Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
- 15/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________
- 19/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________
- 25/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________
- 26/11/17
(Politica - Economia - Costume)
__________________________________________
- 30/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________________
- 1/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 2/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 3/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________
- 15/12/17
(Devozioni e Preghiere)
_______________________________
- 16/12/17
(Devozioni e Preghiere)
___________________________________
- 19/12/17
(Progetto Europa)
___________________________________
- 27/12/17
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 6/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 11/1/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 6/1/18
(una voce)
___________________________________
- 15/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 1/2/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 2/2/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 10/2/18
(Politica - Economia - Costume)
  • USA E RUSSIA: IL RIARMO NUCLEARE
    L'Europa agli europei
  • ___________________________________
    - 15/2/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/1/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 10/3/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 5/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________
    - 15/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/7/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 17/3/2018
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________

    - 25/4/2020
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 20/1/20
    (una voce)
    ___________________________________

    - 25/1/2020
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________
    - 25/1/20
    (cultura scienza fede)
    _________________________________________

    17 Maggio 2020            Informazioni            N° 20
    _________________________________________
          Foglio di comunicazione interna
    www.cattolicigenovesi.org
    _________________________________________
    I popoli sono come le pecore, bisogna tosarli ma non scorticarli.

    Tiberio Imperatore

    _________________________________________
    SANTI E BEATI

    Sant' IGNAZIO da Laconi Frate cappuccino - Festa 11 maggio Laconi, Nuoro, 17 novembre 1701 - Cagliari, 11 maggio 1781 Devotissimo e dedito alla penitenza fin da giovane, indossò il saio francescano, nonostante la sua gracile costituzione, e fu dispensiere ed umile questuante nel convento di Iglesias e poi in altri conventi. Dopo quindici anni, fu richiamato a Cagliari nel convento del Buoncammino. Qui, lavorò nel lanificio e come questuante in città, svolgendo per quarant'anni il suo apostolato tra poveri e peccatori, aiutando e convertendo. La gente lo chiamava "Padre santo " e anche un pastore protestante, cappellano del reggimento di fanteria tedesco, lo definì 'un santo vivente'. Divenuto cieco due anni prima della morte, fu dispensato dalla questua ma continuò a osservare la Regola come i suoi confratelli.
    ______________________________________________________________
    EDITORIALE
    CORONAVIRUS: PER SAPERNE DI PIU’
    A partire dall’inizio di marzo non si parla d’altro che del virus che infesta le nostre vite. Siamo stati sottoposti ad un bombardamento quotidiano da lavaggio del cervello e nello stesso tempo, per difenderci da questo incombente pericolo, siamo stati messi tutti in quarantena. In Italia si è proceduto in questa lotta contro il virus senza un vero programma coerente finalizzato ad ottenere l'obiettivo di superare questa infezione. I politici al governo per non assumersi responsabilità hanno incaricato gruppi di esperti che spesse volte si sono contraddetti creando disagi e confusione. Intanto sappiamo alcune cose a proposito del virus. Questo coronavirus è un agente infettivo molto debole, una temperatura superiore ai 18° è sufficiente ad ucciderlo così non resiste alla esposizione al sole e viene neutralizzato dal detersivo per lavare i piatti e dal contatto con l’acido dello stomaco. Il virus corona “è un falso allarme globale”: così il senso di un rapporto di 83 pagine uscito dal Ministero dell’Interno tedesco scritto da un alto funzionario (di cui non si fa il nome) che opera nella ‘Unità KM 4 (Protezione delle infrastrutture critiche), è un circostanziato – e clamoroso – atto di ribellione contro la narrativa ufficiale. Il rapporto continua: “Il corona essenzialmente uccide le persone che sarebbero morte statisticamente quest’anno per l’età molto avanzata e i loro organismi indeboliti non possono più far fronte a uno stress casuale (fra cui i circa 150 virus attualmente in circolazione). La pericolosità di Covid-19 è stata sopravvalutata (non più di 250000 morti con Covid-19 in tutto il mondo, rispetto a 1,5 milioni di morti durante l’ondata di influenza 2017/18). Conseguenza di questo blocco si sono verificati altri decessi dovuti ai mancati interventi terapeutici e chirurgici per altre patologie e altri danni collaterali come aumenti dei suicidi e il fermo delle attività che ha accentuato la recessione già in atto. Questo rapporto è stato stilato da questo alto dunzionario in collaborazione con esperti esterni. Anche se ufficialmente smentito l’analisi è credibile. Sulla stessa linea di critica è sorto in Germania un movimento costituito in gran parte di medici ed esperti del settore sanitario. È la “Resistenza Democratica”, fondata il 23 marzo e conta 6.000 membri oltre ai medici. Il loro scopo è quello di ripristinare immediatamente i diritti civili in conformità con la Costituzione e di regolare le questioni economiche. Partecipano a manifestazioni e non è facile per loro agire. La stampa li descrive come estremisti di destra . Gli attivisti di Resistenza democratica hanno fatto circolare la notizia che Bill Gates ha finanziato il quotisiano Der Spiegel con 2 milioni e Le Monde con 4. Commento sarcastico: “Ci si potrebbe chiedere come mai: Spiegel si compra con meno? Forse deve chiedere un aumento…”. Ben sapendo che Bill Gates è interessato ai vaccini. Un medico che conserva l’anonimato ci comunica dei dati che però sono verificabili. Ha scoperto che esistono già dei vaccini brevettati per combattere il coronavirus respiratorio. Esiste un brevetto registrato US 2006257852 del 2006 intestato alla Kyron e poi ceduto alla Glaxo. Esiste anche un brevetto europeo registrato EP3172319A1 intestato al PIRBRIGHT institute che fa capo alla Melinda Gates Fondation. La richiesta di registrazione è del 2014 ma la registrazione è avvenuta nel novembre 2019, un mese prima delle notizie sul coronavirus. CONCLUSIONE
    Di fronte a questa epidemia vi è stato un atteggiamento iniziale da parte di organi internazionali come l’Oms di silenzio come se si attendesse quale fosse l’effetto. Improvvisamente visto gli effetti negativi quegli stessi organismi hanno fatto dell’autentico terrorismo invitando a chiudere tutto. I taiwanesi che avevano subito capito la gravità hanno subito preso precauzioni ed avvertito l’Oms che non si è mossa. L’Oms è finanziata dai cinesi e da Bill Gates, che può dettare l’agenda. In Italia, dopo il blocco si è andati avanti senza un vero programma in una confusione generale. Invece di fare esami sierologici generalizzati per individuare i responsabili del contagio si è messo la popolazione agli arresti domiciliari con grave danno al vivere sociale ed all’economia. Il virus sarebbe uscito da un laboratorio forse da Wuhan dove si studiano virus più aggressivi e letali. Dal punto di vista economico, vi sono forti interessi per realizzare dei vaccini e renderli obbligatori. Se è vero che vaccini sono già pronti e registrati vi è il sospetto che vi sia un interesse a mettere in circolazione il virus. Se poi il virus non è così aggressivo come vogliono farci credere e malgrado questo è riuscito a fare disastri, se supereremo con un danno contenuto, dovremo attenderne altre epidemie che porterebbero alla installazione di una dittatura sanitaria ed all’arricchimento ulteriore dei mercanti dei vaccini.

