___________________________________
- 27/12/17
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 6/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 11/1/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 6/1/18
(una voce)
___________________________________
- 15/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 1/2/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 2/2/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 10/2/18
(Politica - Economia - Costume)
  • USA E RUSSIA: IL RIARMO NUCLEARE
    L'Europa agli europei
  • ___________________________________
    - 15/2/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/1/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 10/3/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 5/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________
    - 15/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/7/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 17/3/2018
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________

    - 25/4/2020
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 20/1/20
    (una voce)
    ___________________________________

    - 25/1/2020
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________
    - 25/1/20
    (cultura scienza fede)
    _________________________________________

    28 Giugno 2020            Informazioni            N° 26
    _________________________________________
          Foglio di comunicazione interna
    www.cattolicigenovesi.org
    _________________________________________
    Non è perfettamente buono chi non sa essere buono con i cattivi.

    don Luigi Orione

    _________________________________________

    SANTI E BEATI

    San GIUSEPPE Cafasso Sacerdote – Festa 23 giugno
    Castelnuovo d’Asti, 15 gennaio 1811 - Torino, 23 giugno 1860
    Sacerdote già a 22 anni, e con un solido ascendente sui compagni. Viene accolto dal teologo Luigi Guala nel convitto ecclesiastico da lui aperto a Torino. Questi lo spinge a compiere opera di catechesi verso i giovani muratori e i carcerati, poi lo vuole a fianco nella cattedra di teologia morale. In 24 anni di insegnamento Giuseppe forma generazioni di sacerdoti, dedicandosi anche ad un'intensa opera pastorale verso tutti bisognosi: condivide le ore estreme con i condannati a morte ed opera tra i carcerati, cui non fa mancare buone parole e sigari, includendo nel suo servizio anche l'aiuto alle famiglie e il soccorso ai dimessi. Succeduto al Guala, ne perfeziona l'opera, rifiutando sempre ogni titolo onorifico. Grande amico di don Giovanni Bosco (che lo definirà «modello di vita sacerdotale»), lo aiuta materialmente e moralmente nella sua missione. E' patrono dei carcerati e dei condannati a morte
    ______________________________________________________________

    EDITORIALE
    COME APRIRE LE SCUOLE
    Dopo aver gestito la vertenza coronavirus senza evidenziare alcun metodo di approccio limitandosi a provvedimenti improvvisati con conseguenze gravi sull’economia. Se l’iniziale blocco delle attività e chiusura ai domiciliari degli italiani aveva senso poi si doveva subito dopo cercare di individuare con esami i contagiosi per isolarli e sottoporli a cure invece di continuare alla cieca col blocco. Le scuole sono state chiuse e l’insegnamento ridotto a didattica a distanza. Gli esami si sono chiusi con promozioni generalizzate o con esami con una generica esposizione orale come nel caso della maturità o con la presentazione di una tesina in terza media. Altri Paesi come ad esempio la Francia hanno riaperto le scuole al fine di concludere in maniera meno virtuale l’anno scolastico. Tra i tanti problemi che il nostro governo deve affrontare tra mille incertezze, pensando alla riapertura delle scuole a settembre, ancora una volta dimostra di avere nessun metodo e tanta confusione. La ministra Lucia Azzolina dice e poi si contraddice, dispone e poi si corregge evidenziando scarsa conoscenza dei problemi e nessuna capacità per affrontarli. In Italia, l’epidemia sembra decimante in calo, ieri dal bollettino ufficiale in tutta Italia i morti a causa del virus sarebbero 8 e i soggetti in terapia intensiva un centinaio. Dati molto bassi che danno a ben sperare. Tra due mesi tranne motivi eccezionali la cosa dovrebbe ulteriormente migliorare. Il ministero propone problemi per il distanziamento degli studenti la ricerca di nuovi spazi per un milione di posti magari attivando spazi presso istituti dismessi in anni precedenti. Acquisti di banchi singoli nessun aiuto alle scuole paritarie molte delle quali rischiano di chiudere aggravando così ulteriormente il problema delle aperture. Vi sono state proteste di studenti, insegnanti e genitori e il governo per tacitare queste rimostranze ha deciso di stanziare un miliardo. Invece di andare alla cieca con provvedimenti complicati che non garantiscono contro le infezioni, la cosa migliore sarebbe di fare gli esami clinici a studenti ad insegnanti e personale scolastico è mettere in quarantena chi potrebbe essere contagioso. Effettuare successivamente controlli a campione sia del personale che degli studenti ma aprire normalmente le scuole senza cervellotiche scelte che non hanno senso. Volendo pensare in termini politici forse questi provvedimenti proposti dal ministero servono a tenere in vita il virus in attesa del vaccino che vorrebbero rifilarci visto che l’abbiamo già prenotato.

