Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
_____________________________________________________________


ULTIMI INSERIMENTI
- 1/5/2004
(cultura - scienza - fede)
LA PASSIONE DI CRISTO - Così come è avvenuta

_____________________________________________________________
- 31/10/2004
(Difesa della vita)
ARE THE DEAD REALLY DEPARTED WHEN WE REMOVE THEIR ORGANS ? - On a subject concerning the end of life, and that is particularly the matter of the removal of organs from corpses

_____________________________________________________________
- 31/12/2004
(Europa)
LA FINE DELL'UNIONE EUROPEA - L'ingresso della Turchia in Europa

_____________________________________________________________
- 7/1/2005
(Difesa della vita)
QUESTIONI MORTALI - L'attuale dibattito sulla morte cerebrale e il problema dei trapianti di R. BARCARO e P. BECCHI- Introduzione

_____________________________________________________________
- 20/5/2005
(Difesa della Vita)
I CATTOLICI SI ASTENGONO SUL VOTO DEL REFERENDUM - Volantino

____________________________________________
- 31/5/2005
(Progetto Europa)
L'EUROPA E LA GEOPOLITICA AMERICANA - Chi domina il blocco eurasiatico-africano domina il mondo

____________________________________________

- 30/9/2005
(Una voce)
TORNIAMO ALLA MESSA IN LATINO - A seguito della Messa in "zeneize" una lettera di Francesca Poluzzi

____________________________________________

- 15/4/2006
(Difesa della vita)
DONARE GLI ORGANI E MORTE CEREBRALE
Le cose da sapere di Carlo Barbieri
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________


- 30/1/2008
(vita)
WELBY E IL PENSIERO CATTOLICO
Condanna dell'eutanasia di Carlo Barbieri
___________________________________

- 30/1/2008
(vita)
WELBY: RIFIUTO DI CURE O EUTANASIA? (parte I)
Considerazioni giuridiche sul caso Welby del prof. Paolo Becchi
___________________________________


- 3/4/2008
(vita)
MORTE CEREBRALE E TRAPIANTO DI ORGANI
Libro del Prof. Paolo Becchi - recensione del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 3/4/2008
(vita)
LA MORTE CEREBRALE E' LA FINE DELLA VITA?
relazione della Dott. Rosangela Barcaro
___________________________________

- 8/7/2008
(vita)
INFORMAZIONE
La disinformazione sui problemi dei trapianti può essere colmata da alcune letture - consigli del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 20/11/2008
(vita)
Il nuovo regolamento sulle modalità per l'accertamento e la certificazione della morte. Primi rilievi critici.
del Prof. Paolo Becchi
___________________________________

- 1/10/2009
(vita)
La biopolitica non ammette la libertà di coscienza
Prof. Paolo Becchi
___________________________________
- 30/10/2009
(Archivio)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 30/10/2009
(Incontro)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 10/1/2012
(vita)

___________________________________

- 20/1/2012
(voce)

___________________________________

- 20/1/2012
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 19/2/2012
(Cultura)

___________________________________

- 1/1/2013
(una voce)
___________________________________

- 7/1/2013
(vita)

___________________________________

- 7/1/2013
(voce)

___________________________________

- 17/3/2013
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 17/5/2013
(voce)
___________________________________

- 21/12/2014
(Cultura)

___________________________________

- 23/6/2015
(Vita)

___________________________________

8 Gennaio 2017            Informazioni            N° 2
_________________________________________
      Foglio di comunicazione interna
www.cattolicigenovesi.org
_________________________________________
"Nihil innovetur, nisi quod traditum est" (che non si cambi nulla, ma che si trasmetta la Tradizione)

Stefano I Papa

_________________________________________
SANTI E BEATI

San GIOVANNI Nepomuceno Neumann - Festa 5 Gennaio
Giovanni Nepomuceno Neumann nacque in Boemia nel 1811. Studiò per diventare sacerdote, ma non vi riuscì. Allora nel 1836 emigrò negli Stati Uniti. A Manhattan fu ben accolto dal vescovo John Dubois che aveva solo 36 preti per gli Stati di New York e New Jersey. Due settimane dopo il suo arrivo fu ordinato e inviato a Buffalo, dove ebbe la cura della zona rurale. Per raggiungere tutte le anime a lui affidate, dormiva poco e spesso si nutriva solo di pane e acqua. Aderì all'ordine redentorista e nel 1852 divenne vescovo di Filadelfia dove edificò cinque chiese e iniziò la costruzione della cattedrale. Si dedicò ai giovani. Morì nel 1860 ed è santo dal 1977.
_______________________________________________________
EDITORIALE
OMOSESSUALITA’, OMOFOBIA E MANIPOLAZIONE DEL LINGUAGGIO

