Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
_____________________________________________________________


ULTIMI INSERIMENTI
- 1/5/2004
(cultura - scienza - fede)
LA PASSIONE DI CRISTO - Così come è avvenuta

_____________________________________________________________
- 31/10/2004
(Difesa della vita)
ARE THE DEAD REALLY DEPARTED WHEN WE REMOVE THEIR ORGANS ? - On a subject concerning the end of life, and that is particularly the matter of the removal of organs from corpses

_____________________________________________________________
- 31/12/2004
(Europa)
LA FINE DELL'UNIONE EUROPEA - L'ingresso della Turchia in Europa

_____________________________________________________________
- 7/1/2005
(Difesa della vita)
QUESTIONI MORTALI - L'attuale dibattito sulla morte cerebrale e il problema dei trapianti di R. BARCARO e P. BECCHI- Introduzione

_____________________________________________________________
- 20/5/2005
(Difesa della Vita)
I CATTOLICI SI ASTENGONO SUL VOTO DEL REFERENDUM - Volantino

____________________________________________
- 31/5/2005
(Progetto Europa)
L'EUROPA E LA GEOPOLITICA AMERICANA - Chi domina il blocco eurasiatico-africano domina il mondo

____________________________________________

- 30/9/2005
(Una voce)
TORNIAMO ALLA MESSA IN LATINO - A seguito della Messa in "zeneize" una lettera di Francesca Poluzzi

____________________________________________

- 15/4/2006
(Difesa della vita)
DONARE GLI ORGANI E MORTE CEREBRALE
Le cose da sapere di Carlo Barbieri
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________


- 30/1/2008
(vita)
WELBY E IL PENSIERO CATTOLICO
Condanna dell'eutanasia di Carlo Barbieri
___________________________________

- 30/1/2008
(vita)
WELBY: RIFIUTO DI CURE O EUTANASIA? (parte I)
Considerazioni giuridiche sul caso Welby del prof. Paolo Becchi
___________________________________


- 3/4/2008
(vita)
MORTE CEREBRALE E TRAPIANTO DI ORGANI
Libro del Prof. Paolo Becchi - recensione del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 3/4/2008
(vita)
LA MORTE CEREBRALE E' LA FINE DELLA VITA?
relazione della Dott. Rosangela Barcaro
___________________________________

- 8/7/2008
(vita)
INFORMAZIONE
La disinformazione sui problemi dei trapianti può essere colmata da alcune letture - consigli del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 20/11/2008
(vita)
Il nuovo regolamento sulle modalità per l'accertamento e la certificazione della morte. Primi rilievi critici.
del Prof. Paolo Becchi
___________________________________

- 1/10/2009
(vita)
La biopolitica non ammette la libertà di coscienza
Prof. Paolo Becchi
___________________________________
- 30/10/2009
(Archivio)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 30/10/2009
(Incontro)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 10/1/2012
(vita)

___________________________________

- 20/1/2012
(voce)

___________________________________

- 20/1/2012
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 19/2/2012
(Cultura)

___________________________________

- 1/1/2013
(una voce)
___________________________________

- 7/1/2013
(vita)

___________________________________

- 7/1/2013
(voce)

___________________________________

- 17/3/2013
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 17/5/2013
(voce)
___________________________________

- 21/12/2014
(Cultura)

___________________________________

- 23/6/2015
(Vita)

___________________________________

7 Agosto 2016            Informazioni            N° 32
_________________________________________
      Foglio di comunicazione interna
www.cattolicigenovesi.org
_________________________________________
Ogni Loggia, ogni Casta, ogni Partito,
ha i suoi rappresentanti nel Paese,
dotati d'un famelico appetito,
che placano purtroppo a nostre spese.

