Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
_____________________________________________________________


ULTIMI INSERIMENTI
- 1/5/2004
(cultura - scienza - fede)
LA PASSIONE DI CRISTO - Così come è avvenuta

_____________________________________________________________
- 31/10/2004
(Difesa della vita)
ARE THE DEAD REALLY DEPARTED WHEN WE REMOVE THEIR ORGANS ? - On a subject concerning the end of life, and that is particularly the matter of the removal of organs from corpses

_____________________________________________________________
- 31/12/2004
(Europa)
LA FINE DELL'UNIONE EUROPEA - L'ingresso della Turchia in Europa

_____________________________________________________________
- 7/1/2005
(Difesa della vita)
QUESTIONI MORTALI - L'attuale dibattito sulla morte cerebrale e il problema dei trapianti di R. BARCARO e P. BECCHI- Introduzione

_____________________________________________________________
- 20/5/2005
(Difesa della Vita)
I CATTOLICI SI ASTENGONO SUL VOTO DEL REFERENDUM - Volantino

____________________________________________
- 31/5/2005
(Progetto Europa)
L'EUROPA E LA GEOPOLITICA AMERICANA - Chi domina il blocco eurasiatico-africano domina il mondo

____________________________________________

- 30/9/2005
(Una voce)
TORNIAMO ALLA MESSA IN LATINO - A seguito della Messa in "zeneize" una lettera di Francesca Poluzzi

____________________________________________

- 15/4/2006
(Difesa della vita)
DONARE GLI ORGANI E MORTE CEREBRALE
Le cose da sapere di Carlo Barbieri
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________


- 30/1/2008
(vita)
WELBY E IL PENSIERO CATTOLICO
Condanna dell'eutanasia di Carlo Barbieri
___________________________________

- 30/1/2008
(vita)
WELBY: RIFIUTO DI CURE O EUTANASIA? (parte I)
Considerazioni giuridiche sul caso Welby del prof. Paolo Becchi
___________________________________


- 3/4/2008
(vita)
MORTE CEREBRALE E TRAPIANTO DI ORGANI
Libro del Prof. Paolo Becchi - recensione del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 3/4/2008
(vita)
LA MORTE CEREBRALE E' LA FINE DELLA VITA?
relazione della Dott. Rosangela Barcaro
___________________________________

- 8/7/2008
(vita)
INFORMAZIONE
La disinformazione sui problemi dei trapianti può essere colmata da alcune letture - consigli del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 20/11/2008
(vita)
Il nuovo regolamento sulle modalità per l'accertamento e la certificazione della morte. Primi rilievi critici.
del Prof. Paolo Becchi
___________________________________

- 1/10/2009
(vita)
La biopolitica non ammette la libertà di coscienza
Prof. Paolo Becchi
___________________________________
- 30/10/2009
(Archivio)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 30/10/2009
(Incontro)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 10/1/2012
(vita)

___________________________________

- 20/1/2012
(voce)

___________________________________

- 20/1/2012
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 19/2/2012
(Cultura)

___________________________________

- 1/1/2013
(una voce)
___________________________________

- 7/1/2013
(vita)

___________________________________

- 7/1/2013
(voce)

___________________________________

- 17/3/2013
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 17/5/2013
(voce)
___________________________________

- 21/12/2014
(Cultura)

___________________________________

- 23/6/2015
(Vita)

___________________________________

5 Febbraio 2017            Informazioni            N° 6
_________________________________________
      Foglio di comunicazione interna
www.cattolicigenovesi.org
_________________________________________
Il pigro è uno che si riposa prima di stancarsi.

Anonimo

_________________________________________
SANTI E BEATI

San GIOVANNI Bosco Sacerdote – Festa 31 gennaio
Grande apostolo dei giovani, fu loro padre e guida alla salvezza con il metodo della persuasione, della religiosità autentica, dell’amore teso sempre a prevenire anziché a reprimere. Sul modello di san Francesco di Sales il suo metodo educativo e apostolico si ispira ad un umanesimo cristiano che attinge motivazioni ed energie alle fonti della sapienza evangelica. Fondò i Salesiani, la Pia Unione dei cooperatori salesiani e, insieme a santa Maria Mazzarello, le Figlie di Maria Ausiliatrice. Tra i più bei frutti della sua pedagogia, san Domenico Savio, quindicenne, che aveva capito la sua lezione: “Noi, qui, alla scuola di Don Bosco, facciamo consistere la santità nello stare molto allegri e nell’adempimento perfetto dei nostri doveri”. Giovanni Bosco fu proclamato Santo alla chiusura dell’anno della Redenzione, il giorno di Pasqua del 1934. Il 31 gennaio 1988 Giovanni Paolo II lo dichiarò Padre e Maestro della gioventù.
_______________________________________________________
EDITORIALE
LA CONFUSIONE EUROPEA

