Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
- 15/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________
- 19/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________
- 25/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________
- 26/11/17
(Politica - Economia - Costume)
__________________________________________
- 30/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________________
- 1/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 2/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 3/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________
- 15/12/17
(Devozioni e Preghiere)
_______________________________
- 16/12/17
(Devozioni e Preghiere)
___________________________________
- 19/12/17
(Progetto Europa)
___________________________________
- 27/12/17
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 6/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 11/1/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 6/1/18
(una voce)
___________________________________
- 15/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 1/2/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 2/2/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 10/2/18
(Politica - Economia - Costume)
  • USA E RUSSIA: IL RIARMO NUCLEARE
    L'Europa agli europei
  • ___________________________________
    - 15/2/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/1/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 10/3/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 5/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________
    - 15/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/7/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 17/3/2018
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________
    - 6/1/18
    (una voce)
    ___________________________________

    - 21/12/2014
    (Cultura)

    ___________________________________

    - 23/6/2015
    (Vita)
    _________________________________________

    10 Novembre 2019            Informazioni            N° 45
    _________________________________________
          Foglio di comunicazione interna
    www.cattolicigenovesi.org
    _________________________________________
    «Maometto è credibile solo quando si appoggia sulla Bibbia e sul sentimento innato della fede in Dio. Per tutto il resto, il Corano è un sistema ardito di dominazione e di penetrazione politica»

    Napoleone Bonaparte

    _________________________________________
    SANTI E BEATI

    S. CARLO Borromeo Vescovo – Festa 4 novembre
    Nato nel 1538 nella Rocca dei Borromeo, sul Lago Maggiore, era il secondo figlio del Conte Giberto e quindi, secondo l'uso delle famiglie nobiliari, fu tonsurato a 12 anni. Studente brillante a Pavia, venne poi chiamato a Roma, dove venne creato cardinale a 22 anni. Fondò a Roma un'Accademia secondo l'uso del tempo, detta delle «Notti Vaticane». Inviato al Concilio di Trento, nel 1563 fu consacrato vescovo e inviato sulla Cattedra di sant'Ambrogio di Milano, una diocesi vastissima che si estendeva su terre lombarde, venete, genovesi e svizzere. Fondò seminari, edificò ospedali e ospizi. Utilizzò le ricchezze di famiglia in favore dei poveri. Impose ordine all'interno delle strutture ecclesiastiche, difendendole dalle ingerenze dei potenti locali. Durante la peste del 1576 assistette personalmente i malati. Appoggiò la nascita di istituti e fondazioni e si dedicò con tutte le forze al ministero episcopale guidato dal suo motto: «Humilitas». Morì a 46 anni, consumato dalla malattia il 3 novembre 1584.
    _________________________________________
    EDITORIALE
    QUALE STRADA PRENDERE?

    “Ogni giorno ha la sua pena” dice un vecchio adagio. Fino a ieri si dibatteva sulle difficoltà della manovra finanziaria e non è ancora risolta, da tre giorni ritorna prepotente il problema dell’Ilva con il rischio del ridimensionamento dell’azienda o della chiusura. Poi, ogni tanto rispunta il problema Alitalia che continua a perdere milioni tutti i mesi e non si intravedono soluzioni. Quando non vi sono problemi più grossi vi sono sui tavoli della trattativa le crisi di più di 170 aziende medie e piccole che si devono affrontare. Il discorso è semplice seguendo le ricette imposte dall’Ue fra le cose che dobbiamo fare e quelle che non possiamo fare, dalla crisi non usciremo nel prossimo decennio. Con questa impostazione fra dieci anni l’Italia non avrà più industrie. La ricchezza accumulata dai padri e nonni finirà per essere consumata per mantenere un livello di vita sopportabile e quello che rimane sarà mangiato dal fisco. Governare bene un Paese è fare in modo che tutti abbiano un reddito dovuto da attività lavorativa. L’assistenzialismo è necessario per coloro che non sono in grado di svolgere attività; quindi deve essere una opzione marginale in tempi normali. Altra considerazione situazioni economiche diverse dei vari Stati non possono essere risolte con una formula economica unica uguale per tutti. Altrimenti, qualcuno può esserne avvantaggiato mentre altri possono essere di conseguenza penalizzati. Per esempio l’adozione dell’euro ha avvantaggiato la Germania mentre ha creato dei problemi a Paesi come l’Italia. La moneta unica doveva essere adottata dopo un processo di riequilibrio economico tra tutti i Paesi europei. Tutti gli anni abbiamo lo stesso problema, bisogna aumentare le tasse per ritrovarci un anno dopo nelle stesse situazioni dell’anno precedente con condizioni leggermente peggiorate. Quindi i sacrifici che vengono fatti non cambiano la nostra storia. Per quanto riguarda l’Italia occorre decidere quale strada prendere. Seguire le disposizioni dell’Ue e finire nel baratro oppure elaborare un programma che preveda il risanamento economico senza che sia necessario caricare di tasse gli italiani. Riducendo l’indebitamento del nostro debito sui mercati con un finanziamento da parte della Bce a tasso agevolato. Ridurre un po’ la spesa pubblica tagliando spese inutili. Infine, un piano industriale per salvare le aziende che possono essere risanate. Se un piano del genere potrà essere accettato dall’Ue potremo continuare a far parte di questa unione. Diversamente ci attende il fallimento. Per quanto riguarda problemi tipo Ilva o Alitalia, il Parlamento deve decidere quale deve essere l’obiettivo possibile da realizzare. Arrivare a fare un contratto chiaro con chi può essere interessato e poi tutta la gestione dell’operazione deve essere affidata ad una sola persona o al massimo tre senza che vi siano interferenze di partiti, sindacati o giudici con iniziative contraddittorie.