Sinistra e radicali hanno ottenuto il varo di una norma che permette i matrimoni tra persone dello stesso sesso. Se dal punto legislativo si supera queste unioni sta passando la legalizzazione dell’adozione da parte di coppie omosessuali. L’ argomento è di attualità e per questo va affrontato avendo la capacità di conoscerlo. Psicanalisti, psicologi e psichiatri si sono occupati della questione per cui abbiamo una messe di dati che ci permettono di affrontare l’argomento. Come diceva Wilelm Reich il problema dell’omosessualità più che un problema giuridico è un problema scientifico. Fino agli anni ’85 del secolo scorso nei manuali di psichiatria l’omosessualità era indicato nel capitolo delle perversioni (Manuale di Psichiatria – Giberti Rossi – Università di Genova). Vogliamo di seguito ricordare alcuni autori famosi e qual era il loro giudizio.
1) Sigmund Freud considera comunque l’omosessualità adulta come esito di un arresto dello sviluppo psicosessuale: l'omosessuale (maschio) non è riuscito a risolvere il complesso edipico, non è cioè arrivato a desiderare una donna come la madre attraverso l'identificazione con il proprio padre.
2) Alfred Adler pubblicò Il problema dell'omosessualità e nel 1930 Psicologia dell'omosessualità: secondo lo psicologo viennese l'omosessualità, come espressione di un sintomo nevrotico non dovuta a fattori organici. Alla base dell'omosessualità vedeva un vissuto di inferiorità, di scoraggiamento e di insicurezza sperimentati durante lo sviluppo infantile: un padre tiranno o una madre forte e possessiva possono portare il bambino a scegliere la strada errata.
3) Gustav Jung ritiene che quando avviene un'inversione in questi processi di identificazione, accade che la donna si identifichi con l'Animus (uomo) e l'uomo con l'Anima (donna),
4) Kohut (1976, 1979) vede l’omosessualità come la non realizzazione di una psicologia del Sé. Il padre non è stato capace di presentare idealmente la figura maschile che il figlio deve realizzare.
5) Schellenbaum (1991), Se la madre non riflette sufficientemente il figlio nella sua mascolinità o se il padre non gli offre una valida immagine guida per la sua costruzione del Sé maschile, allora si creano le condizioni per una “fissazione” dell’omosessualità, caratterizzata dalla ricerca ossessiva del maschio e da comportamenti promiscui che presentano tutti i tratti caratteristici di una situazione “morbosa.
6) Bergler – l’omosessualità deriverebbe dal rapporto con la madre preedipica vissuta come frustrante e per superare questa situazione il bambino per sfuggire al suo attaccamento alla madre preedipica con un meccanismo di difesa inconscio nella relazione uomo-uomo.
In conclusione il fatto che non esista una complementarietà fra due persone dello stesso sesso sia anatomico che fisico e psichico costituisce un problema per escludere la possibilità che si realizzi una unione matrimoniale. La società non può essere costruita su modelli patologici. Fin quando il problema era puramente scientifico e non influenzato da interessi politici l’omosessualità era un argomento di studio della psichiatria. Sotto la spinta delle potenti lobbies omosessualiste americane si arrivò a sostituire il modello patologico con il modello affermativo: non esiste un orientamento sessuale normale e uno patologico, un'identità sessuale naturale e una innaturale. Sotto la pressione di queste lobbies l' American Psychiatric Association (Apa) cancellò l'omosessualità dall’elenco delle malattie mentali. No, l' omosessualità non è una malattia. Il 17 maggio 1990, in quanto l' attrazione sentimentale e sessuale tra individui dello stesso sesso vien ufficialmente rimossa dalla lista delle malattie mentali stilata dall' OMS (Organizzazione mondiale della sanità), organo politico dell’Onu. Da questo ragionamento distorto ne deriva che gli omosessuali hanno gli stessi diritti delle coppie eterosessuali, possono pretendere il matrimonio, la reversibilità delle pensioni e l’adozione dei minori. Così le lobbies omosessualiste con l’aiuto delle sinistre spingono per far passare leggi a favore dei matrimoni gay. Ovviamente per la gran massa dei cittadini, due cose di segno opposto possono essere considerarte uguali; allora per costringerle ad accettare quello che normalmente rifiuterebbero si usa si parla di diritti di libertà e si ricorre alla manipolazione del linguaggio. Due parole chiave si cerca di introdurre nella nostra legislazione.
Omofobia e discriminazione. Omofobia sarebbe la paura irrazionale nei confronti degli omosessuali. In pratica, questi signori si limitano a questa definizione che potrebbe sul piano pratico voler dire : “chi non condivide le idee degli omossessuali commette un reato”. L’altra parola “discriminazione” poiché si guardano bene dal dire quando si verifica, qualunque manifestazione sia con parole che coi fatti, di altri non conforme ai desideri dei sodomiti diventa automaticamente discriminazione. Non siamo né omofobi e non facciamo discriminazioni pensando e dicendo che la pratica omosessuale non fa parte del normale comportamento degli individui. Quindi, di conseguenza siamo contrari alla legalizzazione di accoppiamenti tra persone dello stesso sesso cosa che crea disagio sociale. Per noi il modello di società è quello costituito da famiglie tradizionali, le unioni avvengono attraverso il matrimonio, dove non si fanno aborti, non si fa uso di droga ed i figli hanno una buona educazione. Nessuno vuol aggredire, discriminare, offendere queste categorie di persone ma non accettiamo che chi pensa cose diverse da quello che desiderano i sodomiti siano vietate. Non siamo disposti ad essere costretti al pensiero obbligato che ci viene imposto da chi vuole certe leggi liberticide (Legge Mancino, Legge Scalfarotto). La prospettiva futura auspicata da questi governi di ispirazione laicista è di trasformare l’Italia e l’Europa nella nuova edizione dell’antica Sodoma. Questo sarebbe per loro il progresso.

