Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
- 26/2/21
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________
- 26/2/21
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________
- 27/2/21
(Politica - Economia - Costume)
__________________________________________
- 30/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________________
- 1/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 2/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 3/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________
- 15/12/17
(Devozioni e Preghiere)
_______________________________
- 16/12/17
(Devozioni e Preghiere)
___________________________________
- 19/12/17
(Progetto Europa)
___________________________________
- 27/12/17
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 6/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 11/1/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 6/1/18
(una voce)
___________________________________
- 15/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 1/2/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 2/2/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 10/2/18
(Politica - Economia - Costume)
  • USA E RUSSIA: IL RIARMO NUCLEARE
    L'Europa agli europei
  • ___________________________________
    - 15/2/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/1/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 10/3/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 5/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________
    - 15/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/7/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 17/3/2018
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________

    - 25/4/2020
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 25/1/2020
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________
    - 25/1/20
    (cultura scienza fede)
    _________________________________________
    - 14/11/20
    (cultura scienza fede)
    _________________________________________

    -14/11/20
    (Politica - Economia - Costume)

    _________________________________________
    - 10/1/21
    (una voce)
    ___________________________________


    _________________________________________

    25 Aprile 2021            Informazioni            N° 17
    _________________________________________
          Foglio di comunicazione interna
    www.cattolicigenovesi.org
    _________________________________________
    Un gran proverbio caro al potere dice che l'essere sta nell'avere.

    (Giuseppe Giusti)

    _________________________________________
    SANTI E BEATI

    San LEONE IX Papa - Festa 19 aprile
    (Papa dal 12/02/1049 al 19/04/1054)

    Il suo nome da laico era Brunone di Dagsburg e nacque in Alsazia nel 1002. Brunone discendeva con i suoi genitori da grandi vassalli. A diciotto anni divenne canonico di Saint Etienne e a 22 anni diacono. Nel 1026 fu eletto vescovo di Toul. Come vescovo di Toul difese strenuamente per venticinque anni la sua Chiesa. Salì al soglio pontificio nel 1049, prendendo il nome di Leone. Combatterà durante il suo pontificato fenomeni come la simonia e scomunicherà Michele Cerulario per lo scisma della Chiesa greca. Morì a Roma il 19 aprile del 1054. La città di Benevento nel 1762 l'ha eletto a suo patrono.
    ______________________________________________________________
    EDITORIALE
    L’ALTA FINANZA, I PROGRESSISTI E IL COVID 19
    La situazione creata dal Covid 19 e l’imposizione antiscientifica di tante restrizioni sostenute principalmente dalle sinistre ma volute dai poteri forti internazionali ci fanno capire quali legami ed interessi ci siano. Dall’Illuminismo del XVIII° secolo sono sorti il comunismo, il liberismo e per contrapposizione la destra popolare. Il principale nemico del comunismo è rappresentato dal ceto medio che opera come indipendente e che non vuole suicidarsi dando il voto a chi vorrebbe cancellarlo. Ma anche l’Alta finanza infiltrata da dottrine e da principi di origine massonico-esoterica, che propugnano una universale riorganizzazione della vita economica e di quella politica in senso sinarchico – cioè di UN UNICO GOVERNO MONDIALE vuole la cancellazione del ceto medio. I signori dell’Alta finanza, secondo le circostanze e le convenienze del momento hanno finanziato il comunismo di Lenin, le rivoluzioni di sinistra ma quando i capetti di sinistra non stavano agli ordini passavano a sostegno della destra. Così hanno approvato la nascita del fascismo in Italia e finanziato il nazismo fino a metterlo in grado di fare la guerra; che doveva perdere per ridurre l’Europa a sovranità limitata. I Black Lives Matters, per esempio, dichiarati marxisti, non sono altro che il bastone dei Dem. Così come gli idioti che vogliono cancellare la Storia, la razza bianca e tutto ciò che è cristiano. Lo stesso dicasi delle lesbo-marxiste fondatrici del BLM, si comportano come i loro compari. In Italia quelli che erano comunisti o socialisti hanno cambiato nome varie volte e genericamente possiamo indicarli come progressisti. Gli ex comunisti che adesso si chiamano Pd e Leu genericamente classificati come progressisti sono alleati con i democristiani di sinistra e con il M5s. tutti di rigorosa obbedienza europeista a sua volta alle dirette dipendenze dell’Alta finanza e del grande capitale multinazionale che impone ai vari Stati leggi a tutela dei loro interessi economici e finanziari. Non ci vuol molto a capire che l’Ue schierata a tutela degli interessi del grande capitale internazionale non può fare l’interesse dei Paesi europei di seconda linea come l’Italia. I partiti del centro destra che non credono che tutto quello che viene dall’Ue sia nel nostro interesse cercano di arrivare al potere per cambiare le cose. Ma come dice l’Ing. Carlo De Benedetti: ”Non lasceranno mai che vadano al potere”. Un esempio per tutti, i finanziamenti ottenuti con il Recovery fund con molte condizioni sia per obblighi che per riforme imposte presto scopriremo che poi non sono così convenienti anche perché, come dovranno essere impegnati i soldo aumenteranno di poco il Pil. Nello stesso tempo l’obbligo dell’Italia di finanziarsi sul mercato estero da soggetti che hanno interessi opposti ai nostri invece di finanziarsi presso la Bce, l'Ue ci sottopone al ricatto degli speculatori. Veniamo al presente. La pandemia del Covid-19 conferma che i governi, soprattutto occidentali, sono soggiogati dalle grandi compagnie farmaceutiche, dai tycoon e dalle compagnie Big Teach. Si sono genuflessi a questa banda di malfattori affossando l’economia, creando danni incalcolabili alle popolazioni. Le lobbies mondialiste come quelle che si ritrovano annualmente a Davos, il gruppo dei G30, ecc. dicono in maniera implicita che non saranno più i governi eletti democraticamente a guidare i loro popoli, ma loro stessi. La pandemia è per le lobbies mondialiste una occasione da sfruttare per introdurre il cambio dell’economia. Quindi tutte le restrizioni imposte alla popolazione alle aziende ed al lavoro autonomo, qualunque valore sanitario possono avere, hanno lo scopo di demolire l’economia rendere più facile le acquisizioni delle nostre aziende da parte degli speculatori. Formare un blocco economico unico con gli Usa, passaggio necessario per arrivare al governo mondiale. Alla base dei loro piani c’è la de-privatizzazione totalitaria. Ogni individuo avrà un salario minimo indispensabile e un tetto, ma sarà proprietario di alcunché. Nemmeno dei figli. Per realizzare questo mondo nuovo bisogna cambiare l’uomo. Operazione ben sostenuta dalle frange progressiste. L’immigrazione serve a ditruggere le identità dei popoli, la legalizzazione di tutte le devianze che vanno sotto il nome di diritti civili e diritti di libertà serve a demolire ogni principio etico, la manipolazione della scienza e del linguaggio servono a renderci succubi di questo regno dell’Anticristo che è il Nuovo Ordine Mondiale.