    Rino Tartaglino

    _______________________________

    ILLUSTRAZIONE: Le ciminiere dell'Ilva continueranno ad emettere fumi o sarà l'Ilva ad andare in fumo?
    _______________________________

    DOCUMENTO FINALE DEL SINODO

    Il Documento Finale (DF) del Sinodo pan-amazzonico ricalca peggiorandolo l’Instrumentum Laboris, documento preparatorio del Sinodo. Il volto amazzonico è un eufemismo per l’applicazione di un’agenda ecologica globale, che altera il vero significato dell’evangelizzazione. Basta leggere il libro di Boff: “E la Chiesa è diventata un popolo”; tutto ciò che è contenuto nel DF del Sinodo lo si ritrova lì. Il tema che più appare nel testo è l’urgenza della CONVERSIONE culturale ed ecologica. La parola Conversione è usata affinché i cattolici assimilino senza protestare l’agenda dell’ambientalismo globale concepito dall’ONU, come se fossero princípi della dottrina sociale della Chiesa. Vale la pena ricordare gli obiettivi del Rapporto Kissinger (1974): alterare i modelli culturali e le credenze religiose. Alterato il significato di Conversione vi troviamo anche il PECCATO ECOLOGICO, introdotto per lo stesso scopo. Il DF è contrassegnato dal “NUOVO PARADIGMA” dell’ecologia integrale: difendere la vita, difendere la terra, difendere la cultura dei popoli indigeni, ecc. Valorizzare come modello la cultura ed il modo di vivere dei popoli dell’Amazzonia vuol dire lasciare questi popoli nella povertà e nell’indigenza. Tutto all’unisono per difendere l’agenda ecologica dell’ONU; e chi non è in sintonia con tale agenda commetterà un “peccato ecologico”. Per Vaclav Klaus, in verità l’economia verde è insostenibile e mira ad evitare che i poveri escano dalla povertà. Il DF difende il diritto dei popoli indigeni alle loro pratiche religiose ancestrali (pratiche pagane), e la Chiesa dovrebbe imparare da loro. Esige anche che non si faccia proselitismo. In questo senso, il DF crea diversi ostacoli all’evangelizzazione, facilitando così la diffusione del paganesimo. Il testo dei vescovi sinodali è chiaro: niente proselitismo. La catechesi deve mettersi all’ascolto delle pratiche delle popolazioni indigene. Non ci deve essere colonizzazione ideologica, arbitrarietà, imposizioni, nessuna lettura anacronistica della realtà. Come è possibile evangelizzare in seno ad una cultura poligama e ad una cultura che accetta infanticidio, incesto, ecc.? Il DF ribadisce quello che già aveva causato stupore nell’“Instrumentum Laboris”: che nelle culture pagane ci sarebbero i “semi del Verbo”. Annunciare la Buona Novella di Gesù significa riconoscere i semi della Parola presenti nelle culture” (DF, 55). In questo senso, secondo il DF, l’evangelizzazione è quella che accetta e promuove la cultura indigena, la cultura pagana. E il DF va ancora oltre: “Dobbiamo dare una risposta veramente cattolica alla richiesta delle comunità amazzoniche di ADATTARE LA LITURGIA, valorizzando la visione del mondo, le tradizioni, i simboli e i riti originali che includono dimensioni trascendenti, comunitarie ed ecologiche” (DF, 116). Sarà inoltre elaborato “un rito amazzonico che esprima il patrimonio liturgico, teologico, disciplinare e spirituale dell’Amazzonia” (DF, 119). Da tempo il clero stesso sta lavorando alacremente per svuotare la Chiesa della sua identità cattolica, in nome di un’inculturazione che indebolisce ogni giorno il vigore della fede cattolica nella sua ricchezza civilizzatrice. Il progetto che essi presentano nel DF si discosta dal realismo cristiano. Ovunque esso fa eco a Rousseau, Leonardo Boff e Frate Betto. Questo è ciò che voleva Frate Betto: “Faremo un papa latinoamericano e imporremo la rivoluzione dall’alto verso il basso”. La richiesta di avere sacerdoti sposati è stata approvata la fine graduale del celibato; è stata presentata la richiesta di avanzare negli studi per il diaconato femminile, ecc. Al punto 111 è detto che alcuni chiedevano la graduale fine del celibato non solo in Amazzonia, e che “alcuni sostenevano un approccio universale al problema”. Oltre al consumo della carne, vogliono limitare anche quello del pesce. E molto altro ancora. Il DF strumentalizza la Chiesa per dare sostegno politico alle popolazioni indigene nei loro diritti di autodeterminazione, promuovendo la balcanizzazione della regione, ostacolando l’azione dello Stato brasiliano nell’investire per promuovere uno sviluppo responsabile nella regione. Si appoggia pienamente la risoluzione 169 dell’OIL (Organizzazione Internazionale del Lavoro) che garantisce le vaste riserve indigene, creando territori autonomi e sottosviluppati. Quando inizieranno a mettere in atto il progetto presentato dal DF, la confusione che si creerà in Amazzonia sarà enorme. Si inasprirà la tensione sociale, perfino col rischio di una guerra. Nel DF predomina lo spirito di insurrezione, di ribellione contro l’identità cattolica, e perfino contro l’istituzione del Papato, per difendere il decentramento, per orizzontalizzare tutto, in una Chiesa circolare, in una Chiesa a mosaico, che dialoga e interagisce con il paganesimo. La strategia dei Teologia della Liberazione nel costituire un “laboratorio” della loro Chiesa in Amazzonia può mettere a rischio la credibilità della Chiesa nel mondo intero. Si tratta di un’avventura dalle conseguenze imprevedibili, con contraddizioni e incoerenze inaccettabili
    (da un articolo: Il volto amazzonico del Documento Finale del Sinodo Un volto boffiano. di Hermes Rodrigues Nery)
    OSSERVAZIONI
    Il DF contiene un’agenda ecologica globale, che altera il vero significato dell’evangelizzazione. Si fa riferimento all’urgenza della CONVERSIONE culturale ed ecologica. La parola Conversione è usata affinché i cattolici assimilino senza protestare l’agenda dell’ambientalismo globale concepito dall’ONU – istituzione burocratica al servizio della massoneria - , come se fossero princípi della dottrina sociale della Chiesa.
    A tale scopo introdotto il PECCATO ECOLOGICO. I peccati sono trasgressioni verso Dio in questo caso si rischia di divinizzare la natura. Dal punto di vista organizzativo sociale si rifà alla Teologia della Liberazione di ispirazione marxista di cui Leonardo Boff è uno dei maggiori esponenti. Di conseguenza il pauperismo a livello sociale come impostazione di governo.
    Rispolverando la tesi del buon selvaggio il DF riscopre che nelle culture pagane ci sarebbero i “semi del Verbo”. Annunciare la Buona Novella di Gesù significa riconoscere i semi della parola presenti nelle culture” (DF, 55). Di conseguenza si deve ADATTARE LA LITURGIA, valorizzando la visione del mondo, le tradizioni, i simboli e i riti originali che includono dimensioni trascendenti, comunitarie ed ecologiche” (DF, 116). Un saggio di questi rituali pagani si sono verificati a Roma con interventi di sciamani con invocazioni alla divinità pagana Pachamama.
    Infine, la richiesta di avere sacerdoti sposati è stata approvata la fine graduale del celibato; è stata presentata la richiesta di avanzare negli studi per il diaconato femminile. Anche su queste aperture il giudizio non può essere che negativo.
    ____________________________
    ILLUSTRAZIONE: Presentazione a Roma dell'idolo pagano della Pachamama
    ________________________________