Abbiamo visto che la direzione economica dei vari Stati europei è affidata alle grandi imprese ed il nostro debito è controllato dai grandi investitori esteri che quando hanno convenienza sono in grado di ricattarci con manovre speculative. Vediamo adesso che col giochetto dello spread possono condizionare il destino di alcuni Stati. Se certe cose non le fanno fino a fondo è per evitare che il crollo improvviso di un Paese come l’Italia non permetterebbe a questi manigoldi di controllare la situazione. Adesso che è arrivato il ciclone Trump che vuole sconvolgere le regole della globalizzazione, che attacca l’euro e la politica economica della Germania, ci rendiamo conto che le certezze nella assoluta bontà della conduzione europea non sono più sicure. Così, l’euro era considerato finora irreversibile. Dall’euro non si può uscire come ha ribadito fino a ieri Mario Draghi; ora, cominciano a sentirsi voci dissonanti. Il consigliere della cancelliera Merkel, Roland Berger ha detto che la Germania dovrebbe lasciare l’euro. La settimana scorsa la stessa cancelliera ha auspicato una Europa a due velocità. La destra anti europeista con a capo Marine Le Pen auspica, in caso della sua vittoria alle elezioni francesi, l’uscita dell’Ue, dall’euro e dalla Nato. Il gruppo dei partiti al governo nei Paesi europei sono ancora tutti allineati con l’euro e le disposizioni della Ue; ma si rendono conto, che continuando così andremo sempre peggio e sperano che accada qualcosa che di comune accordo possa convincerli a fare qualcosa. Bisognerà vedere se il protezionismo di Trump per certi versi ci permetterà qualche manovra più libera per la nostra economia oppure renderà più asfittico il nostro mercato. In ogni caso si dovrà fare qualcosa di diverso nei trattati internazionali. Quanto all’euro a decretarne l’eventuale fine saranno gli altri, noi non ne abbiamo la forza. In ogni caso per uscire dall’euro è necessario che vi sia un accordo tra tutti i membri per il sostegno del forte indebitamento di alcuni Paesi come l’Italia.

Rino Tartaglino

_______________________________

ILLUSTRAZIONI: Marine Le Pen si sente Giovanna d'Arco e vuole salvare la Francia dall'euro
_______________________________


LA COSPIRAZIONE DI DIO
In che modo ognuno di noi vive la gioia? È questa una domanda fondamentale anche per la fede. Come vivo, io, la gioia? A volte ci muoviamo intristiti, su una sorte di terra di nessuno, arrabbiati co il peso di mille crepuscoli nello sguardo schiacciati da una solitudine che sembra non poter essere redenta da nessuno. Che ne è della nostra gioia? Dov’è questa gioia che Dio continuamente riversa dentro di noi? È un Vangelo necessario, ma difficile, quello della gioia. Sentiamo che essa ci sfugge. La intuiamo precaria, incompleta, improbabile, imperfetta. E spesso non si trova là dove noi la cerchiamo. Ora, poiché la gioia è un dono, è anche una conquista. Essendo un’esperienza di pura grazia, è al tempo stesso una incombenza, in cui siamo chiamati ad investire sforzo ed impegno. In alcuni momenti è come se dentro di noi e attorno, tutto si coniugasse perché brilli nitida una trasparenza, si amplifichi una luce e tutto profumo come un fiore. Ma la normalità non è questa. Se riduciamo la gioia unicamente a questo stato di grazia, solo sporadicamente assaporeremo il calice della gioia. È davvero bello il movimento quasi grafico delle parole di Gesù nel Vangelo: ”Rallegratevi perché i vostri nomi sono scritti nei cieli” (Luca 10/20). Dio cospira per la vostra gioia.

(José Tolentino Mendonça, Avvenire del 18 gennaio 2017)

Ho voluto riprodurre questo articolo di Avvenire perché mi è sembrato troppo valido perché qualcuno lo ignorasse. Una grande vocazione, una grande missione, una meta di eterno splendore, debbono essere motivo di gioia, guai non lo fossero. Tuttavia siamo tempio dello Spirito Santo che abita in noi, di quella tanto bene descritta dal noto sacerdote e poeta portoghese.

