Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
- 15/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________
- 19/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________
- 25/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________
- 26/11/17
(Politica - Economia - Costume)
__________________________________________
- 30/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________________
- 1/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 2/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 3/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________
- 15/12/17
(Devozioni e Preghiere)
_______________________________
- 16/12/17
(Devozioni e Preghiere)
___________________________________
- 19/12/17
(Progetto Europa)
___________________________________
- 27/12/17
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 6/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 11/1/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 6/1/18
(una voce)
___________________________________
- 15/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 1/2/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 2/2/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 10/2/18
(Politica - Economia - Costume)
  • USA E RUSSIA: IL RIARMO NUCLEARE
    L'Europa agli europei
  • ___________________________________
    - 15/2/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/1/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 10/3/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 5/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________
    - 15/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/7/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 17/3/2018
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________
    - 6/1/18
    (una voce)
    ___________________________________

    - 21/12/2014
    (Cultura)

    ___________________________________

    - 23/6/2015
    (Vita)
    _________________________________________

    24 Novembre 2019            Informazioni            N° 47
    _________________________________________
          Foglio di comunicazione interna
    www.cattolicigenovesi.org
    _________________________________________
    L’esperto è un signore che, a pagamento, ti spiega perché ha sbagliato l’analisi precedente.

    Leo Longanesi

    _________________________________________
    SANTI E BEATI

    Beato RAIMONDO du Puy - Festa 19 novembre
    Raimondo nasce nel 1083 Figlio di Hughes du Puy, Signore de Pereins, d'Apifer e di Rochefort, già Governatore d'Acri e Generale al servizio di Goffredo di Buglione, egli era imparentato con Adhemar di Le Puy, legato papale nel corso della Prima Crociata. Successore del Beato Gerardo nel 1120, come secondo Gran Maestro dell'Ordine di Malta egli sviluppò l'Ordine secondo crismi di potenza militare. Egli prescrisse la croce puntata di Amalfi come simbolo ufficiale dell'Ordine, la quale divenne in seguito nota con il nome di Croce di Malta dopo che l'ordine stabilì la propria sede a Malta. Raymond divise l'ordine in fratelli religiosi, militari e affiliati e fondò la prima infermeria degli Ospitalieri presso la Chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme. Egli fu presente alla Presa di Ascalona nel 1153. Muore nel 1160.
    _________________________________________
    EDITORIALE
    IL DESTINO DELL'ITALIA IN MANO AD ALTRI

    Se seguiremo con precisione le disposizioni che ci vengono dall’Unione europea non solo non usciremo dalla crisi ma caricheremo i cittadini di tasse sempre più pesanti, demoliremo i nostro sistema produttivo perdendo buona parte delle nostre aziende vendute, delocalizzate o chiuse perché diventate non competitive. Detta linea ferocemente austera, neoliberista, recessiva e depressiva per l’economia europea, è spacciata subdolamente e falsamente come l’unica via percorribile. Questo linea è confermata dall’ultima iniziativa che porterebbe all’approvazione del Fondo salvastati dove tutti dovranno dare molti soldi ma ad usufruirne, saranno solo quelli che non hanno superato il livello di indebitamento non superiore al 60$ rispetto al Pil. Quindi, l’Italia sarebbe sempre esclusa. In caso di necessità il ricorso al Fondo salvastati ci sarebbe l’obbligo di cancellare in parte il debito pubblico. I titoli pubblici comperati a 100 verrebbero rimborsati a 70. Con grave danno per i cittadini sottoscrittori e delle banche che detengono molti titoli del debito pubblico. Già adesso, le banche, se passa il Fondo salvastati minacciano di non acquistare più i titoli del debito pubblico cosa che faranno anche i cittadini con la conseguenza di innescare un meccanismo che porterebbe al fallimento dell’Italia. Chi comanda in Italia ? Formalmente le persone che eleggiamo col nostro voto, nella realtà i nostri governi devono sottostare a regole europee imposte dal direttorio franco-tedesco. Sopra l’Ue a dettare le regole della finanza e del commercio vi è il grande capitale che è in grado con la speculazione di determinare la sopravvivenza o il fallimento degli Stati che ricorrono ai mercati, che liberi non sono, perché possono essere manipolati. I grandi investitori sono anche gli speculatori che possono far salire lo spread svendendo titoli dello Stato che intendono danneggiare. Non dimentichiamo che l’obiettivo di coloro che controllano i mercati è quello di colonizzare economicamente l’Europa. Gli Usa, controllando anche l’Europa, possono sperare di dominare la scena economica mondiale anche per questo secolo. L’Ue non è uno Stato e non fa gli interessi degli europei perché ci obbliga a finanziare il debito degli Stati dagli strozzini che ci possono ricattare quando vogliono; invece, dovrebbe attraverso la Bce, finanziare il debito pubblico per la parte che non viene collocata presso i suoi cittadini.
    CONCLUSIONE
    La politica economica che ci impone l’Ue porta ad un peggioramento delle condizioni economiche dell’Italia cosa che vediamo si verifica di anno in anno. Bisogna cambiare alcuni trattati europei che ci impediscono di uscire dalla crisi. Primo fra tutti è il finanziamento del debito pubblico da parte della Bce ad un tasso moderato e rimborsabile in un lungo periodo. Questo eviterebbe di essere prigionieri degli speculatori vero cancro degli Stati europei. Secondo aspetto è lasciare più libertà economica ai Paesi sia per quanto riguarda il salvataggio delle imprese in difficoltà e sia per quanto riguarda il commercio internazionale. Se queste scelte saranno possibili noi potremo fare un piano per lo sviluppo economico ed uscire dalla crisi. Dove eventuali sacrifici potranno avere un significato economico; diversamente, il nostro destino è già scritto. Per questo, se possibile trovare ascolto ha senso rimanere nell’Ue. In caso contrario è meglio far parte di altra aggregazione. Una ultima osservazione: quelli che chiamano sovranisti o populisti sono per cambiamenti profondi nei trattati europei e ritengono possibile uscire dalla crisi senza demolire l’economia del Paese caricando di tasse i cittadini; mentre, quelli che si definiscono democratici o europeisti sono per continuare con la politica attuale, totalmente asservita al modello mondialista per questo li chiamerei servilisti.