    Rino Tartaglino

    _______________________________

    ILLUSTRAZIONE: Rappresentazione caricaturale del Nuovo Ordine Mondiale.
    _______________________________

    LO SCISMA TEDESCO E L’AUTORITA’ DEL PAPA

    Da un blog tedesco ripreso da Aldo Maria Valli leggiamo: "I media, e non soltanto quelli cattolici conservatori ma anche i laici, da diversi mesi mettono in guardia sull’imminenza di un possibile scisma tedesco che si verificherebbe a seguito del sinodo che la Chiesa sta portando avanti in quel Paese. Vedremo cosa accadrà, ma la situazione sembra essere irreversibile”. Com’è potuto accadere questo? In breve riprendiamo dal blog alcune considerazioni. Bergoglio per arrivare al massimo potere nella Chiesa, non ha esitato a servirsi di tutti i cardinali che potevano essergli utili, dai latinoamericani, che avrebbero votato per lui per affinità culturale, ai nordamericani, che avrebbero votato per lui per ingenuità. E anche dei tedeschi più accanitamente progressisti, illusi che il nuovo pontefice avrebbe magistralmente approvato le loro aspirazioni più profonde: eliminazione del celibato sacerdotale, ordinazione sacerdotale delle donne, cambiamenti nella morale sessuale, eccetera. Bergoglio, invece, una volta raggiunto il suo obiettivo e seduto sul soglio di Pietro, ha cercato di rimandare la riscossione dei favori e le richieste avanzate dai tedeschi. Ma, naturalmente, per lui non ha funzionato. I tedeschi, sapendo di essere usati, stanno facendo la loro rivoluzione. La differenza è che Francesco non sarà in grado di far imparare la lezione. In un articolo di pochi giorni fa, Michael Warsaw chiedeva a gran voce che Roma faccia qualcosa per fermare lo scisma tedesco prima che sia troppo tardi. E ha paragonato la situazione a quanto accaduto con Lutero: Roma reagì troppo lentamente e, quando lo fece, ormai era troppo tardi. Ma, anche se arrivò tardi, la reazione fu efficace. Il cristianesimo andò in gran parte perduto, ma fu anche preservato. Il papa era deciso e aveva autorità e anche l’appoggio di buona parte dei vescovi che desideravano essere fedeli all’ortodossia, oltreché dei governanti, i quali non esitarono a usare le loro armi per contenere l’eresia. Questo personaggio, che ha trascorso l’intero pontificato a flirtare con tutti gli eretici e le eresie che girano libere per il mondo, non ha alcuna capacità di esigere obbedienza o adesione dottrinale. Un buon test della capacità di autorità che ancora resta alla Santa Sede sarà il 10 maggio, quando 2.500 sacerdoti tedeschi e “operatori pastorali” benediranno pubblicamente tutte le coppie dello stesso sesso che lo desiderano, in aperta sfida alle norme vaticane. L’importante non sarà quanti si uniranno o quanti saranno benedetti, ma la reazione da parte dell’episcopato tedesco e di Roma. L’autore del blog ritiene che nessuno dirà nulla, tanto meno papa Francesco, non solo perché l’ultima cosa che vuole è fare una brutta figura con il progressismo internazionale, ma perché sa che non gli obbediranno. Bergoglio è consapevole che se i vescovi tedeschi finiranno per proclamare i cambiamenti dottrinali previsti, si ritroverà con le mani legate. E’ tardi ma se il Papa non reagirà con determinazione almeno una parte dei cattolici resterà nell’ortodossia diversamente il rischio che la maggior parte di cattolici diventeranno una setta protestante.
    ____________________________
    ILLUSTRAZIONE: Il cardinale Rheinard Marx durante una funzione religiosa.
    ________________________________
    19/4 - REDDITO: Clamoroso a Genova: l'Inps in allerta. Il sostegno alla cittadinanza voluto dal M5s ha portato ad una serie di inchieste. Molti extracomunitari sono sotto indagine per aver ricevuto assegni non dovuti. In molti casi i soldi sono finiti all'estero.
    Se all'Inps, prima di erogare soldi, facessero gli accertamenti, queste cose non accadrebbero.

