Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
- 15/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________
- 19/11/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________
- 25/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________
- 26/11/17
(Politica - Economia - Costume)
__________________________________________
- 30/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________________
- 1/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 2/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 3/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30 - Orario ordinario

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________
- 15/12/17
(Devozioni e Preghiere)
_______________________________
- 16/12/17
(Devozioni e Preghiere)
___________________________________
- 19/12/17
(Progetto Europa)
___________________________________
- 27/12/17
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 6/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 11/1/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 6/1/18
(una voce)
___________________________________
- 15/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 1/2/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 2/2/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 10/2/18
(Politica - Economia - Costume)
  • USA E RUSSIA: IL RIARMO NUCLEARE
    L'Europa agli europei
  • ___________________________________
    - 15/2/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/1/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 10/3/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 5/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________
    - 15/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/7/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 17/3/2018
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________
    - 6/1/18
    (una voce)
    ___________________________________

    - 21/12/2014
    (Cultura)

    ___________________________________

    - 23/6/2015
    (Vita)
    _________________________________________

    12 Maggio 2019            Informazioni            N° 19
    _________________________________________
          Foglio di comunicazione interna
    www.cattolicigenovesi.org
    _____________________________________
    _________________________________________
    Se l'amore è cieco, il matrimonio gli restituisce immediatamente la vista.

    Georg Lichtenberg

    _________________________________________
    SANTI E BEATI

    Beato FRANCESCO de Montmorency-Laval - Festa 6 maggio
    Montigny-sur-Avre nel 1623 in una delle famiglie più in vista della Francia, Francesco de Montmorency-Laval fu ordinato prete nel 1647 e operò come vicario generale di Evreux. Sei anni dopo si mise a disposizione delle missioni canadesi. Consacrato vescovo è nominato nel 1658 Vicario apostolico della Nuova Francia. In Canada si mise subito al lavoro per quella Chiesa: sorsero parrocchie, ospedali, scuole. Per l'educazione fondò la Congregazione femminile di Notre Dame. Difese gli indigeni e restò fedele a Roma. Divenuto vescovo della neonata diocesi del Quebec nel 1670, si ritirò per motivi di salute dieci anni dopo. Morì nel 1708. È beato dal 1980.
    _________________________________________
    EDITORIALE
    L’EUROPA AGLI EUROPEI

    Il giorno 26 maggio i cittadini dell’Unione europea saranno chiamati a votare per il Parlamento europeo. In questa situazione gli europei divideranno i loro voti fra i partiti europeisti e quelli populisti. I partiti europeisti, che in Italia sono tutti tranne la Lega e Fratelli d’Italia che sono populisti o sovranisti. Per gli europeisti la verità ci viene da Bruxelles; tranne qualche piccolo ritocco, dobbiamo accettare tutto quanto ci viene imposto perché altrimenti saremo puniti dai mercati e sanzionati dalla Commissione. I populisti, invece sono convinti che occorrano cambiamenti profondi nei trattati europei altrimenti con le ricette di austerità la crisi si accentuerà e il fallimento dell’Italia sarà inevitabile. Le grandi scelte di carattere economico che vengono adottate dall’Ue sono tutte in funzione degli interessi dell’alta finanza mondialista. Le persone che guidano i vari Paesi europei compresi Germania, Francia ed anche la Gran Bretagna se vogliono stare dove sono non devono guastare gli interessi della cupola mondialista. Quindi i partiti europeisti (socialisti e popolari) hanno ceduto sovranità all’alta finanza mondialista che controlla i Paesi europei attraverso il debito estero. Tutti i provvedimenti che verrebbero presi per ridurre il debito pubblico sarebbero di tipo restrittivo: tra riduzione della spesa sociale ed aumento della tassazione anche se fosse di 100 miliardi tutti destinati a ridurre il nostro debito pubblico verso i finanziatori internazionali, rimarrebbe sempre la situazione di ricatto avendo ancora un debito verso l’estero di altri 300-350 miliardi. Il cosiddetto mercato che ci dovrebbe rieducare, come dice il commissario Oettingher, è semplicemente controllato da chi non ha certo i nostri interessi. Dopo le cure dei tecnici saremo soltanto più poveri di prima e con un debito verso l’estero ridotto solo di qualche punto. Solo se il finanziamento del debito pubblico dei vari Stati europei per la parte che va sul mercato estero verrà sostituito dal finanziamento da parte della Bce ad un tasso agevolato, possiamo sperare di uscire dalla crisi correggendo alcuni trattati e senza bisogno di dissanguare gli italiani caricandoli di tasse. Per adesso, la dignità dei scrollarsi di dosso la mentalità servile dei partiti europeisti non mi pare evidente. Del resto i padroni del mercato non vogliono per niente mollare la preda. Per loro, l’Europa dal punto di vista economico, deve diventare una colonia da poter controllare sperando, di conservare per gli Usa, il primato economico a livello mondiale anche in questo secolo.