    Rino Tartaglino

    _______________________________

    ILLUSTRAZIONE: (Aquila Germanica) Il Fondo salvastati servirebbe alla Germania per mettere al sicuro le sue banche con i soldi degli altri.
    _______________________________

    CENTO STUDIOSI SI RIVOLGONO AL PAPA

    Cento studiosi, teologi e sacerdoti hanno preparato un documento per protestare contro i recenti atti compiuti durante il Sinodo per l’Amazzonia. Al contenuto di questo documento ha aderito anche mons. Carlo Maria Viganò. Riportiamo qui una breve sintesi. Durante venti secoli, la Chiesa Cattolica ha professato la fede in Gesù Cristo, unico Salvatore, giunta intatta fino a noi come l’ha ricevuta dagli Apostoli, dai Padri della Chiesa, a prezzo del sangue dei Martiri, della testimonianza dei Confessori della fede, dei Santi. Sotto la guida dei successori dell’apostolo Pietro che hanno garantito l’unità della Sposa di Cristo, confermando i fratelli della fede. Da ormai quasi sette anni, il successore del Principe degli Apostoli ha abdicato al suo ministero di confermare i fratelli nella fede. Papa Francesco non ha mai confermato nessuno. Riconosciamo con dolore quanto il suo ministero sia stato divisivo e distruttore. la Dichiarazione da lui firmata ad Abu Dhabi, in cui ha dichiarato che « il pluralismo e le diversità di religione, di colore, di sesso, di razza e di lingua sono una sapiente volontà divina », Se parliamo dell’islam è pura invenzione di un falsario presuntuoso. Con le sue condanne del così detto “proselitismo”, Francesco non ha solo mortificato ogni slancio missionario, ma di fatto ha rinnegato il mandato conferito da Cristo a tutti gli Apostoli: « Andate e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro tutto ciò che vi ho comandato. » (Mt 28, 18-20)
    Quando l’attuale pontefice fa qualche gesto o fa affermazioni che vengono criticate si chiude in un silenzio senza spiegazioni. Mentre non esista ad elogiare i nemici della Chiesa.
    Il Sinodo sull’Amazzonia sembra far parte di un ben più grande disegno nascosto, un vasto progetto, elaborato sotto l’egida delle Nazioni Unite e supportato dai grandi poteri finanziari per le sue linee che coinvolgono la società oltre che dal punto di vista religioso ed economico-organizzativo. Preoccupa l’adesione fideistica alla falsa scienza, fondata su un presunto catastrofico riscaldamento della terra, il cui principale responsabile sarebbe l’uomo. L’uomo creato ad immagine e somiglianza di Dio, e chiamato a condividere la vita divina in una eternità beata con il suo Creatore. La Terra è stata creata per l’uomo e non l’uomo per la Terra. La Madre Terra non può essere divinizzata, e la Pachamama è una pura invenzione della superstizione di un popolo primitivo, della quale, persona razionale, difficilmente può prendere in considerazione. Con la comparsa della Pachamama in San Pietro e a Santa Maria in Traspontina, è stato consumato un grave atto sacrilego. Il culto del Dio vivo e vero, rivelato e manifestato in Gesù Cristo, che la Chiesa Cattolica adora e professa, è stato contaminato da elementi chiaramente idolatrici e sincretisti. L’idolatria, o una sua simulazione, rappresenta il più grave attentato perpetrato contro la Divina Maestà. San Paolo, dal canto suo, ammonisce i primi cristiani di Corinto: "Un idolo è forse qualche cosa? No, ma dico che i sacrifici dei pagani sono fatti a demoni e non a Dio". Cento Studiosi hanno stilato questa Dichiarazione dove si chiede « rispettosamente a Papa Francesco di chiarire pubblicamente e senza ambiguità e di riparare a questi oltraggi».
    ____________________________
    ILLUSTRAZIONE: Incontro del Papa col direttore di Al Azhar ad Abu Dhabi.
    ________________________________
    18/11 - IUS SOLI: Il Pd guidato da Nicola Zingaretti con enfasi lancia la sfida alle opposizioni proponendo l'introduzione dello "ius soli", cioè il diritto di cittadinanza a chi nasce in Italia. Di Maio facendo riferimento ad argomenti più urgenti si dice sconcertato dalla proposta.
    La sinistra totalmente appiattita sulle decisioni dell'Ue, non è in grado di esprimere un programma vero così propone argomenti vecchi e di importanza nulla rispetto alle urgenze che dovrebbero trovare una rapida soluzione.