    Rino Tartaglino

    _______________________________

    ILLUSTRAZIONE: La ministra della Pubblica Istruzione, la grillina Lucia Azzolina, priva di esperienza più che risolvere i problemi sembra solo capace di complicarli.
    _______________________________

    SE IL NEMICO E’ NELLA MESSA
    Abbiamo lo Stato grande liturgista che indica l'Eucarestia come nemico pubblico numero uno e i vescovi che fanno? Acconsentono. Non facciamoci illusioni, questa lunga ed estenuante stagione pandemica ci ha lasciato un’eredità pesante da affrontare: un sistematico attacco all’Eucarestia. Chiamiamo le cose con il loro nome. Eravamo abituati a vederLa attaccata nei sacrilegi, nelle processioni blasfeme degli Lgbt, ma erano troppo eclatanti e facevano impressione, siamo andati oltre e non abbiamo reagito. E ora il Corpo di Cristo lo vediamo sotto attacco diabolico e nascosto sotto forma di igienismo. E ancora i vescovi non se ne accorgono, accecati come sono dalla paura di indispettire un governo che anno caldamente auspicato. Il Comitato Tecnico Scientifico è arrivato a scrivere questa bestialità: «Il momento liturgico dell’Eucarestia che l’officiante volge dapprima a se stesso e successivamente distribuisce ai fedeli rappresenta una delle fasi più critiche per la possibilità di diffusione interumana del virus». E lo Stato, grande liturgista, può permettersi nero su bianco di «raccomandare» la distribuzione della Comunione sulla mano data dal sacerdote che indossa guanti di lattice. Con questa logica l’Eucarestia rappresenterà un pericolo anche per tutti gli altri virus del futuro. Arriverà il virus vattelapesca o il batterio pinco pallino: la prima a rimetterci sarà Lei. E con Lei, noi. Una concessione che il governo ha potuto prendersi perché vescovi e cardinali italiani hanno derogato al loro ruolo di guida, cedendo appunto la guida a un comitato di salute pubblica che ha dettato le regole a piacere. A febbraio, con il lockdown ancora lontano, a Messa la Comunione distribuita in mano era già prassi. E tutti zitti. Poi è arrivata la quarantena, lo stop alle Messe col popolo e allora ci è stato detto che bisognava consolarci con la comunione spirituale. Il punto più basso lo abbiamo vissuto con l'irruzione dei carabinieri in chiesa durante la Messa, proprio nel momento in cui il pane degli uomini diventava Pane divino. Arrestata l'Eucarestia, multato il prete e anche qui: tutti zitti. Nessun vescovo indignato, nessuno che abbia alzato la voce per un sacrilegio che il solo Vittorio Sgarbi - capite? - ha ritenuto di dover denunciare alla giustizia. Cosa pena lo scienziato da tanti riverito, il professor Massimo Galli di Milano a questo proposito «Messa non è necessaria, né una priorità» riducendo l'Ostia a un pane qualunque. Nessuno gli ha risposto per le rime, nessuno ha difeso l'Eucarestia. Il risultato è questo: l’Eucarestia come nemico pubblico numero uno.
    ____________________________
    ILLUSTRAZIONE: Il sacerdote distribuisce la Comunione secondo le disposizioni governative.
    ________________________________
    22/6 - AUMENTANO O NON AUMENTANO?: E' un po' come sfogliare la margherita, quasi tutti parlano della esigenza di ridurre le imposte ma ogni tanto il Pd pena di introdurre la patrimoniale e anche dalla Ue arriva il suggerimento di aumentare le imposte sulle imprese.
    La cosa più probabile che diminuiscano le imposte a chi non le paga; mentre, per gli altri, sicuramente ci sarà un aumento.