    4/11 - MONS. MOGAVERO: Il vescovo di Mazara del Vallo, mons. Domenico Mogavero, noto per le sue posizioni progressiste come per pareggiare il conto, viene intervistato dallo stesso giornale che ha intervistato il cardinale Ruini. Alla domanda: "Cosa pensa del dialogo con Salvini come auspicato dal cardinale Ruini"? Risposta: "Non penso sia facile dialogare con lui". "Lo incontrerebbe?". Risposta: "Lo incontrerei volentieri. Ma con lui si può al massimo parlare. Non credo lasci margini di confronto. O sei con lui o contro". "Con lui non c'è anche il popolo cattolico"? Risposta: "Non penso che il popolo di Salvini sia il popolo cattolico. Anche se è fatto di cattolici. Si professa tale, ma non lo è. Sia per il rapporto tra i migranti, sia nel dialogo con le altre religioni. Non basta brandire rosari e croci per definirsi cattolici". Alla domanda: "Salvini esibisce rosari perché, come dice Ruini in una maniera sia pure poco felice, è un modo per affermare un ruolo della fede nello spazio pubblico "? Risposta: "Credo che la sua sia piuttosto una scelta strategica fatta a tavolino per portare avanti la sua ideologia che non è in linea col Vangelo". Salvini dice di portarlo in tasca. Non ci crede? Risposta: "Vorrei sapere quale Vangelo usa. Dove trova scritto 'rimandiamoli a casa loro', 'aiutiamoli là', 'prima gli italiani'. Io non trovo queste cose. Trovo sempre la difesa degli ultimi".
    Salvini non è un cavaliere senza macchia e senza paura però è l'unico che può difendere i valori cristiani cosa che gli altri partiti non si sognano neanche di dirlo. Quanto ai migranti in nessun Vangelo è scritto che si debba accettare le invasioni indotte dalla setta mondialista o dai fondamentalisti islamici il cui scopo è quello di cancellare la civiltà cristiana. All'epoca di Gesù le invasioni barbariche non erano per niente gradite e nessuno ha mai detto di accogliere Attila, Alarico o Genserico in nome del Vangelo. Anzi sappiamo come S. Leone Magno cercò di fermare Attila. Pochi migranti vanno bene. Il piano d'invasione elaborato dalla massoneria no!
    ________________________________
    4/11 - DAVANTI ALL'EVIDENZA: Sei anni fa 11 dipendenti furono accusati di furto di gasolio in un deposito dell'azienda trasporti di Milano. Ad inchiodarli sono state le telecamere di sorveglianza. Ora la sentenza esclude che i filmati siano una prova.
    E' una giustizia così garantista che non si arrende neanche di fronte all'evidenza

    4/11 - GRAZIE RUINI: Matteo Salvini incassa di buon grado l'apertura al dialogo del cardinale Camillo Ruini che nell'intervista apparsa sul Corriere della Sera aveva detto di "non condividere l'immagine tutta negativa che si ha di Salvini" e pertanto invita ad aprire un dialogo anche con la Lega. Salvini commenta su Twitter: "E' la voce di quella parte della Chiesa che chiede il dialogo persino con la Lega e con Salvini perché dal punto di vista dei valori noi non molleremo mai" Il capo della Lega aggiunge: "Ringrazio il cardinal Ruini, che spero di poter incontrare. L'Italia o è cristiana o non è".
    Salvini ringrazia per l'apertura del cardinale Ruini e cosa più importante è che si impegna alla difesa dei valori cattolici. Gli altri o tacciono o si limitano a difendere i valori della laicità dello Stato che non sono cristiani.
    ________________________________