    18/11 - LE SARDINE: I promotori della manifestazione di Bologna che si contrapponeva a Salvini si sono definiti "sardine". Subito, dopo il successo della manifestazione per le numerose presenze, da parte della sinistra, si è scoperto che i promotori sono sostenitori del Pd e sono collaboratori dell'ex ministro Romano Prodi.
    La manifestazione voleva sembrare spontanea ma di sinistra, in forma anonima senza bandiere di partito e con l'unico collante l'anti salvinismo. Un po' poco per fare politica attiva.
    ________________________________

    18/11 - VATICANO II E MASSONERIA: Cosa pensa la Massoneria del Concilio Vaticano II: sono parole del massone Gustavo Raffi, che quando le pronunciò nel 2012 era gran maestro del Grande Oriente d’Italia. “Il Vaticano II ha insegnato ai credenti il valore del dialogo come metodo che rende possibile l’incontro tra gli uomini, al di là di ogni credo o appartenenza; a sentirsi parte di una comunità in movimento. A noi laici, ha insegnato a riconoscere l’umanità della Chiesa. Dopo cinquanta anni, questo messaggio di pace, di concordia e di affratellamento tra tutti gli uomini è più che mai vivo e necessario per reagire alla crisi di valori che minaccia il nostro mondo moderno», ha detto Gustavo Raffi, gran maestro del Grande Oriente d’Italia, ricordando l’anniversario dell’apertura dei lavori del Concilio ecumenico Vaticano II. «Il Concilio – ha proseguito Raffi – obbligò gli uomini di Chiesa al confronto con la società nel momento in cui questa andava aprendosi alla modernità”. Il Vaticano II fu una svolta storica per la Chiesa Cattolica Romana perché con esso si aprì al dialogo ecumenico con i protestanti e al dialogo interreligioso, che sono azioni fortemente promosse dalla Massoneria in quanto il suo obbiettivo è quello di creare una religione universale infatti nelle Costituzioni massoniche del 1723 si legge: «L’idea della Massoneria è di riunire tutte le religioni e creare una religione universale: religione nella quale tutti gli uomini si accordano». Giovanni XXIII e Paolo VI sotto i quali dal 1962 al 1965 si svolse il Concilio Vaticano II non erano contrari al dialogo e anche i cardinali e i vescovi che più si adoperarono per indirizzare il Concilio Vaticano II in senso ‘modernista’ erano tutti massoni, di grado più o meno elevato. Tanta era la soddisfazione della massoneria che alla morte dei due pontefici del Vaticano II arrivarono dalle logge espressioni di stima e di ringraziamento. Col passar del tempo si ebbero ulteriori aperture e dal Codice di Diritto Canonico non viene più citata esplicitamente la massoneria. Non parliamo poi di intrecci economici con uomini delle logge. Cosa pensa la massoneria del papa attuale? Il Gran Maestro Raffi: «Con Papa Francesco nulla sarà più come prima. Chiara la scelta di fraternità per una Chiesa del dialogo, non contaminata dalle logiche e dalle tentazioni del potere temporale».
    Siamo passati dalle più dure condanne da parte di tutti i Papi fino a Pio XII della massoneria come organizzazione esoterica, neo gnostica nemica della Chiesa. Poi siamo passati al dialogo ed alle indicazioni di stima da parte della massoneria ai Papi per le loro aperture. Cosa è cambiato nella massoneria? Direi proprio niente.
    ________________________________

    19/11 - DISNEY E LA CULTURA DEL GENDER: E’ una notizia: la cultura LBGTQ+ (lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer, intersessuali…) approderà presto a Paperopoli. Leggiamo infatti: «Nella terza stagione di DuckTales verrà introdotta la prima coppia di paperi LBGTQ+ della storia». Di che si tratta? Le cose sono andate così. Dopo che la nuova stagione di DuckTales «ha fatto parlare molto di sé per l’incredibile coraggio mostrato all’interno della serie: dall’introduzione di Della Duck, sorella gemella di Paperino e madre di Qui, Quo e Qua, all’introduzione di personaggi appartenenti ad altre etnie e con disabilità, fino a raccontare dell’abuso su minori e la psicoterapia per il controllo e la gestione della rabbia», i tempi sono maturi per la svolta: «Verrà infatti introdotta la prima coppia di paperi LBGTQ+ della storia». A raccontarlo è lo sceneggiatore Francisco Frank Angones, che svela anche l’identità della coppia: «Nella terza stagione incontreremo i genitori di Violet, due adorabili papà contentissimi di aver adottato Lena e aver dato lei una famiglia». Nonostante si tratti in assoluto della «prima rappresentazione gay di sempre nella mitologia dei paperi», lo sceneggiatore Angones, che è anche produttore esecutivo della serie, dichiara di essere del tutto soddisfatto.
    I fumetti di Walt Disney non mi hanno mai interessato molto per il semplice fatto che non esistono animali che parlano e si comportano come gli esseri umani. Pochi di questi fumetti o cartoni animati possono anche andare, troppi sono diseducativi. Non fanno capire ai bambini cosa sono veramente gli animali. Adesso, siamo arrivati ad imporre ai bambini la devianza come normalità nelle scelte di vita. Pensiero in linea con il suo fondatore, il massone Walt Disney ma non coincidente col nostro.
    ________________________________

    19/11 - FONDO SALVASTATI: Nel giugno scorso il primo ministro Conte ed il ministro dell'Economia Giovanni Tria avrebbero impegnato l'Italia per la riforma e l'incremento del Fondo Salvastati. Poiché, l'accordo imporrebbe all'Italia il versamento di 100 miliardi senza alcuna possibilità di poterne usufruire, la Lega e i Cinque Stelle prendono posizione contraria accusando Conte di aver venduto l'Italia alla Ue.
    Certe decisioni così impegnative devono essere conosciute dal Parlamento e valutate prima di dare anche il semplice assenso preliminare ad un accordo ancora da votare.