    22/6 FAVOREVOLI ALL'ABORTO: La presidente delle donne cattoliche tedesche appoggia Planned Parentood. Maria Flachsbarth ha dichiarato il suo sostegno ai "diritti riproduttivi" - compreso, "come ultimo, il terribile ricorso all'aborto”, indicato in un'iniziativa sostenuta dalla International Planned Parenthood Federation
    Questa è una ulteriore prova che il mondo cattolico tedesco si sta protestantizzando.
    ________________________________

    22/6 - ATTACCO ALLA CIVILTA’: Negli Stati Uniti i militanti del movimento Black Lives Matter (BLM) abbattono le statue che secondo loro sono espressione del razzismo e in questo modo si dimostrano razzisti. Di solito si condanna il razzismo perché esso assume una posizione di parte, come il colore della pelle, per farla diventare una regola per tutti. Così, anche i militanti di pelle nera diventano razzisti quando accusano i bianchi di essere il male solo perché bianchi. Questo spiega perché il gioco delle parti, o gioco delle statue, è sempre esistito. Ogni nuovo regime abbatte le statue del precedente. A Trieste non vogliono la statua di D’Annunzio. A Milano dà fastidio quella di Montanelli. A Chicago vogliono sostituire la statua di Italo Balbo. Il passato divide, perché nel passato uno era da una parte e l’altro dall’altra. Il movimento BLM ha l’appoggio dei liberal, si ispira all’illuminismo e all’etica kantiana per la quale bisogna trattare l’altro come un fine e non come un mezzo. Ma gli illuministi – a cominciare da Voltaire – erano razzisti. Kant stesso era razzista e l’erezione della statua della dea ragione costò la vita a molte altre statue che, secondo il gioco delle parti, furono decapitate e distrutte. Perché mai la volontà di distruggere le raffigurazioni di Gesù e della Madonna? Perché rimuovere il dipinto di San Michele che schiaccia il demonio? Dalla lotta ai simboli di un razzismo americano ideologicamente interpretato– si è passati alla lotta alla simbologia religiosa cristiana. Non solo il generale Lee ma anche Gesù Cristo. Quando si prende la strada del nichilismo bisogna distruggere non solo gli elementi dell’ordine ma anche la sua Causa ultima. Il nichilismo è dissolutorio e quindi distrugge le statue che testimoniano aspetti o protagonisti dell’ordine, ma poi deve andare alla fine e prendersela con il Fondamento dell’ordine, che è Dio. Nel movimento BLM c’è questo nichilismo rispetto al quale tutto il resto è strumento. Qui non c’è più solo l’ideologia, c’è una volontà distruttrice e dissacratoria che intende andare alle radici. Difficile negare la sua funzionalità al “nuovo ordine mondiale”.
    Nel movimento BLM vi sono individui che lottano contro l’ordine sociale, l’autorità e la civiltà occidentale, in particolare contro il cristianesimo. Il tutto al servizio del nuovo ordine mondiale. I democratici americani appoggiano questo movimento per ragioni politiche solo per contrastare la rielezione di Trump.
    _______________________________

    23/6 - CONTRO LA CHIESA: L’opera di scristianizzazione dell’Italia continua come abbiamo visto con il divieto della Messa senza fedeli voluta dal governo e tutte le limitazioni volute per la distribuzione dell’Eucarestia. Altro passo avanti arriverebbe con la legge contro l’omofobia che è un autentico bavaglio alla libertà di pensiero e che ha lo scopo di scardinare principi morali del cattolicesimo. La storia comincia dal Risorgimento come ci spiega in un suo libro Massimo Viglione. Nel Risorgimento, il ruolo delle logge massoniche fu decisivo e fu giocato innanzitutto in opposizione alla Chiesa cattolica, con lo scopo di giungere a una nuova religione. La religione della patria risorgimentale, nuovo culto del popolo italiano (facente parte del culto generale dell’Umanità: l’Uomo è il nuovo dio, gli uomini si costituiscono in popoli, i quali formano l’Umanità). Sconfiggere e conquistare Roma, sede del papa, voleva dire non soltanto risolvere una questione nazionale e dare all’Italia una capitale; per il nuovo culto umanitaristico significava sconfiggere il nemico di sempre: la Chiesa cattolica. Non a caso Luigi Settembrini, massone fin da giovanissimo, parlava della «nemica Roma» e diceva: «Italia nuova e cattolicesimo vecchio non possono stare insieme; noi abbiamo fatto il papato, noi dobbiamo trasformarlo». Il Programma era chiarissimo. Bisognava eliminare il cattolicesimo dall’Italia e dall’Europa intera.
    Noi cattolici dovremmo opporsi con più energia a questa deriva laicista senza fare gli invasati che vogliono demolire le statue dei massoni del Risorgimento.
    ________________________________
    23/6 - AZZARDO VACCINI: L'Italia si è impegnata anche economicamente nell'affare dei vaccini anti Covid. Con un gruppo di altri Paesi (costi non noti). Con il Global Citizen (Bill Gates) e con L'Unione europea. L'unica certezza è la non prevedibilità dei riultati. Inoltre, uno studio di ricercatori mette in guardia sulla profilassi antinfluenzale obbligatoria perché potrebbe favorire l'infezione da coronavirus.
    Non sappiamo neanche se troveranno il vaccino: Non sappiamo neache se servirà. L'intelligenza suggerirebbe i impegnarsi solo per l'acquisto di poche dosi in modo da non sprecare denaro come sicuramente faremo.