    19/4 - COPRIFUOCO: Mentre il centrodestra propone che sia abolito oppure spostato ad ora più tarda, Pd, Leu ed alcuni esperti pretendono che sia confermato negli stessi termini, dalle 22 alle 6. Qualcuno pretende che sia confermato non tanto per il rischio contagio quanto per la sua funzione educativa.
    Non esiste alcuno studio che indichi maggiore rischio di contagio nella notte. Secondo il buon senso, di notte circolano meno persone quindi il rischio dovrebbe essere minore rispetto alle ore diurne.
    ________________________________

    19/4 - VACCINAZIONI IN CHIESA: Quando il vaccino chiama, tutti si mettono sull’attenti. Un esempio di come la campagna vaccinale rappresenti ormai una priorità su tutto e tutti ci arriva da Padova dove il parroco della chiesa di San Paolo ha messo a disposizione la chiesa per effettuare gli inoculi. “Vaccino in chiesa”, titolano entusiasti i giornali locali. Non è la prima volta che accade, ma è la continuazione di quella che ormai sta diventando un’abitudine che calpesta il sacro ed eleva il siero a nuovo idolo di fronte al quale tutto si deve fermare e tutto si deve regolare senza neppure interrogarsi. Siamo nel quartiere Sant’Osvaldo di Padova. È qui che il parroco don Paolo Rizzato ha ricevuto la richiesta di un medico di medicina generale di poter utilizzare la chiesa per effettuare le vaccinazioni dei suoi pazienti. Il sacerdote, ben contento della richiesta e per nulla dubbioso circa l’inopportunità della cosa, oltre che la sua legittimità secondo le norme canoniche, ha sottoposto il quesito al vescovo patavino Claudio Cipolla e in men che non si dica, la dottoressa ha ottenuto il placet di poter vaccinare i suoi pazienti dentro il tempio. Appuntamento per questa mattina, tra le due messe del giorno. Nei paraggi del suo ambulatorio della dottoressa vi è anche un cinema, il Rex, che guarda caso è chiuso, poi una bocciofila, anch’essa chiusa, oltre a un circolo tennis e altri locali che potevano essere utilizzati e invece il parroco ha accettato di fare della sua chiesa un laboratorio vaccinale. Il comunicato stampa della diocesi sprizza entusiasmo da ogni poro e anche al telefono la portavoce del vescovo si stupisce che qualcuno abbia chiesto spiegazioni.
    Ricordiamo che la stessa Cei, nell’invitare il cardinal Bassetti, tutti i vescovi e i parroci si è premurata di specificare che i luoghi di culto erano esclusi dalla campagna vaccinale. Invece, come abbiamo visto anche altrove, I locali dedicati al culto sono stati utilizzati per pratiche mediche o attività civili tanto più se vi sono altri locali disponibili. Infine si spaccia per carità cristiana quello che è invece è solo opportunismo e disinteresse verso le stesse regole che i vescovi si sono dati e mancanza di rispetto verso la sacralità del luogo.
    _______________________________
    20/4 - DRAGHI PROMETTE UN PASS: Nella sua ultima conferenza il primo ministro Mario Draghi ha promesso la distribuzione di una carta verde (forse così si chiamerà) che garantisca la libertà di spostamento tra Regioni di colore diverso o l'ingresso in stadi e teatri. Questo documento sarebbe riservato ai vaccinati o a chi ha eseguito un tampone antigenico o molecolare. Secondo alcuni, ci troveremmo di fronte a misure palesementi incostituzionali, per la disparità di trattamento tra cittadini nell'esercizio di diritti fondamentali.
    Oltre ad essere incostituzionale non è detto siano sicuri i provvedimenti medici indicati nel documento dal punto di vista del contagio.

    20/4 - I RISTORATORI PROTESTANO: Per cinque ore un gruppo di ristoratori hanno bloccato l'Autosole nei pressi di autogrill che hanno sempre continuato a lavorare mentre ai ristoranti sono imposte le chiusure. La richiesta è di lasciarli aprire subito in sicurezza.
    Così non si può continuare, forse Draghi lo capirà e agirà di conseguenza.
    ________________________________

    20/4 - EUTANASIA: OLANDA COME LA GERMANIA NAZISTA: Anche le riviste internazionali di medicina iniziano ad accorgersi che il "piano inclinato" è reale quando si parla di eutanasia. Il 7 dicembre la geriatra Diane Meier ha pubblicato sul prestigioso Jama Internal Medicine un articolo per sottolineare i pericoli dell'eutanasia in Olanda. La docente presso la Icahn School of Medicine di New York ha notato infatti quante persone chiedono e ottengono di morire nella terra dei tulipani solo perché affette da comuni malattie legate all'invecchiamento. Il commento nasce da uno studio pubblicato sulla stessa rivista da un team guidato dalla ricercatrice Vera van de Berg. Secondo gli ultimi dati disponibili, nel 2019 ben 6.361 persone sono morte con l'eutanasia, cioè il 4% di tutti i decessi. Se nel 2002 la legge permetteva di essere uccisi solo in pochi casi, oggi persino chi non è più in grado di intendere e di volere viene soppresso.
    Oggi in Olanda (e purtroppo non solo lì) le leggi sull'eutanasia sono peggiori dell'Aktion T4, "nome convenzionale con cui viene designato il Programma nazista di eutanasia che sotto responsabilità medica prevedeva la soppressione di persone affette da malattie genetiche inguaribili e da portatori di handicap mentali, [...] cioè delle cosiddette vite indegne di essere vissute. Si stima che l'attuazione del programma T4 abbia portato all'uccisione di un totale si stima intorno ai 200.000 individui.
    ________________________________

    21/4 - IL DECRETO: Con il nuovo decreto è prevista la riapertura a partire dal 26 aprile. Cambia la mappa delle regioni: zona rossa, Valle D'Aosta, Sardegna e Puglia; zona arancione: Sicilia e Calabria; le altre regioni , tutte in zona gialla. Rimane l'inutile coprifuoco. Gli studenti tornano a scuola anche sono ammesse alcune deroghe. Ristoranti e bar possono servire i clienti solo all'aperto. prevista la carta verde per circolare
    Insoddisfatte le categorie soggette ancora a restrizioni. La Lega vorrebbe limitare il coprifuoco. I virologi vorrebbero ancora più restrizioni. Il Pd è soddisfatto delle decisioni del ministero della Salute, quindi va tutto bene quanto scritto nel decreto.