    19/11 - PAROLE: Da una ricerca dell'università di Torino risulta che le donne parlano mediamente di più, per dire la stessa cosa le donne usano più parole degli uomini. Le donne sono capaci in media di pronunciare 20.000 parole al giorno contro le 13.000 dell'uomo medio. La causa sarebbe in una proteina la Fox Pa2, presente in maniera maggiore nel cervello delle donne.
    Finalmente abbiamo scoperto che le donne superano gli uomini in qualche cosa.
    ____________________________

    20/11 - SALVINI INDAGATO: Dopo il caso Diciotti dove Salvini fu indagato per "Sequestro di persona" per aver tenuto al largo la nave con migranti a bordo per 12 giorni; ma, la richiesta di processare il ministro degli Interni fu respinta dal Parlamento per decisione dei grillini, adesso abbiamo un nuovo intervento della Procura di Agrigento per il caso Open Arms. Il ministro Salvini tenne 20 giorni al largo di Lampedusa la nave Open Arms con 164 migranti a bordo. In questo caso le accuse a carico di Salvini sono sequestro di persone ed omissione di atti d'ufficio. Ora i grillini che faranno?
    Nessun fascicolo sul nuovo ministro degli Interni Lamorgese che con la Ocean Viking fece come Salvini. Nelle aule dei Tribunali bisognerebbe cancellare la scritta "La legge è uguale per tutti", si eviterebbero momenti di imbarazzo.

    20/11 - CRISI PILOTATA: In base alla documentazione si scopre che la Arcelor Mittal già da giugno aveva intenzione di chiudere l'Ilva cominciando a non acquistare la materia prima per far funzionare gli altoforni.
    Molti investitori stranieri sono solo dei razziatori il cui scopo è quello di fare affari rapidamente e poi scappare. Quando si fanno i contratti occorre che per le violazioni da parte dei contraenti vi siano sanzioni pesanti per chi non rispetta le clausole scritte.
    ____________________________

    20/11 - APERTURE AI DIVORZIATI: Monsignor Marangoni ha inviato una lettera ai separati e divorziati: «C’è una parola iniziale da confidarvi: Scusate! C’è in questa parola — afferma il vescovo di Belluno e Feltre — la nostra consapevolezza di avervi spesso ignorato. Forse avete anche sofferto per atteggiamenti tra noi di giudizio e di critica nei vostri confronti. Abbiamo anche per un lungo tempo dichiarato che non potevate essere pienamente ammessi ai sacramenti della Penitenza e dell’ Eucaristia». La presa di posizione trae spunto da «Amoris Laetitia», l’ esortazione apostolica di Papa Francesco (fu pubblicata nel 2016), che vagliava anche la realtà contemporanea della vita familiare. Nella lettera vi è l’invito, esplicito, di riavvicinarsi alle parrocchie, iniziando da un incontro organizzato domenica primo dicembre, alle 15, al Centro Papa Luciani a Col Cumano di Santa Giustina. Un palese tentativo di riconciliazione, insomma. Che però non è stato affatto gradito da chi non ammette deroghe alla tradizione e ritiene «il Cattolicesimo Romano l’ unica forma di antagonismo culturale, sociale e politico alla grave decadenza e alle pulsioni dissolutrici del mondo in cui viviamo» Ma la diocesi tira dritta: l’ incontro si farà. Del resto il vescovo di Belluno, in Veneto, non è solo: nei giorni scorsi il «collega» di Vittorio Veneto Corrado Pizziolo, ha annunciato quello che definisce «la novità»: «Consiste nel fatto di prevedere per certe coppie che non vivono in pienezza il matrimonio cristiano la possibilità di accedere alla partecipazione sacramentale».
    Divieto della S. Comunione ai risposati e concubini– attraverso la sua enciclica Familiaris Consortio, Giovanni Paolo II, ribadisce l’importanza della fedeltà coniugale, della sessualità vissuta all’interno della matrimonio e l’indissolubilità del matrimonio cristiano. Vi sono tre aspetti da esaminare:
    1) Siamo sicuri che basta “l’accompagnamento” continuando la convivenza, a mettere in grazia di Dio i divorziati risposati?
    2) Grave scandalo presso i fedeli per questa manifestazione concreta di una violazione di una disposizione sempre seguita;
    3) Di fatto viene introdotto una sorta di “divorzio cattolico” attraverso un artificio giuridico.
    ________________________________