    Rino Tartaglino

    _______________________________

    ILLUSTRAZIONE: Dottoressa che si prende cura dell'Italia. Simbolo dell'impegno dei medici che si sono prodigati durante l'epidemia del coronavirus
    _______________________________
    LA PREHIERA UNIVERSALE
    Papa Francesco si è unito all’invito dell’Alto Comitato per la Fraternità Umana per pregare, il 14 maggio 2020, per la fine della pandemia del Covid-19. Francesco ha «salutato questa iniziativa ricordando che “la preghiera è un valore universale”». «Abbiamo da poco iniziato Maggio, mese mariano per eccellenza, durante il quale i fedeli amano visitare i Santuari dedicati alla Madonna. Quest’anno, a causa della situazione sanitaria, ci rechiamo spiritualmente in questi luoghi di fede e di devozione, per deporre nel cuore della Vergine Santa le nostre preoccupazioni, le attese e i progetti per il futuro». Il Papa ha concluso il suo intervento: «Ricordatevi: il 14 maggio, tutti i credenti insieme, credenti di diverse tradizioni, per pregare, digiunare e fare opere di carità».
    Non è possibile invitare a partecipare a funzioni, preghiere soggetti diversi dai fedeli cattolici come può partecipare un protestante alla santa Messa se non crede nella presenza reale di Cristo. Chi è pagano quale divinità prega? Inammissibile ogni coinvolgimento nel sacro di istituzioni o soggetti non cattolici. Questa è una violazione del I Comandamento “Non avrai altro Dio fuori di Me”. Pio XI con l’enciclica Mortalium Animos condanna ogni forma di ecumenismo. I protestanti “Sono soliti indire congressi, riunioni, conferenze, con largo intervento di pubblico, ai quali sono invitati promiscuamente tutti a discutere: infedeli di ogni gradazione, cristiani, e persino coloro che miseramente apostatarono da Cristo o che con ostinata pertinacia negano la divinità della sua Persona e della sua missione. Non possono certo ottenere l’approvazione dei cattolici tali tentativi fondati sulla falsa teoria che suppone buone e lodevoli tutte le religioni, in quanto tutte, sebbene in maniera diversa, manifestano e significano egualmente quel sentimento a tutti congenito per il quale ci sentiamo portati a Dio e all’ossequente riconoscimento del suo dominio. Orbene, i seguaci di siffatta teoria, non soltanto sono nell’inganno e nell’errore, ma ripudiano la vera religione depravandone il concetto e svoltano passo passo verso il naturalismo e l’ateismo; donde chiaramente consegue che quanti aderiscono ai fautori di tali teorie e tentativi si allontanano del tutto dalla religione rivelata da Dio. L’allontanamento da questa posizione si ha col Concilio Vaticano II. In particolare alla Dichiarazione sulla libertà religiosa (Dignitatis humanae, 7 dicembre 1965). La dottrina di questo documento sfocia in un certo indifferentismo, poiché relativizza la necessità di appartenere alla Chiesa cattolica per essere salvati. In più, il Concilio inaugura il dialogo con le religioni cristiane, col Decreto sull’ecumenismo (Unitatis redintegratio, 21 novembre 1964), e con le religioni non cristiane, con la Dichiarazione sulle relazioni della Chiesa con tali religioni (Nostra Aetate, 28 ottobre 1965). Questi orientamenti hanno l’effetto di dissolvere lo spirito missionario nei “dialoghi” interminabili che riducono la volontà di convertire gli uomini a Gesù Cristo. Una tappa importante fu compiuta il 27 ottobre 1986, quando Papa Giovanni Paolo II riunì 130 rappresentanti delle diverse religioni ad Assisi, per pregare per la pace nel mondo. In seguito si è sviluppato uno “spirito di Assisi”. Papa Benedetto XVI ha organizzato un incontro simile a Roma, il 6 aprile 2011, ma sopprimendo la preghiera comune. Papa Francesco, in