    5/11 - IL VANGELO COMUNISTA?: Il vescovo di Mazara del Vallo, mons. Mogavero oltre ad accusare i leghisti di non essere cattolici, si avventura a fare una dichiarazione azzardata: "Il Papa non fa politica, predica il Vangelo. E se fa questa scelta assoluta per i poveri non dice nulla di nuovo. E' stata in qualche modo l'ideologia comunista a copiare".
    Aiutare i poveri è evangelico. Moltiplicare i poveri non lo è affatto. Dire che i leghisti non sono cattolici, occorre avere più elementi per parlare di gente che non conosciamo. I progressisti del mondo cattolico compresa buona parte della gerarchia e quelli dell'ex partito comunista sono ubbidienti a questa Ue che fa la politica dettata dai poteri forti del mondialismo massonico il cui obiettivo finale è una società non diversa dal mondo comunista dove una ristretta cerchia possiede tutto e la maggioranza della popolazione non possiede niente. Per realizzare questi cambiamenti bisogna che si passi attraverso delle crisi pilotate che convincano i popoli che l'unico mondo possibile è il regno dell'anticristo. Chi opera per questi fini non consulta certo il Vangelo per prendere le decisioni.
    ________________________________
    5/11 - IL NUMERO DEI PARTITI: Oltre al cambio di casacca di tanti parlamentari abbiamo un proliferare di partiti nuovi e questo periodo sembra il migliore. Sappiamo di Toti che ha fondato un partito, poi è arrivato Renzi con Italia Viva, adesso sappiamo di Berlusconi che ha regitrato il marchio Altra Italia. La Mara Carfagna è ancora indecisa ma vorrebbe fondare un suo partito con altri transfughi berlusconiani.
    Un giornalista inglese ha notato che nei Paesi europei i partiti conservano il nome ma cambiano i dirigenti a differenza dell'Italia dove i partiti cambiano il nome mentre le persone sono sempre le stesse. In Italia i politici vogliono sembrare nuovi ma non ci riescono.

    5/11 - IL 4 NOVEMBRE: Ieri era, una volta un giorno festivo e si chiamava Anniversario della Vittoria, in ricordo della fine della I Guerra Mondiale dove per il dovere morirono 400 mila italiani. Si registra che vi sono professori che non hanno voluto militari a scuola, cortei pacifisti, un prete che ha vietato la preghiera dell'alpino in chiesa. Di solito la sinistra non vuole festeggiare il 4 novembre che per non offendere nessuno è stata ribattezzata Festa delle Forze Armate. In compenso la sinistra festeggia il 25 aprile.
    Il 4 novembre è l'occasione di festeggiare la vittoria ottenuta col sacrificio di tanti che sono morti e che noi dobbiamo ricordare e doverosamente commemorare. Il 25 aprile sarà pure una Liberazione ma a guerra finita l'Italia è uscita sconfitta come hanno certificato i vincitori, e siamo diventati un Paese a sovranità limitata. Per il giudizio storico sull'Italia, al di là del rispetto che va a tutti coloro che agirono lealmente per il bene del Paese e pertanto meritano il nostro ossequio, se potessi cancellare un periodo storico vorrei che fosse quello che va dal '41 al '46.
    ____________________________
    6/11 - IDEOLOGO DEL GENDER: Christopher Dummitt l'ideologo del gender si confessa e fa autocritica. Il giovane docente dell'università dell'Ontario (Canada) descrive come venti anni fa iniziò la vera battaglia ideologica sul sesso e il genere. Partendo da una sola verità che le identità sessuali ed etniche sono solo costruzioni basate su rapporti di potere. Dice Dummitt: "Molte ricerche non provavano niente. Partivo dal principio che fossero artificiali, e ricamavo la mia argomentazione su tale base. Le mie tesi ebbero subito una rilevanza che superarono i confini nazionali". Coì studiosi hanno moltiplicato i sessi e la possibilità di modificare il sesso a piacimento. Rispetto ai suoi scritti d'epoca Dummitt è pentito e dichiara: "C'è un piccolo problema: avevo torto. Mi sono inventato tutto dalla A alla Z. Le mie risposte non le ho trovate nelle mie ricerche primarie ma nelle mie convinzioni ideologiche. I sessi sono solo due e non sono delle costruzioni sociali".
    Meno male che qualcuno si ravvede e scopre che la realtà è quella di sempre e non una costruzione inventata.

    6/11 - LO SCUDO PENALE: Per la vertenza Ilva, gli acquirenti indiani Arcelor Mittal pretendono che ci sia lo scudo penale per il periodo nel quale si fanno gli adattamenti per la difesa dell'ambiente nello stabilimento di Taranto. La storia di questo scudo penale è stato messo, poi tolto e poi ancora rimesso ed infine tolto. Adesso per evitare l'alibi da parte del colosso indiano a trovare questa scusa per il suo disimpegno si è disposti a rimettere questa garanzia.
    Il problema dello scudo penale è solo una scusa per poter rinegoziare il contratto, e noi stupidamente gli stiamo dando un alibi, una cosa è certa comportamenti contraddittori non depongono a nostro favore. Gente che si comporta in questo modo non merita fiducia.
    ____________________________