Renzo Mattei

_______________________________
30/1 - ALFANO: Il nuovo ministro degli Esteri Angelino Alfano a proposito della lettera inviata dalla Commissione Europea che imporrebbe all'Italia di aggiustare il bilancio per 3,4 miliardi afferma: "L'Europa non può immaginare di mostrarsi incapace di gestire la vicenda migratoria ed al contempo dare giudizi su altri". E poi: "No a manovre che aumentino le tasse".
Frasi che non dicono nulla e solo a scopo elettorale. Per cambiare le cose bisogna avere un programma credibile e farlo conoscere per poterlo attuare. Noi in Italia non abbiamo nessuno che abbia un'idea di come cambiare le cose.

30/1 - THERESA MAY: Il primo ministro britannico cerca di stabilire un asse preferenziale con gli Usa visto che con la Brexit i rapporti con l'Europa si fanno più complicati.
Trump ha alcune idee definite ma il modo di attuarle spesso sembrano un po' improvvisate. Quindi, questo presunto accordo Gran Bretagna - Usa non è detto che possa essere molto solido.
_______________________________

30/1 - UOMO FORTE: In un articolo del Corriere della Sera a firma del prof. Roger Abravanel critica la tentazione che la gente ha quando in certe situazioni di crisi vorrebbe al governo un uomo forte che decide visto che questi governi delle chiacchiere non sono capaci di riformare le società per farle uscire dalla crisi in cui sono finite. Di conseguenza, secondo Abravanel quando l'uomo forte va al potere finisce per imporre scelta spesse volte fuori dall'interesse generale per una visione troppo miope dei fatti.
Il potere è sempre gestito da qualcuno e questo qualcuno lo gestisce nel suo interesse ò nell'interesse generale. Attualmente il potere è gestito in maniera informale da una oligarchia economico finanziaria che ai Paesi occidentali impone delle norme che tutelano solo il suo interesse e da questo deriva la nostra crisi economico-sociale. Nessuna oligarchia ha mai fatto gli interessi se non dei propri aderenti. Così come non è in grado di riformarsi perché andrebbe contro il proprio interesse. In ogni caso è necessario che ci sia una persona competente che abbia l'autorità di controllare la situazione ed ovviamente che tolga il potere a questa oligarchia che ci porta verso il baratro.
____________________________

31/1 - UCRAINA DIMENTICATA: Da mesi non si parla più dell'Ucraina ma continuano gli scontri tra le truppe regolari di Kiev e le squadre dei ribelli filorussi delle autoproclamate repubbliche di Lugansk e di Donetsk. Gli accordi di Minsk non sono stati rispettati da nessuna delle parti. La guerra in Ucraina orientale non si è mai fermata, è stata solo combattuta “a bassa intensità”. Nell’ultimo mese la situazione è peggiorata notevolmente: nelle scorse tre settimane sono infatti morte più di 200 persone, come testimonia un rapporto delle Nazioni Unite. Ufficialmente lo stato russo nega il proprio coinvolgimento all’interno del conflitto ucraino, ma sono moltissimi i giornalisti e gli analisti che credono che la Russia stia di fatto fornendo uomini ed equipaggiamento, soprattutto missili e lanciarazzi di ultima generazione, ai ribelli separatisti filo-russi.
E' probabile che con l'amministrazione Trump si arrivi ad una pacificazione in Ucraina. Sarebbe una cosa molto auspicabile.
________________________________
31/1 - CANADA: Un giovane armato entra in una moschea e spara sui presenti uccidendo sei persone e ferendone altre cinque poi si consegna alla polizia.

Gesto terroristico da condannare ma bisogna che anche la gente possa decidere se vuole che il territorio dove abita debba o non debba essere invaso da stranieri. Con questi ritmi fra 40 anni l'Europa che conosciamo non esisterà più.

31/1 - RITORNA LO SPREAD: Il Fondo monetario avverte: attenti al debito. L'Italia inizia la trattativa con Bruxelles intanto lo spread tra titoli italiani ed i titoli tedeschi sale a quota 190.
Lo spread è la miglior arma per mettere in ginocchio il Paese. Per adesso è solo un avvertimento. se non stiamo in riga, se ci ribelliamo ci mettono in ginocchio.
____________________________
1/2 - BOSFORO: Un consorzio turco-sudcoreano realizzerà un tunnel sottomarino che unirà la sponda asiatica del Bosforo alla sponda europea. Avrà una lunghezza di 14, 6 Km sarà realizzato su due diversi piani ed avrà un costo di 1,245 miliardi di dollari.
Sicuramente questo tunnel farà risparmiare tempo e denaro ai cittadini turchi facendoli stare meglio. Questo è un progresso positivo.