Prof. Arturo Sardini

_________________________________________
SANTI E BEATI

San SISTO II Papa - Festa 7 agosto
Secondo il Liber Pontificalis fu eletto papa nel 257 alla morte di Stefano I. San Cipriano che lo definisce "sacerdote buono e pacifico", racconta in una lettera al vescovo africano Successo la persecuzione del 258 in seguito al secondo Editto di Valeriano. Questo prevedeva la decapitazione per vescovi, presbiteri e diaconi, e la confisca dei beni della Chiesa, compresi i cimiteri. Da Papa Damaso si sa che Sisto venne sorpreso nel cimitero, probabilmente quello di San Callisto, mentre insegnava la parola divina e fu decapitato con sei dei sette diaconi di Roma (Felicissimo. Agapito, Gennaro, Magno, Vincenzo e Stefano). Il settimo, il protodiacono Lorenzo, fu ucciso tre giorni dopo sulla via Tiburtina. Sisto II è sepolto nel cimitero di S. Callisto presso la cripta Santa Cecilia.
_______________________________________________________
EDITORIALE

A CHI SERVE LA CRISI?
La crisi è l’occasione per fare le riforme

Mario Monti

Limitiamo il discorso parlando della crisi economica. Semplificando il nostro ragionamento considerando gli elementi principali che possono determinare la crisi economica di un Paese. Tante possono essere le cause della crisi economica. A volte bastano un elemento o due per determinarla, altre volte le cause sono più numerose e complesse. Dalla storia vediamo che la prima causa di crisi economica, in testa abbiamo le guerre. Altra causa di crisi sono le epidemie. La peste degli anni 1347-1350 che dimezzò la popolazione europea ne è l’esempio più tragico. Nelle società prevalentemente agricole la distruzione dei raccolti per cause diverse costituiva un impoverimento dell’intera società. La crisi per la produzione delle patate in Irlanda verso il 1845-1848 fu una delle cause della immigrazione degli irlandesi verso gli Stati Uniti. Attualmente la crisi economica è indotta dalle leggi che vincolano il comportamento degli individui. Si produce di tutto, abbiamo le capacità tecniche per realizzare qualsiasi prodotto. Ci sarebbero anche i capitali per finanziare le produzioni ma, molti Paesi non hanno interesse a produrre per gli alti costi che impediscono di battere la concorrenza. Il trionfo del liberismo rispetto al comunismo ha portato a valorizzare il principio del libero mercato, del merito, della libera concorrenza. È il mercato a dettare legge. Vi è una mano invisibile non condizionata da nessuno come diceva Adam Smith, che dirige l’economia; quindi, opporsi al libero mercato vuol dire andare contro il progresso ed impoverire la società. Poiché i rapporti economici sono sempre più internazionali occorre creare delle norme comuni che devono essere adottate da tutti i Paesi. Per la libera concorrenza non vi devono essere barriere. Per questo vanno aboliti i dazi doganali. Conclusione chi va in crisi deve solo dare la colpa alla sua incapacità. Nella realtà, noi vediamo che il mercato sia totalmente libero o strettamente regolamentato avvantaggia sempre qualcuno a scapito di altri. La globalizzazione ha avvantaggiato le multinazionali ed i Paesi del Terzo Mondo a discapito dei Paesi avanzati che per gli alti costi del lavoro, per molte produzioni manca la convenienza a produrre. Da lì l’inizio della crisi. Il libero mercato dei capitali non contrastato dagli Stati, Il finanziamento del debito pubblico in buona parte controllato dall’alta finanza internazionale ha ulteriormente messo sotto ricatto gli Stati con forte indebitamento. In pratica con le leggi e gli accordi internazionali abbiamo realizzato la situazione di crisi attuale. Solo con dei correttivi possiamo venirne fuori. Questi correttivi consistono nella difesa autonoma della produzione dei vari Stati utilizzando dazi doganali o contigentamenti dei prodotti e con le svalutazioni competitive della moneta. Il secondo aspetto riguarda il ritorno della sovranità monetaria dei vari Stati. Gli Stati devono finanziarsi attraverso i singoli cittadini ed autofinanziarsi attraverso la Banca centrale nazionale. Questi provvedimenti toglierebbero potere alle multinazionali e limiterebbero il potere speculativo dell’alta finanza internazionale. E permetterebbero di uscire da una crisi della quale non vediamo la fine con i correttivi attuali. A chi giova la crisi realizzata attraverso la globalizzazione ed il controllo privato del sistema finanziario mondiale? La crisi serve per realizzare quel Nuovo Ordine Mondiale dove si ha un massimo di concentrazione della ricchezza a fronte di un impoverimento della massa dei cittadini. Chi sono i beneficiari della crisi indotta da leggi ed accordi internazionali? Come è facile capire sono coloro che gestiscono il grande capitale economico-finanziario che agiscono organizzati in varie logge massoniche.