    Rino Tartaglino

    _______________________________

    ILLUSTRAZIONE: Vignetta indica come la cupola finanziaria controlla ogni settore della politica e dell'economia degli Usa. Per opera dei partiti europeisti questo potere si estende anche all'Europa.
    _______________________________

    CONVEGNO SU GESU’ ED I FARISEI
    GESU’ ED I FARISEI

    Un convegno internazionale per i 110 anni del Pontificio Istituto Biblico getterà nuova luce sulla comprensione di un rapporto travisato dagli stereotipi. Il professor Sievers: Gesù aveva più punti in comune con i farisei di quello che comunemente si crede. Riportare la visione sui farisei alla realtà oggettiva aiuterà nel dialogo ebraico-cristiano.
    L’obiettivo è arduo, ma affascinante: gettare una luce nuova sul rapporto tra Gesù ed i farisei. E scoprire ad esempio che questo gruppo politico-religioso giudaico, dell’epoca che va dal II secolo a.C. fino alla prima guerra giudaica del 70 d.C, non era poi così inviso a Gesù. Il compito spetterà ad un Convegno internazionale di esperti (Gesù ed i farisei. Un riesame interdisciplinare) che si terrà a Roma dal 7 al 9 maggio prossimi, organizzato dal Pontificio Istituto Biblico in concomitanza con i festeggiamenti per i 110 anni dalla sua fondazione voluta da Papa Pio X.
    Si ricorda come Pio X volesse a Roma una scuola forte e di qualità che studiasse la Sacra Scrittura e la Bibbia: “In questi anni abbiamo collaborato spesso con studiosi e rabbini ebrei: molti sono arrivati addirittura dagli Stati Uniti. In fondo questo congresso celebra lo studio del rapporto tra i cristiani e gli ebrei. Stiamo cercando la verità tra il Nuovo Testamento e l’ebraismo di ieri e di oggi”. Il Convegno promette dunque sviluppi interessanti.
    Dal sito vatican news
    ______________________________________________
    La Chiesa e i farisei, a confronto per superare i pregiudizi
    La Chiesa e i farisei: un rapporto complesso, che ha causato più di un inciampo nel Dialogo ebraico-cristiano contemporaneo. Più volte, nel corso del suo pontificato, Bergoglio ha infatti additato i farisei come esempio negativo, come categoria di riferimento per indicare quel che non va e deve essere corretto. Parole che, da molti, sono state interpretate come benzina sul fuoco dell’incomprensione. Perché i farisei furono il gruppo religioso più significativo fino alla distruzione del Secondo Tempio di Gerusalemme e l’ebraismo rabbinico ne è derivazione diretta. Inevitabile quindi una certa preoccupazione. L’occasione per fare chiarezza è data adesso da un convegno internazionale (“Gesù e i farisei. Un riesame interdisciplinare”) Scopo del convegno, cui parteciperanno anche numerosi studiosi ebrei, rabbini ed esperti israeliani, sarà un riesame delle fonti con l’obiettivo di fornire un quadro più chiaro ed esaustivo. Ma anche di riconsiderare i pregiudizi che hanno danneggiato la percezione comune dei farisei e di suggerire dei modi per superarli. Ma anche di riconsiderare i pregiudizi che hanno danneggiato la percezione comune dei farisei e di suggerire dei modi per superarli.
    Da portale dell’ebraismo italiano – moked
    ______________________________________________
    CONSIDERAZIONI

    Fino al concilio Vaticano II, la Chiesa aveva delle certezze adesso invece, un convegno: “getterà nuova luce sulla comprensione di un rapporto travisato dagli stereotipi. Il professor Sievers: Gesù aveva più punti in comune con i farisei di quello che comunemente si crede. Riportare la visione sui farisei alla realtà oggettiva aiuterà nel dialogo ebraico-cristiano”. In pratica non dovremmo credere che quanto scritto nei Vangeli e negli Atti degli Apostoli e nelle epistole perché prodotti da ignoranti, bugiardi ed in malafede. La critica che Gesù fa ai farisei sicuramente non a tutti, ma a quelli che venivano per ingannarlo che poi, per ragioni molto più politiche, volevano la sua morte, non erano come li descrive Gesù anche se usava un linguaggio figurato, magari non scientifico, ma adatto per farsi capire dai suoi ascoltatori? Non ci sono altri libri che trattino del grado di moralità e di serietà dei suoi discepoli. Sappiamo invece quali brutte cose, calunniose sono contenute nel loro sacro Talmud su Gesù e la Madonna e sappiamo da Israel Shahak che rabbini di epoca posteriore erano ben contenti di aver loro voluto la morte di Gesù. Del resto, gli Apostoli erano tutti ebrei e non parlavano certo contro i loro cittadini animati da antisemitismo. San Paolo, per la conversione degli ebrei avrebbe fatto qualsiasi cosa per la loro salvezza. Noi siamo arrivati al punto che uomini di Chiesa dicono che gli ebrei non debbano essere convertiti come se fossero possibili due verità. Per contro i vertici dell’ebraismo attuale si intrigano un po’ troppo delle cose della Chiesa. Non vogliono che Pio XII sia proclamato santo perché non si era inginocchiato davanti all’ebraismo anche se aveva contribuito a salvare molti ebrei. Così in Israele, recentemente, su un canale televisivo nazionale hanno potuto irridere e vilipendere i dogmi fondamentali della fede cattolica, mentre, gli israeliani pretendono non solo che a Williamson venga tolta la parola, ma che sia nuovamente scomunicato per “leso Olocausto”. Le varie leggi Mancino in Italia e Fabius-Gayssot in Francia hanno lo scopo di obbligare la gente al pensiero unico. Se passerà la legge contro il negazionismo arriveremo al punto dove in un mondo dove non esistono verità, l’unica da credere assolutamente è che l’olocausto ha fatto sei milioni di ebrei morti non uno in meno. I nuovi farisei quanto meno hanno l’intento di manipolare la religione cattolica. Chissà, dopo questo convegno dove saranno riabilitati gli antichi farisei, quelli nuovi forse pretenderanno di correggere politicamente i Vangeli. Con questa gerarchia tutto è possibile. Già all’epoca di Giovanni Paolo II vi era chi controllava i testi per escludere che non vi fosse nulla che potesse irritare i “fratelli maggiori”.
    ________________________________
    6/5 - RISCALDAMENTO DEL PIANETA?: Siamo a maggio ed è ritornato il freddo come in inverno. Il termometro smentisce il catastrofismo degli ambientalisti nostrani. Neve in montagna e 5° la minima di Milano.
    Gli ambientalisti quando prevedono catastrofi naturali sono sullo stesso piano dei Testimoni di Geova quando prevedono la data della fine del mondo. Gli uomini sanno tante cose ma non sanno tutto.