1/2 - CONTRO L'EURO: Il presidente Trump oggi, se la prende con l'euro e con la Germania. Secondo Trump l'euro è sottovalutato e Berlino guadagna con la moneta debole esportando di più.
I motivi del successo economico della Germania è dovuto a più componenti tra i quali la maggiore produttività del lavoro.
_____________________________________

1/2 - FINE DELL'EUROPA: Da una ricerca socio-economica europea risulta che nel 2050 l’Europa già molto acciaccata adesso praticamente non esisterà più. Dal punto di vista economico sarà sorpassata da Cina ed India che si troveranno al vertice. Il territorio europeo sarà in buona parte abitato da extraeuropei, la prima religione sarà l’islam. In pratica da qualche decennio stiamo preparando il nostro suicidio. Il giornalista Galli della Loggia si lamenta dell’“Europa senza identità che rinuncia a storia e valori”, e parla non dell’“Europa che è” ma di “quella che c’è stata”. In altre parole, l’Europa non esiste più. Abbiamo rinunciato alla cultura europea latino cristiana per accettare acriticamente la nullità del laicismo. Siamo andati appresso alle false religioni per metterle sullo stesso piano della nostra. Ci siamo adagiati a vivere in un mondo che non ha aspettative per il futuro col bel risultato che non si fanno più figli perché la nostra vita non aspira che a qualche piccola soddisfazione immediata ma non vuole impegnarsi per una società migliore..
Da una società che non crede in sé stessa del valore della civiltà che ha creato e che ha perso la speranza nel futuro, si può pensare che questa società sia finita.
_____________________________________
2/2 - LAVORANO TROPPO: Per evitare il fenomeno dei karoshi, cioè degli impiegati che crollano per il troppo stress da lavoro, il Giappone studia come porre un freno al superlavoro. L'idea sarebbe di vietare gli straordinari oltre le 60 ore mensili.
In Italia abbiamo lo stress da disoccupazione forse dovremmo importare un po' di imprenditori giapponesi.

2/2 - TARIFFE: A partire da giugno aboliti i costi aggiuntivi per le telefonate tra utenti di Paesi diversi.
Le tariffe per i servizi pubblici si prestano ad essere oggetto di aumenti ingiustificati. Per questo i prezzi dei servizi vanno controllati e definiti per via amministrativa. Inoltre, solo chi produce direttamente il servizio può venderlo. Aziende che emettono solo bollette non devono esistere.
_____________________________________

2/2 - I NOMI: Sollecitati da più parti a fare i nomi di quei clienti che hanno nesso nei guai le varie banche che poi i contribuenti sono invitati a salvare coi loro denari, in definitiva la risposta in nome della riservatezza si nega questo diritto. la cosa potrebbe anche non interessare se fosse solo una questione verbale ma, ci dovrebbe essere l'obbligo di perseguire per vie legali questi debitori insolventi. L'intento di non far conoscere i nomi è per non avere l'obbligo di perseguirli per via legale.
La nostra conclusione è che alcuni politici, banchieri e grossi debitori insolventi sono tutti coinvolti in questa truffa preparata in precedenza.
_____________________________________

3/2 - A DUE VELOCITA': Il 25 marzo, nell'incontro per il 60esimo anniversario del Trattato di Roma che servirà a definire una tabella di marcia post Brexi, i leader europei potrebbero impegnarsi per una dichiarazione che preveda "un'Europa a più velocità". Lo ha detto Angela Merkel. "Abbiamo imparato dalla storia degli ultimi anni che ci potrebbe essere un'Europa a differenti velocità e che non tutti parteciperanno ai vari passi di integrazione europea", ha spiegato la cancelliera. Da voci di corridoio , il governatore della Bce, Mario Draghi non condividerebbe la linea della Merkel per un'Europa a due velocità.
La Merkel parla per difendersi dalla destra euroscettica, mentre Draghi ci tiene alla sua carriera nella Bce. Vorremmo che qualcuno parlasse per gli europei.
_____________________________________
3/2 - PATTO ITALIA-LIBIA: Intesa Gentiloni e il primo ministro libico Sarraj che hanno firmato un memorandum sul contrasto al traffico dei migranti illegali e per il rafforzamento delle frontiere.
Speriamo che porti a qualche risultato questo accordo ma almeno si va nella direzione giusta.