occasione del 30esimo anniversario dell’incontro di Assisi, il 20 settembre 2016, vi ha riuniti 450 dignitari di 9 differenti religioni. Il 4 febbraio 2019, ad Abu Dhabi ha firmato insieme al grande imam dell’Università Al-Azhar, un “Documento sulla fraternità umana per la pace. Nel documento è scritto: «il pluralismo e la diversità delle religioni» sono «una saggia volontà divina». Non esistono tante verità ma una sola alla quale credere per la salvezza dell’anima. In seguito a questo incontro, il 20 agosto 2019 è stato creato un Alto Comitato per la Fraternità Umana, allo scopo di mettere in pratica la dichiarazione. La prima riunione si è svolta nella Casa Santa Marta, in Vaticano, l’11 settembre seguente. Iniziativa dell’Alto Comitato è l’invito, per il 14 maggio 2020, ad una preghiera che unisca i credenti di tutte le religioni. Ovviamente, Papa Francesco ha salutato e incoraggiato l’iniziativa. La “comunione” con l’ONU segna una nuova tappa nello sviluppo di una concezione mondialista della religione di Papa Francesco, Ma questo corrisponde allo scopo perseguito dalla Massoneria fin dalla sua fondazione: l’umanità deve rimpiazzare la Chiesa e la Cristianità; è solo essa la società per la salvezza universale. I diritti dell’uomo devono rimpiazzare il Vangelo. La forma terrena del regno di Dio è la democrazia mondiale. La Chiesa per la Massoneria, è solo una ONG tra le tante, la quale assicura una vaga spiritualità a coloro che credono in Dio.
    ____________________________
    ILLUSTRAZIONE: Incontro di preghiera del Papa con pastori protestanti.
    ________________________________
    11/5 - PROCEDURE D'INFRAZIONE: La sentenza della Corte costituzionale di Karlsrhue che ha messo in forse il programma di acquisto titoli di Stato da parte della Bce, ha determinato la replica della Corte di Giustizia dell'Ue, che ha ribadito la supremazia degli organi comunitari nelle controversie tra istituzioni ("le nostre sentenze vincolano i giudici nazionali"). A Bruxelles non escludono, infatti, di aprire una procedura di infrazione nei confronti della Germania. Ad annunciarlo è stata la presidente di Commissione Ursula von der Leyen.
    La presidente della Commissione Ursula von der Leyen è stata messa lì dalla Merkel, quindi, è difficile che proponga la procedura d'infrazione.

    11/5 - EFFETTO VIRUS: In questo periodo che imperversa l'epidemia hanno successo maghi e cartomanti, monte dei pegni e gli usurai. Nell'attesa che i mercanti di medicinali facciano buoni affari con i vaccini.
    Cartomanti e usurai fanno affari al dettaglio, le imprese farmaceutiche, affari all'ingrosso.
    ________________________________

    11/5 - UNIONI OMOSEX: L’11 maggio di 4 anni fa veniva varata la legge sulle Unioni civili. Non abbiamo i dati relativi al numero di Unioni civili celebrate nel 2019, ma leggiamo cosa scrive l’Istat in merito all’andamento del numero di Unioni civili celebrate tra il 2016 e il 2018: «Nel 2018 sono state costituite 2.808 unioni civili (tra coppie dello stesso sesso) presso gli Uffici di Stato civile dei comuni italiani. Queste si vanno a sommare a quelle già costituite nel corso del secondo semestre 2016 (2.336), anno di entrata in vigore della Legge 20 maggio 2016, n. 76, e dell’anno 2017 (4.376). Come nelle attese, dopo il picco avutosi subito dopo l’entrata in vigore della nuova legge il fenomeno si sta ora stabilizzando».
    Quindi un vero flop, tenendo conto che le persone omosessuali nel nostro Paese sono tra i 600.000 e i 2.400.000. Ciò a dire che non vogliono le Unioni civili nemmeno i gay i quali, spesso, prediligono le relazioni senza troppi vincoli formali.
    ________________________________