    6/5 - LA VIOLENZA: Dalle statistiche sembrerebbe che la violenza sia diminuita. Prima le opposizioni al governo gialloverde si lamentavano che il ministro degli Interni faceva poco per via della violenza specie al Sud. Salvini ha tirato fuori la legge sulla legittima difesa i cui effetti sono ancora da vedere. Adesso che sappiamo che la violenza è in calo, l'opposizione giudica inutile la legge sulla legittima difesa.
    Esistono due modi di fare opposizione:
    la prima consiste nel proporre soluzioni positive dei vari provvedimenti;
    la seconda consiste nel remare contro.
    la prima è buona politica; mentre la seconda non costruisce nulla ed è una falsa politica.
    ____________________________

    6/5 - UN ANNO DOPO: È già trascorso un anno dal martirio di Alfie Evans, il bambino di Liverpool, al termine di una estenuante agonia collettiva. Per farlo morire sono stati usati tutti i mezzi ignorando la volontà dei genitori che chiedevano di farlo vivere. Alfie, il bambino ucciso, ha vinto, si è guadagnato la palma della vittoria ed è volato nella gloria dei martiri innocenti. Ma di chi la colpa di questo delitto? Lo Stato con le sue istituzioni hanno decretato che Alfie doveva morire. In una epoca dove manca il Timor di Dio, non c’è posto per i deboli i malati specialmente se vi è un costo per farli vivere. Quello che fa più impressione sono le parole del primate di Inghilterra, che associandosi alle autorità ribadiva: “è molto difficile agire nel miglior interesse di un bambino quando questo non è sempre quello che i genitori desiderano, ed è per questo che un tribunale deve decidere quello che è meglio non per i genitori, ma per il bambino”.
    Gli uomini vogliono fare a meno di Dio così si legalizza l'omicidio ed ogni forma di perversione. Quando la misura sarà colma dovremo tremare perché arriva il castigo di Dio. Non ci rimane che pregare per la conversione degli uomini.
    ________________________________

    7/5 - IL FAUNO SATANICO: Il comune di Vergato, presso Bologna è stata eretta una fontana con la statua di un fauno dalle sembianze sataniche con in spalla un putto. L'opera dell'artista Luigi Ontani ed è costata al Comune 50.000 euro. Ontani è noto per un'altra opera pittorica in cui si vede Gesù che allatta al seno un bambino.
    Vorremmo domandare che significato ha rappresentare un demonio che fa la pipì per i responsabili del comune di Vergato? Per le persone normali, il simbolo del male non è né un modello né un protettore. Dal punto di vista estetico anche senza significato è decisamente brutto. Fra qualche tempo i vergatesi chiederanno di rimuovere quella statua per paura che porti disgrazia.

    7/5 - PSICODRAMMA: La sinistra vittima del politicamente corretto è indecisa; se andare o non andare al Salone del libro di Torino. Citiamo alcuni come esempi: non andranno al Salone: il presidente dell'Anpi, il fumettista Zerocalcare, il dimissionario Christian Raimo; tutti per combattere da lontano la battaglia contro l'editore Altaforte che ha pubblicato il libro-intervista di Matteo Salvini. Per analogo motivo di combattere il fascismo saranno invece presenti Michela Murgia, inventrice del "fascistometro" e Chiara Valerio.
    L'obiettivo di questi campioni della sinitra è come farsi pubblicità, chi per la presenza ed altri per l'assenza annunciata. Nella realtà per merito loro il libro di Salvini sta andando a ruba.
    ____________________________