    21/4 - SENZA LAVORARE: Nel nostro Paese l'assenteismo è un male antico quanto diffuso. Ma in questi giorni ne è stato scoperto un esemplare raro, un vero campione. Stipendiato per 15 anni senza aver mai fatto un giorno di lavoro.
    La responsabilità dell'ufficio dove era assegnato e che autorizzava il pagamento dello stipendio è evidente. Inoltre sarebbe necessario un controllo continuo sull'attività lavorativa dei dipendenti pubblici.
    ________________________________



    21/4 - CANADA: LEGGE SUL SECOLARISMO: La ‘Legge sul Secolarismo’ del Quebec, esempio malvagio del laicismo canadese contro tutte le religioni e i fedeli cristiani, rimane in vigore (per ora). Impossibile per chiunque sia un impiegato pubblico portare simboli di appartenenza religiosi. Un passo ulteriore nella guerra totale per sradicare la fede ed i suoi simboli dalla vita pubblica nell’intero paese. Ci si avvicina alla abolizione della libertà religiosa (che include la dimensione pubblica) e all’obbligo di privatizzare la fede ed il ritorno alle catacombe per le celebrazioni eucaristiche come Dio comanda. Infatti, con una operazione poliziesca dei giorni scorsi, si è persino confiscato e vietato l’uso del ‘vin santo’ per le celebrazioni eucaristiche. Questo è il Canada del liberale Trudeau. Il tentativo di far annullare dai tribunali il controverso Bill 21 approvato nel 2019, legge che vieta l’esposizione pubblica di simboli religiosi, del Quebec è fallito, anche se la Sentenza del Tribunale Supremo dello Stato ha stabilito che alcuni aspetti della legge che violano i ‘diritti linguistici’ devono essere eliminati dal governo. Il ricorso, in cui si chiedeva la dichiarazione di incostituzionalità della legge del secolarismo, era stato presentato da diversi gruppi e organizzazioni laiche e religiose lo scorso 4 Novembre.
    Il laicismo che sostiene la secolarizzazione si manifesta come una religione atea e di fatto intollerante. I rappresentanti politici si presentano come liberali o progressisti ma di fatto sono per la soppressione della libertà religiosa.
    ______________________________

    22/4 - BIDEN, L’ABORTISTA: Il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti ha pubblicato una norma proposta per annullare l’applicazione da parte dell’amministrazione Trump di una disposizione del Titolo X che “traccia una linea chiara tra aborto e pianificazione familiare”, come l’ha descritta il presidente del comitato pro-vita dei vescovi statunitensi. La sezione 1008 della legge afferma che “nessuno dei fondi stanziati sotto questo titolo sarà utilizzato in programmi in cui l’aborto è un metodo di pianificazione familiare.” Nel febbraio 2019, l’amministrazione Trump ha implementato la “Protect Life Rule” applicando il divieto del Titolo X di utilizzare i fondi dei contribuenti per promuovere o fornire l’aborto come pianificazione familiare. La regola proposta dall’amministrazione Biden per annullare questa regola “è una politica terribile”, ha detto l’arcivescovo Joseph F. Naumann di Kansas City, presidente del Comitato per le attività pro-vita della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti. “Reintegrerebbe l’aborto in quello che dovrebbe essere un programma di pianificazione familiare pre-gravidanza”. L’amministrazione del presidente Joe Biden ha invertito il divieto dell’ex presidente Donald Trump di usare tessuto fetale abortito per la ricerca finanziata dai contribuenti. Il tessuto fetale è usato in una serie di progetti di ricerca; alla ricerca di cure e trattamenti, tra cui l’Alzheimer, le lesioni del midollo spinale, le malattie degli occhi e l’HIV, ma i sostenitori religiosi e pro-vita sostengono che la pratica non è etica, poiché il tessuto fetale proviene da bambini abortiti. La mossa di Biden di invertire il divieto di Trump è anche in contrasto con la fede cattolica del nuovo presidente: La Chiesa cattolica insegna che l’aborto è “un crimine contro la vita umana”, “costituisce una grave offesa”, e che una persona che ottiene un aborto è automaticamente scomunicata dalla Chiesa cattolica.
    Il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, “devoto cattolico”, vuole smantellare due punti fondamentali della politica a difesa della vita e della dignità degli esseri umani instaurati dall’amministrazione Trump, così osteggiata dai vescovi progressisti e dai vertici della Santa Sede, Pontefice regnante in testa. In pratica Biden vuole allargare il finanziamento dell’aborto volontario tramite i soldi delle tasse, e permettere che i feti abortiti volontariamente vengano usati nella ricerca e nella sperimentazione delle grandi case farmaceutiche. Il massone Joe Biden, sedicente cattolico è molto peggio del protestante Donald Trump.
    ________________________________
    22/4 - CRISTIANI CELEBRANO IL PCC: La Chiesa patriottica cinese festeggia il centenario del Partito comunista cinese. Tutti devono sulla piazza ripetere uno slogan: "Senza il socialismo non potremmo essere felici".
    Abbiamo qualche sospetto che quella frase non sia vera.