    12/5 - PARTITA SILVIA TORNATA AISHA: Tutti possiamo essere contenti per la liberazione di una persona prigioniera dei terroristi; ma la totale indifferenza o addirittura l'entusiasmo di preti che non hanno niente da dire per il fatto che Silvia si è convertita all'islam lascia un po' sconcertati. Il suo parroco don Parazzoli, "Grande rispetto per ciò che ha vissuto. Se ha detto che si è convertita significa che era importante dirlo". Padre La Torre, comboniano: "Essendo donna non sarebbe stato facile resistere se non si fosse convertita". Il cardinale Bassetti, presidente della Cei: "Silvia è una nostra figlia. E' una ragazza con una grande grinta e forza interiore che l'ha salvata". Don Pirri campione progressista su Tweet sintetizza: "Libera conversione in libero Stato".
    Non sappiamo che tipo di minacce e ricatti sia stata costretta a subire. Può anche essere che nella sua dichiarazione vi sia l'intento di difendere qualche altra persona in pericolo. Non esprimiamo giudizi sulla persona. In ogni caso, per noi cristiani il passaggio di una persona dal cattolicesimo ad una falsa religione è una dolorosa sconfitta che non possiamo ignorare.

    12/5 - INDAGINI: Sempre a proposito del rapimento di Silvia Romano, la Procura indagherà sui soldi spesi per liberarla dai terroristi.
    Probabilmente la Procura ha l'obbligo formale di indagare ma, per i fondi spesi sono parte di un segreto di Stato; quindi lavoro inutile. Per quanto riguarda la cattura e la condanna dei rapitori penso sia difficile da attuare e anche troppo costoso quindi è facile che non se ne farà nulla.
    _______________________________

    12/5 - OSPEDALI NON PIU’ CATTOLICI: La Congregazione per la Dottrina della Fede non considera più “cattolici” 15 ospedali belgi gestiti da un’associazione (a maggioranza laica) legata ai Fratelli della Carità. Il motivo? Praticano l’eutanasia. La vicenda è la seguente. Quindici cliniche belghe per pazienti con disabilità mentale sono gestite da un’associazione legata alla congregazione dei Fratelli della Carità (Frères de la Charité). Nel marzo del 2017, come ricorda il card. Francisco Ladaria (foto), «sul sito del ramo belga è stato pubblicato un documento che ammette - a certe condizioni - la prassi dell’eutanasia». Uno stralcio di questo documento così recitava: «Noi prendiamo seriamente in considerazione la sofferenza insopportabile e disperata dei nostri pazienti, così come le loro richieste di morire. Dall’altro lato, vogliamo proteggere le vite e assicurare che l’eutanasia sia praticata solo se non c’è altra possibilità di fornire una ragionevole prospettiva di cura per il paziente». La Congregazione per la Dottrina delle Fede critica aspramente la politica degli ospedali belgi sui seguenti punti: «Rifiuta l’assolutezza del rispetto per la vita, ovvero mette in dubbio che la vita di un essere umano innocente debba essere rispettata “sempre”, Da qui «l’impossibilità di introdurre questa pratica negli ospedali cattolici, anche nei casi estremi, e di collaborare a questo riguardo con le istituzioni civili».
    Da Roma una decisione inoppugnabile, Non può definirsi cattolico un ospedale dove si pratica l’eutanasia. Regola che andrebbe applicata a tutti gli enti della Chiesa che promuovono idee contrarie a fede e morale.
    ____________________________

    13/5 - L'HANNO SOLO RIEDUCATA: Un giornalista de Il Giornale è andato davanti a qualche moschea per sentire cosa penano i musulmani italiani della conversione di Silvia Romano ed ha ottenuto delle risposte singolari. "Grazie ad Allah che le ha indicato la retta via dell'Islam". Qualcun altro, esulta per "l'impresa dei giovani mujaheddin". "Le strade del Signore sono infinite", dice un giovane studioso del Corano incontrato davanti alla moschea di via della Marranella, nel quartiere romano di Tor Pignattara, dove la concentrazione di musulmani è altissima. "È stata una sua decisione, nell'Islam la conversione forzata - spiega - non esiste". E poi, aggiunge: "Se fosse stata costretta, perché quando è tornata in Italia non si è tolta il velo?". Siddique Nure Alam, presidente dell'associazione Dhuumcatu e punto di riferimento della comunità islamica di Tor Pignattara che lo conosce come Batchu da una risposta che mette sotto accusa il Mondo occidentale: "Secondo me questa ragazza ha sentito una mancanza di spiritualità, ci sono tanti cattolici che si definiscono tali ma non praticano, credo che venendo in contatto con una religione più forte abbia finito per esserne ispirata". In un video della durata di 4 minuti un giovane musulmano esprime il vero pensiero dei suoi correligionari con una frase choc sulla conversione di Silvia: “È un bene, l'hanno rieducata".
    L’unica frase vera è l’ultima “l’hanno rieducata” e noi immaginiamo come dei criminali possano rieducare i loro malcapitati ostaggi. Una persona di intelligenza normale che abbia un minimo di conoscenza della vita di Maometto si rende subito conto che non era molto diverso dagli Al Shaabab. Era un predone del deserto che assaltava le carovane e si riservava un quinto del bottino compreso le donne. Responsabile di vari omicidi e dell’assassinio di 800 ebrei che si erano arresi dopo la battaglia del Fossato, con regolare taglio della gola. Proprio come hanno fatto i terroristi dell’Isis. Già questo rende poco credibile che Dio lo abbia scelto per fare il profeta.
    ____________________________