    7/5 - NON FATELO BEATO: La figlia di Aldo Moro, Maria Fida, ha scritto una lettera al Papa per supplicarlo di non fare beato suo padre, ucciso dalle Brigate Rosse l'8 maggio 1978. Gli chiede di bloccare le indagini in corso per accertarne "le eroiche virtù". La signora è sicura che sia santo, ma ritiene che sia un'offesa al proprio genitore il modo con cui si sta cercando di innalzarlo sugli altari. Il processo canonico di beatificazione oggi alle fasi iniziali (Moro è Servo di Dio) è diventato a suo giudizio un'ignobile gara fra bande ecclesiastiche e politiche per far bottino dell'aureola paterna a scopi di potere.
    Noi già sappiamo tante cose del rapimento e dell'uccisione di Moro, con molta probabilità la figlia dello statista conosce anche altre cose. Forse qualcuno che voleva Aldo Moro morto è tra quelli che lo vorrebbe beato questo potrebbe essere il motivo della richiesta della figlia.
    ____________________________

    8/5 - VINCENT CONDANNATO A MORTE: «Vincent Lambert non riceve tutta l’assistenza a cui ha diritto. Non riceve alcuna stimolazione, kinesiterapia, nessuna rieducazione alla deglutizione. Attende, nel braccio della morte», afferma in un’intervista alla Nuova BQ Jean Paillot, avvocato della famiglia di Vincent, che parla di «un caso di eutanasia» e spiega che la Francia è vincolata a osservare la Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo. Il dottor Sanchez del CHU di Reims ha deciso che dal 20 maggio interromperà nutrizione e idratazione a Vincent Lambert, ignorando la richiesta del Comitato Onu per i disabili. «La Francia sputa sull’Onu e soprattutto sputa su Vincent Lambert», dice l’avvocato Triomphe, che annuncia battaglia per continuare a difendere il diritto alla vita del 42enne disabile.
    Il problema dei fautori dell'eutanasia è quello di creare un precedente in modo che i casi successivi vengano accettati visto il primo che è stato accettato dal punto di vista legale. In questo caso l'eutanasia diventa il diritto ad uccidere.
    ____________________________
    8/5 - SALVINI PELLEGRINO: iL vicepremier Matteo Salvini, durante il suo giro elettorale al Sud coglie l'occasione per diventare un pellegrino. Visita il Santuario di Padre Pio in Pietrelcina. Il messaggio che lascia Salvini è che Padre Pio è "Un grande uomo , ho sempre bisogno dei suoi consigli". Quindi sappiamo che Salvini ogni giorno prega Padre Pio, visto il lavoro che fa dei consigli del Santo ce né bisogno.
    Luigi Di Maio bacia la teca contenente il Sangue di San Gennaro, Salvini prega Padre Pio per avere consigli. Quindi, siamo uno a uno, Vinca il migliore.

    8/5 - QUESTUA ISLAMICA: Un giro d'affari di 40 milioni di euro in soli tre anni, dal 2009 al 2012 si è mosso dall'Italia verso i Paesi considerati a rischio terrorismo. Una parte di questo flusso di denaro, secondo la Procura di Brescia, è finito nelle tasche degli affiliati dell'Isis.
    Non avendo il controllo dei flussi migratori è facile che il denaro finisca nei giri sbagliati.
    ______________________________
    9/5 - IL SOTTOSEGRETARIO SIRI: Giuseppe Conte con un decreto presentato davanti a tutto il governo, ufficializza la revoca dell'incarico di sottosegretario ad Armando Siri. Nonostante che Siri abbia detto di non aver preso soldi ed aver messo a disposizione degli inquirenti documenti bancari, messaggi e comunicazioni telefoniche.
    Il fatto che Siri sia indagato per una vertenza che riguarda l'eolico, per i Cinque Stelle, è stata l'occasione per imbastire una controversia con la Lega al solo scopo elettorale di farle perdere voti. Che la corruzione ci sia stata o no non interessa a nessuno.

    9/5 - NATI CON UTERO IN AFFITTO: Con una sentenza della Cassazione, nel rispetto del divieto della maternità surrogata in vigore in Italia, viene respinto il ricorso di una coppia omosessuale machile che voleva l'iscrizione all'anagrafe per una coppia di gemelli nati all'estero con la procreazione medicalmente assistita. Esiste però la scappatoia dell'adozione particolare.
    La certezza del diritto sui temi etici non esiste proprio. Casi analoghi hanno sentenze diverse e addirittura opposte. Le leggi vanno scritte meglio ed interpretate nello stesso modo.
    _____________________________