Rino Tartaglino

_______________________________

ILLUSTRAZIONI: Simbologia massonica: i poteri economico finanziari sono organizzati in logge massoniche
_______________________________

IL DOGMA DELL’ASSUNZIONE, LA DEVOZIONE A MARIA
Dio, ricco in generosità, che può tutto, il cui piano provvidenziale è fondato sulla sapienza e sull’amore, nel suo misterioso disegno alterna il dolore degli individui e delle nazioni con le gioie in modo che, sotto forme diverse, tutto conduce al bene per quelli che lo amano. Il nostro Pontificato, come del resto l’ora presente, è oppresso da tante preoccupazioni ed ansie per gravissime calamità e per il distacco di molti dalla verità e dalle virtù; tuttavia ci è di grande conforto il vedere che, mentre la fede cattolica si manifesta pubblicamente e attivamente, la devozione verso la Vergine Madre di Dio si ravviva e si rafforza ogni giorno di più, e quasi dovunque presente promessa di una vita migliore e più santa. Perciò accade che, mentre la Beatissima Vergine svolge con immenso amore il suoi uffici materni per le anime redente dal sangue di Cristo, le anime dei figli vengono invitate a contemplare con maggiore intensità i suoi privilegi.

(Pio XII – “Magnificentissimus Deo” – 1 novembre 1950)

Vergine Santa in questa festa dell’Assunzione del 2016, contempliamo te che da umile ed ubbidiente serva sei stata elevata ad una gloria superiore a quella di tutti. Ottienici da Gesù Tuo Figlio, vero Dio e vero uomo, soccorso nella triste ora presente: quanti oggi si sono distaccati dalla verità e dalle virtù. Per troppi la verità non esiste più, esistono solo variabili opinioni. Le virtù sono per i più fuori moda: “Godiamo l’ora presente”, “facciamo il nostro interesse, del resto chi se ne frega”. È difficile essere oggi serenamente nel bene e nel vero. Ma è possibile Mamma cara, possa questa possibilità diventare per noi realtà.

Renzo Mattei

_______________________________

1/8 - ISLAMICI IN CHIESA: Il fatto che ha scosso le comunità islmiche è stato l'assassinio di Padre Hamel ad opera di due teroristi islamici. Le comunità hanno proposto alle autorità cattoliche di mandare delle rappresentanze ad assistere alla Messa domenicale. Cattolici e musulmani hanno pregato insieme (Corriere della Sera). Effettivamente vi sono stati degli interventi durante la cerimonia. Addirittura in una chiesa è stato distribuito agli islamici dei pezzetti di pane comune in sostituzione dell'Eucarestia data ai cattolici. Alcuni sacerdoti cattolici si sono mostrati contrariati da queste forme di manifestazioni di solidarietà. Anche numerosi musulmani hanno rifiutato l'invito a partecipare.
Se si vuole il dialogo si può fare in altro modo senza conivolgere le persone in un rito sacro come la S. Messa. La cosa è inammissibile. "Cattolici e islamici pregno insieme". Che cosa pregano se non è lo stesso Dio? L'islam (Corano e sharia) nella loro formulazione è incompatibile col modo di vivere dei Paesi civili. Il problema è come realizzare una convivenza correggendo alcune storture dell'islam. Vedere se questo è possibile. Il dialogo fatto di convenevoli e di chiacchiere non serve alla soluzione del problema.
_______________________________
1/8 - HILLARY ACCUSA LA RUSSIA: La candidata dei Democratici alla presidenza Usa, accusa: "Mosca mi spia". La pubblicazione delle email nelle quali il partito democratico appoggia la Clinton contro il suo avversario Bernie Sanders. Cosa inammissiabile; ma, le email sono vere.
La Clinton e le logge che la sostengono sono del parere di considerare la Russia come il principale nemico da combattere. Nel caso che lo spionaggio russo sia contro la Clinton pubblicando delle email vere può creare imbarazzo ma è giustificato. Infatti le email non sono contestate nel contenuto ma solo come sono ottenute.