    13/5 - L'ESPERTO: Abbiamo sentito parlare vari esperti e spesse volte ho capito che avevano idee diverse. Un caso particolare è il Commissario straordinario Domenico Arcuri che non ha un'idea di cosa bisogna fare e neanche come farlo. La commedia delle mascherine che mancano anche se sono già acquistate è merito suo. Dopo l'acquisto a prezzi più alti ha stabilito che devono essere vendute a 50 centesimi che poi sono introvabili. Avrebbe fornito alle Regioni i bastoncini per i tamponi ma non i reagenti. Adesso vuole mandare a scuola gli studenti con la mascherina.
    Di certi esperti si può fare a meno. Uno qualunque non può fare peggio.

    13/5 - ESAME DI TERZA MEDIA: Di fatto viene abolito sostituendolo con la presentazione di una tesina. Rappresentanti sindacali ritengono che questo provvedimento sia incostituzionale.
    Dal '68 la scuola è sempre peggiorata. Il Covid-19 contribuisce a procurare altri danni.
    ______________________________

    14/5 - PETIZIONE AL CARD. SARAH: Abbiamo avuto notizia di un’iniziativa, un appello, rivolto al Prefetto della Congregazione per Culto e Sacramenti, il cardinale Robert Sarah, da parte di sacerdoti e fedeli. Riportiamo qui di seguito il contenuto del documento.
    Eminenza, il 7 maggio scorso il Ministero dell’Interno italiano ha emanato un Protocollo “concernente le necessarie misure di sicurezza cui ottemperare…per la ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo”. In esso vengono trattati questi argomenti: “Accesso ai luoghi di culto in occasione di celebrazioni liturgiche”; “Igienizzazione dei luoghi e degli oggetti”; “Attenzioni da osservare nelle celebrazioni liturgiche”. (..) Praticamente lo Stato, mediante questo documento, che entrerà in vigore il 18 maggio 2020 con il placet della CEI, stabilisce le norme che la Chiesa deve osservare in campo liturgico. (…)La prima parte del numero 3.4 suona così: “La distribuzione della Comunione avvenga dopo che il celebrante e l’eventuale ministro straordinario avranno curato l’igiene delle loro mani e indossato guanti mono-uso”. (…) CI OPPONIAMO all’introduzione di questa novità che disturba la sensibilità di tanti sacerdoti e fedeli, e – così come è stata formulata – non garantisce il pieno rispetto del Sacramento dell’Eucarestia. Siccome “regolare la sacra liturgia dipende unicamente dall’Autorità della Chiesa” (can. 838 §1) e mediante il suddetto Protocollo lo Stato si è ingerito illegittimamente – con l’approvazione ingiustificata della CEI – in materie non di sua competenza, violando il Concordato e l’autonomia e la sovranità della Chiesa stessa, le chiediamo di intervenire quanto prima per condannare questo abuso e consentire che i sacerdoti possano distribuire la Comunione semplicemente secondo le norme liturgiche contenute nell’ Ordinamento Generale del Messale Romano, con la precauzione di disinfettare bene le mani in tutti quei momenti che il buon senso lo richiede. Le porgiamo i nostri rispettosi ossequi.
    Firmato Sacerdoti e Fedeli della Chiesa Cattolica

    Condividiamo pienamente il contenuto di questa petizione. Inammissibile l'ingerenza dello Stato nelle funzioni liturgiche.
    ________________________________
    14/5 - 37 FILM E SERIE LGBT: Solo nel 2017 Netflix, la nota piattaforma on line di intrattenimento, contava 57 titoli in cui comparivano personaggi o tematiche LGBT. Le persone sui social si stupiscono: non saranno un po’ troppi per una minoranza sociale che rappresenta l’1-4% della popolazione? «Ogni persona è necessaria», rispondo quelli di Netflix. Vero, ma non è necessaria l’omosessualità e la transessualità.
    Così sappiamo che Netflix è contrario alla famiglia ed appartiene alla categoria dei sostenitori del mondialismo.

    14/5 - LE OMBRE SU WUHAN: Il laboratorio di virologia dove si fanno esperimenti con patogeni mortali è stato finanziato da Parigi, da sempre consapevole della pericolosità dei test. Gli scienziati cinesi hanno condiviso strutture e conoscenze anche con l'Autralia.
    e il virus è uscito dal laboratorio di Wuhan, anche la Francia come l'Australia dovrebbero avere qualche conoscenza che noi non abbiamo.
    ________________________________

    15/5 - INTERVISTA AL MORTO: Il quotidiano "Repubblica" ha pubblicato una intervista rilasciata da un addetto stampa di Al Shabaab tale Alì Dhere. Nell'intervista era stato confermato il pagamento del riscatto per la liberazione di Silvia Romano e i soldi sarebbero stati spesi per finanziare la guerra santa. Al Shabaab nega che un suo portavoce abbia concesso un'intervista al quotidiano. Secondo altri, Alì Dhere sarebbe morto nel 2014, notizia confermata dal portavoce dell'esercito americano.
    Abbiamo solo il problema di sapere chi le spara più grosse. Se il giornale che intervista i defunti o i terroristi che nascondono la verità per sembrare più buoni.