Rino Tartaglino

_______________________________

ILLUSTRAZIONI: L'Imperatore Eliogabalo introdusse a Roma il culto delle divinità di Emesa. I Romani non accettarono l'orientamento sessuale e il comportamento di Eliogabalo sulla base orgiastica delle religioni orientali. La società romana era bel lungi da questa mentalità di orge, rapporti omosessuali, prostituzione sacra, matrimoni gay e sesso in generale. Eliogabalo si sposò con un auriga e con una vestale. Eliogabalo morì assassinato nel 222 d.C. dopo 4 anni di regno all'età di 18 anni.
_______________________________


TENIAMO LO SGUARDO FISSO SU GESÙ
Teniamo lo sguardo fisso su Gesù : è lui che ci ha aperto la strada della fede e ci condurrà sino alla fine. Egli ha accettato di morire in croce e non ha tenuto conto che era una morte vergognosa, perché pensava alla gioia riservata per lui in cambio di quella sofferenza. Ora egli si trova accanto al trono di Dio.

(Ebrei 12/2)

Ogni anno prima di Natale mi trovo a partecipare ad un pranzo natalizio di persone abbienti e socialmente stimate . Proseguirò il discorso alla fine: accanto al piatto di ognuno si trova un numero che indica un dono che riceverà da uno dei presenti. È Natale sarebbe ovvio che non si parlasse altro che di Gesù, invece, nessuno, nemmeno per sbaglio, lo menzionerà. Si faranno gli auguri più svariati ma sarà assente ogni auspicio d’essere in grazia di Dio; ogni richiamo a Gesù che si è incarnato e per ognuno ha espiato nell’immane sofferenza della crocifissione. Nessuno ringrazia per non essere un nulla ma figlio adottivo di Dio se proprio non lo rifiuta. Gesù è morto perché avessimo una grandezza e una speranza umana altrimenti impensabili, perché avessimo un fine eterno di gioia. Per questa realtà Gesù era felice di patire e di morire. Per farci certi che egli è non solo vero uomo ma anche vero Dio, per questo è risorto. E dalla gloria dei cieli guida ogni anima redenta, nutrendola di sé stesso nel sacrificio eucaristico della Santa Messa. Orbene di fronte a tanta realtà stringe il cuore che nessuno senta e soprattutto nessuno palesi la gioia, per i peccati che gli sono stati perdonati e per la salvezza eterna ricevuta. Con unica spudoratezza farò omaggio di un libro che esorta alla fede ed alla sua pratica nella vita, scriverò impregnati d’amore per Gesù. Penso che non pochi credono come me. Come mai tacciono? Perché vogliono una parodia del Natale e non l’annuncio del Vangelo che rassicura che guida al Cielo? Che Iddio li illumini tutti. Tutto quanto illumina la nostra declinante civiltà è cristiano, ricordiamocene.

Renzo Mattei

_______________________________

2/1 - BUFALE SUL WEB: Il presidente dell'Antitrust Giovanni Pitruzzella lamenta che sul Web circolino troppo notizie false e "questo costituisce un pericolo per la democrazia. Pertanto sarebbe necessario un filtro per bloccare la circolazione delle notizie false". Infatti, dice Pitruzzella, non può bastare l'autoregolamentazione come fa Facebook. Vanno pensate istituzioni specializzate, terze ed indipendenti che abbiano la facoltà di agire.
L'evoluzione degli Stati cosiddetti democratici tendono peco alla volta a diventare autoritari. L'introduzione della censura sulle notizie è il primo passo. Gli organi censori sono sempre a favore di chi governa; quindi, per funzionare devono avere il consenso della maggioranza. La maggioranza accetta la costituzione di questi organi solo se è in grado di controllare la situazione. altrimenti la censura non ci sarà.
_______________________________
2/1 - BOMBA PER CASA POUND: Davanti alla libreria dell'organizzazione politica di destra è stata collocata una bomba. Un artificiere, nell'intento di disinnescarla avviene lo scoppio della bomba che ferisce in modo grave il militare che perde una mano e rischia di perdere la vista da un occhio. Gli inquirenti seguono la pista anarchica.
Questi criminali vanno puniti severamente sia per la cattiveria del loro gesto che per la stupidità che in ogni caso non porta a nessun risultato.

2/1 - FEMMINISMO USA: In un editoriale del New York Times, Susan Chira afferma che la sconfitta di Hillary Clinton è stata la sconfitta dei movimenti per la parità di genere. La giornalista conclude il suo intervento dicendo: "I movimenti femministi non sono stati capaci di dialogare con la parte conservatrice della società e con quella meno istruita che ha votato per Trump".
La Clinton non è stata votata perché è una donna ma perché è legata a quei poteri che non fanno certo gli interessi della classe media. Quelli che hanno votato per Trump non l'hanno fatto perché sono meno istruiti ma perché ritengono che la politica della Clinton sarebbe stata la continuazione di quella fallimentare di Obama.
________________________________
3/1 - RIVENDICAZIONI: Arriva la rivendicazione dell'Isis per l'attentato ad Istanbul dove sono morte 39 persone e più di 40 sono stati i feriti. Nella rivendicazione viene indicato: "Punita la Turchia infedele".
La Turchia di Erdogan prima ha aiutato l'Isis e di recente, dopo gli accordi con la Russia si è messa contro. Dei terroristi non ci si può mai fidare. L'assassinio è la loro carta da visita.