    23/6 - VOTI MIGLIORI: Nell'ateneo di Oxford hanno deciso di risarcire gli studenti di colore perché "turbati dal razzismo", assegnando loro voti migliori. Un professore che non ha seguito questa linea è stato sospeso dal suo incarico.
    In questo caso si ha un razzismo alla rovescia ispirato da una buona dose di ipocrisia.
    ____________________________
    24/6 - 30.000 PEDOFILI: Germania sotto choc per l’inchiesta sulla rete di pedofili partita dalla città di Bergisch Gladbach: i sospettati sarebbero oltre 30 mila. Lo ha affermato il ministro della giustizia del Land del Nordreno-Vestfalia Peter Bisenbacha Duesseldorf, secondo quanto riportano alcuni media tedeschi fra cui la Dpa. Fornito da Rai News Pedofilia. Gli inquirenti hanno rivelato come molti di questi soggetti si scambino informazioni in alcuni forum sul web, dandosi anche consigli su come rendere accomodanti i bambini.
    Il primo problema è individuarli e poi essere in grado di controllarli.

    24/6 - TAGLIO DELL'IVA: Giuseppe Conte promete il taglio dell'Iva ma viene subito criticato. Se è troppo consistente deve essere compensato da altra entrata. Se la modifica è limitata non incide sui consumi. Il taglio andrebbe a vantaggio degli operatori del commercio e non del consumatore finale.
    Idea che sarà presto abbandonata.
    ____________________________

    24/6 - INTERVISTA A C. M. VIGANO’: Philip F. Lawler, direttore di Catholic World News, pone alcune domande a Mons. Viganò.
    DOMANDA: Qual è la sua opinione sul Vaticano II? Che da allora le cose siano andate rapidamente in discesa è certamente vero; ma se l’intero Concilio è un problema, com’è potuto succedere? Come si concilia questa posizione con ciò in cui crediamo sull’inerranza del magistero? Com’è stato possibile che tutti i Padri conciliari siano stati tratti in inganno? Anche se solo alcune parti del Concilio (ad esempio Nostra aetate, Dignitatis humanae sono problematiche?
    C.M. Viganò – Che il Concilio rappresenti un problema, penso non occorra dimostrarlo: il semplice fatto che ci poniamo questa domanda sul Vaticano II, e non sul Tridentino o sul Vaticano I, mi pare confermi un dato evidente e riconosciuto da tutti. È invalso nella Chiesa a partire dal Vaticano II, che del circiterismo – vale a dire l’equivocità, la voluta imprecisione del linguaggio – è il primo e più emblematico esempio. Questo avvenne perché l’aggiornamento, termine anch’esso equivoco e ideologicamente perseguito dal Concilio come un assoluto, aveva posto come priorità su tutte il dialogo con il mondo.
    Ph. Lawler – Secondo lei come si possono correggere gli errori, in modo da mantenere l’autorità del magistero di insegnamento?
    C.M. Viganò – La soluzione, a mio parere, risiede anzitutto in un atto di umiltà che tutti noi, a iniziare dalla gerarchia e dal papa, dobbiamo compiere: riconoscere l’infiltrazione del nemico in seno alla Chiesa, l’occupazione sistematica dei posti chiave della curia romana, dei seminari e degli atenei, la congiura di un gruppo di ribelli – tra i quali, in prima linea, la deviata Compagnia di Gesù – che sono riusciti a dar parvenza di legittimità e di legalità ad un atto eversivo e rivoluzionario.

    Occorre definire con chiarezza la dottrina di sempre evitando l'uso di un linguaggio equivoco.
    ________________________________
    25/6 - INFORMAZIONE CORRETTA: L'Alto rappresentante della politica estera europea, Josep Borrell ha dichiarato solennemente: "La disinformazione può uccidere le persone". Per questo, il Parlamento europeo ha deciso di assegnare al giornale progressista La Repubblica perché tenga una rubrica in collaborazione con lo stesso Parlamento per combattere le false notizie di Russia, Cina e degli euroscettici. La rubrica di Repubblica è denominata TrUe (vero).
    Quando l'Unione europea si fa propaganda, noi la mettiamo insieme all'altra pubblicità politica.