    22/4 - CONTRATTO FRA UE E PFIZER: Il quotidiano spagnolo La Vanguardia ha pubblicato per intero il documento segreto del contratto stipulato tra l'Ue e la Pfizer e Biontech. Il contratto manleva l'impresa farmaceutica da ogni responsabilità e sono escluse richieste di risarcimenti per eventuali danni.
    Certi contratti dimostrano qual è l'importanza dei contraenti. Dal punto di vista internazionale è più importante la Pfizer e Biontech dell'Ue.
    ________________________________
    23/4 - TRENSIZIONE ECOLOGICA? CHE ROBA E'?: I signori che governano di fatto i Paesi occidentali dicono che si deve cambiare tutto; il modo di produrre, di lavorare per realizzare una economia ecosostenibile. Così, tanto per usare le parole giuste è stato nominato il ministero della Transizione ecologica. Ministero che si può occupare di tutto, mettere il naso in tutte le faccende degli altri ministeri ma praticamente non sappiamo niente di cosa intende fare. Di solito quando si lancia una iniziativa sarebbe necessario che venissero indicati gli argomenti, spiegate le procedure ed indicati gli obiettivi. Niente di tutto questo. Abbiamo la sensazione che dobbiamo smettere di fare quello che sappiamo fare per fare quello che non sappiamo fare.
    Abbiamo due preoccupazioni:
    1) per fare le stesse cose dovremo spendere di più;
    2) chiuderanno molte aziende e se ne apriranno un numero minore di aziende nuove col rischio di un aumento della disoccupazione.


    23/4 - SINISTRA E SUICIDIO ASSISTITO: Mentre la sinistra si straccia le vesti per i morti da virus, tifa per il suicidio assistito. Una proposta di legge di Pd, M5s e Leu punta ad introdurlo non come diritto ma come facoltà. Con la richiesta di referendum per depenalizzare l'eutanasia.
    La legislazione che vuole introdurre l'eutanasia è proposta da coloro che vogliono il Nuovo Ordine Mondiale con lo scopo di eliminare le persone improduttive, anziani e malati. Sperando che gli italiani siano così intelligenti da capirlo e di conseguenza cancellino questa proposta.
    ________________________________


    23/4 - PAPA: PREGHIERA CONTRO LA PANDEMIA: Il Papa, il 1° maggio darà inizio al Rosario per invocare la fine della pandemia. Sarà una “maratona di preghiera” che coinvolgerà 30 santuari di tutto il mondo perché si facciano promotori presso i fedeli, le famiglie e le comunità della recita del Rosario. Sarà lui stesso, dalla cappella Gregoriana della basilica vaticana a dare inizio alla maratona di preghiera che coinvolgerà trenta santuari di tutto il mondo. L’iniziativa, promossa dal Pontificio consiglio per la nuova evangelizzazione, ha il tema “Da tutta la Chiesa saliva incessantemente la preghiera a Dio” e si rivolge a tutti i santuari perché si facciano promotori presso i fedeli, le famiglie e le comunità della recita del Rosario. La preghiera, che verrà trasmessa in diretta sui canali della Santa Sede alle ore 18:00 ogni giorno, sarà conclusa da Francesco il 31 maggio. Innumerevoli le volte nelle quali il Papa ha pregato pubblicamente per la fine della pandemia. Particolarmente significativa, l’anno scorso, quella del 27 marzo , che si svolse come egli stesso aveva annunciato all’Angelus del 22: “presiederò un momento di preghiera sul sagrato della Basilica di San Pietro con la piazza vuota. Ascolteremo la Parola di Dio, eleveremo la nostra supplica, adoreremo il Santissimo Sacramento con il quale al termine darò la benedizione Urbi et Orbi a cui sarà annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria. Alla pandemia del virus vogliamo rispondere con la universalità della preghiera, della compassione, della tenerezza”.
    Siamo nel solco della Tradizione. Di fronte ad eventi negativi la Chiesa si è sempre impegnata con la preghiera per invocare la fine del flagello. Ottima l'iniziativa del Papa di chiedere l'intercessione della Madonna affinché il Buon Dio fermi questa pandemia.
    ______________________________
    24/4 - LICENZIATA E POI RIASSUNTA: Una maestra di Treviso in un anno è stata licenziata 15 volte e poi riassunta a sua insaputa. Con questo sistema ha ricevuto un compenso a cottimo di euro 5,5 all'ora per un totale di 1.000 euro a fine anno invece come suo diritto considerando il lavoro continuativo il compenso doveva essere di 8.000.
    Una scuola di fregature. Comunque se la maestra fa ricorso le verrà riconosciuto il compenso dovuto.