1/8 - MURARO: Continua la polemica sui rifiuti che sporcano la città di Roma. L'assessore Muraro, parte della giunta di Virginia Raggi, sindaco di Roma, viene contestata per il suo passato di consulente dell'Ama che avrebbe ricevuto per la sonsulenza di vari anni più di un milione di euro nei vari anni e adesso fa l'assessore. Le opposizioni sollevano il caso di conflitto d'interessi.
E' discutibile che l'azienda rifiuti abbia bisogno della consulenza con tutti i dipendenti che ha per giudicare la bontà delle tecniche di trattemento dei rifiuti. Il sistema di raccolta e trattemento dei rifiuti non sebra soddisfacente nonostante le consulenze della Muraro; non si vede come questa persona debba essere promossa ad assessore.
________________________________
2/8 - L'ISLAM NON E' VIOLENZA: Il Papa come al solito i viaggi in aereo stimolano a fare osservazioni spesso impegnative davanti ai quesiti posti dai giornalisti. Di ritorno da Cracovia dice: "L'islam non è violenza".
Nel Corano c'è tutto anche la violenza. Del resto se non ci fosse l'islam non ci sarebbe il terrorismo islamico.

2/8 - LIBIA: Gli americani, per la prima volta dopo la caduta di Gheddafi bombardano Sirte la città roccaforte dell'Isis in Libia. Intyervento richiesto dal governo di Tripoli. L'Italia valuta positivamente l'intervento americano.
Come sempre, l'Italia fa da reggicoda della politica estere americana.
____________________________

2/8 - MONTI E LE BANCHE: Il governo Renzi nelgiudicare la situazione delle Banche incolpa i precedenti governi; in particolar il governo Monti. A questo punto, Mario Monti risponde dicendo che il primo ministro Renzi distorce la realtà. Poi passano ai fatti dice: 1) a parte MPS per il quale intervenimmo,ù il sistema bancario italiano nel periodo 2011 - 2013 non prsentava particolari problemi e non richiedeva aiuti; 2) se avessimo fornito aiuti con fondi dello Stato avremmoaggravato la situazione del debito pubblico; 3) se avessimo chiesto aiuti all'Europa, questi fondi ci dasarebbero stati negati. Infine, le caluasole di salvaguardiaper 16,8 miliardi di euro, cioè l'obbligo di aggravare la tassazione sui cittadini in caso di peggioramento dei parametri economici, erano state approvate dal governo Letta per 3,3 miliardi nel 2013 e per il resto dal governo Renzxi nel 2015.
Gli Stati hanno ceduto sovranità non all'Ue ma all'alta finanza internazionale che con manovre speculative possono mandare in fallimento gli Stati e le banche. Sui singoli tempi Monti può anche aver ragione ma quello che ha portato alla crisi delle banch e prima del debito pubblico è il modello che Monti approva senza riserve. Per Monti il modello va benissimo, non c'è niente da coreggere. Mentre Renzi si limita a vedere i singoli fatti senza vedere il problema nel suo complesso.
____________________________
3/8 - BOMBARDAMENTI: Gli attacchi Usa in Libia dureranno un mese. L'Italia promette di concedere le basi di Sigonella e di Aviano per i bombardamenti contro l'Isis. La Sinistra e il M5S chiedono che la decisione passi attraverso un voto in Parlamento. La Russia dichiara chei bombardamenti sono illegali perché manca il sì dell'Onu. Gli Usa rispondono che è sufficiente la richiesta del governo libico di Tripoli.
Gli Usa fanno i loro interessi e noi non sappiamo cosa succederà dopo. L'Italia partecipa allìavventura libica solo a parole mentre gli affari li farannoaltri. I russi dopo la fregatura della cacciata di Gheddafi, sono restii a dare l'approvazione aibombardamenti Usa.Ognuno fa i suoi affari senza guastare troppo i rapporti internazionali.