    6/11 - PURGA SENZA PRECEDENTI: Una vera e propria purga, alla Congregazione del Culto Divino, e un siluro al Prefetto della Congregazione, il cardinale Robert Sarah ( foto). Che oltre a essere critico, come molti cardinali africani, delle interpretazioni liberal dell’Amoris Laetitia in tema di eucarestia a divorziati risposati, qualche mese fa si è anche permesso di suggerire che la messa sia rivolta a Oriente: “E’ molto importante che torniamo, appena possibile a un orientamento comune, di preti e fedeli rivolti insieme nella stessa direzione, a oriente, o almeno verso l’abside, verso il Signore che viene”. E ha aggiunto: “Vi chiedo di applicare questa pratica ovunque sia possibile”. Subito dopo le sue dichiarazioni, il card. Sarah era stato corretto dall’arcivescovo Vincent Nichols, delfino e protetto del card. Murphy O’Connor, uno dei consiglieri discreti del governo ombra del Pontefice. Nichols scrive ai preti intimando di celebrare verso il popolo. In pratica, sono stati cancellati tutti i membri esistenti della Congregazione per il Culto divino, cioè i partecipanti all’assemblea dell’ente, e sostituiti con altri. In pratica, sono stati cancellati Malcom Ranjith, Angelo Bagnasco e Marc Ouellet (Prefetto dei vescovi), oltre all’arcivescovo di Milano Angelo Scola e al card. Raymond Leo Burke. Fra i nuovi scelti ci sono il segretario di Stato, Parolin, il Prefetto della Congregazione del Clero, card. Stella, che non pochi in Vaticano considerano come la vera eminenza grigia dietro il Pontefice, e il card. Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio per la cultura. che è stato immortalato mentre partecipa a una danza per la “Pachamama”, a San Marco Sierras, in Argentina.
    il Papa allontana i soggetti che sono critici verso il suo operato e colloca nei settori più importanti i suoi fedelissimi.
    ________________________________

    7/11 - LA GUERRA DEI CLINTON (E DI OBAMA) AI CATTOLICI USA: L’arcivescovo di Filadelfia, Charles J. Chaput, ha scritto sul giornale diocesano della sua città dei danni provocati dalle iniziative di infiltrazione organizzate dal gruppo di potere Obama-Clinton nei confronti della Chiesa cattolica americana, nel tentativo di farle abbandonare, a almeno rallentare, la sua battaglia per la difesa della vita e della libertà religiosa. Chaput incontrò due esponenti di Catholics United, un’organizzazione parareligiosa di appoggio ai democratici e alla cultura di Obama. “Fu un’esperienza interessante – scrive -. Entrambi erano ovviamente agenti della campagna di Obama e del Partito Democratico, creature di una macchina politica, non uomini di Chiesa; meno interessati all’insegnamento cattolico che alla sua influenza. Il piano sanitario di Obama, prevedeva che i dispensari cattolici fornissero non solo anticoncezionali, ma anche pillole abortive.
    Il Demonio opera con profitto nelle linee dei progressisti speriamo che S. Michele dia una mano ai buoni vescovi americani.
    ______________________________
    7/11 - TASSE EDUCATIVE: Si tassano le merendine perchè fanno male così la gente in colpa non li compra più. Si tassa la plastica perché inquina e così la gente presa da furore ecologico non compra più bottiglie ed imballaggi di plastica. La stessa storia viene raccontata per tutte le tasse che si definiscono di scopo.
    Per incassare delle tasse occorre che la gente continui a comprare merendine e prodotti imballati con involucri di plastica perché, in caso contrario lo Stato non incasserebbe nulla. Quindi la tassa viene messa con l'unico scopo di fare soldi, il resto serve solo a far pagare la gente che non protesta perché paga per un nobile scopo.

    7/11 - PER SALVARE IL PIANETA: Un'autorevole rivista scientifica che ha come editore l'università di Oxford propone di ridurre le emissioni nocive di diminuire la popolazione. Gli autori dell'articolo, William Ripple, Christopher Wolf e Thomas Newsome suggeriscono alcune "politiche di comprovata efficacia" per raggiungere lo scopo, riducendo i tassi di fertilità. In pratica, dietro questi giri di parole suggeriscono più contraccezione e più aborti.
    Ricordiamo che l'ambiente è stato creato per l'uomo e non l'uomo per l'ambiente. In questo mondo c'è spazio per tutti basta che il mondo sia guidato da persone per bene. Il cibo è abbondante per tutti e le nostre emissioni non cambiano il clima.
    _____________________________________
    8/11 - NON SAPEVA IL TEDESCO: Un piccolo partito secessionista dell'Alto Adige ha pubblicato un manifesto nel quale si vede un cadavere coperto da un lenzuolo con i soli piedi scoperti e la scritta: "il medico non conosceva il tedesco". Indignazione e preoccupazione per questa manifestazione di ostilità verso gli italiani da parte del partito fondato da Eva Klotz. Altri manifestazioni contro gli italiani hanno preceduto il lancio di questo manifesto. La parlamentare Michaela Biancofiore ha chiesto l'intervento della Procura per far cessare questi episodi.
    Il padre di Eva Klotz ha avuto a che fare con la giustizia per aver fatto atti di sabotaggio ai tralicci di alta tensione, anche Eva ha avuto a che fare con la giustizia italiana. Queste sovversivi vanno sanzionati e le loro organizzazioni messe fuori legge. In Europa i confini tra gli Stati dovrebbero essere definiti per sempre. Guerre per la rettifica dei confini in Europa non hanno senso.