3/1 - GARANTISMO: Fino a quando gli indagati erano degli altri partiti, il M5S era giustizialista. Chi è indagato deve dimettersi. Adesso che gli indagati rischiano di essere anche i grillini, Grillo cambia il codice: chi è indagato non deve più dimettersi. Anche i pentastellati sono diventati garantisti.
I grillini prima volevano essere meglio degli altri; adesso, stanno diventando come gli altri. Quale sarà la prossima metamorfosi? Forse in peggio!
____________________________

3/1 - CREDITI INESIGIBILI: Tutte le banche attualmente in crisi che stanno spasmodicamente in cerca di nuovi fondi per coprire le perdite a causa dei crediti inesigibili. Alla fine deve intervenire lo Stato italiano per ricapitalizzare le banche. In poche parole i buchi vengono coperti con i soldi dei contribuenti. Sappiamo che le banche in difficoltà sono state male amministrate perché hanno prestato denaro ad aziende senza accertarsi della loro solidità economica tale da poter garantire il rimborso del debito. Se le aziende sono in perdita è chiaro che non possono essere finanziate.
Possiamo accettare di pagare qualcosa come contribuenti ma chi ha amministrato male deve essere sanzionato e coloro che non pagano, specialmente le grandi aziende devono essere accusate di insolvenza e sottoposte a procedura fallimentare e non a fasulle transazioni di recupero crediti. Tutte le aziende indebitate valgono ben di più dei loro debiti contratti. Al piccolo titolare di un mutuo viene tolta la casa se non paga qualche rata. Perché, alle grandi imprese tutto passa nel dimenticatoio?
____________________________
4/1 - RIVOLTA: A Cona (Venezia), un paesino di 190 abitanti vi è un centro di accoglienza gestito da una cooperativa che assiste a 1.340 ospiti. Lunedì mattina una ivoriana si sente male in bagno e viene soccorsa. L'ambulanza arriva in ritardo e la donna muore. Il giorno dopo un gruppo di ospiti mette in scena una protesta. 25 operatori della cooperativa sono sequestrati da questo gruppo facinorosi che protestano per la cattiva accoglienza. dopo alcune ore la rivolta finisce e gli operatori, in un primo tempo terrorizzati, alla fine sono liberati.
Se non siamo in grado di accoglierli bisogna respingerli. L'accoglienza non può essere gestita da cooperative ma deve essere direttamente gestita dallo Stato. Altrimenti diventa un affare. Infine, ogni anno possiamo accoglierne qualche migliaio e non centomila o duecentomila come succede adesso.

4/1 - BUGIE DEI MEDIA: Grillo propone giurie popolari per combattere le bugie dei media.
Fra bugie e quasi bugie la politica ha il primato. Sarebbe più facile cercare le poche verità da prenmiare che punire le molte bugie.
_____________________________________

4/1 - CATTOLICI IN CINA: I cattolici cinesi devono formare una Chiesa «indipendente» e contribuire attivamente al «socialismo»: a dirlo, è stato Yu Zhengsheng, presidente del Comitato nazionale della Cpcpc, Conferenza politico-consultiva del popolo cinese, infischiandosene degli ammiccamenti giunti nei mesi scorsi dal Vaticano e tesi ad una politica di progressivo avvicinamento. Di fatto, oggi, la dozzina di milioni di cattolici presenti in Cina si trova divisa tra un’«Associazione patriottica», il cui clero viene scelto dal Partito Comunista al potere, e da una Chiesa non ufficiale, i cui Vescovi vengono nominati da Roma e “tollerati”, ma non riconosciuti da Pechino, che anzi, ovunque sia possibile, tende a sottoporli ad abusi ed angherie. In pratica, il governo cinese pretende una Chiesa cattolica che operi in Cina totalmente distaccata da Roma dove i vescovi sono nominati con l’approvazione del governo. Il suo intervento è risuonato nella sede della nona Assemblea nazionale dei rappresentanti cattolici cinesi, svoltasi dal 27 al 29 dicembre nella capitale: l’ultima assise si tenne sei anni fa. Il vescovo emerito di Hong Kong, card. Zen Ze-kiun teme «lo spettro di una dichiarazione proveniente proprio dall’autorità della Chiesa» (..)«Non possiamo seguire quell’eventuale accordo in ciò che alla coscienza appare come chiaramente contrario all’autentica fede cattolica».
Il comunismo non si smentisce mai. Quando non perseguita i cattolici, pretende che la Chiesa sia dipendente e totalmente al servizio del potere politico.
_____________________________________
5/1 - DONALD TRUMP: Dopo la minaccia di introdurre dazi sulla produzione di automezzi se la Ford trasferisce la sua produzione in Messico cosa che ha convinto l'azienda ad aumentare la produzione nel Michigan, adesso sulla General Motor incombe la stessa minaccia. La minaccia di introdurre dazi ha indotto la Carrier, l'azienda di condizionatori a rimanere negli Usa.
Per evitare la delocalizzazione di aziende verso l'estero occorre porre un limite alla globalizzazione. L'introduzione di dazi può essere una delle scelte.