    9/5 - “I CREDENTI : Il primo dato che salta agli occhi viene dal confronto con i risultati di un analogo sondaggio svolto da Doxa per l’Uaar nel 2014 e riguarda il modo in cui i nostri concittadini definiscono se stessi sul piano religioso. Comparando i due sondaggi, scopriamo che in soli cinque anni, il numero di credenti cattolici è diminuito di quasi otto punti percentuali (esattamente di 7,7), mentre il numero di atei e agnostici è cresciuto di 5 (passando dal 10 al 15 per cento). Si tratta di un dato di grande ampiezza e notevole rilevanza. Una rilevanza amplificata dal fatto che in questi ultimi cinque anni non è cresciuto nel Paese il numero di migranti di religione non cattolica”. Un insuccesso per la Chiesa cattolica. E dal momento che il sondaggio parte il 2013 e copre la maggior parte del regno di papa Bergoglio non c’è che da fare i complimenti al Numero Uno dell’azienda. Con buona pace dei suoi esaltatori furoreggianti e di quella ampia fetta di cattolici che si ostina a non voler aprire gli occhi di fronte a una confusione e un’ambiguità che tutto invitano fuorché a credere o a farsi prete. Tanto che per la domenica del Buon Pastore su diciannove ordinazioni sacerdotali solo uno proviene dalla diocesi di Roma. Gli altri dai movimenti (neocatecumenali in particolare) e altre diocesi.
    Cinque anni di questo Papa, 7,7% in meno di cattolici. Per favore ridateci il proselitismo.
    _____________________________________
    10/5 - GUERRA ALLA CANNABIS: In questi quindici giorni che ci separano dalle votazioni europee gli argomenti di scontro tra i partiti della coalizione di governo escono uno al giorno. Salvini apre la guerra alla cannabis venduta sotto varie forme nei negozi. "Lo Stato non può essere complice di chi vende prodotti che fanno il male dei nostri figli". Replica Di Maio: "Salvini si occupi dello spaccio della droga nelle strade". Intanto sappiamo che sono stati chiusi tre negozi con prodotti che hanno il Tetraidrocannabinolo oltre i limiti consentiti dalla legge.
    Premesso che la vendita della cannabis light nei vari prodotti costituisce la premessa per legalizzare tutte le droghe. In ogni caso la droga fa male e va proibita.

    10/5 - INDAGINI: La magistratura specialmente sotto le votazioni tira fuori i risultati di tante indagini. Così abbiamo visto indagini che hanno portato ad accusare la presidente dell'Umbria e suoi collaboratori per concorsi truccati. In Lombardia, nel mirino i contratti di una società riconducibile ad esponenti del centrodestra. Una inchiesta calabrese riguardante l'appalto del metro di Cosenza dove sono imputati politici e dirigenti regionali del Pd.
    Poiché la storia di politici che compiono irregolarità nella gestione del potere e gli episodi di corruzione si ripetono, è necessario cambiare le procedure nella gestione degli affari pubblici. Se ci limitiamo ad aumentare il numero delle leggi e dei controlli creiamo solo confusione ed inefficienza.
    _____________________________________

    10/5 - ACCOGLIENZA ED IMMIGRAZIONISMO: È sotto gli occhi di tutti che uno dei punti cardine dell’attuale pontificato sia il tema dei migranti. Essi sono visti come incarnazioni del Cristo emigrante è perciò vanno accolti sempre, senza se e senza ma. Ovvero senza fare discernimento. Ora, a parte la premessa che sarebbe doveroso fare su quanto sia esegeticamente corretto identificare Cristo come un migrante economico, costrutto interpretativo facilmente smontabile, ci si dovrebbe poi interrogare su quanto il fenomeno epocale dell’immigrazione di massa verso l’Occidente cristiano sia da assimilare invece ad una invasione culturale ben mirata, una nuova forma di guerra di religione che trova nella debolezza di fede e nell’anti-cultura dell’Europa atea una facile sponda per la conquista a basso prezzo. Il cristiano di ogni tempo sa che il forestiero è sacro, perché alcuni “accolsero angeli senza saperlo”. Non si intende minimamente mettere in dubbio il fondamento biblico e patristico dell’accoglienza in quanto tale. Essa è un valore cristiano. Ma l’accoglienza e l’immigrazionismo ideologico sono due cose ben diverse, sia nell’origine che nel concetto. Nell’accoglienza si dona, e si gioisce nel dare il meglio di sé allo sventurato che transita (che transita, si badi, non che sradica la tua tenda per piantare la sua). Nell’immigrazionismo si pretende con coercizione sociale che le masse operaie rinuncino a quel poco che è loro (mentre chi è in alto a pontificare e ammaestrare si guarda bene dal condividere il proprio stipendio faraonico pagato dagli stessi cittadini), mettendo sulle spalle altrui un fardello pesante. Nell’accoglienza si discutono i diritti e i doveri, c’è il rispetto reciproco. Nell’immigrazionismo invece i doveri degli accolti non ci sono, e i diritti degli ospitanti sono negati o bollati come razzismo ed egoismo. In tale orizzonte concettuale, come si collocano il magistero ordinario attuale e l’insegnamento dei padri? Evidente è la deriva immigrazionista del pontificato attuale, le citazioni si sprecherebbero. Ma di diverso spessore e indirizzo sono gli insegnamenti e gli esempi dei Padri, da situare invece nel solco dell’accoglienza.
    L'accoglienza quando possibile costituisce un arricchimento, l'immigrazionismo non fa il bene di nessuno e quindi va contrastato.
    _____________________________________