    25/6 - 7 MILIARDI: Tanto è costata la missione dei nostri soldati in Afghanistan. Considerato che quando insieme agli americani ci ritireremo da quel territorio, riconsegneremo il governo agli stessi talebani che governavano già prima.
    Può essere che qualcosa di positivo i nostri soldati abbiano portato in quel territorio molto arretrato ma, dal punto di vita politico, la nostra spedizione è stata infruttuosa.
    ______________________________

    25/6 - ELIMINARE IL CONTANTE PER ELIMINARE L’EVASIONE: Da decenni cercano di abolire il contante, ma tale intenzione si scontra con la vita quotidiana e le argomentazioni impongono seri interrogativi. Ma anche i soliti giornali che supportano l’attuale formazione governativa spingono per tale abolizione. Perché tanto accanimento contro il contante? La motivazione? E’ tacciato come causa dell’elevatezza dell’evasione fiscale, della corruzione, del lavoro nero, del caporalato. Chiaramente no, perché i veri evasori, i veri corruttori, i gestori del lavoro nero e del caporalato non si reggono e non possono reggersi sul contante; i margini di operatività sarebbero alquanto ristretti e non potrebbero prosperare. E’ vero esattamente l’opposto: l’esame dei dati elettronici consentirebbe oggi di scovare proprio nei pagamenti elettronici coloro che li utilizzano in maniera anomala. Se, però, aumentiamo il numero delle transazioni elettroniche l’individuazione diventerà sempre più difficile, quindi la scelta di ridurre/abolire il contante va esattamente nella direzione opposta, ossia di facilitare le attività illecite. E poi più aumenta l’attività finanziaria elettronica, più aumentano le truffe a carico delle persone meno preparate in questo campo. Il fatto nuovo è che le banche già hanno comunicato ai titolari di partita iva che devono usare i POS un aumento delle percentuali delle commissioni applicate, pertanto senza alcun aumento di imposte; gli introiti fiscali supereranno abbondantemente quei 23 miliardi che il governo giallo-rosso diceva di farci risparmiare.
    L'eliminazione del contante costituisce un attentato alla nostra libertà col fine ultimo di far sparire i nostri risparmi. Non impedisce la grande evasione e penalizza principalmente le persone modeste che non hanno pratica con gli strumenti elettronici.
    ______________________________

    26/6 - CONDANNA DEL GENDER: Il Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione ha emesso un nuovo Direttorio per la catechesi. Il documento contiene una forte condanna della cultura gender, in particolar modo nella misura in cui essa mira a cancellare il dato della identità sessuata maschile e femminile, rimpiazzandolo con quella che viene definita come una "costruzione sociale che si decide autonomamente svincolata totalmente dal sesso biologico".
    Il documento ha fatto riferimento all'aspetto scientifico. Il sesso è determinato dalla genetica e non può essere cambiato se non si cambiano i cromosomi del sesso. Qualunque intervento chirurgico o di terapia ormonale o decisione culturale non può cambiare il genere. Noi nei rapporti sociali possiamo basarci solo su delle certezze e queste si trovano nella genetica.