3/8 - SPECULAZIONI: Nonostante gli stress test che per le banche italiane sono stati positivi, rileviamo che le Borse registrano ancora perdite nel settore bancario.
Le banche americane hanno coefficienti peggiore del 13% di capitalizzazione rispetto alle banche europee; eppure, la speculazione riguarda di più le nostre banche. Inutile cercare le motivazioni. La speculazione in Usa verrebbe subito bloccata dalla Fed. In Europa non vi è la ceetezza che la speculazione possa essere bloccata. Quindi,la speculazione distruttiva continua a produrre danni.
_____________________________________

3/8 - INTERVISTA AD ERDOGAN: La giornalista italiana della RAI ha intervistato il presidente turco Erdogan a proposito del colpo di Stato e dei provvediementi repressivi adottati dal governo contro giudici, militari, insegnanti e giornalisti. Erdogan risponde accusando tutti: l'Europa, la Mogherini ed anche l'Italia. Subito il presidente si è lamentato che i Paesi dell'Europa che hanno aspettato l'esito del Colpo dI Stato prima di congratularsi con lui per lo scampato pericolo. Infine, rivolgendosi all'Italia dove la procura di Bologna sta svolgendo una indagine su Bilal, il figlio di Erdogan accusato di riciclaggio di denaro e per queso non può neppure tornare in Italia perché vwerrebbe arrestato. Bilal è uno studente a Bologna, Conclude Erdogan dicendo: "i giudici italiani si occupino piùdekllamafia e lascino stare suo figlio. Renzi a queste osservazioni di Erdogan sui giudici risponde; "I nostri giudici rispndono alla Costituzione. Questo è no Stato di diritto".
Erdogan vuole instaurare un rgime autoritario di stampo islamista. Per sapere come vanno le cose basta analizzare i fatti, da Erdogan è impossibile sapere la verità sulla repressione.
_____________________________________
4/8 - UNIONE MONETARIA: Il governatore della Bundesbank, Jens Weidmann a proposito dell'unione monetaria ha detto: "L'unione monetaria è ad un bivio: o si cede più sovranità a Bruxelles o si accettano le procedure di fallimento".
In pratica, o comanda Bruxlles che ci impone l'austerità cioé aumenti della tassazione, riduzione della spesa pubblica con relativi licenziamenti e riduzione di stipendi e pensioni oppure si accetta che falliscano le banche e al limite anche gli Stati. Del resto, a conferma di questo, Weidmann dice che l'Italia con un debito pubblico del 130% del Pil deve ridurlo rapidamente. Fare dunque quella politica di austerità che perpetu la crisi attuale.

4/8 - TERRORISTI: Nelle carceri italiane vi sono 300 terroristi. Molti di questida piccoli delinquenti si sono radicalizzati e sono finiti in galera. I giornali riportano la notizia che dopo ogni attentato festeggiano.
Si vede che in galera non stanno proprio tanto male se hanno anche il tempo di festeggiare.
_____________________________________

4/8 – TRANGENDERISMO: La prestigiosa rivista medica britannica The Lancet ha dedicato una serie di articoli a sostegno dell’idea che il transgenderismo è “una diversità e non una patologia“. Una teoria postulata ed accettata, pur senza aver alcuna prova a favore, che attesti come la transizione da un sesso all’altro sesso, con o senza alterazione chirurgica, sia il trattamento appropriato per la cosiddetta “disforia di genere”. “Disforia di genere”, nota la scrittrice americana O’Laeary, è un neologismo inventato dai sostenitori del “transgenderismo” in sostituzione del più “calzante”, “Disturbo dell’Identità di Genere”. (da Corrispondenza Romana).
Noi riteniamo che non si possa cambiare sesso a piacimento ma che il sesso sia geneticamente determinato. Chi vuole essere di un sesso diverso da quello geneticamente determinato è in una condizione patologica.
_____________________________________
5/8 - NOMINE RAI: Di solito in agosto avvengono i cambiamenti nelle nomine Rai. Una motivazione in più per cambiare i titolari dei vari palinsesti e dei direttori dei telegiornali è l'approssimarsi del referendum sulle modifiche costituzionali. A capo dei vari Tg solo direttori favorevoli al sì cioé renziani.
Renzi aveva cominciato col dire: "Fuori i partiti dalla Rai. Infatti, li ha eliminati tutti tranne i sostenitori della corrente renziana del suo partito.