    8/11 - MODIFICA DEL DNA: Uno studio rivoluzionario per la cura dei tumori ad opera di ricercatori della Pennsylvania sta dando risultati positivi contro le neoplasie come il mieloma ed il sarcoma. I ricercatori hanno estratto le cellule T del sistema immunitario e le hanno trattate in modo da renderle più aggressive contro il tumore.
    Questo è un esempio di progresso perché serve a salvare vite umane senza arrecare danni di nessun genere.
    _____________________________________

    8/11 - UNA RIVELAZIONE CLAMOROSA: A Gerusalemme, domenica 5 giugno 1964, vi fu l’abbraccio storico, tra Paolo VI ed il Patriarca di Costantinopoli Atenagora. Anche se naturalmente tutte le divergenze e differenze non erano cancellate, “resta il fatto che il più alto esponente dell’autorità dell’ortodossia, si era riconciliato con il vescovo di Roma”. Su "Les cahiers Villard de Honnecourt", Pubblicazione ufficiale della Grande Loggia Nazionale di Francia, in un articolo di Bertrand Heyraud, intitolato “Uno sguardo diverso sulla spiritualità”, si dà la notizia che Atenagora, non soltanto aveva ricevuto l’iniziazione massonica, ma in più ancora era stato insignito del 33° grado del rito massonico Antico Scozzese e Accettato. Come, d’altronde, il suo predecessore Meletios Metaxakis. Il massone Bertrand Heyraud continua, se questi due personaggi hanno giudicato, al contrario della posizione del cardinale Ratzinger, che la Massoneria era conciliabile con la dottrina della Chiesa, al punto da farne parte e ricevere l’iniziazione non può che dare un esempio di tolleranza, di comprensione e di misericordia così care a papa Francesco”. Dai tempi della lista Pecorelli vi è la dimostrazione che la Chiesa sia stata “infiltrata” dalla Massoneria. Non è mai stato smentito che l’arcivescovo Jorge Mario Bergoglio, quando veniva in Italia, sia stato a trovare Licio Gelli a Villa Wanda. Un fatto certamente non usuale.
    La Chiesa e la Massoneria sono incompatibili. Le notizie che abbiamo riportato vanno accolte con prudenza; ma, con tutte le stranezze che si sono verificate e si verificano ancora, non si possono ignorare.
    _______________________________

    LA COMMEDIA DELL’ARTE
    OGNUNO HA UNA PARTE

    Il politico al risveglio
    cerca di dare il meglio
    ed essere premiato
    perché è più votato.
    Berlusca europeista,
    il voto non conquista,
    va male Forza Italia
    s’inventa Altra Italia
    Salvini vuol lasciare
    il suo stile popolare,
    con l’abito spigato
    è più considerato.
    Se la lega sarà vincente
    del governo è presidente.
    Conte, sempre elegantino
    col suo bel fazzolettino,
    le tasse ha aumentato
    ma a parole l’ha negato.
    Il governo con Di Maio
    è a rischio d’ogni guaio,
    la proposta più infelice
    è la decrescita felice.
    Non acciaio ma le cozze,
    senza l’Ilva vanno a nozze.
    Il Piddì è di Zingaretti
    dai sorrisi suoi perfetti,
    può sembrar un babbeo
    per colpa del Matteo,
    che il governo ha voluto
    ma ogni giorno fa cornuto.
    La Meloni elettrizzata
    da vittoria insperata,
    va sempre all’attacco
    per evitare uno smacco.
    Cinquecento i peoni
    che da veri campioni,
    già cambiano partito
    se l’ultimo è fallito.
    Questa è la commedia
    che raccontano i media.

    ________________________________
    9/11 - ILVA: CHE FARE?: Abbiamo capito finalmente quali sono le intenzioni di Arcelor Mittal. Abbandonare l'Ilva. Secondo qualche ben informato l'azienda indiana aveva fin dall'inizio l'intenzione di far chiudere l'azienda. Il nostro governo non sembra in grado di esprimere una linea di condotta per la soluzione del problema.
    Il settore siderurgico rappresentato dall'Ilva è molto importante; quindi, l'azienda va salvata ad ogni costo.

    9/11 - LA MINACCIA DI ERDOGAN: La Turchia annuncia il rimpatrio dei combattenti dell'Isis e delle loro famiglie detenuti nei campi del nord della Siria. Ankara parla di 1150 terroristi. Panico in Europa per questa minaccia.
    Probabilmente Erdogan vuole altri soldi e usa questa minaccia per ottenerli.
    ________________________________

    9/11 - UN ESEMPIO DI SINCRETISMO: Il sincretismo indica la riunione o la fusione di dottrine tratte da diverse religioni, o anche l’accostamento di culti di origine diversa, come lo praticava per esempio il paganesimo romano, assimilando degli elementi religiosi tratti dai paesi conquistati. Dal punto di vista cattolico, il sincretismo indica l’introduzione di elementi estranei nella dottrina o nel culto della Chiesa. Gli Apostoli e i missionari hanno spesso dovuto combattere questa tendenza perniciosa presso i popoli convertiti di recente, e questo fin dall’inizio della storia della Chiesa. Della Conferenza Episcopale Italiana fa parte «Missio», un «organismo pastorale costituito … al fine di sostenere e promuovere, anche in collaborazione con altri enti e organismi, la dimensione missionaria della comunità ecclesiale italiana». Questo organismo ha pubblicato nell’aprile 2019 un opuscolo per aiutare i fedeli a preparare il Sinodo sull’Amazzonia; esso contiene numerose informazioni sull’Amazzonia, A pagina 17 di questo opuscolo si trova la seguente preghiera: «Pachamama di questi luoghi, bevi e mangia a volontà questa offerta, affinché sia fruttuosa questa terra. / Pachamama, buona Madre Sii propizia! Sii propizia! / Fa’ che i buoi camminino bene, e che non si stanchino. / Fa’ che la semente spunti bene, e non le succeda nulla di male, che il gelo non la distrugga, che produca buoni alimenti. / A te lo chiediamo: donaci tutto, Sii propizia! Sii propizia!» Si tratta della preghiera alla Madre Terra dei popoli Inca. (da Intermultiplices una vox)
    Che ci sta a fare una preghiera idolatrica in un bollettino cattolico missionario? Per di più, la veste tipografica dell’opuscolo mette in evidenza questa preghiera al pari di altre preghiere, come quella a Dio Uno e Trino, inserita alla fine dell’enciclica “Laudato si’”. Così una preghiera ad un idolo pagano viene messa sullo stesso piano della preghiera cristiana.
    _____________________________________