3/2 - POLIZZE MISTERIOSE: L'ennesima tegola sulla testa della sindaca di Roma, Virginia Raggi. Adesso spuntano polizze sulla vita stipulate da Romeo a favore della Raggi. Poi sappiamo che la Raggi aveva aumentato di molto il compenso al predetto Romeo cosa che poi non andò in porto.
Da quando la Raggi è salita in Campidoglio pare che non ne abbia azzeccata una.
_____________________________________
4/2 FILM SU MARTINI: Ermanno Olmi ha prodotto un film sulla vita ed il pensiero del cardinale Martini. Racconta Olmi che in una intervista col cardinale "Ci siamo subito intesi, il suo Vangelo è anche il mio. Un giorno mi disse che la Chiesa è rimasta indietro di duecento anni.
Lasciamo perdere le altre osservazioni progressiste di Olmi sul card. Martini, se la Chiesa fosse indietro di duecento anni in Italia ci sarebbero più cattolici di quanti ce ne sono adesso e con più fede.
_____________________________________

4/2 - ELEMOSINE: Nella Costituzione è scritto che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro. In passato qualcuno ha detto, vedendo tanti avvocati in Parlamento "che l'Italia è la Repubblica degli avvocati" e per questo fu condannato. Senza voler cambiare la Costituzione direi che "l'Italia è una Repubblica fondata sulle tasse e le elemosine". Non vi è una trasmissione radio o televisiva che non si chiedano soldi.
Questo martellamento continuo oltre ad essere fastidioso fa sorgere anche il sospetto che molti di questi soldi finiscano dove non dovrebbero.
_____________________________________

4/2 - TERRORISMO IN FRANCIA: Negli ultimi due anni la Francia è stata bersaglio di un'ondata di attentati jihadisti per un totale di 238 vittime. per il controllo contro il terrorismo sono state mobilitate da 10.000 a 15.000 soldati. attualmente sono sotto sorveglianza oltre 15.000 individui dei quali 4.000 sono considerati ad alto rischio. Il 26 gennaio un egiziano con un permesso turistico è arrivato in Francia. Ieri armato di un machete ed un coltello cerca di entrare da un ingresso secondario del Louvre ed al grido di Allah Akhbar ferisce in maniera leggera un militare ma subito dopo un altro militare lo colpisce ferendolo gravemente all'addome.
Per ridurre gli attentati di ogni individuo straniero bisogna conoscere molte cose; ad esempio di che vive?, dove vive?, se lavora o meno, ed il controllo deve essere continuo. Solo in questo modo si possono prevenire attentati.
_______________________________________



LA SAGGEZZA DI PASQUINO
E IL PAPA ARGENTINO

Dal sonno secolare,
si torna a svegliare
l’antico Pasquino,
al popolo vicino.
Ma c’è una novità,
manifesti per la città.
In tono romanesco,
si rivolge a Francesco.
Si supera ogni discordia,
con un po’ di misericordia,
che di questo sei campione
ci dai sempre una lezione.
Pasquino parla per coerenza,
senza fare della maldicenza.
_______________________________________

5/2 - SOSPESO IL BANDO SUI MIGRANTI: Il bando sui profughi e viaggiatori in arrivo da sette Paesi islamici stabilito da Trump dopo il suo arrivo alla Casa Bianca è stato sospeso da un giudice della California. L'ira del presidente Trump: "Ridicolo". Trump ha detto che ricorrerà in appello.
Nel marasma giuridico non si riesce a capire neppure chi comanda. I giudici che si rifiutano di applicare le leggi ed il potere politico che può fare le leggi ma i giudici possono anche non applicarle. E' necessario che vengano definiti i poteri ed i loro limiti altrimenti si arriva alla paralisi.

5/2 - L'ITALIANO: Seicento professori universitari lamentano che a frequentare i loro corsi molti studenti conoscono poco e male la lingua italiana. Nei loro scritti si rilevano errori da terza elementare.
Questa è la conseguenza del metodo di insegnamento sbagliato partendo dal principio che si può imparare tutto facendo il meno possibile. Una volta bisognava copiare pagine e pagine in bella calligrafia. Si studiava a memoria intere poesie e cantiche di Dante. Si facevano pagine e pagine di analisi grammaticale ed analisi logica. Si dovevano conoscere le nozioni. Tutto questo non si fa più ed i risultati si vedono.
_______________________________________