    21/11 - LAICITA' FRANCESE: In Francia un’anziana suora, che aveva fatto domanda per essere ospitata in una casa di riposo, si è vista respinta dai dirigenti dell’istituto a causa del suo abito religioso e dell’”ostentazione” di segni religiosi. La vicenda è avvenuta a Vesoul, nel dipartimento dell’Alta Saona, e ha spinto il sindaco della cittadina a scusarsi pubblicamente con la suora e a offrirle aiuto per trovare un alloggio popolare. Secondo i responsabili della casa di riposo le leggi vietano agli ospiti di indossare abiti religiosi in una struttura finanziata da fondi pubblici. Di qui le scuse del sindaco, Alain Chrétien, secondo il quale si è trattato di un “deplorevole errore di valutazione”, un “grosso errore” commesso dai responsabili della casa di riposo, condizionati, come spesso succede nel caso di impiegati statali, da una interpretazione in senso restrittivo della legge sulla laicità.
    Il parroco locale, Florent Belin, ha parlato di un atteggiamento “anticristiano” e di “paure gestite male” che determinano situazioni inaccettabili. Queste forme di atteggiamenti anticristiani derivano dal fatto che il potere da due secoli è determinato dalla massoneria anticlericale.
    ______________________________
    21/11 - PIGNORAMENTO DEI CONTI: Nella manovra predisposta dal governo esiste un articoletto secondo il quale i Comuni quando non riscuotono direttamente dal contribuente l'importo dovuto per l'Imu e Tasi, possono procedere direttamente col pignoramento del conto corrente del cittadino inadempiente.
    Pensiamo che questa norma non passerà perché è inammissibile nella forma. Si può procedere in questi modi solo con i criminali, non con le persone normali.

    21/11 - MATRIMONI IN ITALIA: Secondo il rapporto Istat i matrimoni si fanno in età più adulta. I matrimoni civili prevalgono su quelli in chiesa, specialmente le seconde nozze. Chi si sposa per la prima volta è più frequente in chiesa. Le unioni civili tra omosessuali nel 2018 sono state 2.808.
    La crisi demografica comincia dai matrimoni in ritardo e continua con i matrimoni instabili.
    _____________________________________

    22/11 - CENSURA: Il Rapporto sull'islamofobia in Europa mette nel mirino Lega, Fratelli d'Italia, ma anche il Giornale, Libero, Il Tempo, la Verità e perfino... BastaBugie (YouTube ci ha subito mandato un avvertimento: smettete di ''diffondere odio'' contro l'islam o vi chiudiamo il canale) Mentre vi sono progetti per l’islamizzazione dell’Italia, Progetti di nuove moschee, zone per soli musulmani in cui si applica la legge coranica, parcheggi vietati agli infedeli e vi sono stati tentativi di comperare chiese per trasformarle in moschee. Ma il vero problema è la cristianofobia. Giuliano Guzzo in un articolo dal titolo "La cristianofobia. Lo dicono i numeri" parla Il rapporto sull'islamofobia, finanziato dall'Ue, il quale si basa più su libere interpretazioni che su evidenze statistiche. Il documento omette per esempio ogni riferimento al dossier Osce-Odihr, che nel 2016 riportava per l'Italia 8 casi riconducibili all'odio antislamico e 32 all'odio anticattolico. Quattro volte tanto. Ma non risulta che l'Ue si sia preoccupata della cristianofobia. Perché?.
    Esiste una operazione messa in atto dai mondialisti che vogliono far invadere l'Europa da africani ed asiatici, per realizzare un certo grado di islamizzazione per contrastare il cristianesimo. La censura di You Tube ha lo scopo di appoggiare questa iniziativa.
    _____________________________________


    22/11 - SPIONAGGIO; Edward Snowden, il famoso ricercato dalla polizia Americana per aver pubblicato migliaia di documenti segreti, in una sua autobiografia utilizzata per realizzare il film di Oliver Stone, racconta come vengano impiegate le informazioni. “Col passare del tempo Snowden viene a conoscenza di informazioni con cui l'NSA e le altre agenzie governative stavano usando non solo sul Giappone, ma anche le altre nazioni alleate con gli USA. Queste informazioni includevano anche notizie sulle principali infrastrutture e nei settori finanziari, in modo che, nel caso queste nazioni cambiassero allineamento politico, potrebbero essere effettivamente "abbattute" da remoto”.
    Le informazioni ottenute più o meno illegalmente servono al nostro maggiore alleato per ricattare i Paesi che non si adeguano alla sua politica.

    22/11 - RICERCATO IL MONSIGNORE: Mandato di cattura internazionale della magistratura argentina nei confronti del vescovo di Oran, mons. Gustavo Zanchetta, accusato di abusi sessuali.
    Con i tempi che corrono anche le cose più brutte possono essere vere anche se, noi auguriamo a mons Zanchetta di essere innocente rispetto alle accuse mosse contro di lui.
    ________________________________

    23/11 - POLONIA, LEGGE ANTIPEDOFILIA: Quando qualche Paese europeo intraprende una politica estranea al pensiero unico, magari espressione della sovranità nazionale, viene subito rieducato a suon di slogan europeisti. Varsavia vuole cancellare l'educazione sessuale nelle scuole dando invece la centralità dell'educazione alle famiglie. Questa legge intacca il potere dei circoli Lgbt di infiltrarsi nelle scuole ed incidere sull'educazione. Il Parlamento europeo ha votato qualche giorno fa contro il disegno di legge polacco. Non possiamo che fare altro che tifare per la Polonia.