5/8 - A RIO: Il nostro primo ministro Matteo Renzi va a Rio per sei giorni in occasione delle Olimpiadi. Problemi più urgenti come l'immigrazione, le banche, il terrorismo vengono dopo.
Renzi pensa che qualche medaglia alle Olimpiade ottenuta dagli atleti italiani in qualche modo sia anche merito suo.
_____________________________________

5/8 - MARTIRIO DEI CRISTIANI: In 22 nazioni chi prega Gesù sulla croce subisce gravi limitazioni alla libertà religiosa. In Iraq 120 cristiani della zona di Mosul sono stati cacciati dallo Stato islamico ma vogliono tornare alleloro case quando la città sarà liberata. In Nigeria i tagliagole di Boco Haram hanno costretto alla fuga 100 mila cristiani e sono state distrutte 350 chiese. Persecuzioni anche in Pakistan con omicidi e distruzione di chiese. Limitazioni delle libertà per i cristiani in tutto il Medio Oriente. Scene di torture e di decapitazioni sono state esibite dall'Isis con lo scopo di terrorizzare i cristiani. Il terrorismo islamico prima sporadico è diventato da alcuni mesi un problema emergente. Attentati gravi e meno gravi si verificano con frequenza settimanale. Adesso anche le chiese sono diventateoggetto di attenzione da parte dei terroristi. Il fatto più clamoroso è stato l'uccidsione del sacerdote Padre Hamel in una cittadina presso Rouen. A parte qualch giornale di destra che considera la radice islamica del terrorismo un dato sicuro, gli altri dicono che i terroristi sono criminali e non sono islamici. Lo stesso Papa ha paragonato i tagliagole islamici ad una follia omicida che non hja nulla a che fare col Corano. E poi ha aggiunto che anche i cattolici ammazzano fidanzate e suocere equiparandoli ai terroristi islamici.
Nella migliore delle ipotesi, negli Stati islamici i crisitani sono per la lergge coranica cittadini di serie B. Se poi applicano la sharia vi sono vere persecuzioni. Mnetre noi abbiamo il problema di costruire le moschee loro quando possono distruggono le nostr chiese. Se si vuole convivere è necessario adottare i principi di reciprocità.
_______________________________________
MATTEO OLIMPICO
MA POCO GINNICO

Il nostro presidente
dal tono saccente
con l’aereo è volato
poi a Rio è atterrato
è l’Uno aereo italiano
pari a quello americano
Che usa sempre Obama
Ma che ha ben altra fama
vuol assistere ai giochi
dopo aver visto i fuochi
e se qualcuno ha meritato
d’oro è stato medagliato
partecipa della vittoria
aumenta la sua gloria
Ma è stato sfortunato
Nessuno ha guadagnato
Purtroppo la sua presenza
Non ha avuto rispondenza
Così a Roma è ritornato
Da un viaggio sfortunato.

_____________________________________
6/8 - BAGNASCO: Per la presenza alle Messe di rappresentati delle comunità islamiche di Francia e d'Italia, il cardinal Bagnasco manifesta la sua soddisfazione.: "I musulmani in chiesa non sarà l'ultima volta".
Pur ammettendo la possibile buona fede di alcuni, non è in chiesa che i musulmani devono entrare specialmente durante la S.Messa. Apprendiamo che in una chiesa in Francia un sacerdote è stato bastonato. Dopo l'assassinio di Padre Hmmel. In una chiesa di Venezia quattro donne velate hanno sputato sul crocifisso. Un individuo si pensa islamico, dopo aver ricevuto la comunione ha sputato l'Ostia consacrata. Episodi come questi ci danno molto da pensare e non certo in maniera positiva.