    26/6 - MONDRAGONE: E' dovuto intervenire l'esercito per riportare la calma a Mondragone in provincia di Caserta, centro del più grande focolaio di infezione del Sud. Decine di immigrati bulgari infetti che hanno cercato di sfondare la "zona rossa" obbligano il sindaco a chiedere l'intervento della polizia e dell'esercito.
    Quasi tutta l'immigrazione avviene in violazione delle norme, se poi, chi arriva non ha modo di integrarsi continua a fare cose irregolari e a volte anche commettendo reati. Quindi, non meraviglia che alcuni abbiano tentato di fuggire dalla zona rossa.
    _______________________________
    IL GOVERNO GIALLOROSSO
    APPREZZARE IO NON POSSO
    Il primo ministro
    con fare sinistro
    la sua coerenza
    è tutta apparenza.
    Lascia la destra perdente
    se la sinistra è vincente,
    Il povero Gualtieri,
    ministro senza averi,
    promette la pietanza
    ma manca la sostanza.
    La ministra Azzolina
    impara la lezioncina,
    da dire al ministero
    come se fosse vero
    che aprono le scuole
    solo se Dio vuole.
    Alla salute, Speranza,
    mentre il virus avanza
    si può solo guarire
    se quello va morire.
    Alle infrastrutture
    favella De Micheli
    promette forniture
    se cadono dai cieli
    Sostituisce poi Salvini,
    la ministra Lamorgese
    non difende i confini
    sicurezza senza pretese.
    Agli Esteri, Gigi Di Maio
    vuol superare ogni guaio
    soltanto con le parole
    là dove la crisi duole.
    Non siamo convincenti,
    dove l’armi son vincenti.
    E questa pandemia,
    la ricchezza porta via.
    Se qualcuno è aiutato
    il debito è aumentato.
    Solo il mes ci può salvare
    dice Zinga or s’ha da fare.
    Non pare una freddura
    c’è puzza di fregatura.
    Dicono no i Cinque Stelle
    al richiamo di Bruxelle.
    Ma l’astuto Giuseppe Conte
    prende tempo, fa il colpetto
    adotta il Mes di sua sponte
    si allunga la vita a dispetto.
    Così le arpie dell’Unione
    ci daranno una lezione.
    Tanti balzelli da pagare,
    se in Europa vogliamo stare.
    ________________________________

    26/6 - IL SENSO SPIRITUALE DELLA PANDEMIA: Un documento della Commissione episcopale per la dottrina, l’annuncio e la catechesi mette in relazione gli avvenimenti degli ultimi mesi con il Mistero pasquale. Monsignor Bulgarelli: “Il testo non confeziona risposte, ma si mette in ascolto. Tutti noi abbiamo bisogno di sentirci di più comunità”. Si può dare una spiegazione soprannaturale al dolore, allo sconforto e allo smarrimento dell’anima provocato dalla pandemia? Ci prova la Conferenza episcopale italiana con un documento dedicato in particolar modo a quanti sono impegnati sul fronte dell’evangelizzazione. La riflessione inizia con le domande sul senso profondo della vita, della morte e della sofferenza di chi sta vivendo sulla propria pelle la drammaticità della situazione. “La prospettiva interessante del testo è quella di non voler confezionare delle risposte, ma innescare un ascolto attento ai bisogni degli uomini e delle donne dei nostri giorni” dice monsignor Valentino Bulgarelli, direttore dell’Ufficio catechistico nazionale della Cei. I vescovi lo hanno definito il dramma del Venerdì Santo. Che raccoglie tutta la drammaticità di quello che abbiamo vissuto”. Dopo la tragedia, la resurrezione. Poi c’è l’attesa del Sabato Santo, giorno di apparente silenzio, che prelude alla risurrezione. Scrivono i vescovi nel documento: ”Una lettura pasquale dell’esperienza della pandemia non può prospettare il semplice ritorno alla situazione di prima. La croce e il sepolcro possono diventare cattedre, che insegnano a tutti a cambiare, a convertirsi, a prestare orecchio e cuore ai drammi causati dall’ingiustizia e dalla violenza, a trovare il coraggio di porre gesti divini nelle relazioni umane: pace, equità, mitezza, carità”. Poi conclude: “Questo tempo ha svelato anche un segno di speranza: ci ha fatto capire che tutti noi abbiamo bisogno di essere più comunità. Stiamo davvero sulla buona strada”.
    Il messaggio dei vescovi contiene belle parole, tutte condivisibili se indirizzate al popolo che cerca migiorare il suo vivere cristiano; purtroppo, viviamo in un periodo dove l'uomo fa a meno di Dio, anzi, va contro la legge di Dio. Questa società ha legalizzato in nome dei diritti; l'omicidio, il suicidio, l'aborto eporta all'esaltazione ogni genere di perversione. Certi eventi come le epidemie se non sono dei castighi sono quanto meno degli avvertimenti per riportarci sulla retta via.
    _________________________________
    27/6 - OMS, PARLA TROPPO: Prima, durante e dopo la pandemia targata Covid 19, l'Organizzazione mondiale della Sanità attraverso i suoi portavoce è intervenuta iù volte anche contraddicendosi e creando confusione. L'ultima sparata è di Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell'Oms, agita lo spettro dell'influenza spagnola che colpì nel periodo 1916-1918 facendo 50 milioni di vittime.
    Si vede che all'Oms, quando i dirigenti dicono delle stupidaggini non vengono licenziati.