    24/4 - STRAGE IN MARE: Per un incontro mancato con la Ong, un barcone affonda nel mare in burrasca. Gli scafisti convinti di raggiungere la Ocean Viking, che da 24 ore incrociava al largo della Libia; ma l'incontro non c'è stato perchè la nave per soccorrere altra imbarcazione si era spostata. L'imbarcazione trasportava oltre 100 migranti.
    La morte dei migranti è dovuta al fatto che i negrieri libici non si sono messi d'accordo con i taxisti delle Ong sul luogo dell'incontro. Così una mancata immigrazione in italia si è trasformata in tragedia.
    ________________________________




    DAL MINISTRO DELLA SALUTE
    LE SCELTE POCO AVVEDUTE


    Il ministro Roberto Speranza
    svolge l’incarico con baldanza.
    Lui si sveglia la mattina
    legge pronto la velina,
    che contiene note varie
    per condotte sanitarie.
    Da Bigfarma presto detto
    o dall’Oms senza sospetto,
    così presto può imparare
    quello che lui deve fare.
    Se poi ha delle iniziative,
    sono di solito divisive.
    Ora che c’è la pandemia
    chiude tutto con allegria.
    Poi riapre immantinente,
    per confondere la gente,
    mentre il virus dispettoso
    già contagia senza riposo.
    Chi in casa è ammalato
    ora aspetti, non è curato.
    Questo dice il protocollo,
    dal ministro c’è il bollo.
    Per gli affari di Bigfarma,
    nel vaccino c’è il karma
    andrà fatto a ripetizione
    è la magnifica soluzione.
    Con la sinistra gestione,
    è sovrana la confusione.
    Tra chiusure ed insuccessi
    sempre alti sono i decessi.
    Chi lo vuole sfiduciato
    ma da Draghi è salvato,
    Come finisce la storiella?
    In maniera poco bella.
    Con un po’ di mal di panza,
    ci teniamo sempre Speranza.
    ______________________________

    24/4 - LA RINUNCIA DEL CARD. MARX: Il cardinale di Monaco e Frisinga Rheinard Marx, arcivescovo di Monaco e Frisinga dal 2008 ed ex presidente della conferenza episcopale tedesca (dal 2014 al 2020), rinuncia alla croce federale al merito, dopo che la consegna del riconoscimento in programma è stata oggetto di critiche da parte delle vittime degli abusi sessuali nell'ambito della Chiesa cattolica. Le vittime hanno criticato Marx per la gestione dei casi di abusi commessi da preti in Germania. Un portavoce della diocesi di Monaco ha annunciato che l'alto prelato ha scritto al presidente Frank-Walter Steinmeier per annunciare la rinuncia. La notizia, confermata dalla Dpa, è stata data da Koelner Stadt Anzeiger. La cerimonia di consegna si sarebbe dovuta tenere venerdì a Berlino. Marx ha ringraziato il capo dello Stato per l'"alto onore", che era stato confermato "in modo benevolente anche come reazione alla critica pubblica". Tuttavia, ha detto lui stesso, "prendo molto sul serio la critica che adesso viene esternata da persone colpite dall'abuso sessuale nell'ambito della Chiesa, indipendentemente dalla correttezza delle singole dichiarazioni in lettere aperte e nell'ambito pubblico dei media". Come rappresentante della Chiesa "e anche personalmente", il cardinale dice di sentirsi "obbligato a far luce".
    Il cardinale Rheinard Marx ha agito bene rinunciando a quella onorificenza almeno fino a quando la sua posizione non sia chiarita e priva di ogni addebito.
    ________________________________

    25/4 - LETTERA A MACRON: Sul settimanale francese Valeurs actuelles – la più importante rivista della destra – apparsa la lettera-appello che venti Generali francesi hanno scritto al Presidente della Repubblica Macron, ai ministri e ai parlamentari. La lettera dei Generali è stata sottoscritta anche da un centinaio di alti ufficiali e da un migliaio di militari. Il tono della lettera è la seguente: “L’ora è seria, la Francia è in pericolo, diversi pericoli mortali la minacciano. Noi che, anche in pensione, rimaniamo soldati di Francia, non possiamo, nelle attuali circostanze, restare indifferenti alle sorti del nostro bel Paese. Le nostre bandiere tricolori non sono solo un pezzo di stoffa, ma simboleggiano la tradizione, attraverso i secoli, di coloro che, indipendentemente dal colore della pelle o dal credo, hanno servito la Francia e dato la vita per lei. Su queste bandiere, troviamo le parole “Onore e Patria” in lettere d’oro. Ora, il nostro onore oggi sta nel denunciare la disintegrazione che sta colpendo il nostro paese. Disintegrazione che, attraverso un certo antirazzismo, ha un solo obiettivo: creare sul nostro suolo un malessere, persino l’odio tra le comunità. Oggi, alcuni parlano di razzismo, indigenismo e teorie decoloniali, ma attraverso questi termini è la guerra razziale che questi odiosi e fanatici sostenitori vogliono. Disprezzano il nostro paese, le sue tradizioni, la sua cultura, e vogliono vederlo dissolversi strappando il suo passato e la sua storia. Così attaccano, per mezzo di statue, le vecchie glorie militari e civili analizzando parole secolari. Si tratta di una disintegrazione che, con l’islamismo e le orde suburbane, sta portando al distacco di molte parti della nazione, trasformandole in territori soggetti a dogmi contrari alla nostra costituzione. Tuttavia, ogni francese, qualunque sia la sua fede o non fede, è di casa ovunque in Francia; non può e non deve esistere nessuna città o quartiere in cui le leggi della Repubblica non siano applicabili. Disintegrazione, perché l’odio prevale sulla fraternità.(..) Questo mentre individui infiltrati e incappucciati saccheggiano i negozi e minacciano queste stesse forze dell’ordine. Eppure, questi ultimi non fanno che applicare le direttive, a volte contraddittorie, date da voi, governanti. I pericoli aumentano, la violenza aumenta di giorno in giorno. Chi avrebbe previsto dieci anni fa che, un giorno, un insegnante sarebbe stato decapitato fuori dalla sua scuola? Ora, noi, i servitori della Nazione, che siamo sempre stati pronti a mettere la nostra pelle alla prova – come richiedeva il nostro status militare – non possiamo essere spettatori passivi di tali azioni. Quindi, chi guida il nostro paese deve imperativamente trovare il coraggio necessario per sradicare questi pericoli. Per questo, spesso è sufficiente applicare senza debolezze le leggi che già esistono. Non dimenticate che, come noi, la grande maggioranza dei nostri concittadini è stufa dei vostri vacillanti e colpevoli silenzi. D’altra parte, se non si fa nulla, il lassismo continuerà a diffondersi inesorabilmente nella società, causando alla fine un’esplosione e l’intervento dei nostri commilitoni attivi in una pericolosa missione di protezione dei nostri valori di civiltà e di salvaguardia dei nostri compatrioti sul territorio nazionale. Vediamo che non è più tempo di procrastinare, altrimenti domani la guerra civile metterà fine a questo caos crescente, e i morti, di cui sarete responsabili, si conteranno a migliaia”.
    Il timore dei militari è che se non si fanno rispettare le leggi si avrà la disgregazione sociale ed il rischio della guerra civile con migliaia di morti.
    _______________________________
    25/4 - USA E TURCHIA: Biden sferza Erdogan riconoscendo che nel secolo scorso ci fu ad opera dei turchi il genocidio armeno. Inoltre, la Turchia è stata esclusa dal programma degli F35. Una parte degli aerei verrebbe assemblato in Italia.
    La Turchia di Erdogan è un Paese sempre meno affidabile.