6/8 - ALEPPO: La fuga dalla città siriana circondata dalle truppe di Assad e bombasrdata dall'aviazione russa nei distretti orientali ancora occupati da jihadisti di Al Nusra - versione siriana si Al Qaeda) - e dall'Esercito libero siriano sostenuto dagli americani; è resa possibile dai corridoi umanitari stabiliti dall'esercito siriano di Assad. Nella parte assediata vi sarebbero 250 mila o 300 mila civili che sono ornmai allo stremo. Numerosi cittadini sono fuggiti ma la grande totalità è coinvolta nell'assedio. Alcuni siriani fuggiti dall'assedio hanno detto che le truppe ribelli sparano sui cittadini in fuga. Anche un certo numero di combattenti sono fuggiti ed hanno poi consegnato le armi all'esercito regolare.
La caduta dell'ultimo focolaio intornmo ad Aleppo taglierebbe la strada ai rifornimenti ai ribelli e consoliderebbe il potere al regime di Assad.
_____________________________________

6/8 - L'INCOGNITA EURO: Da un'analisi economica risulta che dall'introduzione dell'euro si è verificato un impoverimento che ha particolarmente colpito più di altri Paesi, l'Italia. Il banchiere americano Jamie Dimon che èpronto a prestare al MPS 6 miliardi ha espresso a proposito dell'euro un giudizio poco rassicurante. Come anche sosteneva Geroge Soros, l'Italia è l'anello debole del sistema Europa. Le elezioni tedesche, il referendum in Italia, la ripetizione del voto in Austria e il voto er le presidenziali in Francia, per le loro incertezze rappresentano una miscela esplosiva capace di far saltare in aria l'Ue. I provvedimenti della Bce sono efficaci per una moneta unica nel suo complesso. Ma l'euro ha un diverso valore nei vari Paesi. Se si ritornasse alle monete nazionali vedremmo che la Francia ha una moneta sopravvalutata del 6% rispetto al rporpio sistema economico, Mentre la Germania ha una moneta più debole del 15%. Queste differenze di valore creano uno squilibrio con conseguenti vantaggi per la Germania a danno di Francia ed Italia. Se le cose stanno come adesso il rischio che tra cinque anni l'Ue potrebbe saltare insieme all'euro.
La moneta unica doveva essere l'operazione conclusiva di una unificazione economica, fiscale e politica e non la premessa per realizzare l'Europa.
_____________________________________

7/8 - IMPOPOLARE: L'indice di gradimento di Angela Merkel è in calo: attentati legati al fondamentalismo islamico compiuti in Germania hanno messo nel mirino dell'opinione pubblica la sua politica dell'accoglienza. Sulla Sueddeutsche Zeitung Kurt Kister compie una riflessione sulla cancelliera tedesca. La Merkel "ritiene di aver agito correttamente e non ha mai preso le distanze da se stessa". Fatto che può anche sembrare frutto di testardaggine, maè anche esempio di stabilità". Per Kister, la Merkel è pure calata nei sondaggi, ma rimane di gran lunga la figura politica più stabile del panorama tedesco.
Sul piano organizzativo, i tedeschi sono sempre i migliori ma, assimilare milioni di persone in pochi anni è pur sempre un problema complesso. Non siamo certi che la Merkel possa uscire vincente alle prossime elezioni politiche.
_____________________________________
7/8 - CHARLEROI: Nella città a sud di Bruxelles si è verificato un nuovo attentato. Un individuo arrviato di fronte alla sede di polizia ha tirato fuori un machete ed al grido di "Allah è grande" ha ferito due poliziotte. Altra poliziotta è intervenuta sparando nove colpi contro l'attentatore che poi è morto all'ospedale.
I terroristi in qualunque modo i comportino riescono a creare effetto paura nella popolazione anche per l'imprevedibilità di certi attentati. Anche quelli che sembrano lupi solitari che agiscono da soli, di solito, si scopre che dietro vi è un minimo di organizzazione. Spesso girano soldi e sono in contatto con persone che li indirizzano nelle loro iniziative.