5/1 - COSTI: La gestione dell'accoglienza gestita dalle cooperative è costata in un anno più di un miliardo con risultati poco soddisfacenti. Trattamenti dei migranti inadeguati, ambienti troppo affollati, proteste e qualche rivolta degli ospiti per il cibo non buono.
Questo tipo di gestione dei Cie che costa allo Stato 2,5 milioni di euro al giorno continua perché è un affare per le cooperative e per i politici che vogliono questo tipo di gestione. In Germania la gestione dell'accoglienza migranti è più efficiente, costa meno perché è gestita direttamente dallo Stato.
_____________________________________

5/1 - VACCINO: Il numero di casi di soggetti colpiti dal meningococco è salito in maniera prepotente a livello della cronaca. Alcuni casi si sono rilevati in Toscana. Scopriamo adesso che il numero degli infettati dal meningococco non è aumentato rispetto all'anno precedente. Il numero dei decessi è circa il 10% su circa 200 colpiti in media all'anno. Quest'anno vi è stata la pubblicità da parte della Sanità per le vaccinazioni in genere perché molte famiglie non hanno fatto vaccinare i bambini. La notizia di questi casi di meningite pubblicizzata dai giornali e Tv ha fatto si che molti si siano rivolti alle farmacie e strutture sanitarie per avere il vaccino. Adesso il Ministero della Salute cerca di frenare, in quanto, non esiste nessuna epidemia.
Siccome dietro alle vaccinazioni girano grandi affari economici, messaggi di un segno o di segno opposto e spesso anche contraddittori finiscono per confondere le idee alla gente comune che agisce secondo l'onda emotiva del momento.
_____________________________________
6/1 - INSISTONO: I sostenitori di Hillary Clinton ed i gruppi massonici che dirigono la politica americana non si arrendono all'idea che alla presidenza sia arrivato Donald Trump, così continuano a cercare con l'aiuto dei servizi segreti le prove delle ingerenze della Russia nelle elezioni presidenziali.
Premesso che tutti spiano tutti, almeno quei Paesi che contano qualcosa sul paino internazionale. Forse non lo fa l'Italia perché non conta nulla. Nella peggiore delle ipotesi, ammettendo che hacker russi siano riusciti ad acquisire le email della Clinton che poi sono state pubblicate, rappresentavano la verità ed il modo della Clinton nel condurre la politica come Segretario di Stato. Notizie non smentite. Il fatto che la Clinton ed Obama abbiano condotto una politica antirussa ha reso accorto Putin nel prendere delle misure non contrarie al suo interesse. Per lui, alla Casa Bianca era meglio un presidente non ostile cosa che conviene anche all'Europa.

6/1 - MALINDI: Beppe Grillo il predicatore della decrescita felice, del salario di cittadinanza, del taglio delle propine ai suoi parlamentari, passa le sue vacanze a Malindi in compagnia dei più illustri perdigiorno italiani.
Si vede che Beppe Grillo non ha la vocazione del Cincinnato.
_______________________________________
DATEMI UN COPIONE
E FARO’ UNA LEZIONE

Era un comico apprezzato,
dalla satira sempre leggera,
con un tono moderato
e una verve la più sincera.
Con il web è premiato,
un partito ha fondato.
E' il partito degli onesti
a far carriera sono lesti.
E com’è d’ordinario,
il frasario assai vario
Il programma non ci sta,
tanti slogan in libertà.
Son comunisti o liberisti,
anti euro o trasformisti?
Se ieri era con Farage
oggi son tutti à la page.
Se poi l’Alde non mi vuole
da Farage se non gli duole
Come in una quadriglia,
uno lascia e l’altro piglia.
Questa è la storiella,
del Grillo Girella.
La politica non è tormento,
cambia idea secondo il vento.
_____________________________________

6/1 - CREMAZIONE DEI DEFUNTI: Con l’uscita della specifica Istruzione dal titolo Ad resurgendum cum Christo, messa a punto dalla Congregazione per la Dottrina della Fede. Istruzione, che, benché nei contenuti ricalchi il Rito delle esequie, ha lasciato l’amaro in bocca agli ipergiacobini: aperte critiche sono giunte dal capo della massoneria italiana, Stefano Bisi, Gran Maestro del Grand’Oriente d’Italia, che ha bocciato il testo, in quanto, a suo dire, «presenta dei paletti, che impediscono di parlare al momento di una totale e definitiva apertura e libera scelta». Anche l’Uaar, Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, ha definito il documento «un ulteriore passo indietro», evidenziandone la «differenza sostanziale di non poco conto con le leggi dello Stato». Perché? Perché, spiega esplicitamente l’Istruzione, «la Chiesa continua a preferire la sepoltura dei corpi», mostrandosi con essa «maggiore stima verso i defunti», come già espresso peraltro a suo tempo dal Catechismo e dal Codice di Diritto Canonico. Nulla di nuovo sotto il sole. Detto questo, però, ammette la cremazione, «a meno che questa non sia scelta per ragioni contrarie alla Dottrina cristiana». Più frequenti di quanto non si creda, benché camaleontiche. La Chiesa, infatti, non consente «la conservazione delle ceneri nell’abitazione domestica», né la loro «dispersione nell’aria, in terra o in acqua» o la loro «conversione in ricordi commemorativi. (da Corrispondenza Romana)
La cremazione dei defunti è stata voluta dai massoni con lo scopo di negare la resurrezione facendo sparire nel nulla le ceneri. Non basta dire che non si fa la cremazione per ragioni contrarie alla Dottrina cristiana quando poi nei fatti è contraria. Ci auguriamo che dopo un momento di debolezza, si ritorni all’obbligo della sepoltura dei corpi.
_____________________________________
7/1 - FERMARE L'INVASIONE: Rispetto ai precedenti governi, sembra che qualcosa si stia muovendo per fermare l'invasione dei migranti. Il governo sembra intenzionato a prendere contatti con i vari Paesi del Nord Africa per attuare i rimpatri. Inoltre anche Paesi dell'Africa Subsahariana verranno presi contatti per i migranti che vengono da quei Paesi.
Per essere efficace l'azione occorre mettere le nostre navi davanti alle coste libiche e riportare i clandestini alle spiagge dalle quali sono partiti. Altro aspetto riguarda la gestione diretta da parte dello Stato del sistema di accoglienza. Infine, giudice unico per decidere le espulsioni senza possibilità di ricorsi.