    23/11 - MOTIVAZIONI PER L'EUTANASIA: I giudici della Consulta aprono all'eutanasia. Sono spalancate le porte al diritto di uccidersi. La Consulta dichiara che "non è punibile ai sensi dell'articolo 580 chi agevola l'esecuzione del proposito di suicidio autonomamente e liberamente formatosi di un paziente".
    Cosa recita l'articolo 580? "Articolo 580. Istigazione o aiuto al suicidio. Chiunque determina altri al suicidio o rafforza l’altrui proposito di suicidio, ovvero ne agevola in qualsiasi modo l’esecuzione, è punito, se il suicidio avviene, con la reclusione da cinque a dodici anni. Se il suicidio non avviene, è punito con la reclusione da uno a cinque anni, sempre che dal tentativo di suicidio derivi una lesione personale grave o gravissima". La Consulta ha dato una interpretazione errata dell'articolo 580. Non agevola affatto l'esecuzione del proposito di suicidio.
    _______________________________




    SINISTRE CON LE SARDINE
    E SALVINI CON I GATTINI

    La sinistra senza argomenti
    cerca d’ingannare le genti.
    Quali pesci deve pigliare
    per la Lega contrastare?
    E così con molto acume
    le sardine son opportune.
    Se poi le stai a sentire
    non han niente da dire.
    Solo slogan e Bella Ciao
    contan tanto come miao,
    per esorcizzar Salvini
    che arriva coi gattini.
    La sinistra spaesata
    alle sardine è legata
    ed elogia la spontaneità
    come fosse la verità.
    A sfatar la lieta novella
    dietro spunta Mortadella,
    che da morto sotterrato
    spera d’esser risuscitato.
    Far domani il presidente
    se la sinistra è vincente.
    Ma qual è la conclusione?
    Questa è tutta illusione,
    le sardine non portan voti
    ai politici che sono noti.
    La politica non sanno fare
    non han idee da dichiarare.
    Come una veloce brezza
    scompaiono in bellezza.
    Restan solo i gattini
    a cercare i pesciolini.

    ________________________________

    23/11 - BENEDETTO XVI E L’EBRAISMO: Nella genealogia di Papa Ratzinger, Benedetto XVI a partire dal XVI secolo, vi sono almeno 10 rabbini Il primo ceppo ha inizio con Judah Loew ben Bezalel (1516 -1610) rabbino e studioso del Talmud, Maharal di Praga (Il nostro maestro il rabbino). In linea diretta si arriva a Josephine Knopfelmacher nata nel 1809 che sposa Jacob Tauber nel 1831. I Tauber hanno come capostipite il rabbino Jonah Gerondi e rappresentano uno dei rami cabalistici più importanti della sinagoga. Dal matrimonio nasce nel 1834 Elisabetta Tauber che sposa nel 1858 Anton Peintner. Nel 1860 Elisabetta Tauber si converte al cattolicesimo. Da questo matrimonio nasce nel 1855 Maria Tauber Peintner che sposa Isidor Rieger. Da questo matrimonio viene alla luce Maria Peintner Rieger che nel 1884 sposa Joseph Ratzinger padre si Joseph Alois Ratzinger (Benedetto XVI Papa). Elisabetta Tauber, bisnonna di Benedetto XVI è la discendente di ben 9 rabbini in linea materna e di almeno 1 rabbino in linea paterna.
    Ha scritto Ratzinger: «il mandato della missione è universale – con un’eccezione: la missione agli ebrei non era prevista e non era necessaria semplicemente perché solo loro, tra tutti i popoli, conoscevano il “Dio sconosciuto”». Così, verso Israele, non vale la missione ma il dialogo sulla comprensione di Gesù di Nazareth, ossia se egli è «il Figlio di Dio, il Logos», atteso. Riprendere questo dialogo è «il compito che ci pone l’ora presente». Ebraismo e cristianesimo sono «due modi di interpretare le Scritture». Conclusione per Joseph Ratzinger la conversione degli ebrei non è necessaria.

    Gli ebrei come profetizzò San Paolo i convertiranno per ultimi ma si convertiranno. San Paolo riteneva indispensabile la conversione degli ebrei a Cristo. Cristo dice : “andate e predicate chi crederà sarà battezzato e sarà salvo, chi non crederà sarà condannato”; quindi non fa nessuna eccezione. Non esistono due verità opposte, sarebbe fuori da ogni logica. Negare la conversione degli ebrei è come considerare che la venuta di Gesù Cristo è stato un evento inutile per loro in quanto non ne avevano bisogno. Gesù è venuto per la salvezza di tutti gli uomini. Tutti gli uomini devono essere convertiti.
    (Foto: Benedetto XVI e il rabbino Di Segni)
    _____________________________________