    10/11 - LE INTENZIONI DEL PAPA: La precisazione è relativa al culto delle indulgenze, materia di fede cattolica che attiene alla salvezza eterna delle anime, per le quali Pietro e i suoi successori hanno una responsabilità fondamentale, avendo il “potere delle chiavi”, appunto di salvare o meno le anime, aprendo o chiudendo le porte del Cielo. Per ottenere le indulgenze, tra le condizioni v’è quella di pregare “secondo le intenzioni del sommo pontefice”, che, per la materia in questione, non sono desideri opinabili del papa ma fini fondamentali, oggettivi della Chiesa, che qui ripropongo:
    1) l’esaltazione della Chiesa cattolica: perché il Signore l’ha fondata e l’ha posta quale segno e strumento di salvezza per il mondo;
    2) la propagazione della fede;
    3) l’eliminazione dell’eresia;
    4) la conversione dei peccatori;
    5) la vera concordia tra le nazioni.
    Queste sono le principali “intenzioni del papa” secondo la tradizione apostolica, il magistero perenne della Chiesa e i teologi e autori più autorevoli. Non ci si riferisce, quindi, a quelle soggettive, personali, che non siamo tenuti a conoscere, e nemmeno a quelle particolari che il papa affida a una associazione, per esempio, all’Apostolato della preghiera.
    (da Duc in Altum – mons. Nicola Bux)

    Dunque il cattolico sa che deve pregare secondo le intenzioni oggettive del sommo pontefice.
    _______________________________
    10/11 - LICENZIATO: Il fisico Alessandro Strumia è stato licenziato dal Cern per le sue tesi "sessiste". "La presenza femminile è effettivamente risicata, questo dipende dal fatto che uomini e donne tendono ad avere interessi diversi". Altra frase incriminata: "Esistono differenze tra i sessi già nei bambini, prima che l'influenza sociale intervenga", sono pericolosamente in contrasto col pensiero unico, per cui l'unica tesi accettabile è che i ruoli di genere siano invenzioni della società maschilista.
    Secondo il pensiero unico che l'uomo e la donna siano in tutto uguali e con ruoli intercambiabili è diventato un dogma. Vietato aprire un dibattito, se qualcuno osa notare che la realtà è diversa, tanto peggio per la realtà.

    10/11 - IL PIANO SOROS: Nel suo nuovo libro il magnate illustra la sua visione del mondo. Paragona l'elezione di Trump e la Brexit al comunismo sovietico. Fa l'elenco dei suoi nemici (i sovranisti) e fa l'elogio di sé stesso: "Sono fiero del mio ego enorme".
    Soros ha guadagnato denaro speculando ha danno di molti Paesi. Fa parte di quella organizzazione mondialista che vuole assoggettare i popoli e per questo impiega il suo denaro contro la sovranità degli Stati. Per questo favorisce le Ong che servono all'invasione dell'Europa. E' a favore della contraccezione ed all'aborto. Visti i tanti risultati negativi forse è meglio che non faccia beneficenza.
    _______________________________

    ANNOTAZIONE
    LA COMMISSIONE SEGRE

    Il 30 ottobre 2019 il Senato ha varato la costituzione di una Commissione sull’odio e incitamento all’odio. A giudicare dal testo della mozione che condanna oltre all’odio, il nazionalismo, l’antisemitismo, l’etnocentrismo, epiteti, stereotipi, pregiudizi e dichiarazioni sgradite anche quando non sono perseguibili sul piano penale. Non sappiamo che competenza avrà questa Commissione se la sua presenza sarà attiva cioè in maniera censoria sul piano morale o segnalerà quanto penalmente perseguibile all’autorità giudiziaria svolgendo la funzione di una polizia alti odio. Mentre, riteniamo che la Signora Liliana Segre, senatore a vita, firmataria della mozione che ha portato al varo della Commissione, essendo persona riservata e schiva da ogni intrigo sia ispirata da intendimenti educativi e morali non così sono i sostenitori di sinistra della mozione. La sinistra che è perdente sul piano del consenso politico cerca di attribuire ad altri l’etichetta di odiatori, di razzisti di seminatori di paura e giocare anche la carta della censura. Con la motivazione che gli altri (la destra è vincente), perché ingannano dicono bugie diversamente il popolo premierebbe la sinistra. La verità è un’altra, la sinistra perde non per le bugie della destra ma perché ci ha portato alla crisi e da questa non riusciamo ad uscirne. La gente fa il conto dei soldi in tasca e quando non è contenta vota contro chi governa. Quindi non sono le bugie che fanno male alla sinistra ma è la verità dei fatti che fa perdere il consenso. Mark Lilla, un editorialista del New York Times dà una spiegazione del comportamento della sinistra. La sinistra si è impegnata nella politica di difesa della identità minoritarie perché i suoi dirigenti si erano formati nelle università degli ultimi 30 anni del Novecento, dove trionfava la passione della “decostruzione” di tutto, Stato, famiglia, arte; tutto smontato, analizzato, fatto a pezzi. Infatti non rimane quasi più nulla, tutto “decostruzione” compresa. Se l’analisi è giusta per gli Usa, per l’Italia vi è la solita imitazione dovuta all’esterofilia. In Italia c’è meno razzismo ed antisemitismo che nel resto d’Europa, ma la sinistra ha bisogno di sventolare questo spauracchio per incolpare la destra. Quindi, cerca di recuperare consenso con questi mezzi. Per fare un discorso serio occorrerebbe precisare quando una critica diventa razzismo, odio, antisemitismo. Le persone in malafede si guardano bene nel definire qualcosa così tutto quello che è diverso della loro opinione diventa colpevole di odio, di razzismo e di antisemitismo. Mentre i cristiani possono essere insultati in tutti i modi e non succede niente . Ai cristiani è vietato odiare il nemico Gli islamici, secondo le Hadith possono mentire ai non islamici ed il Corano, libro dettato a Maometto vi sono delle sure che contengono indicazione di morte per i cristiani. Anche i bravi ebrei nel loro sacro Talmud vi è la possibilità di mentire ai cristiani e vi sono manifestazioni di disprezzo e di odio verso Cristo, la Madonna e noi goim. Ma non bisogna dirlo saremmo accusati di antisemitismo.
    ILLUSTRAZIONE: Jesus Magic. La comica ebrea statunitense Sarah Silverman mostra divertita una tavoletta magnetica con cui è possibile vestire Gesù crocifisso da diavolo, da donna, da ballerina, ecc... La Silverman (che ha una sorella rabbina femminista) parla dell'uccisione di Cristo in questi termini: «Spero che siano stati proprio gli ebrei ad uccidere Cristo. Lo rifarei, in questo istante»!
    _____________________________________