7/1 - UTERO IN AFFITTO: A proposito di questa pratica, il giudizio di Barbara Alberti è durissimo. Nel suo libro "Non mi vendere mamma" la scrittrice ricorda che "l'utero in affitto è schiavismo, non libertà". "Il mercato è il dio più stupido al quale si sia arresa l'umanità. Nessun idolo del passato ha mai goduto di tanti sacrifici umani, né Hitler, né Stalin, ha mai fatto tante vittime. E' un sistema che sovverte le coscienze".
Come si fa a partorire un bimbo per venderlo ad altri? Non ci sono parole, è immorale per la violazione della sacralità della vita ed osceno per la violazione dell'intimità della donna che per denaro partorisce un bambino per venderlo ad altri.
_____________________________________

7/1 - BIDONI POSTALI: Le Poste Italiane hanno messo in circolazione quote di 4 fondi immobiliari ora in difficoltà - Invest Real Security, Obelisco, Europa Immobiliare 1, Alpha - le cui quote sono state collocate fra il 2000 ed il 2005 dagli uffici postali, senza un'adeguata informativa ai clienti sulla rischiosità dell'investimento. L'investimento in questione avrebbe attratto gli ignari risparmiatori per la sua presunta "sicurezza", perché proposto quale risparmio postale e con la garanzia che generalmente offre il mattone. I clienti di Poste che hanno sottoscritto al tempo il fondo immobiliare Invest Real Security IRS, scaduto il 31 dicembre 2016 si trovano ad incassare un valore di rimborso più che dimezzato. Si tratterebbe dell'ennesimo caso di "risparmio tradito" sul modello Montepaschi e Banca Etruria. Alfine di ristabilire e consolidare, ancora una volta, il rapporto storico che l'azienda ha con i cittadini, fondato sulla trasparenza, sulla fiducia e sull'affidabilità", le Poste Italiane dichiarano di voler risarcire totalmente i sottoscrittori.
In tempi dove non ci si può fidare delle banche, adesso dobbiamo dubitare anche delle Poste Italiane.
_____________________________________
8/1 - I NOMI DEI DEBITORI: Finalmente, dopo tanto, i mezzi di informazione chiedono che vengano pubblicati i nomi di coloro che hanno ricevuto finanziamenti importanti dalle banche e poi non hanno restituito i soldi. Le banche come Mps devono essere ricapitalizzate con i nostri soldi.
Giusta la richiesta anche se il governo non è tanto d'accordo. Inoltre, occorre far pagare i bidonisti che non hanno restituito il denaro pena la dichiarazione di fallimento dell'azienda. Anche se, su quest'ultimo punto, governo e magistrati non sembrano d'accordo.

8/1 - VOUCHER: La Cgil di Susanna Camusso fa la guerra per l'abolizione dei voucher e per questo ha raccolto le firme per un referendum abrogativo. Adesso si scopre che la Cgil emiliana ne ha fatto uso per pagare i suoi lavoratori. L'ordine è di minimizzare la questione: "sono casi isolati".
La coerenza non è sempre in funzione.
_____________________________________