    24/11 - FRANCESCO IN ASIA: Il Papa nel suo viaggio in Oriente ha visitato la Thailandia dove è stato ben accolto dai pochi cristiani ma anche da buddisti e governanti. In un suo intervento ha condannato il turismo sessuale che vede più colpevoli gli stranieri che i poveri abitanti di quel Paese. Durante il volo vero il Giappone, il Papa ha inviato un messaggio alla governatrice di Hong Kong: “Invoco la benedizione di Dio perché ritroviate la pace”. Giunto in Giappone, il Papa ha visitato Hiroshima e Nagasaki dove ha reso omaggio alle vittime delle bombe atomiche che hanno fatto strage nelle due città. Nagasaki era la città abitata dal maggior numero di cristiani. Il Papa ha colto l’occasione per fare un appello al disarmo nucleare. Il Giappone ha una lunga storia del martirio dei cristiani. Il primo cristiano è stato il gesuita Francesco Saverio che sbarcò nel porto di Kagoshima il 15 agosto 1549. Svolse il suo lavoro di evangelizzazione. In un primo tempo furono bene accolti. Successivamente sotto il governo di Hideioshi iniziarono le persecuzioni che continuarono sotto gli shogun Tokugawa dove i cristiani dovevano abiurare o essere uccisi. Famoso è l’episodio della rivolta di Shimabara dove morirono 37.000 cristiani dopo un lungo assedio. Molti cristiani entrarono in clandestinità tanto che nel 1865 un missionario francese Bernard Petitjean venne a conoscenza dei cristiani nascosti (kakure kirishitan) per tutto il tempo tennero viva la fede cattolica. Attualmente in Giappone i cristiani sono 536.000.
    Vista l’accoglienza dei cristiani di Thailandia e Giappone, la visita del Papa è stata sicuramente proficua.
    _______________________________
    24/11 - DROGA LIBERA, UN FALLIMENTO: Depositi zeppi di foglie di cannabis raccolte ed invendute. Un mercato legale che cresce poco, mentre quello clandestino continua a prosperare. Paesi che hanno legalizzato la cannabis come Canada e Stati Uniti (11 Stati), l'affare si è rivelato una bolla. Le forme illegali, compreso il contrabbando continuano a prosperare anche perché lo Stato carica di tasse il commercio legale della droga rendendo meno costoso lo smercio illegale. Il numero dei drogati mostra un incremento del 60% negli ultimi 10 anni.
    La diffusione della droga va combattuta e non legalizzata sia per la salute dei cittadini che per le casse dello Stato che spende più per le cure dei drogati di quanto possa ricavare dalle tasse che se sono alte incasserà poco perché prospera lo spaccio illegale, se sono basse non ci caverà niente.

    24/11 - PETTEGOLEZZO: Una notizia che in sè è di nessuna importanza ma serve a capire la psicologia di certi personaggi politici. La presidente dell'Inps si fa ristrutturare l'appartamento con una consistente spesa. La ministra della Difesa che si trattiene l'appartamento senza averne il diritto ma lo fa girare al marito sperando che non se ne accorgano i giornalisti. Il nostro primo ministro Conte si rifà l'appartemento di servizio compreso l'idromassaggio, Wc, maxi doccia e sicurezza per 23.000 euro.
    Questi signori non badano a spese, tranne i burocrati che durano un po' di più nel loro incarico, i politici, visto la loro precarietà spendono i soldi dello stato per i loro successori. Conti quanto può durare?
    _______________________________

    ANNOTAZIONE
    MICHELINO CENSURATO

    L’associazione Pro Vita, con regolare permesso dell’ente concessionario, aveva affisso, in occasione del 40° anniversario della legge 194, un maxi manifesto, che ritraeva l’immagine di un bambino in grembo a 11 settimane, “Michelino”, com’è stato chiamato. L’immagine accompagnata da semplici verità biologiche, riguardanti il normale sviluppo di un bambino. «Tu eri così a 11 settimane…», «tutti i tuoi organi erano presenti», «il tuo cuore batteva già dalla terza settimana dopo il concepimento», «già ti succhiavi il pollice», «e ora sei qui perché tua mamma non ti ha abortito». Il manifesto è poi fatto rimuovere dalla giunta Raggi, che aveva inoltre, vietato l’affissione di altri 500 manifesti di minori dimensioni. Per il Comune quei manifesti violavano l’articolo 12 bis del regolamento comunale sulla pubblicità, secondo cui «è altresì vietata l’esposizione pubblicitaria il cui contenuto sia lesivo del rispetto delle libertà individuali, dei diritti civili, politici…». Pro Vita fa ricorso al Tar e il Tar dà ragione al Comune di Roma e vieta l’affissione dei manifesti di Pro Vita. Intanto in Italia molti altri manifesti, sebbene osceni, vengono consentiti. Due pesi e due misure, frutto del politicamente corretto.
    Dove sarebbe la «violenza semantica» di cui parlano i giudici? Il problema è che ricordare l’ovvio - qui, che l’aborto comporta la morte di un essere umano - e cercare così di risvegliare le coscienze è considerato uno scandalo da una società che per altro verso non si scandalizza più di nulla. Basta fermarsi un attimo a pensare quanti e quali messaggi e immagini vengano diffusi oggi, con l’autorizzazione dei pubblici poteri. Abbiamo una società che attraverso la televisione, i media, la pubblicità ci presenta messaggi quasi pornografici o che invitano a fare uso di marijuana. In questa società ipersessualizzata tutto è permesso. Una società del genere non può temere che la verità
    _____________________________________