    25/4 - FESTA DELLA LIBERAZIONE: Oggi 25 Aprile, Festa della liberazione è ormai monopolio della sinistra che si prende l'esclusivo merito di aver liberato l'Italia; cosa non vera. Tanto più se avessero vinto i comunisti saremmo finiti sotto una dittatura stalinista. Visto che è una festa civile, anche le istituzioni ricordano l'evento. Parlano di libertà, di democrazia ben sapendo che in conseguenza di una guerra perduta siamo diventati un Paese a sovranità limitata ed i nostri governanti non fanno altro che adeguarsi alle disposizioni che vengono da lontano. L'antifascismo militate anche oggi ha operato: la città di Asti ha tolto la cittadinanza onraria a Benito Mussolini.
    Dopo 76 anni, sarebbe ora di una pacificazione anche perché i protagonisti di quel tempo non ci sono più. Chi lealmente ha fatto quello che riteneva suo dovere merita rispetto.
    _______________________________

    ANNOTAZIONE
    I MOLTI ERRORI NELL’AFFRONTARE LA PANDEMIA

    L’Italia è il Paese in Europa, che ha introdotto più restrizioni in maniera discontinua e nello stesso tempo si è rilevato proporzionalmente alla popolazione, un numero più alto di decessi ed una economia più penalizzata di tutte le altre.
    COMUNICAZIONE
    Eccessiva, ripetitiva più adatta a preoccupare la gente sul pericolo del virus che ad informarla. Dalla mattina alla sera un vero televirus. Lo stesso numero dei decessi attribuiti al covid da molti ritenuto esagerato, I dati comunicati non fanno distinzione tra i morti da covid rispetto a quelli morti con il covid ma per altre cause. Inoltre non si è fatto distinzione tra soggetti positivi asintomatici da soggetti malati. La comunicazione non del tutto corretta ha impedito alla gente di farsi un’idea più precisa della gravità della situazione. Il sospetto che la comunicazione formulata in termini esagerati sia servita per ragioni politiche. Il pericolo è grave; quindi lasciateci governare.
    INDAGINI SUL CONTAGIO
    Conoscere quotidianamente quanti sono i positivi può servire come dato statistico ed a prendere provvedimenti di tipo generico. Importante, invece, è conoscere chi sono i soggetti positivi al virus per poter prendere provvedimenti opportuni secondo il caso. Chi è sintomatico va curato subito, chi è contagioso va isolato e chi non è contagioso va lasciato libero. Per questo, bisognava fare in brevissimo tempo i tamponi per conoscere la situazione di tutti gli italiani. E prendere i provvedimenti adeguati. Conoscendo la situazione generale si può fare un tracciamento e con i provvedimenti opportuni si può seguire l’evoluzione dell’epidemia. Nella realtà, in Italia si è fatto solo l’elenco dei morti, dei guariti dei positivi e di quelli finiti in terapia intensiva.
    RESTRIZIONI
    Dopo un inizio nel quale era difficile cooscere la contagiosità era necessario mettere in opera chiusure locali ed anche più estese. Ma successivamente solo chiusure limitate a dove si sono verificati iniziali focolai. Chiudere tutto per intere Regioni non è servito a niente. Ha solo arrecato danni all’economia. Noi abbiamo visto Paesi diversi in Europa che hanno fatto scelte diverse sulle restrizioni con risultati alcuni come i nostri altri invece migliori. La Svezia non ha chiuso quasi nulla ottenendo risultati migliori dei nostri. Non si doveva chiudere le attività economiche se non di fronte a situazione di contagio e solo per il periodo della quarantena. Operare come si è fatto in Italia si è soltanto danneggiato l’economia ed aumentato il debito. I provvedimenti restrittivi sono consigliati dall’stessa Oms.
    CURE A DOMICILIO
    L’infezione da coronavirus è curabile? A questa domanda medici illustri hanno risposto: Sì, si può curare”. Il dott. Luigi Cavanna ha curato a domicilio in un primo momento 300 pazienti con pieno successo tanto che solo 2 sono finiti in ospedale. L’illustre prof. Giuseppe Remuzzi presidente dell’Istituto Mario Negri ha proposto una cura a domicilio a base di antiinfiammatori. Il ministero della Salute ha continuato ad insistere sull’uso della tachipirina, paracetamolo e poi attendere. Nonostante il Senato abbia impegnato il Governo a rivedere i protocolli di cura domiciliare, il Ministero ricorre al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar che lascia libertà di cura ai medici di non utilizzare il protocollo della vigile attesa. È ormai chiaro che Speranza avversa le terapie domiciliari. Il motivo è semplice: Se i malati guariscono con la semplice sura a domicilio c’è il rischio che la gente non si voglia più far vaccinare e allora sfuma l’affare delle imprese farmaceutiche.
    CONCLUSIONE
    Come tante altre istituzioni internazionali, anche il governo giallorosso ha cavalcato la pandemia per questioni politiche sia nella comunicazione che nei provvedimenti troppo restrittivi, a volte inutili e spesso contradditori. Ascoltando gli ordini da lontano ha puntato tutto sui vaccini e volutamente ha trascurato le cure domiciliari che invece, applicate con coerenza ed in maniera tempestiva, avrebbero potuto risparmiare molte vite umane. Anche il governo Draghi dal punto di vista della pandemia è sulla linea del governo precedente.
    _____________________________________