8/1 - CREDENTI E NON CREDENTI: Mons. Norbert Hofmann si fa intervistare dal Moked, il portale dell’ebraismo italiano, e risponde a varie domande sullo stato del dialogo tra ebrei e cristiani. Mons. Norbert Hofmann, salesiano, lavora in Vaticano come segretario della Commissione per i rapporti religiosi con l’ebraismo ed è quindi un esperto in relazioni ebraico-cattoliche. Come tale sostiene che tutto va per il meglio, i rapporti con gli ebrei sono ottimi e si è arrivati al punto che “addirittura il nostro partner ufficiale è il Gran Rabbinato d’Israele”. Alla domanda : “Vede qualche ostacolo significativo nel futuro dei rapporti tra Santa Sede e Stato di Israele?”Mons Hoffmann risponde:”Non vedo problemi così rilevanti, ostacoli insuperabili nel nostro futuro. Un argomento spigoloso è senz’altro quello relativo alla confraternita dei Lefebvriani e alla sua possibile riconciliazione con la Chiesa. Come noto, c’è chi all’interno di quel mondo è portatore di posizioni di odio e negazione della Shoah. Proprio per questo, è escluso che la pratica vada a buon fine. Fin quando non verrà accettato il Concilio Vaticano II, il suo spirito, i suoi valori, ogni loro velleità è destinata a naufragare. Non mi pare proprio che la Nostra Aetate sia compatibile con quelle posizioni estreme. Quindi, cari amici ebrei e israeliani, non preoccupatevi”.(da Intermultiplices Una Vox)
Le gerarchie cattoliche dialogano con tutti compresi i nemici e poiché non si possono convertire le religioni ma gli uomini; di solito, questi dialoghi hanno solo un valore politico e sociale. Questo mons. Hoffmann mi pare che appartenga a quella categorie di cattolici che hanno il complesso di inferiorità nei confronti dell'ebraismo quindi, non devono fare nulla che dispiaccia ai rabbini. Chi è più cattolico i lefebvriani o gli ebrei?. Nessuno nega che vi sia stata la persecuzione degli ebrei e neppure che vi siano state uccisioni di ebrei durante la II Guerra Mondiale. Noi non siamo lefebvriani ma non facciamo l'apoteosi dell'ebraismo. Il documento Nostra Aetate che fa l'elogio delle altre religioni non è certo un documento dottrinale ma solo politico. Il Concilio Vaticano II è impegnativo quando ribadisce i principi già statuiti precedentemente ma per le parti che riguardano: la libertà religiosa, l'ecumenismo, la collegialità non hanno valore dottrinale ma solo pastorale. Nella migliore delle ipotesi visti i frutti - spirito del Concilio - sono stati nulli ed in qualche caso controproducenti. Il problema dei modernisti è quello di non poter accettare i sostenitori della dottrina tradizionale perché questi diventerebbero la loro coscienza. Cosa inaccettabile.
_______________________________________

ANNOTAZIONE
NOTIZIE FALSE
I partiti he fanno parte della cerchia di potere rischiano di perdere posizioni a favore di partiti di nuova formazione che sono contrari a questo andamento politico-economico seriamente in crisi. Chi sta peggio ha una buona ragione per non seguire chi tiene le redini del potere. Sui media circolano bugie e notizie false; del resto buona parte della politica si basa su promesse non mantenute, mezze verità e di slogan privi di contenuti concreti a tutti i livelli. Tanto da pensare che i bugiardi siano tra i politici quelli più numerosi. Così a livello europeo qualcuno a sollevato il problema di come bloccare le notizie false che circolano sul web. In Italia Beppe Grillo a proposto dei tribunali popolari per giudicare coloro che mettono in circolazione notizie false. Certe proposte tanto sciocche non avranno alcun seguito ma servono a capire quali sono i meccanismi mentali di chi li propone. I tribunali del popolo funzionano durante le rivoluzioni. La rivoluzione francese nel periodo del terrore e agli inizi della rivoluzione russa dove le condanne a morte avvenivano senza il rispetto di alcun principio di giustizia. Non pensiamo che Grillo voglia instaurare la pena di morte per chi tenta di oscurare le sue verità politiche ma l’intenzione di mettere il bavaglio ai suoi avversari c’è. Del resto, più passa il tempo e più ci accorgiamo che Grillo ha delle posizioni politiche non sempre coerenti; quindi, capire quali sono le verità dei suoi programmi diventa sempre più difficile.
_____________________________________
ULTIMA ORA: IL SALTO DELLA QUAGLIA: Beppe grillo lascia al parlamento europeo ilgruppo degli euroscettici di Farage per aggregarsi al gruppo degli euroentusiasti dell'Alde
Pensavamo che certe giravolte Grillo le avrebbe fatte solo dopo aver vinto le elezioni in Italia.
_____________________________________