    IL LIBRO DELLA SETTIMANA

    FRATELLI D'ITALIA
    Quanto conta la massoneria?
    Chi sono i liberi muratori
    al vertice delle banche,
    dell'industria e della politica?
    Un'inchiesta nel mondo
    segreto della fratellanza
    massonica che decide
    le sorti del Belpaese

    di Ferruccio Pinotti
    Edizioni B.U.R. - € 12

    Chi sono i Fratelli d'Italia? "Sono tutti coloro che appartengono alle società esoteriche che si ispirano alla luce. Essi rappresentano tutte le concezioni dell'uomo e della vita, da quelle religiose a quelle laiche. Massoni, preti, ebrei, e altri insigni uomini potranno coesistere e concepire insieme un progetto ideale capace di garantire la sopravvivenza e il benessere dell'uomo." (Di Bernardo). Negli Stati Uniti alla massoneria appartengono le famiglie più potenti al mondo, le famiglie che decidono l'economia mondiale come i Rockefeller, i Rothschild, gli Onassis ecc... Sempre Di Bernardo dice: "I referenti sono negli Stati Uniti; sono le più importanti famiglie, quelle che hanno sempre dettato la storia,la cultura e la politica negli Usa, che hanno sviluppato al loro interno una società riservata che nasceva da una comunanza di intenti e di valori che poi si e' manifestata anche nella finanza. Questo perché i massoni americani hanno sempre svolto un ruolo importante nella finanza internazionale." Questi sono in termini elogiativi ciò che dicono di sé stessi i massoni. Se sul piano organizzativo le cose stanno in questi termini, gli obiettivi sono ben diversi. Il libro di Ferruccio Pinotti, "Fratelli d'Italia", ha come sottotitoli:. quanto conta la massoneria? Chi sono i liberi muratori al vertice delle banche, dell'industria e della politica? Un'inchiesta nel mondo segreto della fratellanza massonica che decide le sorti del Belpaese. C'é un'Italia di cui si legge oggi giorno sui giornali, dove la cronaca nera si mescola allo spettacolo, il dibattito politico interseca il costume e lo sport. Ma all'interno di questa Italia visibile ne esiste un'altra, silenziosa e clandestina, meno appariscente, che sui giornali non finisce quasi mai. L'operato di chi vi appartiene è però determinante nel regolare l'intera vita del nostro Paese, specialmente il suo livello economico-finanziario. Ed è proprio alla scoperta di questa Italia segreta, di questa "comunità" massonica, in cui il legame tra "fratelli" appare nodale, che Ferruccio Pinotti ha dedicato il suo libro. Un'indagine sui fatti e sui nomi di chi è gravitato o gravita ancora nell'orbita della massoneria, condotta attraverso interviste esclusive, documenti, atti giudiziari, testimonianze inedite, in un viaggio nelle viscere del potere che è tale nella misura in cui è conosciuto. Ai vertici della piramide non esiste discordia, non esiste destra o sinistra o rivalità religiosa; queste differenze avvengono ai livelli bassi ma ai vertici tutti sono concordi nel raggiungere un unico obbiettivo. Il popolo è in continua discordia per ogni cosa mentre chi tira i fili è unito. Questa è la differenza. Della massoneria farebbero parte dirigenti della Rai, dirigenti della Banca Intesa-San Paolo, della Deutsche Bank Italia, ex direttori del Sismi, membri dell'Opus Dei ecc.ecc.; sempre Pinotti spiega che il progetto e' al di sopra dei partiti e dei governi. I massoni sono raggruppabili in categorie o aree disciplinari; ogni area ha un coordinatore che forma il consiglio supremo ed e' presieduta dal Sovrano Grande Illuminato. E' meglio vivere secondo il quanto tempo ci mettiamo ad arrivare ad una determinata posizione o come ci arriviamo? Il fatto è che la vita è una questione di scelte. Il corrotto o il servo sceglie sicuramente il primo, mentre l'onesto, il leale, il corretto, il coerente il secondo.
    _______________________________
    LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA
    LA FINE DEL GOVERNO CONTE ASSOMIGLIA A QUELLA DI LAOCOONTE
    divorato dai serpenti

















    Vignetta di Giannelli - Corriere della Sera 9/11/19

    _______________________________