    15/5 - SANATORIA PER CLANDESTINI: Le insistenze e minacce di dimissioni della ministra Bellanova sono state premiate: migranti clandestini giunti in Italia in barba alle leggi sono stati premiati. Questi irregolari forse 300.000 entrano nel magico mondo dell'assistenzialismo. Nel darne l'annuncio la ministra ha pianto.
    Questi provvedimenti non sono una regolamentazione dell'immigrazione ma una legalizzazione dell'illegalità ed un invito a favorire nuovi arrivi.
    ________________________________

    15/5 - VIRUS PRODOTTO IN LABORATORIO: Secondo un gruppo di scienziati australiani ci sarebbero prove che il coronavirus denominato Covid-19 è stato ottimizzato per penetrare nelle cellule umane anziché in quelle animali. Non si sarebbe, dunque, evoluto “casualmente” in un soggetto animale, ma sarebbe stato progettato in laboratorio. Gli autori dello studio, guidati dal professor Nikolai Petrovsky della Flinders University, hanno usato una versione del nuovo coronavirus raccolto nei primi giorni dell’epidemia e hanno applicato modelli computerizzati per testare la sua capacità di legarsi a determinati enzimi del recettore cellulare, chiamati “ACE2?, che consentono al virus di infettare le cellule umane e animali con vari livelli di efficacia. Il virus in coltura può essere sfuggito alla struttura oppure può aver infettato accidentalmente un membro del personale che ha poi visitato il mercato del pesce a diversi isolati di distanza e lì ha infettato altri. Richard Ebright, biologo molecolare della Rutgers University, ha detto a LifeSiteNews che i risultati di Petrovsky “sono plausibili”.
    Che il Covid-19 sia un prodotto di laboratorio è sicuro, altrimenti lo avremmo conosciuto prima. Esiste solo un problema: "Come sia riuscito a provocare il contagio? Errore umano o atto voluto? Occorre un'indagine per saperne di più.
    _________________________________

    16/5 - SCARSA FIDUCIA: Per i prestiti previsti dal Salvastati (Mes) dicono che non ci sono condizioni se riguardano le spese sanitarie, poi, dopo che sarà passata l'emergenza ritorneranno le regole di sempre. Quindi, da come parlano ci si rende conto che di certo non c'è niente. Adesso si scopre che per chiedere un prestito al Mes occorre compilare un modulo nel quale si dichiara "l'esistenza di un rischio per la stabilità finanziaria".
    Se uno va in banca è firma una situazione del genere è sicuro che non avrà alcun prestito. A livello europeo i soldi te li danno ma mandano subito la Troika. Non possiamo fidarci dei politici italiani ma, ancora meno di quelli esteri.

    16/5 - GARANZIA DI STATO: Il decreto liquidità prevede che le aziende possano ricorrere al prestito garantito dallo Stato fino all'ottanta per cento. La Fca chiede 6,3 miliardi di prestito in garanzia. Altri grandi come Benetton chiedono 2 miliardi. I giornali di proprietà della famiglia Agnelli appoggiano la richiesta della Fca.
    Bisogna prima stabilire quale è il tetto totale dei prestiti che possono essere garantiti. Se l'importo totale è solo di 10 o 15 miliardi per gli altri oltre alla Fca rimangono solo spiccioli. Occorre conoscere il totale delle garanzie per sapere se la richiesta della Fca può essere soddisfatta.
    _______________________________
    ZINGA IL PROGRESSISTA
    MA POCO DECISIONISTA
    Liquidato il Rottamatore
    è segretario senza clamore,
    lui Nicola Zingaretti
    dai propositi perfetti.
    Ogni sua dichiarazione
    sembra scritta da copione.
    Con l’espressione in viso
    di un inutile sorriso
    lo fa per compiacenza
    per l’altrui benevolenza.
    È fratello di Montalbano
    in politica va piano.
    Indagini non ne fa,
    accusato lo è già.
    Se per caso è indagato
    viene tosto scagionato.
    Da antico comunista
    si è ridotto progressista.
    È politico di lungo corso
    e ad altri va in soccorso.
    Per lui è vero dramma
    far di Renzi il programma,
    che gli viene dettato
    nel governo già varato.
    Con a capo Giuseppe Conte
    non gradito camaleonte.
    Dai grillini è vituperato
    ora è dunque alleato.
    Mentre Renzi ogni dì
    fa la fronda al Piddì.
    Sto governo giallorosso
    gudicare io non posso.
    Con un po di fantasia
    dura quanto la pandemia.
    Solo con le votazioni
    potremo fare paragoni,
    poi capire il buon Zinga
    se in politica dura minga.