    IL LIBRO DELLA SETTIMANA

    IL RICATTO DEI MERCATI

    di Lidia Undiemi
    Ed. Ponte delle Grazie - € 16,00

    «Non si può fare altrimenti. Ce lo chiedono i mercati»: è la formula dietro cui politici di spicco e buona parte degli economisti si trincerano quando devono giustificare le misure draconiane che stanno mettendo in ginocchio l’Italia. Ma è davvero così? Quali gruppi e interessi concreti si celano dietro queste entità inafferrabili che esprimono la loro preoccupazione, avanzano richieste, e, all’occorrenza, fanno cadere governi legittimamente eletti? L’inchiesta di Lidia Undiemi risponde analizzando le fasi più significative della crisi dei debiti che dal 2011 attanaglia l’Eurozona, mettendo a nudo il disegno politico sotteso al sistema di regole economiche e dispositivi di salvataggio: consegnare le risorse produttive delle nazioni in difficoltà e i diritti sociali conquistati dalle generazioni precedenti nelle mani di una nuova autocrazia finanziaria, la quale ottiene una clamorosa clausola di salvaguardia politica a garanzia dei propri capitali privati da parte degli Stati in difficoltà. L’opera riporta una ricostruzione attenta e lucida del ruolo assunto dalla Troika in Grecia, Spagna, Portogallo, Irlanda e Cipro, dalla quale emerge una vera e propria guerra fra Stati e mercati, nell’ambito della quale l’ipotesi di prelievo forzoso già attuato nella piccola isola rischia di divenire un modus operandi da imporre agli altri membri. E’ ormai evidente che l’Italia sia già stata di fatto commissariata, visto che si stanno di fatto attuando le stesse riforme attuate altrove, e nessuno può sapere qual è il limite delle richieste dei mercati. Nonostante l’invadenza delle organizzazioni internazionali, gli Stati restano comunque enti sovrani, e dunque la politica potrebbe ribaltare in qualsiasi momento la situazione. Lo storico accordo di Fortaleza firmato di recente dai BRICS, con il quale questi esprimono sostanzialmente la volontà di fare fronte comune contro le politiche neoliberiste del FMI, fa presagire che, non soltanto l’UE, ma in generale l’economia mondiale del debito – retta dall’egemonia statunitense – si avvia ad un inesorabile declino. La via del ritorno allo Stato è già segnata. Per un reale ritorno alla sovranità dello “Stato per il popolo” è necessario affrontare altre importantissime questioni da cui dipende l’effettiva attuazione di un piano di uscita il meno traumatico possibile. I tempi della deflagrazione dell’eurozona sembrano dipendere dallo scontro titanico fra la BCE e la Bundesbank che si sta attualmente consumando dinanzi alla Corte di Giustizia Europea. Per ritornare ad una crescita democraticamente sostenibile, resta il grande nodo dello strapotere del capitalismo finanziario nel decidere le sorti dei mercati ‘reali’ nazionali. Il ricatto dei mercati’ mostra come il capitalismo finanziario si sia inserito nell’economia reale e abbia cambiato le ‘regole d’ingaggio’. La globalizzazione finanziaria, ancor prima di divenire visibile con i “grandi numeri”, si è manifestata attraverso le trasformazioni del mondo del lavoro, che sino ad oggi ha rappresentato il suo principale ostacolo. Questo spiega l’eccessiva attenzione per lo smantellamento dei diritti dei lavoratori, tutt’altro che meramente ideologica. Il mondo economico dominato dall’alta finanza con tutti i mezzi a disposizione cerca di convincerci che l’unico mondo possibile è quello che funziona con le sue regole. Nella realtà, le economia dei vari Stati possono benissimo funzionare senza demandare tutto questo potere a loro. Questo è necessario che la gente ne sia cosciente. Noi stiamo vivendo in un mondo vittima di una grande truffa che ha come risultato l’impoverimento generale, una ridistribuzione della ricchezza che si concentra in pochi individui. Così non si tratta soltanto di difendere i lavoratori, anche le piccole e medie imprese italiane, le piccole proprietà che sono vittime di questo sistema ma uscire dalla crisi. Le ricette della Bce, del Fmi e della Commissione europea sono tutte al servizio di quel modello che ci impongono gli strozzini di Wall Street. L’opera si conclude con una via d’uscita politica, incentrata sul nuovo ruolo politico che dovrebbero assumere le forze sociali in campo, e una importante proposta di legge per la tutela del lavoro e dell’economia reale del territorio contro questo nuovo capitalismo finanziario. Cosa che può realizzarsi solo col recupero della sovranità monetaria degli Stati ed il ridimensionamento del potere finanziario. Ogni soluzione intermedia non produrrà niente di niente, se non andare avanti con l’andazzo cui siamo abituati, e di certo non risolverà la crisi. Le cartucce della BCE, i salvataggi del FMI, le Manovre dei Governi sono tutte cose perfettamente inutili, perlomeno nell’ottica della risoluzione del problema di fondo. In sintesi hanno effetti sul breve periodo, ma non risolvono il problema. Quando una macchina è troppo danneggiata non si può riparare, bisogna cambiarla.
    _______________________________
    ULTIMA ORA: Per una frana dovuta alle abbondanti piogge, crolla un viadotto sull'autostrada Torino-Savona. Torna la paura a 15 mesi dal crollo del ponte Morandi.
    _______________________________
    LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA
    CONTE IN EQUILIBRIO PRECARIO PER LA MANOVRA





















    Vignetta di Claudio Cadei - Italia Oggi 23/11/19

    _______________________________