    11/5 - GOLFO PERSICO: SCENARI DI GUERRA? : Il ministro saudita per l'Energia, Khalid Al-Falih, ha denunciato che "due compagnie petrolifere saudite, due navi sono state sabotate nella zona economica esclusiva degli Emirati Arabi, al largo delle coste dell'emirato di Fujairah" accusando apertamente gli iraniani. Le autorità iraniane hanno chiesto l'apertura di un'indagine. "Questi incidenti nel Mar Arabico sono allarmanti e deplorevoli", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri, Abbas Mousavi, mettendo in guardia contro "l'avventurismo straniero" per distruggere il trasporto marittimo nella regione. La denuncia dei due maggiori alleati regionali degli Usa può essere letta come un tentativo di creare le basi per un casus belli, accusando l’Iran di aver organizzato i non meglio chiariti sabotaggi, oppure come un monito di Teheran che intenderebbe così mettere in guardia le petro-monarchie del Golfo circa i rischi, militari ed economici, derivanti dall’apertura di un conflitto. Il presidente iraniano Hassan Rohani ha avvertito che se entro 60 giorni i restanti partner dell'accordo non soddisferanno le richieste iraniane per contrastare gli effetti delle sanzioni americane in campo petrolifero e bancario, la Repubblica islamica si sentirà libera di riprendere il cammino verso l'arricchimento dell'uranio e sviluppare il reattore nucleare ad acqua pesante di Arak. Il presidente Usa ha affermato che il suo obiettivo è quello di "azzerare" le esportazioni di greggio iraniano, che prima della reintroduzione delle sanzioni erano pari a 2,5 milioni di barili al giorno. Gli effetti delle misure punitive americane hanno già colpito duramente l'economia del Paese. Sul piano militare la concentrazione di forze Usa nel Golfo aumenta i rischi di incidenti e provocazioni. Oltre a nuove batterie di missili Patriot schierate in Qatar, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti, Washington ha messo in campo la portaerei Lincoln con 50 aerei da combattimento e 5 navi da guerra più il gruppo da assalto anfibio imperniato sulla portaelicotteri Kearsage.
    La strategia americana è sempre la stessa: strangolare il nemico in modo che reagendo sia possibile fargli la guerra. Tutta la storia americana è costellata da questi episodi fare la vittima dell’aggressione nemica per poter convincere gli americani che si deve fare la guerra. Anche volendo escludere l’ipotesi di un conflitto aperto, il rischio è che le pressioni degli USA e l’inconsistenza dell’Europa obblighino l’Iran a dotarsi di armi atomiche, di fatto l’unico deterrente in grado di impedire che l’Iran subisca attacchi militari tesi al cambio di regime come quelli che rovesciarono Saddam Hussein e Muammar Gheddafi in Iraq e Libia. Gli Stati europei avessero la dignità di Stati sovrani opererebbero in modo di impedire questo scontro.
    _____________________________________

    11/5 - IL CORRETTORE: E' in arrivo una nuova versione di Word che suggerisce all'utente dei termini non discriminatori. L'intelligenza artificiale verrà usata per cambiare il linguaggio in modo da indirizzare il pensiero che sia conforme a chi gestisce il potere. Microsoft e Google sono parte di quel potere mondialista e vogliono imporci un linguaggio che corrisponde a quella ideologia mondialista che ha per obiettivo la legalizzazione di tutte le perversioni e dell'immigrazionismo. Quindi, introdurre un linguaggio guidato per un pensiero obbligato in linea con questi poteri satanici del mondialismo.
    Per i motivi sopra indicati è necessario per conservare la libertà di pensiero che vi siano tante aziende che possano fornire i servizi informatici ma non in grado di condizionare il mercato.

    11/5 - EUTANASIA: Se il Parlamento non vara una legge per bloccare la deriva che già in altri Paesi europei ha introdotto l'eutanasia, esiste la minaccia della Consulta di agire per sentenza. Il procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio rivolgendosi ai deputati ha detto: "L'Italia senza fare guerre di religione tra forze politiche, deve affrontare quello che la realtà impone". Cioè la legalizzazione della dolce morte.
    Discorsi del genere sono inaccettabili. I giudici di qualsiasi livello devono applicare le leggi e non pretendere di farle attraverso sentenze. I limiti dei loro poteri devono essere scritti nella Costituzione.
    _______________________________


    CINQUE STELLE GIGINO
    È POLITICO BIRICHINO

    È spigliato nel parlare
    se la sa sempre cavare.
    E' un modesto diplomato
    che a scuola ha preparato.
    Non ha grandi conoscenze,
    non dice delle scemenze.
    Gironzolando per la città
    pensa da grande cosa farà?
    Fa l’informatico e manovale
    poi il cameriere e lavascale.
    Ma fortunata è l’occasione
    nella politica la soluzione.
    Così per dire il buon Gigino,
    tosto diventa altro grillino.
    Supera presto ogni barriera
    in politica lui fa carriera.
    Così Grillo e Casaleggio
    gli procurano un seggio.
    Azzimato e perfettino
    è modello del grillino.
    Ora Grillo s’é stancato,
    Casaleggio si è stufato,
    è alla guida del Movimento
    dentro fuori il Parlamento.
    Con la Lega viene varato
    il governo pentastellato.
    I migranti e la sicurezza
    per la Lega sono certezza.
    Ai grillini va l’economia
    loro non sanno che cosa sia.
    il consenso non è uguale
    nel sondaggio elettorale.
    Salvini, ha più consenso
    e Gigino crea dissenso.
    Alla prova elettorale
    se a Gigino non va male,
    come capo è confermato
    ma se perde è licenziato.