    _________________________________

    16/5 - AVREMO PRETI SPOSATI?: Come si sa, papa Francesco ha taciuto del tutto sull’ordinazione di preti sposati, quando ha tratto le conclusioni del sinodo dell’Amazzonia. Ma non ha certo messo a tacere i fautori dell’innovazione. Sull’ultimo numero della rivista “Il Regno” Padre Almeida elenca per filo e per segno tutti i passi da compiere per conseguire l’obiettivo, dando per certo che il Papa vi acconsentirà. Il teologo è Antonio José De Almeida, sacerdote della diocesi di Apucarana nel meridione del Brasile e docente alla Pontificia università cattolica del Paraná, noto per aver sviluppato le ipotesi avanzate per primo dal tedesco Fritz Lobinger, vescovo in Sudafrica dal 1987 al 2004, letto e apprezzato anche da papa Francesco. E allora come procedere? Il “primo passo” – dice De Almeida – consisterà nel “mettere in fila le ragioni per cui una diocesi intende proporre l’ordinazione di uomini sposati”. Il secondo passo portare il problema a livello di provincia ecclesiastica o conferenza episcopale regionale. Il “terzo passo” arriva una volta elaborato il “progetto” e consiste nel “presentare la richiesta alla Santa Sede”. E la Santa Sede la accoglierà? “Di certo la Santa Sede può farlo – risponde De Almeida magari cominciando dall’Amazzonia. A dare una mano c’è un altro sinodo, in Germania, che è già avviato sulla stessa strada. Con una particolare predilezione per una autonomia da Roma ancora più spinta, sul filo dello scisma.
    Speriamo che la “profezia” di Padre Almeida non si avveri. Le esperienze del passato hanno reso obbligatorio il celibato. Inutile tentare di fare l’esperimento dei preti sposati.
    _____________________________________

    17/5 - SANTIFICARE LE FESTE: Nei libri di storia si legge che durante le “epidemie”, le guerre e le pesti, i cristiani si riunivano e pregavano insieme, facendo novene, adorazioni e suppliche, come documentano i testi liturgici delle molteplici “Messe in tempo di: terremoti; siccità e carestie; epidemie, guerre”.
    Prima si facevano funzioni religiose, novene e processioni per invocare Dio di fermare le pestilenze. Nel corso di questa tragica epidemia, con le chiese e gli oratori chiusi, sembra che molti abbiano accantonato Dio e i suoi Comandamenti, preoccupati ansiosamente della salute del corpo e trascurando il benessere dell’anima. Anzi si sospendono le Messe per evitare le occasioni di contagio. Non è più Dio che può salvarci dal male delle epidemie perché se esiste è lontano, indifferente alla nostra storia e secondo alcuni neanche capace di agire. Non esistono castighi divini quindi neanche miracoli. Questa è la condizione e la convinzione che circola nel tempo presente. Gabellata come indice di progresso e di modernità. Modernità che non riguarda il progresso materiale ma solo negazione di principi religiosi, principi etici e morali. L’unica cosa alla quale dobbiamo uniformarci è la conoscenza scientifica che spesso, come nella situazione attuale è molto carente e confusa. Così questo mondo di poco credenti seguendo delle teorie pseudo scientifiche è arrivato a proibire le Messe perché si vuole evitare il rischio del contagio e nella seconda fase si concedono le Messe sottoponendole a delle condizioni e regole assurde e con qualche indicazione contraria alla sacralità della funzione.

    Bisogna santificare le feste partecipando alla Santa Messa e in queste occasioni con un minimo di prudenza osservando le distanze lasciando perdere le altre sciocchezze che questi governanti progressisti ci impongono e che non hanno alcun valore scientifico.
    _______________________________
    17/5 - L'ITALIA FINANZIA BILL GATES: Nella bozza del decreto Rilancio spunta un finanziamento all'ente che piazza le obbligazioni per Gavi, il gruppo di imprese che realizza i vaccini sostenuto da Bill Gates. Conte senza nessuna discussione pubblica sull'agenda del miliardario lo finanzia per 150 milioni.
    Diamo una mano a Bill Gates a realizzare buoni affari.

    17/5 - CAMBIO SESSO: In controtendenza con Usa e Gran Bretagna, la Germania approva una norma che impedisce ogni terapia per chi stava alterando genere e vuole tornare indietro.
    In pratica la Germania ammette che si possa fare un errore spesso con disastrose conseguenze ma non si deve porvi rimedio. Camabiare sesso non si può!
    _____________________________________