IL LIBRO DELLA SETTIMANA
MARTIN LUTERO
Il canto del gallo
della Modernità


di Danilo Castellano
Ed Scientifiche Italiane


Non si può proporre Martin Lutero come guida spirituale

Prof. Danilo Castellano

Il Papa si è recato a Lund in Svezia per la commemorazione dei 500 anni della riforma luterana sicuramente per rendere un omaggio alla figura del riformatore e le parole pronunciate sono andate ben al di là di una formale espressione di circostanza. Nei giardini vaticani campeggia una statua del riformatore protestante. Si va affermando da qualche tempo che Lutero deve fare da ispiratore alle grandi riforme, spirituali e di governo, che attendono la Chiesa (cattolica) nei prossimi anni. Lo ha detto, per esempio, recentemente il cardinale Reinhard Marx. Il libro di Castellano facendo un’analisi accurata del pensiero del riformatore tedesco, individua tutta una serie di elementi di base delle teorie di Lutero che rendono inconciliabile il cattolicesimo col protestantesimo luterano. L’errore più grande di questo scambio/identificazione sta nel non vedere il carattere gnostico della Riforma. Lo gnosticismo infatti si caratterizza come la presunzione, dettata dalla superbia, di raggiungere una conoscenza di Dio o dell’Assoluto superiore a quella che viene dalla rivelazione cristiana e quindi dallo stesso Vangelo di Cristo, trasmesso al mondo ed interpretato dalla Chiesa. Il disvelamento dello gnosticismo del luteranesimo assumerà la sua massima espressione nell’interpretazione hegeliana. Il risultato, cui arriva la «rivolta» di Lutero contro la Chiesa (cattolica), può essere stato favorito da errori del Clero cattolico e da esagerazioni. Certamente fu facilitato dalla decadenza della Chiesa del secolo XVI, soprattutto in Germania; decadenza le cui cause secondo, per esempio, il cardinale Nicolò Cusano stavano nell’entrata di molti indegni nello stato ecclesiastico, nel concubinato del clero, nel cumulo di benefici (senza adempiere agli offici) e nella simonia. Ciò non toglie che sia in sé un errore: non è lecito, infatti, tentare di rimediare a un errore sostenendone uno più grave. A eventuali difetti bisogna rimediare tenendo per modello la perfezione dell’essere; gli errori vanno corretti sulla base della verità, non sulla base di altri più gravi errori. Gli errori di Lutero sono principalmente dogmatici, morali ed ecclesiali. Gli errori di Lutero sono stati messi in luce non solo da coloro che allora vi si opposero «dialetticamente» (in modo particolare dai Domenicani), ma anche e soprattutto dalla Bolla Exsurge Domine di papa Leone X (15 giugno 1520). Altro elemento esaminato da Castellano è la libertà. Il modo di intendere la libertà è il nodo dal quale si sviluppano coerentemente tutte le dottrine (dogmatiche, etiche, politiche, giuridiche, ecclesiali, etc.) cui il luteranesimo ha dato vita. Il luteranesimo la intende come assoluta e sola affermazione del volere. La volontà, qualsiasi volontà, che si affermi, che diventi effettiva, è realizzazione della libertà. La volontà, per essere libera, non deve avere guide (non deve essere guidata né dalla ragione né da magisteri) e non deve sperimentare interventi esterni di alcun genere. . La libertà rivendicata da Lutero è la libertà gnostica, quella cioè che si rifiuta di liberamente servire, perché intende solamente dominare, affermando se stessa. Sul piano della conoscenza esso ha significato il passaggio dal teoretico al teorico. La metafisica è stata abbandonata. Dichiarata inaccessibile o inutile, è stata sostituita dalla verità costruita e, quindi, convenzionale. Per la vera filosofia, quindi, con la Riforma e a causa della Riforma, inizia un periodo di crisi, contrariamente a quanto comunemente si pensa. La cosa è grave, perché dalla convenzionalità del sapere derivano le illusioni dei sistemi e degli antisistemi; deriva la inutile corsa ai miraggi, erroneamente scambiati con la realtà. La crisi profonda in cui versa attualmente anche la Chiesa (cattolica) è, in parte, dovuta proprio alla scomparsa del sapere metafisico, non solo non ricercato ma combattuto. Il convincimento secondo il quale dottrine (sul piano filosofico) e dogmi (sul piano teologico) è bene che non vengano né ricercati, né riproposti. Per surrogare la metafisica si ricorre, poi, sempre più frequentemente alle «scelte condivise», le quali offrono verità «sociologiche», sempre cangianti e prive di reale fondamento. Altra conseguenza rilevata dall’autore :la coscienza. Sul piano morale la Riforma ritiene che l’etica dipenda dalla coscienza soggettiva: è bene ciò che il soggetto avverte essere bene, è male ciò che il soggetto avverte essere male. Il bene e il male dipendono, dunque, dal soggetto. Egli ne è il dominus. La coscienza è considerata facoltà naturalistica, fonte del bene e del male. Secondo questa visione soggettiva si arriverà nel lungo periodo, alla scomparsa dell’etica. Sul piano politico la dottrina di Lutero sta all’origine dello Stato moderno, concepito come strumento di castigo per la malvagità umana. A differenza di Tommaso d’Aquino, Lutero ritiene che l’autorità non sia un bene in sé, sempre utile all’uomo. La Riforma, per quel che riguarda il suo aspetto politico, è contraddittoria: da una parte, infatti, essa utilizza (impropriamente) la concezione sacra dell’autorità, ereditata dal Medioevo; dall’altra, poggiandosi soprattutto sulla nuova dottrina della coscienza e sulla teoria del libero esame, pone – come si è detto – le premesse della sovranità (sia essa quella dell’Assolutismo, si essa quella popolare). La Riforma propone la società perfetta dei congregati battezzati che professano la stessa fede e legge di Cristo, partecipano agli stessi sacramenti e obbediscono ai legittimi Pastori, principalmente al Papa, viene sostituita l’associazione dei predestinati che dànno vita a una comunità puramente spirituale, priva di gerarchia. È il «popolo», infatti, detentore dei munera, e, perciò, i suoi Pastori da esso dovrebbero dipendere. Castellano conclude: Non sono queste le uniche questioni poste dalla Riforma. Anche limitandoci a queste, però, pare che Lutero non possa essere proposto come modello delle «grandi riforme» di cui attualmente ha bisogno la Chiesa. Le questioni dottrinali dividono. Soprattutto oggi si assegna un primato alla prassi. La prassi, però, dipende sempre (implicitamente o esplicitamente) dalla teoria. Comunque, anche il primato della prassi è questione che non si può considerare priva di problemi. Anche su questi sarà opportuno tornare. Quelle presentate sono alcune riflessioni e alcune considerazioni preliminari per un discorso (da farsi) più ampio e più approfondito. Il libro non tocca direttamente gli aspetti dottrinali ma date le premesse sopra citate le conclusioni non possono che essere negative. Lutero non può essere un maestro di nessun genere.
_____________________________________
LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA

I CONTROLLI NON SONO MAI TROPPI




















Vignetta di Giannelli - Corriere della sera 3/1/17