5/2 - MANIFESTI CONTRO IL PAPA: Il fatto è senza precedenti, decine di manifesti sono apparsi sui muri della capitale. Sotto il volto imbronciato del Papa è scritto:" A France', hai commissariato Congregazioni, rimosso sacerdoti, decapitato l'Ordine di Malta e i Francescani dell'Immacolata, ignorato Cardinali.... ma n'do sta la tua misericordia?" Subito gli incaricati del comune si sono dati da fare a rimuovere i manifesti e la gendarmeria vaticana a studiare da quali fonti provengano questi manifesti. In Vaticano minimizzano e fanno sapere che Francesco, informato della comparsa della scritta avrebbe reagito con serenità e distacco, usa rispondere: "Non ci perdo il sonno, loro fanno il loro lavoro, io faccio il mio".
Se la forma può essere una pasquinata, questa contestazione non è una maligna critica antipapalina ma una critica che vuole scongiurare eventuali prese di posizione che si teme vadano ad intaccare la dottrina.
_____________________________________
ULTIMA ORA: La maldicenza rovina la Chiesa (il Papa)
_____________________________________

IL LIBRO DELLA SETTIMANA
L'UOMO CHE SUSSURRA AI POTENTI

di Luigi Bisignani & Paolo Madron
Ed. Chiarelettere - € 13

Milanese, classe 1953, figlio di un dipendente della Pirelli, Bisignani è stato definito da Silvio Berlusconi «l'uomo più potente d'Italia». Un uomo divenuto ricco ai tempi del crac Ferruzzi, quando attorno alla sua figura si materializzò la maxi-tangente di Enimont. Un affare da 150miliardi di lire, utilizzati per finanziare i partiti in maniera illegale, che gli costò una condanna a 3 anni e 4 mesi, ridotti in Cassazione a 2 anni e 8 mesi. Brillante giornalista dell'agenzia Ansa, precoce capoufficio stampa del ministro del Tesoro Gaetano Stammati (piduista) nei governi Andreotti degli anni Settanta, Bisignani da sempre smentisce l'appartenenza alla loggia massonica della P2. In questo libro intervista fatta da Paolo Madron a Luigi Bisignani si vengono a scoprire molti pettegolezzi che ci fanno conoscere da vicino le personalità delle quali si parla ed anche qualche segreto che ovviamente esclude responsabilità dell'intervistato. Dal racconto della congiura di Angelino Alfano e Renato Schifani contro Silvio Berlusconi ai rapporti fra l'intelligence americana e il movimento di Beppe Grillo. Dalle omelie argentine di Papa Francesco ai piani di riforma dello Ior. E poi l'assidua frequentazione con Giulio Andreotti, la pista Kgb per le stragi di mafia. Come la grande finanza tenta di bloccare Mani Pulite. I "nascondigli segreti" di Mediobanca. I voltafaccia di Cesare Geronzi, la cacciata di Alessandro Profumo da Unicredit. E per concludere i rapporti con direttori di giornali compreso il Corriere della Sera e di Repubblica. Il libro racconta episodi ed aneddoti di tanti personaggio ed attori della politica e della finanza. Parla ovviamente di servizi segreti e di partiti. E sottolinea che di recente i servizi segreti pongono sotto "attenzione" il movimento di Beppe Grillo Il quinto capitolo del libro è dedicato, in particolare, ai rapporti dei servizi segreti degli Stati Uniti con Beppe Grillo. Bisignani oltre a raccontare la vicenda del pranzo tra Grillo e alcuni agenti e diplomatici americani e il dispaccio dell'ex ambasciatore Ronald Spogli, aggiunge Bisignani: «Avendo avuto anch'io il dispaccio in mano, c'è qualcosa che andrebbe approfondito in quanto sono stati occultati chirurgicamente quasi tutti i destinatari sensibili» tra cui oltre alla Casa Bianca, al Dipartimento di Stato e alla Cia «c'é da scommetterci ci fosse il Dipartimento dell'energia e la National Security Agency, che si occupa soprattutto di terrorismo informatico». Il libro è senza dubbio interessante ma se le cose dette sono vere Bisignani per esserne a conoscenza deve per forza in qualche caso esserne stato partecipe ma questo non viene detto. Consideriamo che si pettegolezzi siano senza dubbio veri invece, i segreti sono forse raccontati con qualche correzione o semplice omissione.
_____________________________________
LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA

NAPOLITANO DA' SEMPRE UNA MANO







Vignetta di Rolli - Il Secolo XIX 2/2/17