    ANNOTAZIONE
    L’ERRORE INIZIALE

    La grave crisi attuale ha una origine lontana e solo attraverso questa conoscenza riusciamo a capire la situazione che stiamo vivendo adesso. Da un rapporto recentemente declassificato del Dipartimento di Stato americano, nel novembre del 1978, l’ambasciatore americano chiese all’allora governatore della Banca d’Italia, Paolo Baffi, in tutta franchezza quale fosse la sua opinione sul Sistema monetario europeo (Sme, antesignano dell’euro) , l’accordo franco-tedesco firmato ad Aachen due mesi prima volto a creare un regime monetario di cambi fissi tra Paesi europei. L’Italia vi avrebbe aderito? Baffi confidò di essere fortemente contrario all’entrata del Paese nello Sme nei termini attuali perché farlo avrebbe significato condannare l’Italia alla deflazione. L’avvio della partecipazione alla preistoria dell’euro ha così luogo nonostante il parere negativo. Della Banca d’Italia. Con manovra oscura nel 1979 furono eliminati il governatore Baffi e il vicedirettore con delega alla vigilanza Mario Sarcinelli (Foto). Al posto di Baffi travolto da una campagna denigratoria arrivò Carlo Azeglio Ciampi che con la complicità di Andreatta legò i destini italiani allo Sme e poi dell’euro. Poi venne la decisione di staccare la Banca d’Italia dal Tesoro. La Banca d’Italia per una decisione politica non poteva più finanziare il debito pubblico costringendo l’Italia a finanziarsi sul mercato. Favorendo una contrazione del ruolo dello Stato nell’economia ottenuto sovraordinando il potere dei mercati a quello degli Stati. Da questa scelta si ebbe l’aumento dei costi per la gestione del debito, l’esplosione del debito pubblico la crisi economica che non si è più fermata visto che il controllo dei mercati rispetto agli Stati continua anche nell’Unione europea perché manca una banca centrale che finanzi il debito pubblico degli Stati.
    _______________________________
    ULTIMA ORA: Giuseppe Conte ha affidato il suo pensiero a Twitter: "C'è il mio invito a tutte le forze politiche perché possano convergere su una legge contro l'omofobia". Anche Mattarella si associa: "Le discriminazioni basate sull'orientamento sessuale violano il principio di uguaglianza e ledono i diritti umani che trovano specifica tutela nella nostra Costituzione.
    Questa legge che si vuole varare più che contro l'omofobia la definirei legge che impone la normalità del comportamento omosessuale. più sinteticamente "Legge Sodoma".
    _____________________________________

    IL LIBRO DELLA SETTIMANA

    TUTTI I GIORNI CON MARIA
    Calendario delle Apparizioni

    di Rino Cammilleri
    Edizioni ARES - € 19.60

    Rino Cammilleri propone un libro che per ogni giorno dell’anno ricorda e spiega in sintesi un’apparizione mariana. Ovviamente certe date, come quella del 13 maggio, sono notissime, ma ce ne sono molte altre sconosciute o quasi, ed è bello scoprire che, in un certo senso, la Madonna stende il suo manto su tutte le nostre giornate. L’autore – giornalista, saggista e romanziere – all’inizio del corposo libro confessa che non è stato per niente facile assemblare questa lista di apparizioni mariane, ma alla fine risulta chiaro che “in duemila anni la Madonna non si è risparmiata, e tutto lascia pensare che il bello debba ancora venire”. Più l’umanità si allontana da Gesù e più la sua Mamma moltiplica gli interventi per ricondurre all’ovile le pecore smarrite. È stato un crescendo: infatti, il ventesimo secolo, da solo, ha fatto registrare tante apparizioni quante se ne sono contate nei diciannove secoli precedenti. In una valle sperduta nei pressi dei Pirenei, in un villaggio del Libano, nella savana africana, in una via stretta e buia di Parigi, nei campi nella bassa padana, nelle colline umbre, negli spazi sterminati degli Stati Uniti, in paesini della Sicilia, ovunque, nel tempo e nello spazio, la Madonna non ha voluto lasciare mai l’umanità da sola. Quanti di noi sanno che Maria è apparsa in uno sperduto borgo di montagna a Montagnaga di Pine’, in Trentino, nel 1729. E a Nsimalen in Camerun nel 1986 ad alcuni studenti di una piccola scuola? Cammilleri sottolinea, le apparizioni della Madonna testimoniate che risalgono a pochi decenni dopo lo svolgersi della vita terrena di Cristo: a Le Puy, in Francia nel 46 d.C., legata alla guarigione di una donna. Fino a quelle dei nostri giorni, sulle quali la Chiesa continua ad indagare e non è stata ancora scritta la parola “fine” per definirle. Il libro presenta inoltre i testi dei messaggi della Madonna delle rose dal Cuore immacolato e regina delle famiglie – così Maria si è presentata a Civitavecchia, nei quali mette in connessione queste sue visite con le apparizioni di Fatima. E il senso di questi messaggio è che ormai è in atto una violenta battaglia contro la Chiesa e contro la famiglia, ma il trionfo del suo Cuore Immacolato, promesso già nel 1917, si compirà e ciò avverrà attraverso le famiglie nell’unità della Chiesa. Soprattutto in questi giorni tanto difficili la certezza della Sua vicinanza sostiene e consola. E in molti oggi a voler tornare all’antica preghiera con cui gli uomini si rivolgono a Maria, il Rosario, in un mese di maggio che mai come in questo 2020 si rivela il mese mariano.
    _______________________________
    LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA
    FASE 2: APRE CHI PUO'


















    Vignetta di Krancic - Il Giornale 16/5/20

    _______________________________