    _______________________________

    12/5 - SINODO DEI CAMBIAMENTI: Il prossimo sinodo dedicato all’Amazzonia in Vaticano dal 6 al 27 ottobre, porterà a una «rottura» nella Chiesa, tanto che «nulla sarà più come prima». È quanto prevede il vescovo tedesco Franz-Josef Overbeck, ordinario di Essen, il quale, secondo Katholische.de, sito ufficiale della Conferenza episcopale di Germania. Vescovo pro Lgbt, noto per voler cambiare l’insegnamento cattolico sull’omosessualità, monsignor Overbeck si dice certo che nel sinodo oltre che dello sfruttamento dell’ambiente naturale e della violazione dei diritti umani a danno delle popolazioni si parlerà di morale sessuale e i vescovi si occuperanno anche della struttura gerarchica della Chiesa. Secondo monsignor Overbeck sarà dunque utilizzata per un dibattito su alcune trasformazioni, quali la fine del celibato, ritenute ormai necessarie. Non è una mistero che alcuni settori della Chiesa vorrebbero utilizzare il sinodo sull’Amazzonia per mettere fine al celibato obbligatorio dei preti. In proposito durante la conferenza stampa sull’aereo di ritorno da Panama, quando gli fu chiesto se è possibile pensare che il papa permetterà a uomini sposati di diventare preti, Bergoglio diede una risposta ambivalente. Se da una parte, citando Paolo VI («Preferisco dare la vita prima di cambiare la legge del celibato»), disse: «Personalmente penso che il celibato sia un dono alla Chiesa», dall’altra aggiunse: «Soltanto rimarrebbe qualche possibilità nei posti lontanissimi», come le «isole del Pacifico». Francesco citò poi «un libro, di padre Lobinger, interessante» nel quale l’autore sostiene che «si può ordinare un anziano sposato». Tra i membri della commissione preparatoria del sinodo sull’Amazzonia c’è un vescovo brasiliano, monsignor Erwin Kräutler, che è un estimatore delle tesi di Lobinger e da tempo sostiene la necessità di conferire il sacerdozio a uomini sposati e procedere all’ordinazione di diaconesse.
    La crisi della Chiesa è una crisi di fede che si ripercuote sulla morale. La situazione non si risolve indebolendo la dottrina. L'epoca in cui vi erano sacerdoti sposati non ha dato prove positive; per questo è stato introdotto il celibato. Non diciamo niente delle diaconesse. Non possiamo fare altro che pregare per il Papa ed i partecipanti al Sinodo.
    _______________________________

    12/5 - ARIA DI CRISI?: Dopo tutte le controversie delle ultime settimane, alla notizia che Salvini fa telefonate a Berlusconi comincia a preoccupare il presidente Conte e Di Maio accusa la Lega di voler far cadere il governo. Intanto continua lo scontro sul decreto sicurezza e sul conflitto d'interessi.
    Che lega e Cinque Stelle fosse un'alleanza di convenienza lo si era capito fin dall'inizio; ma il buon senso avrebbe suggerito di agire da parte di entrambi con lealtà. Alla fine hanno capito che Lega e Cinque Stelle non possono fidarsi tra di loro, così, non fa meraviglia che ognuno cerchi qualche altra alternativa di governo.

    12/5 - SALONE DEL LIBRO: Finalmente si è chiuso il Salone del Libro al canto di Bella Ciao. Per questa manifestazione segnata dalla lotta ad un piccolo editore che ha stampato un libro intervista di Salvini. Abbiamo assistito alla cacciata dal Salone del piccolo editore vicino a Casa Pound. Vi è stata la censura e l'accusa di fascismo per tutti coloro che non sono progressisti e magari osano criticare il giacobinismo dei censori. Al Salone, i libri erano tanti, ma le ipocrisie non erano da meno.
    I nostri politici, i giornalisti e gli intellettuali in genere riescono a parlare di tutto senza mai definire niente. Per esempio si accusa gli altri di essere fascisti o razzisti senza mai dire quali sono le condizioni per avere queste caratteristiche. Così si rischia senza saperlo di essere dei fascisti anonimi pur essendo solo persone di buon senso.
    _______________________________________