    27/6 - FONDI UE: Il governatore della Bce, Christine Lagarde, prevede che nel prossimo vertice europeo di luglio non vi sarà alcuna decisione a proposito dei fondi Ue, smentendo così le aspettative del nostro primo ministro Giuseppe Conte.
    Nell'Ue abbiamo la sensazione che tutti gli Stati per accettare l'Italia nel loro consesso pretendono che passiamo attraverso la Troika.
    _________________________________

    27/6 - HOLLIWOOD BLASFEMO: Hollywood sta per pubblicare l'ennesimo film che avvilisce la figura di Gesù Cristo. Questa volta a rappresentare Gesù sarà un’attrice. Infatti, nel film “Habit”, Cristo è una donna dai discutibili comportamenti, rappresentato come una lesbica che si abbandona a gesti lussuriosi con un'altra donna. Secondo le prime notizie, il film “Habit” avrà come protagonista Bella Thorne, una ragazza di strada con una fede ambigua nei confronti di Gesù, che si traveste da suora per sfuggire da una situazione che la vede coinvolta in un violento traffico di droga. Il film mette in evidenza controverse apparizioni di "Gesù Cristo", interpretato da Paris Jackson, la figlia del defunto Michael Jackson. Un nome, il suo, che potrebbe dare molta visibilità a questo film. Naturalmente, la scelta controversa di ritrarre Cristo come una donna lesbica è solo una delle tante scelte “alternative” introdotte in questo film, la cui morale ha il solo e semplice fine di umiliare la fede di milioni di cristiani.
    Hollywood sembra che stia dichiarando apertamente guerra alla cristianità. Poco alla volta il mondo si dividerà tra coloro che stanno dalla parte di Cristo e quelli che stanno dalla parte di Satana. Per questo è inutile farsi illusioni, con questo mondo non si può venire a patti, esiste solo lo scontro.
    _____________________________________

    28/6 - CORTE USA APRE A PENA DI MORTE E ABORTO:Con una decisione la Corte Suprema degli Stati Uniti ha dato la possibilità di ripristinare la pena di morte a livello federale. Le esecuzioni capitali potrebbero riprendere negli Stati Uniti a livello federale, mentre ancora vengono applicate in alcuni singoli Stati. Erano state interrotte nel 2003 sotto la presidenza di George W. Bush. La Corte Suprema Usa si è pronunciata anche sull’interruzione di gravidanza, bocciando la legge sull'aborto varata dalla Louisiana, una normativa del 2014 estremamente severa sul ricorso a questa pratica. La decisone dell'Alta Corte mette a rischio tutte le altre leggi che limitano il ricorso all’aborto varate negli ultimi anni in altri Stati Usa.
    Da quando i tribunali un po' in tutti i Paesi si sono messi ad interpretare le leggi in maniera evolutiva hanno finito per vedere nella costituzione quello che non c'è e si sono trasformati in legislatori. E' successo in Italia come adesso negli Stati Uniti.
    _______________________________
    28/6 - LA CHIESA IN POLONIA: Un piccolo gruppo di sedicenti cattolici polacchi compra uno spazio pubblicitario su Repubblica per un “appello” a Papa Francesco. Vi si chiede di “riparare” la Chiesa polacca accusando la gerarchia di nascondere gli abusi su minori. Un attacco pretestuoso poiché il fenomeno, per quanto doloroso, è marginale in Polonia: su mille condannati per pedofilia, 997 sono laici e 3 sacerdoti. Eppure, i media trattano la questione come se riguardasse principalmente il clero e non dicono che la maggior parte degli abusi è commessa su giovani maschi da sacerdoti con tendenze omosessuali. L’appello su Repubblica è solo l’ultimo di una lunga serie di atti, tra film e fondazioni, per denigrare la Chiesa.
    Gesù dice: "Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi". Quindi, nessuna meraviglia.

    28/6 - ABORTO IN ARGENTINA: La Chiesa argentina torna a far sentire la sua voce contro l'aborto. Lo fa, prendendosela con il "Protocollo per l’assistenza completa delle persone aventi diritto all’interruzione legale di gravidanza" varato nel 2019 dal nuovo governo peronista che, agendo in questo modo, ha evitato il voto in Parlamento per introdurre de facto la legalizzazione bocciata solamente due anni fa dal Senato. Per monsignor Alberto Bochatey, presidente della Commissione episcopale argentina per la Pastorale della salute, "non è (...) il momento di dichiarare l'aborto come un qualcosa di essenziale, approfittando del dramma della pandemia per guadagnare terreno e imporre ciò che i cittadini hanno respinto, attraverso i loro legislatori".
    Per i progressisti, qualunque sotterfugio va bene per legalizzare l'aborto.
    _____________________________________