    IL LIBRO DELLA SETTIMANA

    L'INDUSTRIA DELLA CARITA'
    Da storie e testimonianze inedite
    il volto nascosto della beneficenza


    di Valentina Furlanetto
    Ed. Chiarelettere - € 13,90
    E' un libro che parla di "lassismo", "inefficienza" e "sprechi" nel mondo della Cooperazione e che ha fatto fare diversi salti sulla sedia a decine, a centinaia, di operatori del settore, messi tutti in fila come davanti ad tribunale popolare, per sentirsi snocciolare le accuse e le recriminazioni di opacità nella gestione del denaro raccolto, in molti casi usato - stando al libro - anche per l'acquisto indiscriminato di Jeep, Suv, oltre che per cene e festini, laddove si muore di fame o di guerra. Il libro, lo diciamo subito, rivela che ci sono organizzazioni che funzionano e che offrono, in termini di aiuti, una grande parte di quello che ricevono, ma che ci sono organizzazioni che spendono in pubblicità e in personale molto di più di quanto arriva ai bisognosi. Nel mondo lavorano circa 50 mila Ong che ricevono finanziamenti per circa 10 miliardi di dollari all'anno, con un numero impressionante di volontari: circa 140 milioni. La solidarietà coinvolge uomini, mezzi e strutture: è diventata un'industria. Ci sono però "industrie" che funzionano bene e quelle che funzionano male. Prendiamo il caso di Unicef Italia, che ha un'entrata di 59 milioni di euro (dati 2011). Di questi, 37 milioni vanno alla sede internazionale. Ne restano 22, dei quali ben 13 milioni e 687 mila sono utilizzati per la "raccolta fondi, in pratica per pubblicizzarsi e raccogliere i soldi dei donatori". Altri sei milioni se ne vanno per "oneri di natura generale" (affitti, consulenze, personale, eccetera), e siamo a 19 milioni e mezzo. Cosa resta per i progetti per l'infanzia? Appena 2 milioni e 796 mila euro. Greanpeace Italia: ha speso per "salvare oceani, balene, foreste, ambiente" 2 milioni e 349 mila euro, mentre per pubblicità e nuovi soci ha speso 2 milioni e 482 mila euro. La musica, però, cambia con Telethon: "Il rendiconto 2011 è esaustivo, chiaro e tempestivo". Su 33 milioni di euro raccolti, solo 3 sono stati usati per la promozione e ben 24 sono stati destinati alla ricerca, mentre gli altri sei per il personale e per le spese di infrastrutture, affitti, eccetera. Anche Amnesty international può essere promossa: dei 7 milioni raccolti in Italia solo un terzo sono stati spesi per pubblicità e mantenimento. I volontari sono tutti volontari? Ce ne sono di quelli che non vengono pagati, ma esiste anche una marea di gente che riceve uno stipendio. Quello di funzionari, manager e direttori francamente fanno concorrenza a quelli delle industrie private. Esempi? Il direttore di Save the Children Usa guadagna 360 mila dollari all'anno; la buona uscita di Irene Kahn e Kate Gilmore (numeri uno e due di Amnesty international) è stata di 800 mila sterline (scoperta dl 2011). Secondo l'ex capo di Greenpeace Norvegia, i dirigenti ambientalisti "viaggiano in prima classe, mangiano nei migliori ristoranti e fanno la bella vita del jet set ecologista". Scrive Valentina Furlanetto: ". Ho sentito operatori umanitari vantarsi di 'aver sfruttato bene' la situazione creata da una crisi locale per raccogliere fondi (…) Ho scoperto che alcune associazioni accantonano liquidità proprio come fanno le aziende. Ho appreso che talvolta pagano i loro vertici come i top manager delle multinazionali". A proposito del terremoto ad Haiti, "il 66% di tutte le donazioni che sono state fatte nel mondo non sono state investite per la gente di Haiti, ma per il funzionamento delle Ong. Alcune hanno comprato fuoristrada da 40-50 mila dollari e il 20% delle donazioni è andato in stipendi del personale". Secondo Le Monde, sugli oltre 5 miliardi di euro arrivati ad Haiti "la popolazione ha ricevuto un centesimo". Per fortuna che non tutte le Ong e Onlus sono uguali.
    _____________________________________
    ULTIMA ORA: MANCATE SEPOLTURE: Casse da morto accatastate nei magazzini perchè non trovano sepoltura da mesi. Una pagina nera del comune di Roma guidato dal sindaco Virginia Raggi.
    _______________________________
    LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA
    OGNI POLITICO HA I SUOI CLIENTI












    Vignetta di Cadei - Italia Oggi 24/4/21