    ANNOTAZIONE
    ELEZIONI EUROPEE
    Siamo a pochi giorni dal voto per l’elezione del Parlamento europeo ed i partiti si accapigliano per dei problemi interni e non dicono nulla a proposito dell’Unione europea. Eppure, sappiamo che le decisioni prese a Roma sono sottoposte al controllo dell’Unione europea. Tante disposizioni vengono direttamente da Bruxelles, questo perché abbiamo ceduto al nostra sovranità all’Unione europea. Nella realtà i governi dei Paesi europei e la stessa Unione europea la sovranità l’hanno ceduta all’alta finanza mondialista che ha il controllo del debito pubblico dei vari Stati europei (Italia compresa). Di conseguenza tutti i provvedimenti economici dei vari Stati sono di tipo restrittivo volti a contenere il debito verso l’estero. Quando sentiamo dire che dobbiamo fare la politica di austerità che ci suggerisce Bruxelles altrimenti come dice Oettinger “i mercati ci insegneranno”, dimenticano di dire che questi mercati sono controllati da speculatori, che possono quando vogliono, danneggiare ed anche far fallire gli Stati presi di mira. A questo proposito ricordiamo quanto accadde nel 2011 al governo Berlusconi fatto cadere facendo salire lo spread ad alti livelli (oltre 500), semplicemente buttando sul mercato qualche decina di miliardi dei nostri titoli a valore deprezzato. La colpa di questo dipende dal fatto che il debito degli Stati europei che non è collocato sul mercato interno viene finanziato da investitori esteri; quindi soggetto al ricatto. Nessuna persona di intelligenza normale va a farsi finanziare dagli strozzini che non hanno certo i nostri stessi interessi. Colpa di questa situazione è dei partiti socialisti e dei partiti popolari dei singoli Stati che non hanno mai preteso che la Bce fosse finanziatrice del debito pubblico. Pertanto rivolgiamo il nostro appello a tutti i partiti ma specialmente A quelli sovranisti che in Italia sono la Lega e Fratelli d’Italia perché propongano con urgenza l’assunzione del debito che adesso è presso Finanziatori esteri da parte della Bce. Altrimenti non usciremo dalla crisi. Qualunque provvedimento anche molto oneroso (oltre 100 miliardi), non sarebbe sufficiente a togliere l’arma del ricatto agli speculatori stranieri. Solo questo provvedimento potrebbe darci la speranza di uscire dalla crisi diversamente dovremo pagare un mare di tasse, vendere beni pubblici, cedere industrie senza poter ridurre il debito. Per accelerare il disastro si possono chiamare gli esperti, i “tecnici” che sarebbero i veri becchini della nostra cara Italia.
    _____________________________________
    ULTIMA ORA - IL CARDINALE ELETTRICISTA: Dalla storia e dalla cronaca abbiamo avuto notizia di cardinali capaci di ogni genere di cose molte della quali buonissime ma anche di qualche disdicevole; ma, non abbiamo mai saputo di un cardinale esperto in faccende elettriche. L'elemosiniere del Papa, il cardinale Corrado Krajewski è sceso in un tombino, ha rotto i sigilli per ripristinare l'allaccio della corrente ad un palazzo occupato da abusivi.
    Siamo contenti che al cardinale non gli sia successo niente durante la sua attività di elettricista. Il commento alla prossima puntata.
    _____________________________________

    IL LIBRO DELLA SETTIMANA

    PADRE BONAVENTURA RASCHI

    di Alessandro Massobrio
    De Ferrari Editore - Euro 12,00

    A cinque anni dalla scomparsa del prof. Alessandro Massobrio abbiamo notizia che nel catalogo dei suoi libri dell'editore De Ferrari è disponibile un breve saggio che costituisce per l'autore la cronaca di una sua esperienza spirituale, l'incontro con "PADRE BONAVENTURA RASCHI IL CAVALIERE DI MARIA". Alessandro Massobrio, insegnante e giornalista genovese, ripercorre le fasi salienti dell'esistenza del fondatore della Piccola Città dell'Immacolata. Penso nessuno nutra dubbi sul fatto che il mistero di un essere umano, soprattutto di un essere umano come Padre Bonaventura Raschi, sia praticamente inesauribile. Perciò questa ennesima biografia ha comunque qualcosa da aggiungere ad un quadro già delineato non soltanto nella sua struttura di base ma anche nei dettagli. Questo qualcosa consiste forse nella chiave di lettura in base alla quale la personalità del fondatore della Piccola Città dell'Immacolata è stata analizzata e interpretata. Una chiave di lettura tesa a sondare, per così dire, le radici più del tronco. Nella convinzione che proprio nelle radici e dunque nel retroterra culturale del protagonista della storia fosse possibile rintracciare quelle spinte, che si sono poi fatte linee di forza nello sviluppo della pianta. Padre Raschi era un minore conventuale, apparteneva dunque alla famiglia francescana, dalla quale la sua formazione religiosa e la sua opera missionaria non possono prescindere. La sua devozione alla Madre di Dio; la sua concezione della vita, intesa come cavalleresca milizia al servizio della Dama del cuore; il suo senso della bellezza, per mezzo della quale è lecito alla creatura risalire al proprio creatore sono elementi imprescindibili. Senza i quali anche una personalità forte e decisa come quella del Padre non può a pieno essere intesa. Ma Bonaventura Raschi possedeva anche una incrollabile fede, una mirabile tenacia, una capacità di leggere gli eventi al di là delle apparenze di cui gli eventi stessi sogliono ammantarsi nel corso della nostra breve esperienza terrena. Se non avesse posseduto questi doni, la sua stessa vita, contrassegnata da ostacoli e difficoltà e la sua stessa morte, segnata, almeno in apparenza, dal fallimento e dalla solitudine, sembrerebbero le tappe di una giornata esistenziale strana e contraddittoria. Che dopo un mattino sfolgorante, illuminato dal successo mondano, è destinata a chiudersi nelle penombre del crepuscolo. Non è così, invece. Per coloro che lo hanno conosciuto, come l'autore di questo libro, l'opera e l'insegnamento del fondatore della Città dell'Immacolata rimangono, pur senza nulla togliere al giudizio della Chiesa in merito a possibile rivelazioni private, stelle fisse, punti luminosi sulla volta di un firmamento avvolto nelle tenebre. Che senza quelle stelle fisse, senza quei punti luminosi, niente avrebbe da suggerire a chi continua la sua navigazione sul mare della vita.
    _______________________________
    LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA
    ANCHE I GIUDICI PARTECIPANO ALLE ELEZIONI





















    Vignetta di Krancic - Il Giornale 9/5/19

    _______________________________