    ANNOTAZIONE
    IL GAYPRIDE DEL V SECOLO
    Vi erano uomini effemminati che si consacravano alla Grande Madre , calpestando ogni ritegno maschile e femminile; fino all’altro ieri essi, con i capelli impomatati e il viso truccato, hanno attraversato la piazze ed i quartieri di Cartagine con andatura languida ed effeminata, esigendo dalla gente un sostegno per la loro ignobile vita. Qui è venta meno l’interpretazione, la ragione si è sentita umiliata, ogni parola è ammutolita. La Grande Madre ha superato tutti i suoi figli per la grandezza non della dignità divina ma della criminalità.
    Sant’Agostino – La Città di Dio – Libro VII – I corrotti seguaci di Cibele)
    L'Impero romano del tempo di Sant'Agostino era in piena decadenza: crisi economica, calo demografico, invasioni barbariche, governi precari, crisi morale dovunta al paganesimo non ancora superato. Le stesse problematiche sono presenti nell'Italia attuale: crisi economica, calo demografico, invasioni di migranti, governi succubi di istituzioni straniere, crisi morale dovuta al laicismo. Da mondi decadenti si hanno esibizioni pubbliche corrispondenti.
    _______________________________
    ULTIMA ORA: Elezioni in Polonia: Per l'elezione alla presidenza della Polonia esce vincitore il conservatore Duda anche se costretto al ballottaggio.
    _____________________________________

    IL LIBRO DELLA SETTIMANA

    BANCHE: Possiamo
    ancora fidarci?

    di Federico Rampini
    Ed.Mondadori - € 15

    Il 2015 verrà ricordato per uno shock a cui gli italiani non erano abituati né preparati. Sono fallite delle banche. Piccole, ma non trascurabili. La protezione del risparmio è stata messa in dubbio. Un brivido di paura si è diffuso perfino tra i clienti di altre banche più grosse e più solide, perché nel frattempo entravano in vigore nuove regole, imposte dall'Europa, che comportano maggiori rischi per i risparmiatori. Sono così venute alla luce storie tragiche: cittadini ingannati, titoli insicuri venduti agli sportelli bancari, obbligazioni travolte nei crac. In parallelo, brividi di paura sulla tenuta delle banche si sono manifestati anche in altre parti del mondo: in Cina e persino nell'insospettabile Germania. E a preoccuparci non ci sono solo le banche private, quelle dove abbiamo i conti correnti e i libretti di risparmio. Anche quelle che stanno molto al di sopra, le istituzioni che dovrebbero governare la moneta e l'economia, non offrono certezze. In America, nell'Eurozona o in Giappone, la debolezza dell'economia ha rivelato errori e limiti delle banche centrali. In un'epoca come questa, in cui i redditi da lavoro diventano incerti o precari, il risparmio è ancora più importante che in passato. Ma possiamo fidarci di chi ce lo gestisce? Quali precauzioni dobbiamo prendere per evitare di essere defraudati, impoveriti? Nel 2013 Federico Rampini scriveva: «I grandi banditi del nostro tempo sono i banchieri. La crisi iniziata nel 2007 nel settore della finanza americana, poi dilagata ad ampiezza sistemica nel 2008 fino a contagiare l'economia reale di tutto l'Occidente, ebbe la sua causa scatenante in comportamenti perversi dei banchieri». Da allora, siamo sicuri che il mondo sia cambiato? Abbiamo appreso le lezioni di quella crisi, per evitare una ricaduta? O, al contrario, le cause profonde non sono state veramente aggredite né tantomeno sanate? Rampini torna ad accendere i riflettori sui mali e le malefatte della finanza e sui comportamenti non sempre virtuosi dei banchieri. E questo suo libro vuole servire da guida. Per capire quel che sta succedendo nel sistema del credito. Per essere meno sprovveduti e fragili di fronte agli shock finanziari. Per imparare qualche regola di sopravvivenza, di autodifesa di fronte a quelli che da tutori possono trasformarsi improvvisamente in predatori del nostro risparmio.
    _______________________________
    LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA
    MANIFESTAZIONE DI AUTONOMIA PRIMA DI OBBEDIRE





















    Vignetta di Giannelli - Corriere della Sera 28/6/20

    _________________________________________
    _______________________________