7/8 - SCAFISTA ARRESTATO: Il pakistano Ahmed Mushtaq, nonostante fosse già in carcere, dalla cella dirigeva con un cellulare una banda di scafisti che si occupavano come è logico di tasferire in Italia dei clandestini. Col suo cellulare era riuscito a realizzare un traffico che ha reso circa mezzo milione di euro.
Si spera che da oggi in poi il sistema carcerario sia un po' meno ingenuo. I mafiosi, i criminali abituali non sono delle persone oneste che per diasattenzione sono passati col rosso vanno controllati sempre etenuti isolati quando non si possono controllare.
_____________________________________

ANNOTAZIONE
POLIGAMIA LEGALE
Il sindaco di Milano Sala celebra le unioni tra coppie di fatto? SE è solo questione di diritti civili, anche la poligamia lo è. Lo Stato regolamenti le nozze plurime. Una rivendicazione che ha il sapore di una provocazione, quella firmata su Facebook da Hamza Piccardo, fondatore dell'Unione delle comunità islamiche (Ucoii) e padre di Davide , portavoce del Coordinamento delle associazioni islamiche milanesi (Caim). Le nozze gay viste come apripista della poligamia.

E' già intollerabile la legalizzazione del concubinato e dei matrimoni contro natura voluti dalla sinistra e dai nostri veri padroni appartenenti + all'ideologia radical-massonica adesso dovremmo anche introdurre la poligamia perché l religione di Maometto lo consente. iamo noi che dobbiamo diventare come loro oppure loro che devono diventare come noi? La loro presenza ci è sommamente sgradita ma per carità cristiana possiamo anche tollerarne un certo numero anche se non li vogliamo. La loro pretesa di imporci i loro usi e costumi già da adesso che sono una esigua minoranza è la dimostrazione che con noi noi non possono convivere se non cambiano i loro usi e costumi. Ammettere la poligamia vuol dire considerare la donna un essere inferiore. Un uomo può sposare quattro donne quindi una donna vale solo un quarto. Non siamo femministi ma questo è inammissibile.
_____________________________________
ULTIMA ORA: Quando Renzi era a Rio per assistere all'apertura dei giochi olimpici ed era in attesa di qualche medaglia per poter fare un selfie col vincitore dell'oro e migliorare la sua immagine non è successo nulla. Appena ha lasciato Rio, sono arrivate subito due medaglie d'oro.
Che sfortuna!
_____________________________________

IL LIBRO DELLA SETTIMANA
QUALE ACCORDO TRA CRISTO E BELIAR?
Osservazioni teologiche sui problemi,
gli equivoci, i compromessi del dialogo
ibìnterreligioso

di Brunero Gherardini Editore: Fede & Cultura - € 18

Gli studi che qui si raccolgono, hanno per oggetto i rapporti della Chiesa cattolica con le religioni non cristiane come delineati dalla citazione della Lettera di San Paolo ai Corinzi e come oggi invece sono vissuti in vaste zone della Chiesa in seguito allo sconquasso determinato dalla messa in mora di quel testo stesso. Scomparsa la fermezza apostolica di Paolo nell'escludere ogni rapporto equivoco fra Cristo e qualunque altra divinità o qualunque altra religione pagana, s'avverte - più strisciante che stridente - la contraddizione che emerge quando si studiano documenti come Nostra aetate, la dichiarazione conciliare sul dialogo interreligioso. Al tempo del Concilio la Chiesa tutta parve improvvisamente dimentica di sé e pervasa dalla febbre d'un inguaribile ed ingenuo ottimismo. Si parlò di provvidenziali contatti con l'induismo ed altre religioni, nel senso non tanto della missione e della conversione, bensì dell'avvicinamento e dell'assimilazione. Riconoscimenti gratuiti ed ingenui, nell'assoluta reticenza delle radicali differenze oggi drammaticamente sotto gli occhi di tutti. L'immagine prevalente che la Chiesa diede di sé nel post-concilio, grazie allo "spirito conciliare" o - come lo chiamò Benedetto XVI - al "Konzils ungeist", fu di una Chiesa bella, giovane, aperta, comprensiva, misericordiosa, aliena da ogni condanna, desiderosa di perdono, nemica dell'intransigenza e della discriminazione. Praticamente in crisi.
_____________________________________
LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA

IL REGGICODA























Vignetta di Krancic - Il Giornale 4/8/16